classifica Censis per l'area di Psicologia 2016

Classifica Censis per l’area di Psicologia 2016: Torino prima davanti a Padova e Pavia

da | Ago 2016 | News | 0 commenti

Con 102 punti di media in cima alla classifica Censis per l’area di Psicologia 2016 si conferma Torino. L’ateneo piemontese guadagnò la leadership della graduatoria relativa ai corsi di laurea di I livello della classe di Scienze e Tecniche Psicologiche (L-24) dodici mesi fa e non sembra intenzionato a lasciarla. Si rimescolano, invece, un bel po’ le carte per quanto riguarda gli altri due gradini del podio: l’Università di Padova con 99,5 punti si riprende il secondo posto, momentaneamente ceduto alla coppia formata da Bologna e Trento, mentre al terzo troviamo una new entryPavia (99).

Trieste (97) si mantiene stabile al quarto posto, mentre le due seconde del 2015 si piazzano alle sue spalle. A Trento (96) spetta la quinta posizione e all’Università di Bologna – che nel 2014 fu al comando della graduatoria – addirittura la sesta. La discesa dell’Alma Mater si spiega con la concomitante contrazione del punteggio, passato da 102 a 95,5 punti. Tra le prime dieci della classifica Censis per l’area di Psicologia 2016 troviamo a seguire Milano-Bicocca (93), il duo PisaUniversità del Salento (91,5), “La Sapienza” di Roma (89,5) e Genova (89).

La seconda metà della classifica Censis per l’area di Psicologia 2016 si apre con le università di Verona e Firenze, undicesime a pari merito con 87 punti. Dietro la coppia si sono classificate, nell’ordine, la “Federico II” di Napoli (86), il duo CataniaPerugia (85,5), quello BergamoBari (84,5), l’Università di Chieti e Pescara (82,5) e quella de L’Aquila, che risale dall’ultimo posto in cui fu relegata nel 2015 e ottiene una media di 77,5 su 110 (+4,5 punti). Subito a ridosso delle posizioni di coda sono finite poi Urbino (74) e Cagliari (73,5).

Le ultime tre della classifica Censis per l’area di Psicologia 2016 sono Palermo (72,5), che dalla penultima posizione che le toccò nel 2015 risale al terzultimo posto, Messina (68), che scende di alcuni gradini e si ritrova penultima, e infine la Seconda Università di Napoli, il cui punteggio medio è sceso in appena un anno di ben 11 punti, passando da 77,5 a 66,5, facendola finire in ultima posizione.

FacebookTwitterEmailWhatsAppLinkedInTelegram
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments