Home Test ammissione Preparazione ai test di ammissione: cosa portare, procedura e regolamento

Preparazione ai test di ammissione: cosa portare, procedura e regolamento

Ci siamo, il gran giorno del test è arrivato. 

Immagina la scena…

arrivi di fronte all’università, armato di una penna e di un carico di adrenalina che… nemmeno se stessi per salire sulle montagne russe più alte del mondo.

Ti guardi intorno e trovi altri giovani (e meno giovani) spaesati, emozionati e agitatissimi compagni di avventura.

Dove dobbiamo andare? 

Come funziona? 

Qual è la procedura dei test di ammissione? 

Queste sono alcune domande che riecheggiano nella folla ed incrementano il panico generale.

Bene, se vuoi arrivare preparato a ciò che ti aspetterà quel giorno, non perderti quello che sto per dirti qui sotto.

Cosa portare il giorno del test di ammissione?

La primissima cosa che devi portare con te il giorno della prova è… la puntualità.

Questa volta non basterà la scusa del cagnolino che ha rubato lo zaino, il ritardo dell’autobus, il drago in salone e no, neanche il gattino disperato sull’albero servirà ad intenerire la commissione.

Il ritardo non è tollerato per alcun motivo: o arrivi puntuale, o sei out. 

Quindi, a costo di mettere una decina di sveglie e un paio di galli in casa, arriva all’ora stabilita. Meglio qualche minuto prima.

La seconda cosa essenziale, da non dimenticare per nulla al mondo è: il documento di riconoscimento.

Attenzione, come documento è ammessa la carta di identità o il passaporto in corso di validità. Non sempre la patente viene riconosciuta, quindi onde evitare spiacevoli inconvenienti, evitiamola.

Terzo elemento essenziale è la ricevuta del pagamento dell’iscrizione al test. Per iscriverti al test avrai pagato il bollettino MAV o un bollettino postale oppure lo avrai regolarizzato tramite carta di credito: in tutti i casi, stampa la ricevuta e portala con te.

In alcuni casi è richiesta anche la ricevuta di avvenuta iscrizione al test tramite il sito. Consulta il bando dell’università stessa per esserne certo e, nel dubbio, stampane una copia.

Questo è tutto ciò di cui avrai bisogno.

Dimentica tablet, libri, telefonino e tutto il resto: non è ammesso altro in aula. Anche la penna nera viene fornita dalla commissione al momento del test.

Cosa succederà il giorno del test di ammissione? Continua a leggere per arrivare preparato al grande giorno!

Procedura e cosa portare al test di ammissione
Procedura e cosa portare al test di ammissione

La procedura dei test di ammissione

Oltre allo studio e al ripasso degli argomenti oggetto dei test universitari, può aiutarti ad affrontare il grande giorno con più serenità, conoscere esattamente la procedura dei test di ammissione. 

Ovvero: come si svolge il test?

Iniziamo con il dire che la procedura ha delle caratteristiche generali valide per tutte le facoltà e corsi di laurea ed è composta essenzialmente dalle tre fasi descritte di seguito.

Prima fase: consegna materiali

Una volta individuata l’aula destinata al test di ammissione, verrai invitato insieme agli altri candidati a consegnare il cellulare spento e ad occupare una postazione disponibile.

Il primo documento che ti verrà consegnato, è una scheda contenente i dati anagrafici, che dovrai visionare con cura e segnalare e correggere nel caso presentasse degli errori.

Oltre alla scheda con i dati anagrafici, ti verranno consegnate anche: una foglio con le istruzioni, una scheda per le risposte e un plico contenente la prova d’esame.

Attenzione: su questo materiale è vietato fare qualsiasi segno che possa costituire un elemento di riconoscibilità, pena l’esclusione dalla prova.

Seconda fase: inizia il test!

A questo punto starai fremendo dalla voglia di leggere le domande del test.

Il momento a cui ti sei preparato per mesi è arrivato.

La tua carriera universitaria dipenderà da quelle domande, o almeno il prossimo anno.

Ti verrà assegnato un plico e una penna nera a sfera per contrassegnare le risposte sulla scheda apposita.

A questo punto dovrai aspettare ancora alcuni interminabili minuti perché sarai autorizzato ad aprire il plico solo nel momento in cui la commissione darà inizio all’esame.

Da adesso, è tutto nelle tue mani.

La durata della prova, come anche il numero e la tipologia di quesiti al suo interno possono variare a seconda della facoltà e del corso di laurea. Troverai informazioni dettagliate nel bando stesso dell’università.

Ecco alcuni consigli da tenere a mente durante l’esecuzione del test:

  • Tieni presente il tempo a disposizione;
  • Procedi con calma e metodo nella risoluzione;
  • Leggi attentamente le domande;
  • Segna la risposta che ritieni esatta direttamente sulla scheda delle risposte.

Terza fase: respira, quel che è fatto è fatto

Al termine del tempo concesso dalla commissione per lo svolgimento della prova, dovrai interrompere l’esecuzione del test, che tu abbia finito o meno.

Non c’è più tempo per pensare al quesito che ti ha messo più agitazione e la fretta è una cattiva consigliera.

Prendi forza, posa la penna sul banco e segui le istruzioni per la riconsegna del materiale.

Ricorda che qualsiasi errore nella forma o nella procedura dei test provoca automaticamente l’esclusione.

Una volta finito il test ti troverai a confrontarti con altri studenti e sarete tutti in una situazione tra il timore e l’euforia. Non farti prendere dal panico, hai fatto il tuo meglio, vai a distrarti e aspetta l’uscita delle graduatorie con serenità.

In bocca al lupo!

Vuoi prepararti al meglio? Esercitati con le simulazioni gratuite dei test di ammissione di Universita.it.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento qui
Inserisci il tuo nome qui