Home Test ammissione Test di ammissione: come prepararsi

Test di ammissione: come prepararsi

4

Vuoi iscriverti all’università ma non sai come prepararti al test di ammissione?

Hai paura di non raggiungere un punteggio sufficiente e rimanere tagliato fuori dalla graduatoria?

Mettiti comodo, in questo articolo troverai idee, consigli e linee guida su come, cosa e dove studiare per affrontare il test di ammissione con una marcia in più.

Da dove si comincia?

Iniziamo con il dire che è del tutto normale sentire la preoccupazione che sale ogni giorno di più, man mano che la data del fatidico test si avvicina.

Devi sapere che la preparazione ai test d’ammissione all’università rappresenta uno degli spauracchi maggiori per le aspiranti matricole.

La prima cosa che devi fare, prima ancora di iniziare a studiare, è rilassarti. E no, non siamo impazziti.

A mente lucida, prenditi il tuo tempo per capire di quanti mesi, giorni o ore hai bisogno per studiare o ripassare determinati argomenti. Organizza i tuoi impegni e stabilisci degli orari di studio quotidiani.

Scrivi una tabella di marcia e vai avanti come un treno all’inseguimento dei tuoi obiettivi. Se è una pratica che non hai mai usato fino ad ora, rimarrai sbalordito dalla sua efficacia.

Cosa studiare per la preparazione ai test di ammissione

Tenendo conto delle dovute differenze che caratterizzano l’ammissione alle singole facoltà, si possono comunque stabilire delle linee generali per prepararsi ai test di ingresso.

In genere la preparazione ai test di ammissione prevede lo studio delle discipline affrontate durante la scuola media superiore.

Questo significa che dovrai resistere all’impulso di sbarazzarti, immediatamente dopo aver preso il diploma, dei tuoi amati libri di scuola: possono rivelarsi ancora utili per prepararsi all’università.

Tutte quelle materie come fisica, matematica, biologia, etc. che possono essere studiate sui libri di testo specifici già in possesso, si possono preparare in questo modo.

Attenzione però: questo tipo di studio in genere non è sufficiente ad ottenere una preparazione adeguata ai test.

E qui introduciamo il primo dei due argomenti più utili di questo articolo (il secondo lo trovi subito dopo), ovvero:

Dove studiare per prepararsi ai test di ammissione all’università

Per completare la propria preparazione ai test di ammissione all’università, è sicuramente utile munirsi di libri teorici specifici sui test di ingresso. 

Attraverso i testi dedicati all’ammissione all’università si possono:

  • conoscere i contenuti delle prove d’esame;
  • fare delle simulazioni;
  • esercitare le proprie capacità di ragionamento logico;
  • contribuire a migliorare la formulazione delle risposte.

Insomma, questi libri ti danno la possibilità di acquisire delle competenze aggiuntive. E, sopratutto, ti permettono di raggiungere una preparazione ottimale ai test di ammissione.

Puoi trovarne di diversi autori sul mercato.

Come scegliere quello giusto?

Per prima cosa devi avere ben chiaro l’indirizzo di studi al quale sei orientato.

Banale, lo so.

Dopo di che, appurato che siano tutti funzionali allo scopo, scegli in base a quale senti più fruibile e strutturalmente più adeguato al tuo metodo di studio.

Oltre ai libri, esistono dei corsi di preparazione ai test di ammissione.

I corsi di preparazione vengono organizzati sia dagli atenei stessi, sia da alcune agenzie specializzate.

I primi durano pochi giorni, sono a titolo gratuito e si svolgono generalmente tra Luglio e Agosto presso l’università stessa.

Quelli organizzati da agenzie esterne invece, hanno durata e prezzi variabili e sono in partenza durante tutto l’anno accademico.

La teoria, senza la pratica, è come il pane senza la cioccolata: buono sì, ma non eccellente.

Ecco perché, la parola d’ordine per prepararsi ai test di ammissione, è: ESERCIZI.

Continua a leggere per scoprire come esercitarti al meglio.

Come prepararti ai test di ammissione
Come prepararti ai test di ammissione

Esercizi, ESERCIZI, ESERCIZI!

Ci siamo, questo è il secondo argomento fondamentale che ti ho accennato qualche riga sopra.

Ok studiare sui libri del liceo.

Ok studiare sui testi specifici che riguardano l’ammissione all’università.

Ok anche farsi una scaletta precisa e completa con gli obiettivi quotidiani, ma manca qualcosa.

Qualcosa che fa davvero la differenza tra una preparazione buonina e una preparazione eccellente (detto alla Monty Burns).

Come ogni atleta che si rispetti, per presentarti il giorno del test con il petto all’infuori e l’aria di chi non ha paura di salire sul ring e affrontare qualsiasi avversario, devi allenarti. E pure parecchio.

Qui sotto troverai qualche consiglio per te.

Prima di tutto, esercitati con i test di ammissione degli anni precedenti, sicuramente li troverai molto utili.

Inoltre se hai deciso di acquistare uno dei libri di cui sopra, probabilmente troverai in allegato degli eserciziari specifici su cui passare ore ed ore.

Ma aspetta, ho una notizia incredibile.

Se ancora non ti basta.

Se trovi che usare carta e penna sia dell’età della pietra.

Se ne vuoi di più perché sei una creatura coraggiosa e determinata, allora:

esercitati con i test di ammissione di Universita.it

4 Commenti

  1. Vorrei partecipare al test per scienze della formazione primaria a Bologna il mio diploma è ormai di 10 anni fa
    Come faccio a sapere le materie che tratterà il test d’ingRessi!? Saranno specificate nel bando ?
    E dove trovo i testi per prepararmi?

  2. Per entrare nella facoltà di medicina e chirurgia vi sono diversi punteggi minimi per entrare, per esempio a Milano bisogna fare un punteggio di minimo 40,70 punti, mentre a Genova 30,50 punti. Se eseguo il test a Milano e prendo 35 punti, posso presentarmi a Genova per entrare?

  3. Per partecipare ai test di ammissione all’università per facoltà medicina veterinaria occorre una votazione minima ottenuta con la maturità oppure no?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento qui
Inserisci il tuo nome qui