TOLC-AV-come-funziona

TOLC-AV: cos’è e come funziona

da | Nov 2022 | Ammissione | 0 commenti

Le aspiranti matricole che intendono iscriversi a un corso di laurea triennale della facoltà di agraria o di veterinaria, in molti atenei, devono sostenere il test TOLC-AV

Ma cos’è di preciso il TOLC-AV? Come funziona? È obbligatorio? 

In questo articolo faremo chiarezza su questa prova e daremo alcuni consigli per superarla. 

Cos’è il TOLC-AV?

Il TOLC-AV è un test online proposto del Cisia, il consorzio interuniversitario che crea e gestisce i test di ammissione per le università. Si tratta di una prova composta da domande a risposta chiusa, tra cui le aspiranti matricole devono individuare quella corretta. 

Diversi atenei utilizzano il test TOLC-AV come test di ammissione ai corsi di laurea della facoltà di veterinaria e/o di agraria e può avere uno scopo selettivo nei corsi di laurea a numero chiuso o di semplice valutazione delle conoscenze iniziali nei corsi ad accesso libero. 

Quando è istituito come test di ammissione selettivo, la sua funzione è quella di limitare il numero di iscrizioni al corso di laurea e il punteggio che si ottiene determina la possibilità o meno di effettuare l’immatricolazione al corso di laurea scelto. 

Se, invece, il test è predisposto per valutare le conoscenze iniziali delle aspiranti matricole, il suo punteggio, normalmente, non pregiudica la possibilità di iscriversi o meno al corso di studi. Tuttavia, le università possono decidere se dare degli Obblighi Formativi Aggiuntivi (OFA) alle candidate o ai candidati che mostrano delle lacune in alcune aree del test.

In entrambi i casi si tratta di un test obbligatorio.

La prova è composta da due macro-aree. La prima verte su quesiti attinenti alle materie specifiche del corso di laurea; la seconda è dedicata alla conoscenza della lingua inglese.

Vediamo nel prossimo paragrafo nel dettaglio le materie da studiare e come è strutturato il test. 

Materie e struttura del TOLC-AV

Il TOLC-AV è composto da due macro-aree. La prima è composto da 50 quesiti dedicati a materie attinenti al corso di laurea scelto divisi in questo modo: 

  • biologia: 8 quesiti da svolgere in 16 minuti;
  • chimica: 8 quesiti da svolgere in 16 minuti;
  • fisica: 8 quesiti da svolgere in 16 minuti;
  • matematica: 8 quesiti da svolgere in 16 minuti;
  • logica: 8 quesiti da svolgere in 16 minuti;
  • comprensione verbale: 10 quesiti (relativi a due brani) da svolgere in 20 minuti.

Il tempo disponibile per completare questa sezione è, quindi, di 100 minuti.

La seconda area del test, invece, è dedicata alla conoscenza della lingua inglese. Le aspiranti matricole hanno a disposizione 15 minuti per rispondere a 30 quesiti di inglese. 

Il punteggio ottenuto con la sezione di inglese non contribuisce a determinare il punteggio finale della prova: è utile per valutare le proprie conoscenze e, sulla base delle risposte date, vengono forniti dei suggerimenti per migliorare i propri livelli di lingua. 

Come funzionano i punteggi?

Il punteggio finale della prova viene determinato nella prima parte del test, ovvero nei primi 50 quesiti. In particolare, si attribuiscono:

  • 1 punto per ogni risposta esatta;
  • 0 punti per ogni risposta non data;
  • – 0,25 punti per ogni risposta errata.

Per quanto riguarda la parte relativa alla conoscenza della lingua inglese, invece, viene attribuito: 

  • 1 punto per ogni risposta esatta;
  • 0 punti per ogni risposta non data o errata.

Il punteggio che si ottiene con la sezione relativa alla lingue inglese non contribuisce alla formazione del punteggio finale. Sulla base del risultato ottenuto in questa sezione viene suggerito un percorso da seguire per migliorare il proprio livello di lingua. 

Ogni ateneo stabilisce in modo autonomo se stabilire un punteggio di ammissione minimo e se il test ha scopo selettivo per dei corsi di laurea a numero chiuso o no. Per tutti i dettagli che riguardano i criteri di ammissione e l’iscrizione alla prova è necessario fare riferimento al bando dell’università scelta.

Chi può iscriversi?

Possono partecipare al TOLC-AV tutte le persone che hanno un diploma di scuola media secondaria o un titolo equivalente conseguito all’estero e tutte le studentesse e gli studenti che frequentano il quarto o il quinto anno di scuola superiore. 

Il risultato del TOLC-AV ha validità di un anno solare ed è possibile sostenere il test anche più di una volta nel corso dell’anno (fino al massimo di una volta al mese). Le scadenze per effettuare la prova sono riportate sul bando dell’ateneo scelto. 

Dove e quando si svolge il TOLC-AV

È possibile sostenere il TOLC-AV in una qualsiasi ateneo che aderisce al progetto. Il risultato sarà valido in qualsiasi sede universitaria, a prescindere da dove è stato effettuato il test. 

In alternativa, spesso è possibile sostenere la prova anche con la modalità TOLC@CASA, ovvero tramite una connessione internet e il proprio pc di casa. 

Per scoprire le date disponibili e le modalità disponibili è necessario fare riferimento al bando dell’ateneo e al sito ufficiale del Cisia.

Simulazione gratuita del TOLC-AV

Per prepararsi alla prova e superare con successo il TOLC-AV è importante pianificare per tempo tutto il programma di studio disponibile sia sul bando dell’ateneo, sia sul sito del Cisia. 

A uno studio teorico è consigliabile affiancare una parte pratica, ovvero svolgere quiz e simulazioni della prova per familiarizzare con la tipologia di domande. 

Volete testare subito le vostre conoscenze? Esercitatevi con le simulazioni gratuite del TOLC-AV di universita.it!

FacebookTwitterEmailWhatsAppLinkedInTelegram
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments