Home Test ammissione Preparazione ai test di ammissione: passo 1, l’iscrizione.

Preparazione ai test di ammissione: passo 1, l’iscrizione.

Una fase fondamentale nella preparazione ai test d’ammissione è l’iscrizione alle prove di selezione. Può sembrare una banalità, ma non lo è affatto.

Riflettici: cosa accadrebbe se sbagliassi qualcosa nella procedura o non rispettassi le scadenze fissate? Non potresti sostenere la prova. E, almeno per un anno, dovresti rinunciare al tuo progetto.

Per scongiurare questa eventualità, è opportuno informarsi a dovere e con anticipo.

Prosegui la lettura per scoprire tutti i passaggi dell’iscrizione e della preparazione ai test d’ammissione.

Preparazione ai test d’ammissione: modalità e tempistiche dell’iscrizione

La prima cosa da considerare nella preparazione ai test d’ammissione è senza dubbio la scelta dell’iscrizione. Optare per un corso oppure per un altro ha ripercussioni importanti per quanto riguarda sia lo studio preliminare sia le modalità e le date delle selezioni. Con le relative scadenze da rispettare.

Quando iniziare la preparazione ai test d’ammissione? Per quanto riguarda lo studio, il consiglio è di iniziare il prima possibile.

Il discorso cambia, invece, per ciò che concerne la parte burocratica.

Per le prove che si tengono ai primi di settembre, come quelle per i corsi a numero programmato a livello nazionale, i bandi solitamente sono pubblicati intorno ai primi di luglio e la scadenza per l’iscrizione è fissata solitamente alla fine del mese di agosto.

Di norma, per questa tipologia di test d’ammissione si richiede ai candidati la registrazione al portale UniversItaly. Tutta la procedura di iscrizione, infatti, avviene per via telematica entro una scadenza prefissata.

Attenzione, però: completare la procedura telematica non è sufficiente. Nella fase di preparazione ai test d’ammissione è cruciale il momento del pagamento della quota di partecipazione alla prova. L’iscrizione, infatti, si intende perfezionata solo dopo il pagamento di tale contributo.

Per quanto riguarda i corsi a numero programmato a livello locale, invece, l’iscrizione ai test d’ammissione è regolata secondo procedure che variano da un ateneo all’altro e che sono specificate nei singoli bandi.

Non sai se iscriverti o meno a più test d’ammissione? Continua a leggere per chiarirti le idee!

Preparazione ai test d’ammissione: fase 1, l’iscrizione

Iscrizione a più test d’ammissione

Nella fase di preparazione ai test d’ammissione molti si chiedono se sia possibile iscriversi a più di una selezione. In teoria si può partecipare a un numero infinito di prove. Ad esclusione dei test per i corsi a numero programmato a livello nazionale, che si tengono in data unica in tutte le sedi autorizzate, costringendo a sceglierne solo una.

Per quanto riguarda gli altri tipi di corsi, invece, non esistono limitazioni.

Occorre, però, considerare eventuali conflitti tra le date delle prove. Inoltre, nella preparazione ai test d’ammissione sarebbe meglio concentrarsi su un numero limitato di opzioni, per focalizzare meglio lo studio. Una scelta saggia, ad esempio, potrebbe essere quella di privilegiare solo corsi di laurea affini, in modo da potersi preparare contemporaneamente per tutti i test.

Tentare di destreggiarsi tra discipline molto differenti, invece, potrebbe non essere altrettanto facile. Specie se si tiene conto che il tempo a disposizione non è illimitato.

L’iscrizione a più prove, comunque, offre l’innegabile vantaggio di tenere aperte più opzioni. Non solo perché si potrà avere un’alternativa in caso di esito negativo di una o più prove. In caso di esito positivo, infatti, si potrà scegliere di iscriversi al corso più in linea con le proprie preferenze.

Preparazione ai test d’ammissione: gli aspetti burocratici dopo l’iscrizione

La burocrazia, sia sa, è una bestia nera. Il diavolo, come si dice, è nei dettagli e a volte può bastare una piccola dimenticanza per mandare a monte mesi di sacrifici. Per questo è importante conoscere tutte le prassi da rispettare nella preparazione ai test d’ammissione.

Di capitale importanza a questo proposito è ricordare che due cose non possono mai mancare il giorno dell’esame:

  • un documento d’identità in corso di validità;
  • la ricevuta del versamento del contributo di iscrizione.

Potrà sembrare banale, ma in mancanza di questi documenti non si potrà sostenere la prova. E dopo tanto impegno e sacrificio, sarebbe un vero peccato.

Il consiglio, quindi, è quello di verificare in anticipo la scadenza del proprio documento e, nel caso, rinnovarlo in tempo utile per il test. Allo stesso tempo, meglio fare più copie della ricevuta del versamento del contributo d’iscrizione, per evitare patemi dell’ultimo momento.

E per essere proprio sicuri di non dimenticare nulla, impostate un bell’alert – anche più di uno – sul telefono, che vi ricordi di portare con voi documento e ricevuta. Non si sa mai!

In vista della preparazione ai test d’ammissione, esercitati con le simulazioni gratuite di Universita.it.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento qui
Inserisci il tuo nome qui