L'equipollenza dei titoli di studio esteri con i titoli italiani

Equipollenza titoli esteri: l’università globalizzata

da | Dic 2008 | Titolo di studio | 174 commenti

Quale iter va seguito per richiedere l’equipollenza dei titoli esteri conseguiti da chi ha svolto un percorso di studio all’estero?

L’equipollenza dei titoli esteri prevede un riconoscimento accademico volto a verificare il livello e il contenuto di un titolo di studio straniero, per poterlo definire equivalente (equipollente appunto) dal punto di vista giuridico.

In particolare per ottenere il riconoscimento dell’equipollenza dei titoli esteri, è necessario presentare domanda al Rettore dell’Ateneo nel cui statuto è presente un corso di studi simile a quello per cui si inoltra la richiesta.

La domanda deve includere:

  • originale del titolo della scuola secondaria superiore frequentata, giudicato valido per l’ammissione al corso di laurea frequentato nel paese estero;
  • traduzione ufficiale in italiano del suddetto certificato;
  • dichiarazione di valore riferita al medesimo titolo, rilasciata dalla Rappresentanza Diplomatica e Consolare Italiana del paese in cui conseguito il diploma stesso;
  • originale del titolo accademico ottenuto, con allegata traduzione italiana ufficiale e dichiarazione di valore;
  • certificato originale con l’elenco dei corsi accademici frequentati per il conseguimento della laurea e rispettiva traduzione in italiano confermata dalla Rappresentanza Diplomatica o Consolare italiana del posto;
  • programma di studio stampato su carta intestata o recante timbro validante dell’università straniera frequentata, con relativa traduzione e dichiarazione di valore.

A questo punto, tramite decreto rettorale, verrà dichiarata l’equipollenza dei titoli esteri o la specifica degli esami da sostenere, ad integrazione di quelli così riconosciuti per ottenere il titolo accademico.

Maggiori informazioni vengono di norma fornite dalle segreterie studenti o dalle autorità diplomatiche italiane all’estero.

Il termine ultimo per la presentazione delle domande per richiedere l’equipollenza dei titoli esteri scade, per i cittadini comunitari residenti in Italia, di norma il 31 dicembre di ogni anno; mentre per i cittadini comunitari residenti all’estero e gli extra comunitari residenti all’estero o residenti in Italia, ma sprovvisti di regolare permesso di soggiorno, il 31 agosto.

Esiste inoltre un Centro Informazione sulla Mobilità e le Equipollenze Accademiche (C.I.M.E.A), ovvero il Centro Nazionale di Informazione sul riconoscimento delle qualifiche.

Il CIMEA fornisce infatti ulteriori informazioni sull’equipollenza dei titoli esteri relativamente all’ammissione alle università, al riconoscimento del dottorato, delle professioni ed ai concorsi pubblici.

L’idoneità del titolo di studio è prevista anche per questioni legate all’equipollenza della laurea italiana ai fini di concorso pubblico.

Nella situazione inversa, in cui è lo studente italiano con titolo conseguito in Italia a richiedere l’equipollenza con i titoli esteri, sarà necessario fare riferimento alla Sezione Culturale dell’ambasciata in Italia del paese presso cui si intende inoltrare la richiesta.

FacebookTwitterEmailWhatsAppLinkedInTelegram
guest
174 Commenti
Vecchi
Nuovi Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Elizabeth Hodgson
Elizabeth Hodgson
13 anni fa

Ihave just obtained a four year degree course i.e. MA in Politica and International Relations and would like to know how I could have this degree recognised in Italy
Liz Hodgson

magdy
magdy
12 anni fa

gentile signiori, vorri chiedere un informazione io sono laureato di econimia e commercio 4 anni di universita in egitto , la mia moglie laureata di faculta di lettere di inglese e tradezione sempre in egitto .
noi siamo in regola in italia con la carta di soggiorno a tempo indeterminato , vogliamo di avere riconocimento del nostri titoli di studi per lavorare in italia . grazie cordiali saluti

nicoleta
nicoleta
12 anni fa

per: magdy

anche io sono straniera in italia, ora sono residente, fra poco ho la citadinanza italiana, vengo da una paese U.E; sono laureata in giurisprudenza e ho una esperienza da 10 ani in mia paese;vorrei dire che ho preparato tutti documenti richiesti per equipollenza di titolo academico(questa dovete chiedere!) ho pagato piu di 2500 euro con la documentazione pero, da 2 ani giro a destra e a sinistra e non mi guarda nessuno!Nessuna Universita, niente!
Non vorrei scoraggiarvi, pero in Italia, se vuoi fare la tua professione devi avere una pazienza pazesca x che è possibile di arrivare alla pensione e non hai fatto niente.
Ripeto, non vorrei scoraggiarvi pero questa e realta: NESSUNA OPORTUNITA quanto tempo sei IMIGRANTE!Le porte non si aprono mai per te.
Comunque se vuolete provare andate sul: http://www.cimea.it oppure
http://www.esteri.it/MAE/IT/Politica_Estera/Cultura/Universita/Riconoscimento_titoli_studio

In bocca lupo!

Anina
Anina
12 anni fa

cara Nicoleta..spero tanto che hai risolto il problema con la richiesta equipollenza di titolo academico…no lo so perche ma credo che sei rumena…anche io sono,e sto facendo tutto per avere questo titolo.

Alessia
Alessia
12 anni fa

salve a tutti, io sono laureata in veterinaria in italia e dovrei trasferirmi in egitto, al cairo. vorrei capire se la mia laurea è riconoscita in egitto per poter svolgere la professione ed eventualmente a chi posso rivolgermi per avere informazioni, potete aiutarmi?
grazie a tutti

giorgio
giorgio
12 anni fa

salve, io ho fatto il mio diploma di architettura nel austria,sono cittadino italiano (titolo dipl. ing. diploma scritto in inglese) e anche la mia maturita fatta in austria (per quella ho da dichiarazione di lavoro dall ambasciata italiana vienna).
da un mese lavoro qua a milano , e la gente del politecnico mi ha riferito dul sito cimea. ma li non e scritto dovo mi posso rivolgermi qua a milano per farmi riconoscere il mio diploma…. magari voi sapete di piu? grazie a tutti

Monica
Monica
12 anni fa

salve a tutti. Sono cittadina italiana, nata e cresciuta in italia. Mi sono laureata in management and marketing presso l’università di lincoln in Inghilterra per poi continuare gli studi presso lo stesso ateneo ottenendo un MBA (master in Business administration). 5 anni di duro studio buttati nel cesso dal momento che qui in italia la mia laurea e master non sono riconosciuti e non posso accedere a NESSUN concorso pubblico. Finiti gli studi quando chiesi in Inghilterra informazioni su cosa avrei dovuto fare per l’equipollenza del mio titolo di studio inglese in italia sgranarono gli occhi e mi dissero :- “Ma come, noi accettiamo studenti della comunità europea con i loro titoli di studio stranieri e voi in Italia non riconoscete i titoli di studio inglesi? ma com’è possibile? Siete nella comunità europea e c’e’ una legge ben precisa in proposito … si vede che come al solito voi italiani non vi siete adeguati alle normative europee!”. Al rientro in Italia mi sono rivolta a diversi atenei italiani che avevano corsi di marketing e mi sono sentita rispondere che se volevo far riconoscere la mia laurea inglese, mi sarei dovuta iscrivere in un ateneo italiano e frequentare il corso di studio dal secondo anno dal momento che mi avrebbero riconosciuto solo gli esami del primo anno… In pià avrei dovuto riscrivere anche la tesi di laurea e master da capo con un professore italiano conferitomi dall’ateneo stesso, su un argomento di sua scelta. … Avrei dovuto ripagare tasse universitarie and co per altri 3 anni, frequentare i corsi, spendere ancora altri soldi… senza considerare che tra laurea a master in Inghilterra io ho già speso più di 30.000 euro! In definitiva sappiate che anche moi italiani come voi stranieri abbiamo le mani legate quando si tratta di far riconoscere i titoli di studio stranieri. Armatevi tanta pazienza ( e soldi!!!) nella speranza che prima o poi anche l’Italia si adegui alle leggi comunitarie europee che già esistono da parecchi anni… Questa VERGOGNA dovrebbe finire!

Veronica
Veronica
12 anni fa

Ciao Monica,
anche io mi trovo nella tua stessa assurda situazione. Come te, anche io ho conseguito una laurea in Inghilterra, ho un bel BA honours in Lingue e Letterature Straniere e ciò che mi è stato detto dall’Università Italiana,(dopo avere fatto la traduzione giurata dei programmi, del documento di Laurea con Apostille e dopo essermi recata all’ambasciata di Londra per la Dichiarazione di Valore), è stato un secco: ” Non ci sono accordi bilaterali tra l’Italia e l’Inghilterra”…Ma la cosa più assurda è che quando mi ero trasferita all’ Università di Londra mi avevano convalidato tutti gli esami che avevo sostenuto qui in Italia. Non sai quanto ti capisco, è assurdo imporre di ricominciare un percorso importante come questo. Mi chiedo cosa si possa fare per fare valere i nostri diritti?

Enzo
Enzo
12 anni fa

Ciao a tutti, anche io ho un doctorato degree in engineering conseguito con la canterbury university, ma a prescindere del valore legale per partecipare ai conconrsi, ma almeno mi posso fregiare del titolo di Dr. ingegnere presentando curricoli alle imprese? o devo dire che sono in possesso del solo diploma di maturità?

GABY
GABY
11 anni fa

Ciao a tutti,

Sono rumena e ho una laurea in SCIENZE ECONOMICHE,specialita Marketig,vorrei iniziare il lungo traggito del riconoscimento(gia fatto per il diploma di infermiera) nel 2001.
Girando su tutti link che riguardano i studi al estero,stranieri e etc sono arrivata alla concluzione che noe e stato cambiato niente da 2001 quano la ROMANIA non era in UE,devi fare stesse file alle istituzioni in merito.
Pero alla fine di tutto via-vai, riconoscerano la laurea? Come la penso,vai all universita con i documenti pronti e dopo un bel tempo la comissione decide che devi studiare alcuni semestri. A questo punto inizi l universita e basta!
C e qualcuno che a fatto il riconoscimento della laurea in scienze economiche?
Per me personalmente mi rimane lavorare come infermiera e basta!
Ringrazio per la pazienza di leggermi il commento!

mirko cillo
mirko cillo
11 anni fa

Sto andando a studiare negli Stati uniti probabilmente international buisness.La mia domanda è: questo tipo do laurea è riconosciuta in Italia? Una volta laureato mi sarà utile per trovare lavoro in Italia ?

NATHALY
NATHALY
11 anni fa

VORREI SAPERE LA EQUIPALENZA DI UN TITULO CONSEGNATO IN PERU COME LICENCIADA IN ENFERMERIA CHE è UNA LAUREA DE 5 ANNI ,SAPERE SI è UNA LAUREA SPECIALISTICHA O DI PRIMO LIVELLO?, DOVE POSSO AVERE PIù INFORMAZIONE…..

monica
monica
11 anni fa

SALVE SONO UNA CITADINA COLOMBIANA RESIDENTE A BOLOGNA E PROSSIMA A PRENDERE LA CITADINANZA.HO FRECUENTATO LA FACULTA DI ODONTOIATRIA AL MIO PAESE(QUATTRO ANNI SU CINQUE) PUR TROPO PER PROBLEMI PERSONALI NON MI SONO LAUREATA, VORREI SAPERE SI QUESTI ANNI DI STUDI POSSONO ESSERE CONVERTITI IN QUALCHE MODO (ODONTOTECNICO,IGENE DENTALE)PERCHE ENTRARE ALLA UNIVERSITA DI BOLOGNA E PRATTICAMENTE IMPOSIBILE VISTO IL NUMERO CHIUSO.

Alessandra Bellucci
Alessandra Bellucci
11 anni fa

Facendo una ricerca sui titoli esteri riconosciuti in Italia e viceversa, sono giunta su questo sito dove le vostre testimonianze mi hanno particolarmente colpita.
A tutti quelli che si trovano nelle stesse condizioni di Monica consiglio di dare uno sguardo a tutti gli accordi internazionali esistenti tra i diversi atenei italiani e le università estere, spero possa aiutarvi!

http://accordi-internazionali.cineca.it/accordi.php?continenti=EU&paesi=756&univ_stran=%25&univ_ita=%25&anni=%25&btnSubmit=Cerca&pag=2

Stella
Stella
10 anni fa

Ciao a tutti! Ho intenzione d’iniziare a studiare Psicologia in Argentina. Ho visto che tra i due paesi esistono buoni accordi bilaterali. Ma non sono ancora riuscita a trovare un’informazione ciara sulla possibilità (una volta conseguita la laurea in Argentina) di accedere ai concorsi in Italia. Vi ringrazio per qualsiasi info o spunto.

giustoz
giustoz
10 anni fa

io vi consiglierei la via del ministero della giustizia per il riconoscimento del titolo professionale conseguito in paesi extracomunitari e a tal proposito vi segnalo questo link:

http://migrantesenitalia.blogspot.com/2012/01/reconocimiento-de-titulos-de-estudio-y.html

Questo blog è un ottimo strumento per reperire informazioni utili per chi viene in italia a vivere, a studiare, a lavorare… (è in lingua spagnola)…

Alina
Alina
10 anni fa

Salve, io mi sono laureata in Farmacia in Romania e mi sono specializzata in Industria farmaceutica (specializazione di 3 anni postuniversità), ho anche lavorato per 4 anni in una nota fabbrica in Romania. Qualcuno sa dirmi cosa dovrei fare per poter accedere ad un posto di lavoro nelle farmacie, qui, in Italia?

klodjana
klodjana
10 anni fa

salve, sono una ragaza albaneze, mi sono laureata in infermieria nel mio paese, lavoro come infermiera in albania. mi potete dirmi per trovare un lavoro in italia in questa profesione cosa devo fare?

MARWA
MARWA
10 anni fa

IO SONO LAUREATA IN VETERNARIO SCIENZA IN EGITTO DA 4 ANNI FA.IO SONO IN REGOLA IN ITALIA CON CARTA DI SOGGIORNO .VOGLIO AVERE RICONICIMENT DEL MIO TITOLO DI STUDIO PER LAVORARE IN ITALIA

IP MILANO
IP MILANO
10 anni fa

Klodjana puoi cercare nel web nei siti italiani su ricerche di lavoro per infermieri ad ess; GI group AltroLavoro spa Idealavoro ecc

Marco
Marco
10 anni fa

@Enzo: ci sono in Italia molti colleghi con lauree BEng, MEng e PhD e titoli professionali britannici del settore tecnico-ingegneristico. C’è un’organizzazione: ABEI: http://www.abei.org .
Saluti

Sara
Sara
10 anni fa

Salve a tutti,
sono una cittadina Italiana e sto svolgendo un master in Linguistica Applicata all’Università di Oxford. Vorrei sapere se il titolo di studio che otterrò varrà come corrispettivo della laurea specialistica in Italia o se è una cosa a parte. Leggendo i commenti precedenti, mi pare di capire che i master conseguiti all’estero non hanno valore legale in Italia. Mi chiedevo se fosse così dappertutto e se questo vale anche per il mio campo di studi. In particolare, visto che per l’abilitazione per esempio all’insegnamento è richiesta la laurea specialistica, vorrei capire se un master in linguistica applicata (che è essenzialmente pedagogia della lingua) mi permetterebbe di accedere ad eventuali concorsi e tirocini. Ringrazio in anticipo chiunque abbia informazioni in merito.

irina
irina
10 anni fa

ciao a tutti,io sono rumena e ho la laurea in psicologia e scienze del educazione,vorrei fare il master qui in italia…vorrei sappere cosa devo fare ?grazie …

Iuliana
Iuliana
10 anni fa

Salve, Irina. Anche io sono rumena e vorrei dirti che da 2 anni provo a farmi riconoscere qui la laurea in economia e non ti danno mai una risposta chiara. con altre parole alla triennale di economia mi riconoscono solo il primo anno. sinceramente non so se ti conviene, perche devi fare prima la dichiarazione di valore dei documenti e la traduzione di questi, x qualle io ho speso €1.700. Con altre parole in Italia non sono mai riconosciuti i titoli esteri.

Gianina
Gianina
10 anni fa

Salve. Sono Gianina, laureata in Psicologia e Scienze della formazione in Romania. Vorrei lavorare in Italia come educatore professionale e mi sono rivolta ad una facoltà dove potrei fare l’equipollenza degli studi. Ma non sono decisa quale via seguire:
– accedere ad una laurea magistrale (la segretaria mi ha detto che la valutazione degli studi si fanno a corpo, quindi le possibilità di essere accettata sono alte)
– chiedere la valutazione per ottenere la laurea triennale?(in questo caso al massimo ti riconoscono 1 anno di studio :((
– chiedere il riconoscimento professionale al Ministero della salute? (ho lavorato 2 anni in Romania)
Il mio obbiettivo e di trovare la via più…breve per potere lavorare.

Dya
Dya
10 anni fa

Ciao! Per le ragazze rumene: andate sul sito dell’Ordine degli psicologi della vostra regione e troverete informazioni. Per prima dovete prendere dalla Romania diploma di laurea, diploma supllement ( tradotte , legalizzate e con apostyle ), andate a CNRED per essere supervisate e poi dovete andare a “Colegiul psihologilor” a Bucarest per prendere l’atestato di libera professione ( http://www.copsi.ro) . Questo attestato poi l’ho portate al Ministero della salute a Roma per essere riconosciuto. Poi iscrizione all’Ordine degli psicologi nella vostra regione , sezione A o B . Per questa non c’è bisogno della dichiarazione di valore. Comunque siate atente perchè ogni università ha i suoi regolamenti e non sono tutte uguale. io devo prendere l’atestato e poi andare a Roma. Buona fortuna ! Ciao a tutti.

angela bertocchi
angela bertocchi
10 anni fa

Uno studente albanese viene ammesso alla 4^ classe di liceo scientifico in base all’età anagrafica. La scuola che accetta l’iscrizione
-non verifica l’equipollenza fra i percorsi scolastici italiano e albanese;
-non richiede all’allievo
né una domanda ufficiale di richiesta di riconoscimento del percorso scolastico
né esami integrativi.
Adesso sta sostenendo l’esame di stato e credo che il tutto potrebbe essere invalidato.
A.Bertocchi

tea
tea
10 anni fa

ciao sono tea. ho 20 anni albanese. ho finito liceo classico in albania e sono gia diplomata. ho tutti i decumenti traduti in italiano, mi potete autare con informacioni ,che devo fa per entrare l’universita? da un anno che vivvo qua in italia parlo e scrivo abbastza bene. grazie

Beniamino
Beniamino
10 anni fa

ciao sono Mino, vorrei sapere cosa si deve fare per ottenere il riconoscimento in Italia del titolo universitario di CHIRURGO-PEDIATRA ottenuto in Russia. Grazie

Francesco Dimichino
Francesco Dimichino
10 anni fa

qualcuno può dirmi a quale livello di istruzione italiano corrisponde “Ordinary National Certificate – ONC” in uso in Inghilterra ? grazie

Giulia
Giulia
10 anni fa

Ho il diploma di maturità linguistica (conseguito nel 1998) e ho un attestato di traduttrice letteraria.. Sto pensando di andare negli Stati Uniti e trovare un lavoro in loco..
Mi domando: il mio diploma che valore ha? è riconosciuto?

stefano
stefano
10 anni fa

Io dovrei iniziare un post doc negli stati uniti. Loro mi richiedono un phd ma io ho soltanto la laurea magistrale.magistrale però ho saputo che la mia laurea magistrale può essere equiparata al phd americano. Vi risulta che sia così?

Nando
Nando
10 anni fa

@Stefano: No – La laurea magistrale equivale ad un ‘master degree’ negli us. Per il phd serve il titolo di ‘dottorato’ italiano.

Elisa
Elisa
10 anni fa

sono una ragazza che possiede la laurea in matematica vecchio ordinamento (laurea quadriennale).
Vorrei ottenere l’abilitazione per insegnare matematica in Italia nelle scuole medie-superiori.
L’abilitazione all’insegnamento presa all’estero (per esempio in Spagna), viene riconosciuta in Italia? In tal caso vorrei conoscere l’iter da seguire e l’ufficio competente.
Grazie

leonard
leonard
10 anni fa

Vivo in Italia e sono in possesso della carta di soggiorno.Mi sono laureato come violoncellista in ”Accademia delle Belle Arti” a Tirana (Albania). Lavoro presso le scuole private e nelle diverse orchestre ma sempre come prestazione occasionale. Ho tutti i documenti sopracitati. Come mi devo comportare per riconoscere la mia laurea? Grazie!!

Nadia
Nadia
10 anni fa

salve Nadia. sono laureate in chimica Industriale nel 2007 in Albania Tirana.Sono in regola in Italia con carta di soggorno.Volgio fare equipollenza.chi sono le doc che mi servono.Ma non sono ancora riuscito trovare un informazione ciaro.grazie.

Teresa
Teresa
10 anni fa

Dovete farvi fare prima la traduzione giurata dei vostri diplomi e poi andarvi a iscrivere all’albo professionale per quelli che stanno in Italia con diplomi Esteri

vivi
vivi
10 anni fa

salve io sono brasiliana con laurea presa in brasile in marketing,adesso vivo a roma e vorrei portare la mia laurea in italia ,ho un fascicolo di documenti di circa 80 fogli dove ci sono tutti i risultati degli esami e la laurea,all’universita’ roma tre mi hanno detto che devo tradurre tutti i fogli dal portoghese all’italiano ma contattando una azienza che fa queste cose mi ha detto che ci vuole na cidra enorme per tradurre tutti i fogli,solo di marche da bollo ci vogliono quasi seicento euro qualcuno sa dirmi qualche cosa al riguardo?grazie mille

valeria
valeria
10 anni fa

Buongiorno,
sono cittadina italiana laureata in Lettere Moderne con laurea quadriennale. In Europa a quale titolo corrisponde la laurea quadriennale? BA oppure Masters Degree?
Grazie

Sui
Sui
10 anni fa

Ciao a tutti.
Ho finito l’università per la psicologia, e anche il master scientifici in Tirana, Albania. Questi gradi ho bisogno di convertire in Italia per motivi di lavoro e di PhD. Si tratta di studi 3 più 2, con il processo di Bologna. Cosa devo fare per la conversione? Mi potete aiutare con informazioni?
Grazie..

Majlinda
Majlinda
9 anni fa

Salve, Ho finito l’universita nella faccolta di “LINGUE STRANIERE” nell materie di LINGUA INGLESE,in Shkodra,Albania.Mi sono laureata:INSEGNANTE E SPECIALISTA DELLA LINGUA INGLESE.Cosa devo fare per far conoscere il mio titolo di studi qui in Italia?Vivo a Scandicci,Firenze.A chi mi devo rivolgere o dove devo andare per far conoscere il mio titolo di studi.Mi potete aiutare con informazioni,Grazie

de luca antonio
de luca antonio
9 anni fa

come si puo’fare per aver riconsosciuta la lauae in economia conseguita in bielorussia

loredana
loredana
9 anni fa

salve,
sono rumena, laureata in scienze della formazione-italia (scienze della professionalità educativa)-laurea triennale. dovrei fare il riconoscimento o equipollenza in romania, ma devo dire mi trovo in difficoltà…secondo voi c’è una facoltà simile a scienze della formazione in romania? ho tanta paura che non mi verrà riconosciuto niente proprio perchè non c’è un corrispettivo .
quale sono i passi da seguire? solo l’originale va legalizzato con l’apostila di haga oppure anche le copie xerox e la traduzione?( scusate, mi è venuto questo dubbio).
un ultima domanda: il programma analitico cosa deve contenere di preciso?

loredana
loredana
9 anni fa

ciao irina e gianna,
vi prego ditemi se psicologia e scienze del educazione oppure psicologia e scienze della formazione sono la stessa facoltà. quale è il nome preciso in rumeno?
grazie se mi rispondete.

loredana
loredana
9 anni fa

tante domande, nessuna risposta….

Luca_RM_ROMANIA
Luca_RM_ROMANIA
9 anni fa

Hei. ma le ragazze rUmene, perchè non si qualificano rOmene? Mi sembra NATURALE che i cittadini della Romania siano chiamati ROMENI e non rumeni, altrimenti si rincorrerebbe il rischio di chiamare i cittadini di ROMA come RUMANI, il che, posso dire, è poco simpatico. E’ questione di coerenza e stile, chi non c’è l’ha, l’acquisti! Vivano le ROMENE….Siate FORTI e comunicate tra di VOI perchè ci sono molti canali che solo chi ci è passato lo può sapere e meglio di tutti gli altri conoscere. CIAO

elena
elena
9 anni fa

Salve, sono laureata in odontoiatria in ucraina a 1996 con sequenti master e specializzazioni in materia, da 2005 sono cittadina italiana e da quatro anni che ho presentato la prattica per riconoscimento del titolo di odontoiatra presso universita di bari, che subbito nel ottobre di 2009 mi ha dato parere positivo per equipolenza e fino oggi che sarebbe dicembre 2012 nessuna piu notizia. Non riesco a prendere appuntamento per venire a parliare e chiedere la fine della mia prattica con NESSUNO dal universita di bari. Sono disperatissima e non so cosa devo fare. Alle mie mail non risponde nessuno. Qualcuno mi sapra dire come devo comportarmi in questa sittuazione. Grazie

Celinda
Celinda
9 anni fa

Salve, ho fatto il baccelliere in Economia in Peru, ho la cittadinanza italiana, cosa devo
fare per il riconoscimento di mio titolo . Abito qui in italia da 20 anni e vorrei sapere
a chi mi devo rivolgere. Ho certificati e titolo originali con traduzione fatti. Devo
per forza viaggiare fino in Peru, o posso fare qui in Italia tutta la prattica? Grazie.

Madalina
Madalina
9 anni fa

Salve a tutti!Io sono laureata in Romania in Economia e vorrei sapere come si fa ad avere l’equipollenza o il riconoscimento degli studi.Grazie

Ilaria
Ilaria
9 anni fa

Ciao a tutti,
sono spagnolo e sono laureato in Spagna in Economia (triennale). Questa laurea ha valore in Italia? cosa devo fare per avere il tutolo riconosciuto anche in Italia?
Grazie