Home Rubriche Riscatto della laurea Calcola quanto ti costa il riscatto della laurea

Calcola quanto ti costa il riscatto della laurea

275

Il calcolo del riscatto della laurea è individuato dall’INPS sulla base della retribuzione media pensionabile riferita alla data della domanda, del periodo da riscattare, dell’età e del sesso del richiedente. L’ammontare determinato può essere pagato in unica soluzione o fino a 120 rate mensili (dieci anni) senza interessi.

Se i periodi da riscattare sono anteriori al 1° Gennaio 1996 il calcolo del riscatto della laurea è quantificato da particolari tabelle che tengono conto dell’età, il sesso, la posizione assicurativa e retributiva e la durata dei periodi da riscattare.

Attraverso la combinazione di questi fattori verrà individuata la quantità di denaro necessaria all’INPS per pagare la pensione maggiorata dal riscatto: riserva matematica.

Se si tratta del riscatto di anni di laurea posteriori al 1° Gennaio 1996 il calcolo è determinato sulla base dell’aliquota contributiva (per la maggior parte dei lavoratori dipendenti l’aliquota è pari al 33%) applicata alla retribuzione lorda del richiedente, moltiplicata per il numero degli anni di cui si chiede il riscatto. Naturalmente, i due sistemi di calcolo sono applicati insieme se il periodo considerato è a cavallo della data sopraindicata.

Grazie all’ultima riforma, il riscatto degli anni di laurea può essere richiesto anche da chi non ha ancora un lavoro. In questo caso, il contributo tratto dal calcolo del riscatto della laurea è pari all’importo derivante dall’applicazione dell’aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche per i lavoratori dipendenti (33%) al minimale imponibile per artigiani e commercianti (13.819 euro per il 2008).

A titolo di esempio, un neolaureato che intenda effettuare il riscatto della laurea nel 2008 pagherà quindi 4.560 euro per ogni anno di studi (13.819 x 33%). Potrebbe essere una soluzione conveniente per coloro che hanno appena conseguito una laurea di primo livello o una laurea magistrale e ancora non hanno trovato un lavoro.

Va ricordato, inoltre, che il contributo versato per il riscatto della laurea è fiscalmente deducibile dall’interessato o detraibile dall’imposta dovuta dalle persone di cui egli risulti fiscalmente a carico (ad esempio i genitori), nella misura del 19% dell’importo stesso (secondo la normativa fiscale in vigore nel 2008).

Per altre informazioni sul calcolo del riscatto della laurea visitate il sito dell’INPS.

275 Commenti

  1. Buongiorno, ho preso servizio come dirigente sanitario pubblico il 31/12/1990 ed ho presentato domanda di riscatto di 8 anni (6 università e 2 di tirocinio) nel Febbraio 1992. Per chissà quali motivi la risposta non è mai arrivata. Posso richiedere oggi la riattivazione di quella domanda e pagare con le cifre dell’epoca? (Ovviamente ho tutti i documenti necessari). E’ possibile calcolare quanto dovrei pagare?
    Grazie

  2. Ho 65 anni e un servizio nella scuola di 26 anni.Ho presentato domanda di riscatto laurea il 03/08/1993. Quanto pagherao’ per il riscatto ?

  3. Mi sono laureat a in biolgia nel 1991 a 23 anni (sono nata il 30/11/1967), lavoro patrt time (6 ore al giorno) e vorrei riscattare i 4 anni di università dal 1977 al 199o. Attualmente il mio stpendio è di euro 1000 netti. Quanto dovrei pagare per il riscatto dei 4 anni di laurea? Ciò mi permetterebbe di andare in pensione prima? Grazie

    Rosy Rizzo

  4. Buongiorno, mi sono laureato in medicina 2016, adesso sono risultato vincitore di borsa di studio specializzazione (che non fa reddito), in questo periodo volevo presentare domanda per il riscatto di laurea, non avendo altri redditi come posso sapere quanto mi costa. grazie cordiali saluti Donato

  5. Buongiorno,
    io sono residente all’estero (in Cina) e da Gennaio 2014 verso contributi volontari, in prosecuzione della contribuzione INPS che avevo con il datore di lavoro italiano presso cui ho lavorato fino a Dicembre 2013.
    Vorrei riscattare i 5 anni della mia laurea di ingegneria (09/1990 – 09/1995) e mi chiedevo:
    – con quale metodo verra’ determinato l’ammontare da pagare: riserva matematica? Avevo meno di 18 anni di contributi al 9/1995 (non avevo ancora iniziato a lavorare!)

    – visto che, da gennaio 2014 ad oggi, pago contributi volontari, non basati su uno stipendio reale, ma solo fittizio calcolato da INPS, e’ possibile che ci sia’ un vantaggio nel calcolo del costo del riscatto di laurea? Intendo dire, se si considera anche lo stipendio ricevuto negli ultimi anni, come uno dei fattori di calcolo, in effetti per INPS e’ come se non avessi lavorato da gennaio 2014 ad oggi..

    Grazie e saluti,
    Roberto

  6. Buonasera,
    Una domanda un po insolita…….
    Mi sono iscritto a Ìngegneria nel 1973 e ho sostenuto 23 dei 29 esami all’epoca previsti dal piano di studi di 5 anni. Poi ho dovuto interrompere e nel 1986 sono decaduto per non aver sostenuto esami per otto anni. Ora vorrei riprendere e conseguire la triennale. Vorrei riscattare i tre anni relativi; quali anni devo considerare? Quelli dal 1973 al 1976 o quali? Quanto sopra per capire se ho o meno sovrapposizione di periodi contributivi.
    Grazie

  7. salve sono un docente di ruolo ormai sessantenne. devo lavorare ancora 7 anni forse.
    laureato nel 1987 entro in ruolo nel 1996 anno in cui presento la domanda di riscatto di laura.
    ad oggi non ho saputo ancora niente di quanto dovro’ versare.
    mi puo anticipare l’importo del riscatto ce andro’ a pagare.
    la retribuzione media di un supplente tra il 1990 e 1996 era di circa 1500.000 lire.
    salvatore

  8. Ho chiesto riscatto diploma terapista riabilitazione equipollente per legge a diploma universitario ma l’Inps non lo riconosce come ricattabile. Perché?

  9. Saluti.
    Mi sono laureato nel 2007 presso la Facoltà di Magistero ed intendevo riscattare i 4 anni del corso di laurea. Attualmente lavoro part-time, e volevo conoscere l’ammontare della spesa che dovrei sostenere.

  10. Margherita
    Commento del 23 agosto 2017
    Laurea magistrale dal 2015 inoccupata, mio padre è disponibile a pagarmi le rate del riscatto.
    Quali vantaggi ne può trarre e a quanto ammonta il versamento complessivo? grazie

  11. Secondo la normativa vigente è possibile riscattare ai fini pensionistici solo gli anni di durata legale del corso di studi universitari completato. Nel suo caso, quindi, può riscattare solo tre anni.
    Saluti

  12. Cortesemente sottopongo il quesito seguente:
    Iscritta all’Università di Ferrara nel 1973 – 1974, a Magistero, facoltà di Pedagogia; sostenuto n. 2 esami.
    Non più rinnovata l’iscrizione (o forse per un anno o per il primo semestre)..
    Nel 2006, in periodo lavorativo, ho ripreso gli studi universitari, iscrivendomi all’Università Telematica G. MARCONI di Roma, con conseguimento della laurea triennale in Scienze dell’Educazione e della Formazione nel 2010, dove, al momento dell’iscrizione, hanno ritenuto validi e quindi tenuti in conto, i due esami precedentemente sostenuti.
    Ai fini pensionistici, potrei riscattare l’anno di studi di Ferrara, nel quale ho sostenuto i due primi esami?

  13. Il costo del riscatto degli anni universitari e di quelli di pre-ruolo ai fini pensionistici si calcola in base allo stipendio che si percepiva all’epoca della presentazione della domanda. Per cui, in linea di principio sì, immaginando un andamento ascendente della retribuzione nel corso della carriera, prima si richiede il riscatto meno si pagherà.

  14. Salve, mi introduco anch’io. Vorrei capire in primis una cosa: sono passata di ruolo nel 1996/96 e mi sono laureata nel 1985. e insegno dal 1988. E’ vero che se all’epoca dell’immissione in ruolo ci si ritrova a fare la domanda di riscatto degli anni di ruolo si pagherà di meno? Grazie

  15. Ho conseguto la laurea nel 1988, poi ho conseguito la specializzazione (4 anni)e il dottorato (4 anni), adesso lavoro in ASL. Vorrei sapere il patto di stabilità del 2017 cosa mi conviene fare. Rispetto a prima facendo un pò di conti approssimativi ho calcolato che per riscattare tutto dovrei versare circa 336000,00 euro.

    Grazie

    Luigi

  16. Ho 58 anni di età e 35 anni di contribuzione. Prevedendo di lasciare il lavoro (da dirigente) entro il 2017 ho due alternative:

    1) non versare, per i prossimi 9 anni, alcun contributo e aspettare di ricevere nel 2027 la pensione di vecchiaia calcolata con il sistema misto (13 anni con il retributivo calcolato sugli ultimi anni lavorati fino al 2017, e 22 anni con il contributivo).

    2) continuare a versare autonomamente i contributi per 6 anni e nel 2023 chiedere il riscatto di 3 anni di laurea (1978-1981, non coperti da alcuna contribuzione) e prendere la pensione anticipata.

    Ipotizzando naturalmente che da qui al 2023 il sistema pensionistico e l’aspettativa di vita non subiscano variazioni, quanto dovrei versare nel 2023 per il riscatto dei 3 anni?

  17. visto le diverse variabili che concorrono alla formulazione del calcolo del costo del riscatto di 5 anni di ingegneria, anno di iscrizione 1973/74, vorrei sapere la corretta % da applicare al mio imponibile per ogni anno di riscatto poiché, ritengo, nel mio caso,che non sia il 33%.

  18. Buongiorno, ho 48 anni e lavoro come dipendente da 23 anni (di cui 8 anni con qualifica di dirigente), nell’ultimo non ho avuto un vuoto lavorativo di 2 mesi e poi 9 mesi con una retribuzione pari al 40% rispetto a quella percepita negli 8 anni precedenti.
    Vorrei sapere se Il conteggio dell’importo per un eventuale riscatto viene “diluito” dai 2 mesi non lavorati nel caso la base di calcolo è la retribuzione dell’ultimo anno? Mi conviene attendere il compimento dei 12 mesi al nuovo e inferiore stipendio o mi conviene chiederlo al compimento del decimo (10 mesi stipendio ridotto e 2 mesi senza stipendio)

  19. CINZIA G

    Buongiorno , vorrei se possibile informazioni relativamente al riscatto del DIPLOMA DI INFERMIERE PROFESSIONALE conseguito nel 1983 , di cui ho fatto richiesta e ricevuto e gia pagato il riconoscimento di 2 anni (dilazionati ratealmente e trattenuti in busta paga) . sono venuta a conoscenza che è possibile anche il riconoscimento del 3° anno di frequentazione della scuola da Infermiere , se è stato conseguito un diploma di scuola superiore secondaria per l’accesso alla Scuola infermieristica. questo è il mio caso , avendo io conseguito un Diploma triennale con esame e attestato. (vedi informativa n 2 INPDAP del 17-6-1998 . ) Vorrei sapere se posso presentare domanda aggiuntiva per il riconoscimento del terzo anno (già richiesto all’patto della richiesta di riscatto , in quanto si dava identificazione del trienno di frequentazione) e se è posibile riferirsi alle aliquote già pagsate per il riconoscimento del biennio.

  20. Buonasera, sono Massimo, ho 61 anni (15/04/1955).Laureato nel 1980 in Ingegneria, ho lavorato dal 1981 come libero professionista con fasce di reddito I e II fino all’anno 2006, quando ho iniziato a svolgere un lavoro dipendente per una societa’ a capitale misto (51% pubblico e 49% privato) con la qualifica di direttore tecnico ( ultima retribuzione 33.000,00 euro lordi l’anno) fino al luglio 2015, quando sono stato licenziato per chiusura dell’Impianto. Da allora sono soggetto ad ammortizzatori sociali dei quali non potro’ piu’ avvalermi fra qualche mese. Volendo riscattare gli anni universitari potreste darmi una idea della cifra che dovrei corrispondere? Inoltre, avendo prestato il servizio militare, come Sottotenente dell’Esercito Italiano, posso avvalermi di questa esperienza lavorativa ai fini pensionistici ed in che misura? Grazie infinite. Massimo

  21. buongiorno !
    sono Michele;
    ho 62 anni: classe 1954;
    lavoro dall’ottobre del 1982 in Amministrazione finanziaria (da 17 anni in “Agenzia delle Entrate”);
    la mia retribuzione di lavoro dipendente relativa al 2015 (CUD) è stata pari ad € 32.535,00;
    mi sono laureato in Giurisprudenza nel 1980, dunque, con il l vecchio ordinamento.
    Volendo ora riscattare i 4 anni di Università, può cortesemente dirmi quanto verrei a spendere ?!
    grazie !
    Michele

  22. Sono disoccupato dal 2010 con quasi 29 anni di contribuzione vorrei sapere se posso riscattare due anni di laurea anno accademico 1977 anno di laurea 1982 per poter andare in pensione tramite l’ape. GRAZIE

  23. Sono un docente che lavora dal 1996, vorrei sapere quanto costa riscattare 4 anni di laurea. Ho letto che si fa una media delle retribuzioni degli ultimi 10 anni(circa, ); si prende in considerazione la retribuzione lorda o quella netta? Penso che il mio costo dovrebbe essere minore, perché negli ultimi 5 anni sono stato in aspettativa e part time(la mia considerazione è valida o errata). Grazie.

  24. vorrei capire se mio marito puo riscattare un anno di laurea per andare prima in pensione .anno accademico 1972-1973 anno di laurea 1982. inizio attività lavorativa 1977
    grazie

  25. Buongiorno,
    mio figlio si è laureato in Architettura. L’ INPS ha accolto domanda di riscatto di laurea da inoccupato. Per ora fiscalmente è a mio carico. Ho indicato il pagamento in unica soluzione (scad 30.9). Vorrei chiedere:
    1) se pago in unica soluzione anzichè a rate avrà maggiore beneficio pensionistico in virtù del fatto che la somma viene versata prima?
    2) il periodo riscattato sarà utilizzabile nel caso lavorasse poi come libero professionista (Inarcassa)?; Grazie

  26. Buongiorno,
    sono un”babbo” che voleva regalare il riscatto degli anni di laurea alla figlia Silvia.
    Mi spiego meglio : mia figlia laureata da qualche mese in Farmacia anche se iscritta all’Ordine dei Farmacisti è attualmente disoccupata… Se faccio la domanda per il riscatto ( attraverso la formula delle 120 rate per 10 anni ) se poi ( me lo auguro ! ) troverà lavoro per es. in una Farmacia privata cosa succede ? come verranno considerati questi cinque anni? Confluiranno nell’Ente di appartenenza ( EMPAF?, INPS? ) oppure seguiranno altre valutazioni ?
    Vi ringrazio.
    PS: Quest’email annulla la precedente dove ho fatto un errore di copia/incolla !

  27. Buongiorno,
    Io nel 2008 ho fatto domanda allINPDAP per riscattare 4 anni e 5 mesi della laurea conseguita nel 1981. All’epoca avevo 50 anni e una retribuzione annua di circa 60000€. Ho ricevuto l’accettazione della domanda nel 2011. Nella distinta sintetica del calcolo comparivano due voci: anzianità utile con riscatto e senza riscatto. La differenza tra le due date era esattamente di 4 anni e 5 mesi, ma, i parametri associati a queste voci, dedotti datta tabella A della legge 965/65, corrispondevano ad una differenza di anzianità utile (con e senza riscatto) di ben 11 anni. Questo ha portato a determinare un onere di riscatto molto esoso (140.000 €) che corrisponde circa al 50% della retribuzione annua che percepivo all’epoca della domanda. Quando mi rivolgo all’INPS per avere chiarimenti, ottengo solo risposte evasive. A chi posso rivolgermi per ottenere una risposta esauriente al dubbio atroce che per un errore di calcolo stia pagando un prezzo così alto?
    Grazie per ogni suggerimento.

  28. Buongiorno,
    a maggio del 1988 ho trasmesso alla scuola di appartenenza domanda di valutazione, computo e riscatto ai fini del trattamento di quiescenza relativo a 5 anni di università e un anno di servizio militare, richiedendo nella domanda l’applicazione delle norme più favorevoli sia per la valutazione dei servizi che per la determinazione del contributo di riscatto. No avendo fino ad aprile 2016 ricevuto alcuna risposta e nessun calcolo dell’onere di riscatto, mi sono recato nei competenti uffici del Provveditorato agli Studi e mi è stato riferito che la mia domanda è stata trasmessa dalla scuola solo al Provveditorato e non all’INPS. Pertanto non ha alcun valore ai fini pensionistici e di TFR. Sono ovviamente cascato dalle nuvole. Che responsabilità ho io per un eventuale errore della scuola. Chiedo cortesemente se sono in grado di poter fare qualcosa per non perdere i vantaggi economici della domanda da me regolarmente trasmessa e di cui conservo copia con numero di protocollo di trasmissione.

  29. Io vorrei riscattare 17 mesi del periodo di studi universitari. Ho conseguito la laurea nel 1990 e il mio reddito annuo è di 30000 euro. Quanto dovrei pagare? È vero che c’è allo studio una diminuzione dell’importo? Io ho 59 anni e 40 anni di servizio. Grazie

  30. Scusate, vorrei riscattare gli anni universitari ma non riesco a capire quanto potrebbe costarmi. .mi sono laureato nel 2008 in medicina e chirurgia ( corso universitario di 6 anni) poi nel 2011 dopo alcuni lavoretti in libera professione ho iniziato la scuola di specializzazione e, fortunatamente, questo mese ho conseguito il diploma. Potete aiutarmi a capire quanto potrebbe costare e se mi conviene? Grazie mille

  31. Approfitto della vostra cortesia per chiarirmi le idee ( confuse ) rispetto al riscatto della laurea. Nel mio caso, ho conseguito il diploma di laurea nel 2007 presso la Facoltà di Magistero dell’Università di Torino, e il corso legale di studi è di 4 anni. Ho 55 anni, e vorrei poter riscattare quel periodo per avvicinarmi al momento della pensione. Potete aiutarmi a capire se mi conviene farlo ? Ancora grazie.

  32. Lavoro dal 1990 presso un ente locale, precedentemente circa 5 anni scule pubbliche e private, vorrei riscattare 4 anni di laurea e il reddito è di circa 33.000 € l’anno, quanto dovrei pagare?

  33. ALLA LUCE DEI RECENTI PROVVEDIMENTI IN MATERIA PREVIDENZIALE E PENSIONISTICA, NONCHE’ IN PROSPETTIVA, ESISTE IL RISCHIO CHE L’ETA’ ANAGRAFICA MINIMA PER OTTENERE IL DIRITTO ALLA PENSIONE ASSORBA IN MANIERA TALMENTE SIGNIFICATIVA IL NUMERO MINIMO DI ANNI DI CONTRIBUZIONE DA RENDERE SOSTANZIALMENTE NON PROFICUO IL RISCATTO DEGLI ANNI DI UNIVERSITà, ATTUALMENTE NOTEVOLMENTE ONEROSO SOPRATTUTTO PER GLI OCCUPATI?

  34. Salve, mi sono laureata nel 1995, lavoro come insegnante di ruolo dal 1996, più due anni di servizio pre -ruolo, già riscattati. Vorrei sapere se conviene riscattare la laurea per anticipare l’età della pensione? Inoltre se facendo la domanda di riscatto di laurea in un periodo con contratto part time ne diminuirebbe il costo? Vi ringrazio.

  35. Un’informazione, per cortesia.
    Ex insegnante statale (gestione ex INPDAP) in pensione dal 1.9.2015, nata il 26.9.1952 Entro il 31 dicembre 2015 avevo 41 anni e 9 mesi di contributi. Con il riscatto di un anno di laurea, 42 anni e 9 mesi di contributi. Grazie al riscatto laurea, aumenterà la mia pensione? Devo pagare 86,25 fino a giugno 2018 compreso Tale cfra comprende anche il riscatto pre ruolo, quindi presumo che il riscatto di un anno di laurea costi circa 2100 euro). Ne è valsa la pena? Quando ho fatto la domanda di pensione, lavoravo all’estero, in collocamento fuori ruolo; non c’è stato il tempo per informarmi adeguatamente.
    Grazie.

  36. Buongiorno, sono un medico universitario di 54 anni sono assunta dal febbraio 1991. Mi hanno detto che andrei in pensione nel 2030 per età e nel 2034 per contributi.Sto valutando se riscattare anni di Medicina e Specialità ma non ho ben compreso se tali anni (10 e 3 mesi) vengono decurtati dalla pensione contributiva e quindi potrei andare in pensione nel 2024. E in caso fosse così, vorrei capire se la pensione che mi spetterà mi verrebbe erogata già dal 2024 o se comunque occorre attendere l’età pensionabile per riceverla. Grazie

  37. SALVE, HO COMPIUTO 60 ANNI IN APRILE DEL 2015,SONO UN MEDICO HO LAVORATO COME MEDICO DI GUARDIA MEDICA DAL DICEMBRE DEL 1980 AL 31-01-1984.DAL 1-2-1984 A TUTT’ OGGI COME MEDICO DI MEDICINA GENERALE QUASI SEMPRE CON CIRCA 1400 ASSISTITI . VORREI ANDARE IN PENSIONE AL PIU’ PRESTO .MI CONVIENE RISCATTARE GLI ANNI DI LAUREA PER INTERO? O SOLO ALCUNI ANNI .QUANTO SPENDEREI ? QUALI SARA’ LA MIA PENSIONE NELLE VARIE MODALITA’ ? GRAZIE .

  38. SALVE, SONO UNA INSEGNANTE DI SOSTEGNO NELLA SCUOLA PRIMARIA.QUESTO E’ IL MIO VENTIQUATTRESIMO ANNO DI RUOLO. POSSO CHIEDERE IL RISCATTO DEL CORSO BIENNALE POLIVALENTE (SPECIALIZZAZIONE ART. 8,10,11 DEL D.P.R. 31-10-1975 N.970) CONSEGUITO PRESSO L’UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI LECCE IL 04-07-1990 ? SE SI QUANTO DOVREI PAGARE ? GRAZIE

  39. Ciao a tutti, sono una docente, mi sono laureata nel 1975 e sono entrata in ruolo nelle scuole elementari nel 1982; nel 1985 ho chiesto di riscattare la laurea quadriennale in lettere, non ho avuto nessuna risposta dal provveditorato, pertanto ho considerato il silenzio assenzio; intanto nel 1998 ho vinto il concorso ed ho insegnato alle scuole medie e nel 2002 ho rifatto la domanda ma mi è stato risposto che si considera quella prodotta nel 1985. Oggi che ho 36 anni di servizio e 61 di età vorrei ricalcolare il tutto ma mi è stato detto che il calcolo per il riscatto sarà fatto sulla situazione stipendiale del 1997… Vorrei sapere perchè, visto anche che si tratta di un periodo da riscattare antecedente al 1996 e quindi col sistema retributivo. Grazie

  40. sono un medico laureato nel 1983 e dal 1991 lavoro come medico di medicina generale con un reddito di circa 80000 euro,dovrei andare in pensione a 68 anni,mi conviene riscattare la laurea la specializzazione e il militare? che cifra dovrei pagare? e quando potrei andare in pensione?
    grazie

  41. Secondo voi è possibile riscattare periodi universitari fuori corso tenendo che la domanda è stata presentata nel 1986? Mi serve un mese e mezzo di contribuzione per rientrare nel sistema retributivo.

  42. Buongiorno,
    chiedo cortesemente se è possibile calcolare l importo da pagare nel mio caso, tenendo quanto segue:
    data di nascita: 05.09.1959
    periodo universitario: 1978 – 1986
    Grazie in anticipo
    Fernando

  43. Salve,
    mi sono laureato in ingegneria (5 anni) nel dicembre del 1994. Attualmente lavoro presso un’impresa edile e ho un reddito lordo di circa 28500 euro equivalenti ad 1500 euro circa netti.
    Cosa costa riscattare questi 5 anni, peraltro ricadenti in un periodo, ove vigeva il sistema contributivo. Grazie

  44. Salve
    devo riscattare un anno 4 mesi e 15 gg di laurea dal novembre 1976 al settembre 1979 che mi permettono di rientrare nel sistema retributivo poichè dal 1/9/1979 ho iniziato a lavorare e non ho ancora smesso. Ho fatto servizio militare dal 1/2/78 al 31/7/1979 che mi riaulta accreditato su estratto inps. Avendo una retribuzione annua lorda di 45000 euro quanto dovrei pagare x il riscatto ? grazie

  45. Buon giorno,
    mi sono laureata in lingue e letterature straniere moderne nel 1990 e lavoro dal 1991 come insegnante di scuola primaria. Vorrei sapere se mi conviene riscattare la mia laurea(4 anni) e quale sarebbe l’ammontare e la possibilità di rateizzare. Ho inoltre conseguito la specializzazione per lavorare con alunni in situazioni di handicap sia per la scuola primaria che secondaria di primo grado (3 anni di specializzazione). Vorrei sapere se è possibile riscattare anche questi anni e quanto verrebbe a costarmi. <Grazie fin da ora perla risposta. Grazia Malatino

  46. mia figlia aveva l’intenzione di riscattare il periodo di laurea, pensando che questi anni
    sarebbero stati considerati come lavorati e quindi un domani di poter anticipare la pensione,
    un sindacalista mi ha invece detto ? che il riscatto comporta per chi si trova nel sistema contributivo di avere un aumento della pensione, ma che questi anni non servono per
    anticipare la data del pensionamento.Mia figlia si è laureata nel 2005
    Resto in attesa di Vs. risposta

  47. Salve, non so se qualcuno sa darmi info, in merito alla mia situazione: Mi sono iscritto alla L. triennale (D.M. 509/99) nel 2002 ma, dopo il primo anno di studi, mi sono trasferito in un altro CdL C/o un’altra Università dove nell’ A.A. 2008/2009 ho conseguito la Laurea; ai fini del riscatto, gli anni utili, sarebbero dunque 3 (corso legale della Laurea conseguita) o 4 (3 L conseguita + 1 L lasciata)??? Avrei poi un’altra domanda, adesso sto per iniziare un CdL Magistrale C/o Università Telematica (legalmente riconosciuta come Univ privata) potrei riscattare anche questo Corso? se si, conviene aspettare di completare anche questo CdLM e poi riscattare il totale degli anni Universitari (statale + privata)??? Grazie mille delle info.

  48. MI SONO IMMATRICOLATO NEL SETTEMBRE 1990 AD UN CORSO DI LAUREA DI QUATTRO SUCCESSIVAMENTE MI SONO TRASFERITO AD ALTRO CORSO DI LAUREA DI TRE ANNI MANTENENENDO LA PRECESDENTE CARRIERA UNIVERSITARIA E CONSEGUENDO IL RELATIVO TITOLO NEL 2004 SPECIFICANDO CHE LAVORO DALL’OTTOBRE DEL 1994 PER QUALE PERIODO POSSO CHIEDERE IL RISCATTO QUATTRO ANNI (DURATA LEGALE DEL CORSO DI LAUREA RELATIVO ALL’IMMATRICOLAZIONE) O TRE ANNI (DURATA LEGALE DEL CORSO DI LAUREA EFFETTIVAMENTE CONSEGUITO)????

  49. Ho conseguito la laurea in medicina e chirurgia il 23.07.14. Ho inoltrato la domanda di riscatto dei sei anni all’ INPS. Una volta pagato il tutto, quando saro’ iscritto all’ ENPAM come verranno considerati questi sei anni? Confluiranno in quell’ ente oppure seguiranno altre valutazioni?
    Vi ringrazio.
    Efisio

  50. Salve,
    sono un ‘ insegnante di 62 anni. Mi sono laureata nel 1978 e ho prodotto domanda di riscatto all’atto dell’immisione in ruolo nel lontano 1988. A tutt’oggi non so se il riscatto dei 4 anni universitari mi sarà riconosciuto con le modalità anteriori al 1996 .A quanto potrebbe ammontare il costo del riscatto degli anni di laurea ( materie letterarie)? Preciso che ho lavorato sempre e solo nell’ambito della scuola pubblica.Grazie

  51. Lavoro come Tecnico di Radiologia in Ospedale da Febbraio 1978 ed ho 58 anni e visto i cambiamenti che si fanno sulle pensioni , misto chiedendo se vale la pena presentare domanda di riscatto dei tre anni di studio e quanto mi costerebbe.Grazie tante

  52. Buongiorno,

    ho circa 56 anni e quasi 30 di contributi.
    La legge Fornero ha spostato in avanti la pensione ma l’azienda privata in cui lavoro è in forte difficoltà e il rischio di restare senza lavoro potrebbe concretizzarsi a breve. Mi sono laureato in ingegneria nel 1984 e sto valutando se riscattare i 5 anni di studi universitari: ho presentato domanda e mi hanno presentato un importo da pagare di 85000€ (circa 700€/mese x 120mesi). Il problema è che se perdo il lavoro e resto senza stipendio (o comunque ridotto alle cifre irrisorie della cassa integrazione/mobilità) i 700€/mese diventerebbero insostenibili!
    Mi sto pertanto chiedendo se non potrebbe essere convienente star fermi adesso ed eventualmente ripresentare domanda di riscatto una volta perso il lavoro. Se fosse conveniente, immagino ci sarebbero due opzioni:
    1- fare rischietta non appena entrato in mobilità/Cassa Integrazione -> retribuzione bassa
    2- attendere addirittura anche la fine della mobilità/Cassa integrazione e fare richiesta -> retribuzione nulla
    Qualora le due opzioni fossero percorribili, sarebbe possibile avere un’idea del relativo importo (ricordo che quello attuale è di 85000€!).

    Grazie infinite per l’aiuto.
    Saluti
    highprio

  53. salve sono una docente laureata in architettura , immessa in ruolo nella scuola nel 1997. dal 1981 al 1991 sono sta ta iscritta all’inarcassa, con una contribuzionetotale calcolata al 31 dicembre 1997 di lire 14.243,457. quanto mi costerebbe la ricongiunzione all,inps, dal momento che andrò in pensione come dipendente della scuola?. grazie

  54. salve sono una docente nata nel 1949, laureata nel 1977 in architettura , dopo circa 11 anni di precariato nella scuola, dal 1985 al 1996, ho preso il ruolo nel 1997. nel 1998 ho chiesto il riscatto laurea, con detrazione giuridica al 1997. nel 1997 il mio stipendio lordo mensile era di circa lire 1.771, mentre nel 1998 lo stipendio lordo mensile era di circa lire 2.600. quanto mi costerebbe il riscatto laurea?. grazie

  55. Buongiorno.

    Ho iniziato l’università (ingegneria elettronica) nel 1994 e l’ho terminata nel 2002. Ho iniziato a lavorare nel 2004 con contratto a progetto per 6 mesi, per poi essere assunto a tempo indeterminato nell’agosto del 2004. Da allora ho avuto sempre questo contratto (10 anni), con uno stipendio medio mesile di 1700 €. Ho 38 anni
    Potreste dirmi quanto dovrei versare?
    Grazie.

  56. Vorrei poter avere una consulenza, a chi mi devo rivolgere per un calcolo in relazione ad un riscatto laurea, per mesi 18, riferiti agli anni durata legale studi anni 4, dal 1972 al 1976,nel 1975 cominciai a lavorare stabilmente. NEL 1995 avevo già maturato 18 anni di contribuzione. Sono nata il 13 settembre 1954,ho totalizzato alla fine di agosto 2013: anni 38, mesi 10 e giorni 29 di servizio e contributi. Un riscatto se non troppo oneroso , mi permetterebbe di andare in pensione nel 2015, al 1 settembre, pensione anticipata? Grazie se potete indicarmi a chi mi devo rivolgere, Antonella Montibelli , dipendente scuola , ordine Primaria.

  57. Buon Giorno, compio 65 anni il 9 giugno e andrò in pensione dal 1° luglio c.a., ho fatto domanda nel settembre 2013 del riscatto della laurea ( 4 Anni corso di studio) ma ho chiesto di riscattare solamente 7 settimane per poter raggiungere al 31-12-1995 il famosi 18 anni di contribuzione ed avere un calcolo pensionistico tutto retribuitivo ed il mio stipendio è di circa 1700,00 nette con un CUD di 32000,00.
    Ancora oggi non mi è stata notificata la risposta ma per vie brevi ho saputo che dovrei pagare 66.730,00. Può essere che per sole 7 settimane una cifra simile

  58. Buona sera,
    in base alla L. 247/2007 “Riscatto corso universitario inoccupati” per “regalo” di laurea (come recitava la pubblicità del governo di allora) ai figli, dopo regolare domanda per mia figlia Alice e accettata, il 31/01/2009 ho iniziato a versare mensilmente tramite bollettini postali (che inviava l’INPS) le rate mensili di 190,01 euro. Dal 01/03/2010 Alice ha aperto una Partita IVA per cui non risultava piu inoccupata, ma il “regalo” è continuato con pagamento mensile tramite RID Bancario sul conto a me intestato. Alice è però iscritta all’ ENPAV da quando ha iniziato a lavorare. E’ possibile trasferire all’ENPAV i soldi versati all’INPS e continuare poi a versare le rate successive all’ Enpav? Ho interpellato l’INPS al n° verde ma non hanno saputo rispondere. Grazie per una eventuale risposta e rispettosi saluti.

  59. Buonasera,
    volevo sapare se:
    – può essere considerata fisiologica un’attesa di 13aa per ricevere comunicazione, da parte dell’INPDAP, circa la proposta economica di riscatto degli anni di laurea (medicina, conseguita nel 1993) e specialità (n°4 anni)? La domanda è stata inoltrata nel maggio 2000 (è certo che la domanda non è stata smarrita);
    -quale potrebbe essere la spesa da sostenere tenendo presente che all’epoca percepivo uno stipendio lordo/mese pari a 5.000.000£ circa;
    -che intervallo di tempo, può essere considerato ragionevole attendersi, per ricevere risposta?
    -altro da sapere?
    In attesa di un Vs. riscontro, cordialità.
    Andrea.

  60. Buongiorno, una domanda per il riscatto della laurea: sono un disoccupato ed attualmente percepisco la nuova indennità di disoccupazione (ASPI) fino a febbraio 2014. Successivamente potrò fare la domanda per i 3 anni ri riscatto laurea rimasti ? (Uno l’ho già riscattato in passato).
    Inoltre il costo del riscatto sarà calcolato sulla indennità ASPI o su sul l’ultimo reddito da lavoro ? (2 mesi di lavoro domestico o su quello antecedente a settembre 2012 da dipendente privato ?)
    Grazie per la risposta

  61. Spett. Universita’.it
    Sono stato assunto presso L’ATAC spa del comune di Roma il 16/12/1974, mi sono laureato a luglio del
    1982. Ho regolarmente lavorato ed ho chiesto le dimissioni il 1/08/2009 successivamente ho chiesto con domanda all’INPS datata gennaio 2010 la ricongiunzione parziale di 74 settimane; tenuto conto che il reddito medio annuo lordo e’ stato di euro 32.000 negli anni precedenti alla mia richiesta e che sono nato il 19/07/1951, mi sembra che ho dovuto pagare Euro 20.466. Potrei sapere in via approssimativa se il conteggio e? giusto ?.

  62. Salve. Sono del 1949.Laureato nel 1975.Sono insegnante di ruolo dal 1983 e preruolo dal 1976 al 1983.
    Andrò in pensione da settembre 2013 con i diritti acquisiti al 31/12/2011(Quota 96).Ho fatto domanda all’INPDAP per il riscatto della laurea nel 1991 per il riscatto di 2 anni e 6 mesi, ma non ho ancora ricevuto risposta. Potrei conoscere, per favore, il costo del riscatto visto che tra pochi mesi andrò in pensione? Grazie.

  63. Salve . Sono del 1957 . Mi sono laureato nel 1981 . Lavoro dal maggio 1982 . A partire dal prossimo mese sarò posto in mobilità per 4 anni . Stante le attuali leggi , potrei andare in pensione nel 2024 , a 67 anni di età e 42 anni di contributi . Temo di avere difficoltà a ricollocarmi fino ad allora .Pertanto sto pensando che il riscatto della laurea potrebbe aiutarmi a percepire la pensione nel 2020 anziche’ nel 2024 . E’ cosi? Se cosi fosse , potrei sapere quanto mi costerebbe ? Sarebbe possibile far domanda di riscatto al termine della mobilità ? In tal caso verrebbero prese in considerazione le retribuzioni della mobilità per calcolare il costo del riscatto ?

  64. Sono un’insegnante di ruolo dal 1987,anno in cui ho presentato la domanda di riscatto del periodo universitario (anni 4).Quest’anno compirò 54 anni ,mi tornerà utile riscattare qualche anno universitario? Potrei avere un’idea di quanto mi costerebbe?Preciso che non ho ricevuto alcuna notizia in tutti questi anni. Grazie.

  65. Commento del 09 Gennaio 2013

    Sono un’ insegnante di ruolo dal 10/09/1984. Ho presentato domanda di riscatto della mia laurea in Scienze Biologiche (4 anni) nel mese di Aprile del 1989. Reddito mese di Aprile 1989 lire 2.037.000 lordi con IRPEF di lire 333.700. Quanto mi costerà indicativamente il riscatto dei quattro anni?
    Posso riscattare solo parzialmente gli anni di laurea?

  66. Ho 29 anni, ho conseguito la laurea in lettera nel 2006 (triennale) e nel 2009 (specialistica/biennale). Sono disoccupata e vorrei riscattare i 5 anni dei due corsi di leurea. Quanto mi costerà e cosa devo fare?

  67. Salve, sono entrata nei ruoli Ottobre 1998 e l’anno successivo Ottobre 1999 ho presentato domanda di riscatto della mia Laurea in Matemtica ( 4 anni ) redditto annuale lordo circa 35 milioni di lire.
    Domanda: Indicativamente quanto mi costerà il riscatto?. Grazie.

  68. Buongiorno,
    Vorrei riscattare i 5 anni di laurea conseguita nel 2007. Sono una libera professionista ed ho aperto partita IVA a gennaio di quest’anno. Come funziona???

  69. Buonasera,
    mi sono laureata nel dicembre del 1997 e a marzo del 1998 ho presentato domanda all’inpdap attraverso il Comune di Milano per il quale lavoravo in quel periodo. Ad oggi l’Inpdap non mi ha ancora risposto. E’ possibile? Cosa mi consiglia di fare?
    Grazie e a presto

  70. Lavoro presso il Comune di Sassari dal 10/03/1980 dall’età di 23 anni e quindi a tutt’oggi ho 33 anni lavorativi più circa 4 mesi dovendoci aggiungere altri 6 mesi lavorati nel 1978 e nel 1979. Mi sono laureato nel novembre 1984 e nel giugno 2008 ho fatto domanda di riscatto della laurea essendomi iscritto a Scienze Politiche nel novembre 1976. A me basterebbe riscattarmi 2 anni di università per raggiungere i 18 anni di contributi al 31 dicembre 1995 in quanto in una ricongiunzione effettuata nel 1990 al 1 aprile 1983 avevo già 3 anni 3 mesi e 26 giorni a cui vanno assommati tutti i periodi lavorati finora. Sono di ruolo e nel 2008 avevo un reddito annuo lordo di 24000 euro. Vorrei sapere quanto dovrei pagare per riscattare quei 2 anni di università e poter raggiungere prima i 42 anni di lavoro. Se riuscite a darmi una risposta, seppur sommaria, vi ringrazio anticipatamente.

  71. Sono andata in pensione alla fine di agosto dopo 38 anni d’insegnamento e 2 di riscatto dell’università ( mi sono laureata nel 75 ) che ho cominciato a pagare a settembre. Ho fatto domanda di riscatto poco prima della riforma Monti e sono riuscita ad accumulare 40 anni entro il 31 dicembre 2011.Pagherò per 10 anni una rata mensile di 227,69 euro. Ma mi è sorto un dubbio sull’esattezza della cifra, perchè a una mia collega che vorrebbe riscattare quest’anno è stato fatto un preventivo di 700 euro lordi per ogni mese da riscattare, quindi molto meno di quanto paghi io. Devo tornare all’Impdap e farmi rifare i calcoli? Grazie! Sivia

  72. Spero di essere chiara anche se la mia situazione e’ un po’ ” contorta”
    Entrata di ruolo nella scuola primaria-elementare nel 1991, nel 1992 ho chiesto il riscatto ai fini pensionistici e della carriera del diploma di laurea dal 1982/83 al 1986/87….
    ho presentato la domanda nella mia scuola di appartenenza e per via gerarchica fu inviata all’ex provveditorato agli studi…. dopo qualche anno chiesi come mai ancora non avevano istruito la pratica mi fu risposto che solo dal 1997 era possibile riscattare gli anni di laurea ma che non dovevo fare alcuna domanda perche’ avrebbero preso in considerazione la domanda del 1992 ma considerando lo stipendio del 1997……..dopo 10 anni nulla di fatto richiamo al provveditorato e mi dicono che non c’e’ alcuna richiesta mia e mi invitano a fare nuova richiesta quindi nel 2008 ho fatto richiesta di riscatto ai fini pensionistici e della buonuscita all’inpdap…….qualche tempo dopo andando di persona al provveditorato scopro che c’era nel mio fascicolo la domanda del 1992 allora immediatamente andai all’inpdap ad annullare la seconda domanda del 2008……tutto dissero che era risolto…….due giorni fa mi arriva il calcolo del riscatto buonuscita dall’inpdap della domanda del 2008…….posso avere qualche deludidazione prima di accettare il pagamento del riscatto o meno?
    Confusione totale!!!!
    Grazie

  73. laurea da riscattare anni 1979 /1983

    nel 2000 faccio domanda di riscatto di laurea (lavoro dal 1988 ma solo nel 2000 raggiungo per concorso esterno la carriera direttiva)

    sono un funzionario di un’agenzia fiscale e nel 2000 percepivo circa 1200 euro al mese

    mi hanno calcolato, non so come, oltre 28mila euro da versare in rate di 600 euro al mese in 4 anni senza interessi.

    dato che lo stipendio non è aumento chissà che in questi anni la rata è sempre più pesante.(altri 89 euro me li trattengono ai fini della liquidazione)

    ho chiesto di fermare il versameto ma mi hanno detto che perderei i contributi di oltre due anni già versati e che non è possibile fermare la procedura.

    mi hanno anche scritto che non avrò alcun beneficio dal riscatto ma essendo su base volontaria loro incamerano le somme pur sapendo che non ne avrò benefici.

    mi sembra d’impazzire. vivo separata con una minore con meno di 1000 euro al mese e non so se questi anni di sacrifici mi serviranno quandoe se riuscirò ad arrivare alla pensione.

    ho 52 e lavoro dal 1988. quindi con il riscatto avrei 4 anni di retributvo tabella A da aggiungere.

    potete aiutarmia capire come stanno davvero le cose.

    vi ringrazio anticipatamente

    marcella finelli

  74. Mi sono laureta il18/04/1996 all’eta’ di 32 anni ; il 27 dicembre 2001 sono stata assunta presso il comune di verona e a febbraio 2002 ho presentato la domanda per il riscatto degli anni universitari.
    Quando sono stata assunta percepivo uno stipendio netto di 860,25 euro al mese.
    quanto dovro’ pagare per riscattare 4 anni universitari?

  75. ho vinto il ricorso per un riscatto diploma di assistente sociale e quindi mi è stato abbassato l’importo da rimborsare poichè è sta accolta la prima domanda . Avendo in corso il pagamento della precedente mi è stato detto che devo ricominciare a pagare da questa ultima cifra e non mi vengono scalati e soldi già versati, come faccio a recuperarli.
    grazie

  76. sono medico ospedaliero di 53 anni con quasi 23 anni di contributi e sto riscattando il periodo di laurea, molto oneroso, cha va dal 1978 al 1984.
    Vorrei sapere se posso usufruire della pensione anticipata secondo le nuove regole a 62/63 anni con il sistema misto.

    Grazie

  77. Scusa Paola,
    non per farmi i fatti Tuoi;
    ma con reddito annuo lordo come il Tuo solo un pazzo chiederebbe il ricongiungimento.

    Ciao

  78. buon giorno vorrei conoscere il costo del ricongiungimento della laurea tenendo conto dei seguenti parametri:
    età 54 anni – laurea conseguita nel febbraio 1985 – contributi INPS continuativi da maggio 1985 –
    reddito annuo lordo € 190.000=.
    Attività lavorativa svolta presso FIAT Torino

    A quanto ammonta il costo del riscatto ? quali sono le forme previste per il pagamento rateizzato ?

    grazie

  79. buon giorno ho 54 anni ed ho conseguito la laurea nel luglio 1982, lavoro da maggio 1982.
    Vorrei riscattare 4 anni di università , attualmente ho un reddito annuo lordo di euro 57.000=, questo mi consentirebbe di maturare nel 2015 contributi per 37 anni. Lavorando nel settore del credito , secondo un piano esuberi, otterrei uno “scivolo” di 5 anni e andrei in pensione.
    Vi chiedo a quanto ammonta il costo del riscatto ? grazie

  80. Buongiorno, ho chiesto all’ex inpda il riscatto della laurea quadriennale nel 2006. oggi mi è arrivata la risposta. 31.000 euro. non è la somma che mi spaventa (insomma…) ma il fatto che posso rateizzare in 48 mesi (rata mensile pari a circa 650 euro). Invece con la legge entrata in vigore nel 2008 avrei potuto rateizzare in 10 anni… come posso avvantaggiarmi della nuova regola?
    grazie

  81. Buongiorno, sto valutando se richiedere il riscatto della laurea, ma vorrei capire come funziona e se conviene.

    Io ho lavorato dal 2002 al 2008 come cameriera ma in regola solo dal 2005. Sul sito dell’INPs nel mio fascicolo compare che ho versato contributi tra il 2005 e 2008. il reddito più elevato risale al 2007 con 763 euro, poi segue il 2008 con 583, gli altri anni sotto i 200€. Nel frattempo, dal 2005/2006 al 2008/2009 ho frequentato una laurea triennale, laureandomi a marzo del 2009.

    In seguito ho lavorato per sei mesi e mi è stato chiesto di aprire la gestione separata con reddito nel 2009 di 2906€ e nel 2010 di 1140€. Sempre nel frattempo ho frequentato una laurea magistrale dall’anno accademico 2009/2010 al 2010/2011 laureandomi a febbraio 2012. Nel 2011 non ho percepito nessun reddito

    Nella mia situazione, indicativamente quali e quanti anni posso riscattare (credo che la prima laurea ormai non posso perchè ho lavorato versando contributi) e quanti contributi mi verrebbero richiesti dall’INPs.

    Vi ringrazio infinitamente per la risposta.

    Cordiali saluti

  82. ho 39 anni ed ho iniziato a riscattare gli anni di laurea questo mese.
    volevo sapere se è possible/conveniente riscattare anche gli anni di dottorato e come si calcola il contributo da versare in questo caso. sul sito dell’Inps non ho trovato informazioni utili a rguardo.
    Grazie
    Paolo

  83. laurea di 4 anni ante 92,riscatto chiesto nel 2008 con retribuzione lorda annua di 55.000,sistema di calcolo della pensione retributivo, gestione inpdap, potrei sapere anche indicativamente l’onere del riscatto?grazie

  84. ho iniziato l’università nell’ a.a.1974/75 e l’ho finita l’anno scorso. A tutt’oggi ho circa 30 di contributi tra privato, pubblico, e militare. Vorrei sapere se posso riscattare la laurea e quanto costerebbe considerando uno stipendio attuale di c.ca 1.500 Euro

  85. ne approfitterei per chieder un chiarimento. Ho 58 anni e insegno da 32. Mi trovo ad avere come ultima possibilità per l’accesso alla pensione l’anno 2015.
    potrei scegliere o l’opzione riservata alle donne che prevede una forte riduzione(circa 300 euro mensili)
    o il riscatto (domanda inoltrata nel 2005) degli anni post diploma.
    Non ho mai ricevuto una conferma e non so quanto potrebbe costare.
    Considerando il fatto che la liquidazione ci verrà pagata due anni dopo..cosa mi conviene fare?
    Quale sarebbe la soluzione più conveniente e a quanto piò ammontare il riscatto dei quattro anni di studi?
    Grazie

  86. Buongiorno, io ho iniziato a lavorare come dipendente nel 2003. Appena assunto feci domanda di riscatto per un corso di laurea quadriennale dal 1986 al 1990. In questo mese l’INPS mi ha risposto chiedendomi circa 5.500 Euro. Ora io le chiedo, essendo nato nel 1967 e andando in pensione con il sistema contributivo puro ho comunque convenienza a pagare questo riscatto? Immagino che la risposta possa essere “sì” se ce li hai e visto l’esiguo importo, ma io gradirei capire se è davvero utile riscattare o posso tenermi quesi soldi per spenderli in altro modo.

    Grazie

  87. Ciao io vorrei riscattare la mia trinnale in un’unica soluzione. Mi sono laureata nel 2006 ma durante due estati in agosto ho lavorato. Quanto andrei a pagare in totale? Mi conviene farlo subito o ci saranno agevolazioni come per la leva? Ciao grazie molte

  88. sono un’assistente amm.va che nel 1997 con uno stipendio netto mensile di lire 1.800.000 ha chiesto il riscatto della laurea.
    a cui non mi è stato mai risposto. quest’anno ho chiesto di riscattare anni 1 e mesi 2 e mi hanno detto che devo pagare euro 6.000,00. e’ così? vorrei urgente risposta perchè vorrei andare in pensione grazie

  89. Il 28/12/2011 ho chiesto di riscattare 6 settimane del corso di laurea del 1975 all’INPS.
    Oggi ho chiesto a che punto era la mia domanda e mi hanno risposto che non hanno ancora i Coefficienti di rivalutazione del 2012.
    Ma se il costo è il 33% del lordo del 2011, essendo tutto con il sistema retributivo, perchè tergiversano ?

  90. mi sono laureata nel 2003 ci ho messo 7 anni, posso riscattare solo quelli regolari o anche i fuori corso?sono stata assunta come commessa nel 2005 però sono stata licenziata per chiusura attività, ultimo giorno lavorativo sarà il 31/03/12 se faccio la domanda di riscatto da disoccupata cosa succede?quanto mi costa?grazie!!!!!!

  91. mi sono laureato alla specialistica nel 2012, iscrittomi nel 2008 e alla specialistica nel 2005, iscrittomi nel 2002. ho vari lavori saltuari e da stagionale alle spalle, quindi pochissimi contributi, conviene anche in questo caso pagare migliaia di euro per avere il riscatto? avevo letto che dal 2008 occorre non avere lavorato…

  92. Ciao a tutti,

    ma come si applica a chi lavora all’estero il principio generale per il calcolo del riscatto?
    Io mi sono laureato nel 1996 e dal 2009 lavoro in Germana, il mio reddito lordo attuale è circa 120.000 euro… ma dovrei pagare 158.400 Euro (ovvero circa il 33% del mio stipendio lordo moltiplicato per 4 anni da riscattare)??
    Possibile?

  93. Mia moglie (40 anni):
    laureata nel 1995 (4 anni di laurea)
    ha iniziato a lavorare nel 2001 come insegnante,
    nel 2005 ha fatto domanda all’INPDAP per il riscatto della laurea,
    le hanno risposto questa settimana.
    Per riscattare la laurea le chiedono 3,155,66 € in un unica soluzione
    oppure un riscatto a rate leggermente superiore.
    Conviene riscattare la laurea a queste condizioni?
    Grazie

  94. Mi sono laureata nel 2000. Ho sempre lavorato come libera professionista iscritta a Inarcassa dal 2002. Per il riscatto dei 5 anni di università Inarcassa ha quantificato una cifra di circa 15.000 euro.
    Vorrei richiedervi se, vista l’attuale riforma sulle pensioni, convenga riscattare questi anni. Ringrazio anticipatamente.

  95. Buongiorno,
    ho 46 anni e ho una laurea quadriennale conseguita nel 1996 quando già lavoravo (ma ero fuori corso da anni). Negli anni del corso “legale” dell’università ho lavorato soltanto nel periodo estivo (3-4 mesi all’anno). E’ possibile comunque procedere al riscatto degli anni di studio oppure no perché in taluni mesi ho lavorato?
    Se si, il conteggio viene effettuato per l’intero periodo o vengono detratti i mesi in cui ho lavorato? E’ possibile anche riscattare solo una parte degli anni di studio oppure una volta accettata la proposta per avere effettivamente il riconoscimento è necessario versare l’intero importo richiesto per i 4 anni?

  96. Buonasera, 2 anni fa ho fatto richiesta all’inps per il riscatto e ho ricevuto calcolo e bollettini per i pagamenti. Per motivi economici non ho mai provveduto a saldare le rate (nemmeno la prima). Cosa devo fare volessi riattivare la procedura, una nuova domanda? Grazie

  97. Problematica riscatto laurea.
    Mia moglie Anna, ha frequentato negli anni 1973-1974 e 1975 , il corso di laurea legale di scienze politiche di Catania. Nessuna copertura contributiva previdenziale obbligatoriain tale periodo in quanto non lavorava.
    Nel 1978 entra nella P.A. quale dipendente e quindi anni dopo, in corso di lavoro, si laurea in altro ateneo e poi ancora si specializza nuovamente a Catania sempre in costanza di rapporto di lavoro .
    Stante che optando per il sistema contributivo desidera riscattare 2 anni di laurea per raggiungere 35 anni di contribuzione , chiede il riscatto per quegli anni di frequenza all’università di Catania (anni si ripete 1973 e seg. (con varie materie sostenute -che sono state alcune di esse convalidate e riagganciate nel piano di studi per li conseguimento della laurea di primo livello)-
    L’inps sostiene che é possibile ,l’Inpdap invece in maniera rigida intende respingere la domanda perche le lauree sono state conseguite in corso di attività di lavoro. Ma invero i periodi che s’intendono riscattare sono quelli precedenti all’attività di lavoro e non coperti da contribuzione. l’Inpdap di fatto ha la gestione delle attività pensionistiche ,quindi con questa tesi espressa dall’Ente mia moglie Anna non può raggiungere i 35 anni che le consentirebbero di ricorrere al trattamento pensionistico ai sensi di una norma del 2004 (l.n.243) per cui le donne con 57 anni e 35 (anni di contribuzione) possono accedere alla pensione optando per il sistema per l’appunto contributivo- Da dire che tale risoluzione si risolverebbe con un grande risparmio per lo Stato perchè la rinuncia al sistema retributivo costituisce una sorte capitale di spessore, ed inoltre il rigetto della domanda di riscatto comporterebbe il mancato entroito delle somme per l’istituto invocato a norma .
    Si chiede ove possibile urgente parere .
    Si ringrazia
    Dr. Carlo Teri -Catania

  98. Problematica riscatto laurea.
    Mia moglie Anna, ha frequentato negli anni 1973-1974 e 1975 , il corso di laurea legale di scienze politiche di Catania. Nessuna copertura contributiva previdenziale obbligatoriain tale periodo in quanto non lavorava.
    Nel 1978 entra nella P.A. quale dipendente e quindi anni dopo, in corso di lavoro, si laurea in altro ateneo e poi ancora si specializza nuovamente a Catania sempre in costanza di rapporto di lavoro .
    Stante che optando per il sistema contributivo desidera riscattare 2 anni di laurea per raggiungere 35 anni di contribuzione , chiede il riscatto per quegli anni di frequenza all’università di Catania (anni si ripete 1973 e seg. (con varie materie sostenute -che sono state alcune di esse convalidate e riagganciate nel piano di studi per li conseguimento della laurea di primo livello)-
    L’inps sostiene che é possibile ,l’Inpdap invece in maniera rigida intende respingere la domanda perche le lauree sono state conseguite in corso di attività di lavoro. Ma invero i periodi che s’intendono riscattare sono quelli precedenti all’attività di lavoro e non coperti da contribuzione. l’Inpdap di fatto ha la gestione delle attività pensionistiche ,quindi con questa tesi espressa dall’Ente mia moglie Anna non può raggiungere i 35 anni che le consentirebbero di ricorrere al trattamento pensionistico ai sensi di una norma del 2004 (l.n.243) per cui le donne con 57 anni e 35 (anni di contribuzione) possono accedere alla pensione optando per il sistema per l’appunto contributivo- Da dire che tale risoluzione si risolverebbe con un grande risparmio per lo Stato perchè la rinuncia al sistema retributivo costituisce una sorte capitale di spessore, ed inoltre il rigetto della domanda di riscatto comporterebbe il mancato entroito delle somme per l’istituto invocato a norma .
    Si chiede cortese ove possibile urgente parere .
    Si ringrazia
    Dr. Carlo Teri -Catania

  99. Buona sera, avrei una domanda banale ma per ora senza risposta. Mi sono laureato e ora lavoro a full time. Ho richiesto all’INPS il quantum per il riscatto della mia laurea magistrale ed è stato quantificato in € 11.700 euro circa. Vorrei richiedervi se, vista l’attuale riforma sulle pensioni e la consapevolezza che andrò in pensione a 70 anni, convenga pagare. Grazie mille

  100. – Inizio a lavorare in enel 01/02/1976 stipendio lordo lire 250.000
    – Finisco di lavorare con esodo concordato il 31/12/2010 stipendio lordo euro 74.000,00.
    – Ho in corso il pagamento dei contributi volontari per Euro 24.000,00 annui
    – Ho avuto approvato da INPS il rascatto di tre anni e tre mesi di laurea ante 1976 per un importo complessivo di 78.600,00 euro che rapportato ad anno vale 24.186,00 euro.
    -Come è possibile che il riscatto laurea calcolato con la riserva matematica vale di piu dei contributi volontari e vale anche di piu del riscatto calcolato applicando il 33% sull’ultimo stipendio.
    L’INPS ha fatto un errore?
    Come posso far fare la rettifica?
    grazie per la risposta

  101. mia figlia si e’ laureata 14.12.2011 in scenze giuridiche (3+2) quanto le costa il riscatto della laura ???
    grazie

  102. Salve, mi sono laureato nel 2010 (laurea triennale), e nel 2011 ho svolto 1 mese di co.co.co (500 €). Sono attualmente praticante. Posso sapere il costo del riscatto dei 3 anni di laurea? grazie in anticipo

  103. cercherò di essere breve,schematico e sintetico. Sono docente in servizio a tempo inderterminato dall’a.s. 88/89. Sono nato il 20/03/1961. La mia carriera di docente inizia con un anno di preruolo, il 31 agosto ’88 ricevo e firmo il contratto di nomina. All’atto della consegna della documentazione di rito, ignaro della possibilità di fare richiesta di riscatto degli anni di studio, l’ho ignorato fino al mese di luglio di questo anno, quando alla metà di novembre l’INPDAP mi risponde chiedendomi per il riscatto dei 4 anni di Accademia di Belle Arti la bella cifra di E 55.638,00. Che consiglio mi date, tenendo conto di quanto mi resta ancora per la pensione ALLATTO DELLA LIQUIDAZIONE COSA RICEVERO’?

    ……………………………………………..MI VIENE DI LANCIARE UN SASSO CHE GIRO E SPERO TANTO CHE FACCIA BRECCIA . ……PROPONGO CHE IL RISCATTO AVVENGA D’UFFICIO ALL’ATTO DELLA PRESENTAZIONE DEI DOCUMENTI DI RITO (PER ESSERE PIù CHIARO L’UFFICIO PREPOSTO AL CALCOLO DEBBA TENER CONTO DELLA DATA IN CUI SI è SOTTOSCRITTO IL CONTRATTO CON IL MINISTERO, MINISTERO) nell’attesa di commenti e chiarimenti saluto affettuosamente. claudio—–

  104. Salve, quest’anno ho concluso la mia carriera universitaria (5 anni); dal 2007 lavoro però come maschera teatrale con un contratto a tempo indeterminato part time max 20 h settimanale, vorrei sapere se questo mi preclude di poter richiedere il riscatto.
    grazie

  105. Buongiorno!
    sono dell’anno 1986. Quest’anno ho concluso i cinque anni universitari e sto per iniziare la carriera lavorativa. Ho fatto diversi colloqui e gli stipendi proposti fanno davvero ridere. Mi propongono un tirocinio di 6 mesi a 100€ al mese. Cerco comunque di vedere il lato positivo della cosa.. “magari se faccio il riscatto universitario riesco a pagare poco!”.
    Mi hanno già informato che il tirocinio non conta come lavoro per cui l’unico contratto a 100€ che potrebbero farmi sarebbe un contratto a chiamata.
    Facciamo finta che la ditta accetti questa mia proposta.. la mia domanda è:
    se io percepisco 100€ per 6 mesi.. poi per i seguenti 6 mesi percepisco 300€.. quanto andrei a pagare?
    100×6 = 600
    300×6=1800

    (600 + 1800) x 0,33 = 792€ (all’anno)
    792 x 5 = 3960€?

    o c’è un minimo? Grazie
    Marina

  106. Sono nata il 06-01-1959 ed ho conseguito la laurea nel 1982.Nel 1998 ho inoltrato istanza all’INPDAP per il riscatto di 4 anni.
    Il mio reddito, al momento della domanda, era di circa 19 milioni di vecchie lire. A tutt’oggi non ho ancora avuto alcun riscontro.
    Consideri anche che ad oggi ho 30 anni di contributi, per cui i 4 anni riscattati mi consentirebbero nel 2017 di raggiungere i 40 anni per la pensione di anzianità all’età di 58 anni, rientrando anche nel vantaggioso sistema retributivo.
    Le pongo 3 quesiti per me importanti e non chiari :
    -E’ realistico poter pensare di andare in pensione a 58 anni grazie ai 4 anni di riscatto o con le nuove normative sarà impossibile?
    -Mi può fornire un’idea di quanto dovrei spendere per tale riscatto?
    – Il pagamento lo potrei rateizzare in 10 anni o devo liquidare il tutto prima di andare in pensione?
    La ringrazio infinitamente.
    Anna Basilisco

  107. Sono nato il 30.09.1952 ed ho conseguito la laurea nel 1975.
    Nel 2006 ho inoltrato istanza all’INPDAP per il riscatto di 4 anni.
    Il mio reddito, al momento della domanda, era di € 21.653.
    A tutt’oggi non ho ancora avuto alcun riscontro.
    Mi può fornire un’idea di quando dovrei spendere per tale riscatto?
    Consideri anche che ad oggi ho 32 anni di contributi, per cui i 4 anni riscattati mi consentono di raggiungere la quota 96 per la pensione di anzianità.
    Ed inoltre, il pagamento lo potrei rateizzare in 10 anni o devo liquidare il tutto prima di andare in pensione?
    La ringrazio infinitamente.
    Giancarlo Nonnis

  108. Anno di nascita 1978
    anno di laurea 2003 vecchio ordinamento
    contratti a tempi determinato dal 2005
    di ruolo dal 31/12/2010
    stipendio lordo mensile:€ 1560
    mi conviene chiedere il riscatto? e quanto mi costerà?

  109. Iscritta alla facoltà di Medicina e Chirurgia nel 1976
    Inizio lavoro come dipendente pubblica nel 1980,
    laureata nel 2004
    Età 53
    Anni di contributi 31
    Ultimo imponibile lordo (cud 2011): € 25.000,00
    Le porgo 2 quesiti prioritari per me.
    1) l’aliquota per il riscatto laurea è, nel mio caso sempre del 33% o tiene conto dell’età anagrafica del sesso etc…?
    2) con il riscatto laurea dovrei andare in pensione nell’anno 2015 cioè a 57 anni e poichè da calcoli approssimativi da me effettuati viene fuori un importo molto oneroso per me di € 49.500,00, che nn riuscirei a pagare nell’arco di 4 anni. Le chiedo se posso continuare a pagare le rate del riscatto da pensionata, oppure bigna esaurure il pagamento entro i 4 anni lavorativi?.

  110. ho fatto domanda di riscatto anno scolastico 1989 (supplente annuale con riconferma anno successivo, servizio continuativo- decreto governo fanfani). cosa dovrei pagare???? pago con quel stipendio o….

  111. Sono dirigente medico di 1°livello di ruolo dal 1981, ho già riscattato gli anni di laurea, volendo riscattare il tirocinio pratico ospedaliero effettuato nel 1980 gradirei sapere l’importo economico e se vi è possibilità di rateizzarlo.

  112. Mi sono iscritto all’università nel 1991 ma mi sono laureato nel 2010.
    Lavoro regolarmente dal 2000 posso riscattare i 4 anni della laurea? (dal 1991 al 2000 nessun contributo).
    grazie

  113. Sono sempre Giovanni.
    ho dimenticato alcune informazione e mi sono spiegato male.
    sono nato nel 1961.
    ho fatto domanda di riscatto nel 2009 separatamente 6 du alurea e 5 di specialità.

  114. Sono un medico.
    mi sono lauretao nel 1986 e specializzato nel 1991.
    lavoro dal 1992
    attualmente ho uno stipendio lordo di circa 70.000 euro.
    se dovessi richiedere il riscatto deglia anni di laurea ( 6 ) e di specialità ( 5) separatamente, sapreste dirmi grossomode quanto dovrei pagare?
    Grazie

  115. Mia figlia si è laureata nel 2010 ,mi hanno detto che potrebbe riscattare gli anni di laurea,vorrei sapere se è possibile e quanto costerebbe. Non lavora e non ha mai lavorato.
    grazie

  116. Mi sono laureata in filosofia il 1/12/1994 e sono nata il 09/10/1968. Insegno lettere e sono entrata in ruolo nel 1995. Quanto mi costerà riscattare i quattro anni universitari? Che rata dovrei pagare se decidessi di dilazionarlo in pagamenti mensili? Mi conviene?

  117. Quanto costerebbe riscattare 7 anni di servizio pre ruolo in qualità di Avventizio di II^ categoria dal 16/11/1970 al 22/11/1977? Come si potrebbe calcolare il costo del riscatto se lo avessi fatto nel 2003, anno in cui ho riscattato solo quel servizio ai soli fini pensionistici, ed ora, all’atto della buonuscita, me lo sono ritrovato non riscattato ????? Quanto sarebbe costato farlo nel 2003? Grazie

  118. Salve, sono uno studente straniero laureando in cinema (laurea triennale). Vorrei sapere se posso essere riscattato o meno. Grazie e chi mi risponde.

  119. Dal 1° gennaio 2013 accederò a 4 anni di mobilità ordinaria volontaria. Avrò 28 anni e 7 mesi di contributi ed un’età di 57 anni e 10 mesi. Le chiedo se durante la mobilità potrò riscattare 4 anni di laurea permettendomi di raggiungere la quota 97 prevista dopo il 1.1.2013 e soprattutto se è vero che il costo del riscatto viene calcolato in base alla sola indennità Inps percepita nell’ultimo anno prima della domanda con evidente risparmio o se si tiene conto di tutta la vita lavorativa.
    Grazie.

  120. Buongiorno,
    mi sono laureato nel 2010, ora ho 31 anni e sono disoccupato. Quanto mi potrebbe costare il riscatto? Grazie!!

  121. lavoro da circa 7 anni con un reddito di circa 25M € annuo. Ho chiesto calcolo riscatto laurea quadriennale conseguita nel 2003-
    Poichè l’importo comunicatomi dall’Imps è rilevante (38M €), mi chiedo se vale la pena spendere questa cifra per avere una pensione nel 2038 all’età di 63 anni con 35 anni di servizio o con 39 anni se faccio il riscatto.
    Grazie

  122. mi sono laureato nel 1980,ho chiesto 2 anni di riscatto laurea nel maggio 2010 l’inpadap di Cz mi ha chiesto intorno ai 40 mila euro ho rifiutato.alla luce di quanto letto ho la sensazione con un reddito lordo annuo di 33mia euro che abbiano sbagliato.Vorrei conoscere la vs.opinione e se mi potete calcolare il riscatto .ringrazio

  123. conviene riscattare laurea e specializzazione per un medico donna che ha iniziato a lavorare in struttura privata nel 2000 con uno stipendio lordo di 80000 euro, atteso che ora si trova con 11 anni di lavoro, età 44 anni e forse in pensione di anzianità a 60 o 65 anni ? Non è meglio investire tali somme in pensioni integrative? o fondi azionari? Obbligazionari? o mattoni? a studiare bene la cosa si potrebbe mantenere il capitale e goderne anche i frutti tra circa 20 anni in termini di interressi, rendite affitti o cedole! Chi può dire oggi di quanto si incrementerà la pensione per l’effetto di circa 80000 euro di contributi da pagare considerato che lo stato cambia spesso le regole? grazie a chi saprà rispondere.

  124. Buonasera, vorrei porvi due domande.
    Innanzitutto io sono una studentessa lavoratrice da marzo 2010, e mi sono iscritta all’università nell’anno accademico 2004-2005. Pertanto:
    1. Sono riscattabili anche gli anni da fuoricorso?
    2. Considerato che la mia busta paga è di 700 euro nette, mi converebbe presentare la domanda di riscatto ora piuttosto che da disoccupata?

    Grazie per una gentile risposta,
    Mary

  125. Chiedo scusa ancora…nel caso di cui al precedente commento, i quattro anni di iscrizione alla gestione separata Inps, saranno utili per una pensioncina a parte, o eventualmente per una ricongiunzione o “totalizzazione” non onerosa con i contributi Inpdap, visto che vi è anche una posizione assicurativa Inpdap, oltre che Inps gest. sep.ta? Grazie ancora a chi volesse rispondere.

  126. Buongiorno, mia figlia si è iscritta ad ingegneria in nov. 1995. Ha chiesto nel 2010 il riscatto all’Inps della durata legale del corso di studi (5 aa.), avendo già lavorato c/o il Min. Ambiente (dip.te Sogin, in qualità di co.co.pro. e contributi prev.li versati nella gestione separata Inps, per quattro anni dal 2003 al 2006).Poi, dal 2007 ad oggi ha incarico a tempo det.to, c/o Min. Ambiente come dip.te CNR con contributi inpdap. La risposta provvisoria dell’Inps è la seguente: Può chiedere il riscatto, ma solo nella gestione sep.ta, a decorre.re dal 1/4/1996, data di ist.ne di tale gestione. La nostra domanda è: il riscatto le sarà utile soltanto ai fini dell’importo della pensione, oppure anche per andare in pensione con 5 anni di anticipo, rispetto ai 65 ora previsti anche per le donne? Il riscatto risulta quindi conveniente oppure no? Grazie mille.

  127. Mia figlia (classe 1983) ha conseguito nell’ottobre 2006 la laurea in biotecnologie con 5 anni di universita` (3+2).
    Dal gennaio 2007 al dicembre 2010 ha usufruito di una borsa di studio ministeriale per il dottorato di ricerca, su cui venivano effettuate le trattenute INPS.
    Al momento non lavora, in attesa di iniziare a breve il post-doc negli Stati Uniti.
    Le conviene riscattare i 5 anni di studi universitari? e se inoltra ora all`INPS la domanda di riscatto , visto che al momento non lavora, la cifra da versare per il riscatto sara` calcolata sulla borsa di studio e sara` assimilata a quella dei disoccupati?
    Grazie

  128. Si può chiedere il riscatto di 4 anni di laurea in giurisprudenza, vecchio sistema, laurea nel 2003 + 2 anni di scuola di specializzazione professioni legali, diploma del 2005, mentre si lavora con contratto a tempo determinato?. Grazie per la risposta!

  129. L’articolo presenta un vistoso errore.
    La detrazione fiscale è dalla base imponibile e non del 19% come indicato!
    In caso contrario si dice che è “DETRAIBILE” e non “DEDUCIBILE”.

  130. hahahah 5000 post di domande e ancora continuate a scrivere!!! ma non vedete che non vi risponde nessuno? comunque sia è semplicissimo calcolare il costo del riscatto della laurea: prendete l’ultima busta paga, guardate quanto è il vostro stipendio LORDO. Se siete lavoratori dipendenti trovate il 33% del vostro stipendio, moltiplicatelo per 12 e poi per il numero degli anni da riscattare.

    ESEMPIO:
    Gigio guadagna 1000 euro lordi al mese e si è laureato in gigiologia durata del corso 5 anni?
    Benissimo!
    (1000×33)/100 = 330
    330×12 = 3960
    3960×5 = 19800 euro

    i 19800 euro sono pagabili anche in 120 rate mensili… cioè da 165 euro.

  131. Ho 59 anni e 2 anni fa ho fatto domanda di riscatto di 3 anni di università. Non ho ancora ricevuto alcun feed-back dall’INPS, pur avendo verificato che la domanda risulta presentata. Considerando i casi di altre persone qui riportati vedo che c’è gente che ha fatto domanda anche 20 anni fa e non ha ancora ricevuto risposta dall’INPS. COME E’ QUESTO POSSIBILE?
    E’ COSI’ COMPLICATO FARE QUESTI CONTEGGI, OPPURE SI TRATTA DI UNA POLITICA PER SCORAGGIARE IL RISCATTO?
    NON MI PARE SIA UN ATTEGGIAMENTO DI TRASPARENZA ED EFFICIENZA DA PARTE DELL’INPS CHE TANTO SI VANTA DI ESSERE ALL’AVANGUARDIA NEL CAMPO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE!

  132. Salve, volevo sapere se era possibile riscattare anche gli anni che sono stato fuori corso. o soltanto si riscattano solo si possono riscattare i 3 anni della laurea triennale?

  133. Ho chiesto il riscatto nel 1992. Sono un’insegnante e potrei andare in pensione da quest’anno. Quanto mi costerà? E se io decidessi di non usufruire del riscatto universitario o solo di una parte? Si può fare? Grazie infinite

  134. Mia figlia si è laureata pochi giorni fa in ingegneria-edile architettura ed ha 25 anni di età, vorrei farle riscattare questi 5 anni di laurea, presentando la domanda all’inps ai sensi della Legge n. 247/2007. Presentando la domanda entro il 2010 dovrebbe pagare, per un anno di corso , un importo pari a €.4.730,22 che moltiplicato per i 5 anni del corso di laurea viene un totale da pagare di € 23.365,10. Vorrei farla subito la domanda perchè più passa il tempo e più si dovrà pagare. Non so che fare.
    Dato che lei non lavora io posso beneficiare del 19% come detrazione fiscale, ma se mia figlia lavorasse io finirei di beneficiare della detrazione e subentrerebbe lei a portarsi i pagamenti in deduzione dal reddito. Si chiede se è così.
    Nell’attesa di una risposta invio cordiali saluti.
    Filippo Graziano

  135. Ho 60 anni compiuti l’11/08/1950. Ho conseguito la laurea in biologia e ho 27 anni di contributi. Ho domanda di per il riscatto degli anni universitari nel 2000 e ancora nono ho avuto alcuna risposta. Potreste farmi sapere quale cifra dovrò pagare per il riscatto degli anni universitari. Grazie Cesira Corrias

  136. Facendo una breve analisi della giungla normativa, con l’attuale sistema pensionistico, è evidente che non c’è nessuna convenienza nel chiedere il riscatto.
    Un neolaureato di 25 anni che trova lavoro subito (lavoratore dipendente per tutta la vita lavorativa), senza riscatto, andrà probabilmente in pensione a 65 anni.

    Un neolaureato di 25 anni che trova lavoro subito (lavoratore dipendente per tutta la vita lavorativa), col riscatto, andrà probabilmente in pensione a….65 anni o forse a 64 o massimo a 63, perchè l’attuale sistema prevede, nel corso degli anni, l’innalzamento dei requisiti di età per la pensione di anzianità.

    Vale la pena pagare il riscatto di 5 anni adesso rischiando di usufruire solo di 1 o 2 dopo??? Ovviamente no.

    Soltanto qualora venga innalzato l’obbligo contributivo della pensione di anzianità il riscatto potrà veramente essere preso in considerazione appena conclusi gli anni di studio.
    L’alternativa è aspettare di essere a ridosso dei requisiti per il pensionamento e valutare se e quanti anni riscattare (ovviamente in questo caso il costo per il riscatto aumenta e il bilanciamento COSTO RISCATTO – ANNI PREPENSIONAMENTO sarà di nuovo negativo)

  137. Purtroppo le previsioni per le casse Italiane non sono delle migliori….il default dello stato potrebbe essere vicino(vedi Grecia..). Meglio un fondo pensionistico privato che si e’ piu’ al sicuro. Buttare 40 anni di vita e riscattare gli anni di scuola con 13 mila euro, per poi sentirsi dire che non ti possono pagare la pensiene, non e’ una situazione dove ti vuoi trovare.

  138. Salve io ho capito ben poco, mi sono appena affacciata a questa
    realtà…sul sito dell inps c è scritto che verrebbero riscattati anche i soggetti inoccupati…quindi?
    io mi sono laureata 1 anno fa (2009) e sto continuando con la magistrale mi laureo nel 2011….
    quanto pagherei?

  139. Buongiorno, riscattando 2 anni di laurea potrei raggiungere 18 anni di contributi al 31/12/1995, ricadendo così nel sistema pensionistico di tipo retributivo. Ho 59 anni e 31,3 di contributi. Quanto pagherei il riscatto dei 2 anni di laurea considerando che lavoro nel settore privato con un lordo di circa 42.000,00 euro/anno?Grazie per la risposta.

  140. Salve, ho 36 anni e mi sono laureata nel novembre 1999 (corso quadriennale).Nel giugno del 2000 sono stata assunta da un azienda privata e da allora ho raggiunto 10 anni di contributi pagati. Il mio reddito annuale è di circa 28.000 euro lordi. Volevo conoscere il costo di un eventuale riscatto del corso di laurea. Grazie.

  141. A tutti coloro che sono interessati al riscatto dell’Accademia di Belle Arti o di altro titolo di laurea li consiglio di vedersi la Sentenza n. 52 del 15/02//2000 della Corte Costituzionale.
    Per i costi dei riscatti di tali periodi (non credo siano il 33%) andateVi a vedere la “Circolare ministeriale n. 210 del 06/09/2000 dove, a seconda se il titolo è stato indispensabile (o no) all’immissione in ruolo, troverete il D.P.R. (oppure il Decreto Legislativo) che vi interesseranno per poterVi fare un’opinione su ciò che si dovrebbe effettivamente versare.
    Forse accorrerà lottare per avere riconosciuti i propri diritti.
    Un cordiale saluto a tutti.

  142. Posso riscattare la mia laurea magistrale 2010? Sono dipendente pubblico dal 1999 a ttutt’oggi.
    Ma scusate, dove si leggono le risposte? Verrano inviate alla mail?

  143. Una domanda:
    conviene pagare un’unica rata?
    Nel senso se pago tutto in una volta (quindi subito) piuttosto che in 120 rate (quindi entro 10 anni) l’importo della pensione, a parità di altri contributi versati, è più alto o resterà identico?
    Grazie

  144. Buongiorno,
    2 mesi fa ho presentato all’INPS domanda di riscatto di laurea. Mi sono laureato a luglio del 1995 (corso quadriennale) ed attualmente ho un reddito lordo annuo da lavoro dipendente di 35.000 circa. Ho 40 anni e 13 anni di contributi versati (tutti come dipendente).
    Vorrei conoscere se possibile il costo del riscatto.
    Ringrazio anticipatamente.

  145. SALVE
    GRAZIE PER LE IMPORTANTISSIME INFORMAZIONI CHE MI AVETE FORNITO.
    IL MIO CASO:
    LAUREA MAGISTRALE IN BIOLOGIA 5 ANNI NEL 2006
    3 MESI DI PRESTAZIONE D’OPERA QUINDI SENZA CONTRIBUTI NEL 2007
    DAL 2008 SEGUO UN DOTTORATO CON BORSA CHE STO PER FINIRE E CHE PREVEDE UNA ALIQUOTA CONTRIBUTIVA COMPLESSIVA DI 26,72% .
    SE VOLESSI RISCATTARE LA LAUREA ADESSO QUANTO DOVREI PAGARE?
    E SE CONCLUSO IL DOTTORATO VOLESSI RISCATTARE ANCHE QUESTI 3 ANNI QUANTO PAGHEREI?
    VI RINGRAZIO

  146. Ciao Pasa, in una tua risposta del 16 nov 2009 dicevi che è possibile detrarre solo il 19% di quanto riscattato dalla dichiarazione dei redditi, ma a me risulta che invece si può dedurre l’intera cifra dall’imponibile , risparmiando quindi il 39% del pagato per redditi per i quali risulta tale aliquota.Mi risulta male? Grazie ciao, roberto

  147. ecco il mio quesito 4 anni di università (1997/2001) + 2 anni di specializzazione post laurea (SSIS) (2005/07) totale 6 anni

    ho lavorato, solo come insegnante, part-time a tempo determinato 11,11% 18 gg nell’aprile 2008
    poi ho lavorato sempre part-time a progetto 27,77% 48 gg nel mag giugno 2009
    poi ancora part time a tempo determinato 33,33% da settembre 2009 a luglio 2010

    quando andrei a pagare? tutti i 6 anni?

  148. salve,
    anche io volevo sapere se posso riscattare la mia laurea.mi sono laureata in lingue e letterature straniere nel 2004 e lavoro dal 2002

  149. Buongiorno,
    chiedo informazioni per il riscatto del mio periodo di laurea, nato nel 1979, laureato nel 2006 (laure triennale) e subito assunto da una azienda privata. Ora lavoro part-time in un’azienda privata e part-time in un’ente pubblico, in questo secondo con contratto a progetto.

    Aderendo alla richiesta dall’INPS i benefici sono solo di natura economica al raggiungimento della pensione oppure la pensione stessa si raggiunge prima?

    Posso cortesemente avere anche le informazioni della mail di risposta a Freddy?

    Grazie anticipatamente,
    Paolo

  150. salve, sono laureata in chimica ( 5 anni ) :ho 53 anni e lavoro assunta con contributi dal 1985 con una retribuzione lorda di 51000 euro .
    Posso sapere quanto mi costa il riscatto degli anni di laurea e se mi conviene farlo ?
    Nel periodo precedente all’assunzione regolare ho lavorato in Università con contratti vari e borse di studio : si possono riscattare questi anni ?
    grazie

  151. Gentilmente, vorrei sapere se posso riscattare anche Io gli anni della laurea triennale, visto che mi sono iscritta all’Università (e mi sono laureata) durante il periodo lavorativo. In particolare mi sono iscritta a settembre 2002 e laureata nel 2007. Mi hanno detto che possono riscattare gli anni solo le persone che si sono laureate prima di aver trovato lavoro. Io sono stata assunta nel 1996 e chissà se riuscirò ad andare in pensione, quindi mi potrebbero far comodo tre anni.
    Grazie dell’attenzione

  152. Salve, ho 35 anni, sono laureato dal 2001 in medicina (6 anni) e specializzato (5 anni), da poco assunto a tempo indeterminato nella Sanità Pubblica. Stavo pensando di riscattare gli anni di Università e Specializzazione (totale 11 anni). Alle condizioni attuali, quanto dovrei pagare? E’ opportuno farlo ?
    Grazie anticipatamente.

  153. salve,
    mi sono iscritto alla facoltà di ingegneria nel 1977, ho iniziato a lavorare, a tempo indeterminato, come geometra di ruolo in un Comune nel dicembre 1981 , dove tuttora lavoro. Mi sono laureato nell’ottobre 1990 ed ho richiesto il riscatto della laurea a luglio 2000, ad oggi non ho avuto riscontro pur essendomi accertato che la domanda è stata inserita nella banca dati dell’INPDAP. Quanti anni potrò riscattare? E’ conveniente oppure mi costerà tanto? Avendo oggi 52 anni, potrò andare in pensione prima del raggiungimento dell’età pensionabile,quando avrò maturato i 40 anni contributivi con gli anni di riscatto?
    Grazie.

  154. buongiorno a tutti,

    ho letto tutte le vostre domande e un pò di perplessità mi è venuta. Ma possibile che non ci sia un ente con dei professionisti capaci ai quali rivolgersi su appuntamento o anche faccendo una maledetta coda e che tutte queste simpatiche persone debbano elemosinare una delucidazione da altri come loro a caccia di informazioni ????
    incredibile…..e quella persona che non ha mai neanche ricevuto una risposta ! neanche: “Lei non ha diritto a niente”; “ci rinunci”……il silenzio assoluto ! incredibile ….
    Mi accingo a fare la stessa trafila e se avrò qualche info interessante state sicuri che la riporterò quà. Ma che tristezza….

  155. Buongiorno a tutti!

    Abbiamo raggiunto in questo articolo più di 100 commenti, che comprendono moltissime domande,risposte e considerazioni.

    Per tutti coloro che vogliono approfondire l’argomento vi invitiamo a leggere i commenti dei mesi precedenti che contengono già molte informazioni.
    Basta cliccare su “Commenti precedenti” in fondo a questa pagina.

    Continuate comunque a segnalarci e raccontarci le vostre esperienze.

    Per domande personali più specifiche vi invitiamo a rivolgervi direttamente all’INPS.

    Buona lettura a tutti.

  156. Buongiorno, chiedo informazioni per il riscatto del periodo di laurea di mio figlio, nato nel 1982, laureatosi nel 2007 ( 3+2 ) e subito assunto da una azienda privata. Aderendo alla richiesta dall’INPS i benefici sono solo di natura economica al raggiungimento della pensione oppure la pensione stessa si raggiunge prima?

  157. Buongiorno,
    ho fatto domanda di riscatto dei cinque anni di laurea nel 1992. Sul sito dell’INPS risulta chiaramente questa indicazione.
    Non ho mai ricevuto nessuna risposta e nessuna richiesta di pagamento dei contributi.
    Devo supporre che la domanda sia ancora valida e quindi in attesa di elaborazione, dopo 18 anni ? Oppure che sia decaduta ?
    Grazie

  158. salve, la mia situazione è un po incasinata…
    dal 1996 mi iscrivo all’università riuscendo in seguito a concludere gli studi, nel frattempo nel 1999 inizio a lavorare come dipendente in poste italiane. A questo punto, visto che gli altri 2 anni sono coperti da contribuzione, dovrò riscatare solo 3 anni? e considerato che ho un contratto part-time al 50% e quindi con basso reddito, inciderà sulla pensione futura? grazie….

  159. ho presentato la domanda e mi han detto di aspettare un paio di mesi per ricevere i bollettini e sapere quanto pagare.

    considerazione a margine: il riscatto degli anni di laurea è roba da ricchi…

  160. Marcella
    18 aprile 2010
    Alla fine della laurea ,ho fatto domanda per riscattare gli anni universitari come inoccupata. Poi nel corso del 2009 ho ottenuto da un’ente privato una borsa di studio di 8.000 euro l’anno. Come posso fare per scaricare il costo,dal momento che non sono più fiscalmente a carico dei miei genitori? Grazie se mi darete una risposta

  161. Buongiorno.
    Propio ieri mi è venuta la risposta dell’inps per la domanda di riscatto di laurea triennale.
    Il periodo della laurea riscattato da me è da novembre 2001 a ottobre 2004; la domanda l’ho fatta a dicembre 2009 ed il mio unico rapporto di lavoro è stato dal dicembre 2005 a febbraio 2006.
    Mi è venuto un importo di 17893 euro. Come mai?
    Il minimale inps degli anni 2002, 03, 04 mi hanno messo 18074 euro come mai??

  162. Buongiorno,
    ho 24 anni e a settembre mi laureerò al 2 anno di una Magistrale. è più conveniente che riscatti subito gli anni della triennale e poi quelli della magistrale, o fare tutto insieme quando sarò definitivamente laureata?

    Grazie!!!

  163. DOMANDA

    Sono laureato dal 2007..avendo fatto solo prestazioni occasionali nei 2 anni successivi, quanto mi verrebbe a costare il riscatto dei 5 anni?
    grazie a chi mi risponde
    daniele

  164. DOMANDA
    sono un’insegnante e feci domanda di riscatto degli anni universitari nel 1987… ke sono quelli ke ho pagato per 30000 lire al mese?

  165. Condivido pienamente le tue osservazioni, in particolare quelle sui trabocchetti e sull’incapacita’ dell’INPS di dare suggerimenti chiari e completi.

    Ora ti pongo una domanda a cui io non ho trovato risposta sicura.
    Guadagno 72.000 euro/anno, devo riscattare 5 anni di univ., sto aspettando il preventivodall’INPS e non sos epotro’ accettare l’importo che mi chiederanno.
    Se in futuro mi metto a fare il lavoratore autonomo e il mio reddito cala, ad esempio scende a 50.000 Euro/anno, e se faccio una nuova domada di riscatto laurea, il costo del riscatto cala anch’esso o no? Considera che ho 30 anni di contributi da dipendente. Ciao! Massimo

  166. Io ho riscattato cinque anni di laurea. Come per i contributi volontari non è possibile riscattare periodi per cui sono stati versati altri contributi.La convenienza economica non c’è soprattutto per chi ha studiato dopo il 1995. Il riscatto viene calcolato il 33% del lordo, ma è deducibile dalle tasse. In realtà il riscatto può fornirti anni di contributi che non puoi utilizzare per la pensione di anzianità perchè INPS tiene conto sia dell’età anagrafica che degli anni di contributi (61 + 35, 62 + 36 etc). Solo puntando alla pensione di anzianità di 40 anni di contributi (che probabilmente non verrà mai toccata, mentre la versione dei 35 anni si allunga sempre) avere cinque anni interi di contributo può essere molto utile, avendo la pensione 5 anni prima e conteggiata su ben 40 anni di contributi.Attenzione che i contributi di lavori a progetto o di professionista non sono cumulabili a quelli di lavoro dipendente, i contributi da disoccupato, pagati virtualmente dall’INPS come la maternità, sono validi solo per la pensione “40” e non per la pensione “35”, solo i contributi da commerciante sono cumulabili a quelli da dipendente e hanno un minimo di circa 700 euro a trimestre. Le trappole sono tante e molto spesso gli uffici a cui ti rivolgi non hanno il panorama completo della situazione.

  167. Buongiorno.
    Avrò 59 anni nell’agosto 2010, con 28 anni di contributi al 5 luglio 2010.
    Ho un imponibile lordo di ca 65.000,00 euro/anno.
    Avrei intenzione di riscattare i 5 anni di laurea; in questo caso, desidero cortesemente sapere:
    1)tra quanti anni potrei andare in pensione?
    2)usufruirei del calcolo retributivo?
    3)con il calcolo retributivo, ci sarebbe un effettivo incremento della pensione mensile?
    4)A quanto ammonterebbe il riscatto della laurea?
    5)in caso di rateizzazione in 10 anni, se andassi in pensione prima (certamente si) la somma di riscatto restante sarebbe sempre rateizzata?
    Grazie per la Vostra attenzione e per la gradita risposta.

  168. buongiorno,ho 57 anni e 33 anni di contributi,se riscattassi 4 anni di laurea andrei in pensione percependola a luglio 2013,il mio reddito e’ di 65000 eu /anno quanto mi costerebbe il riscatto,grazie

  169. Salve
    Doveri riscattare una laurea in chimica.
    Ho 36 anni e 9 anni dicontributi (dal 2002 fino ora)+ servizio civile.
    Ho frequentato l’università dal 1992 al 1997. Mi hanno chiesto 50 mila euro. Il mio attuale stipendio è circa 1900 euro mensili netti.
    Riscattandola andrei in pensione qualche annno prima? Quanto avrei di più nella pensione?
    Posso interrompere il pagamento senza perdere i soldi già versati?
    Grazie mille per la risposta

  170. Grazie in anticipo per la risposta.
    Non ho completato il mio corso di studi universitari, sostenendo alla fine solo 13 esami: posso riscattare questi ai fini pensionisti?

  171. salve volevo chiedervi , ho frequentato l’universita’ per 1 solo anno accademico , e’ possibile riscattarlo ai fini pensionistici ?

  172. Buonasera. Avrei bisogno di informazioni riguardo la convenienza a riscattare la laurea. Mi sono laureata nel 2006 in Economia, dal maggio 2007 lavoro in un istituto di credito con contratto di apprendistato professionalizzante. Ho richiesto il conteggio del riscatto della laurea e mi hanno comunicato che l’importo per riscattare 5 anni (laurea triennale + laurea specialistica) è di € 55.000. Sapreste consigliarmi se conviene fare questo tipo di scelta o se sarebbe meglio invece optare per un fondo pensione?

  173. Chiedo informazioni sul riscatto di laura in ingegneria per mio figlio:
    Età 33 anni Inizio università 1995 – laurea nel 2002 – Ha lavorato per 6 anni come libero professionista; attualemte lavora come dipendente con un compenso, presunto, di 1.500 Euro netti al mese. Si possono riscattare gli anni dell’Università?
    Quanto costa riscattare gli anni del periodo di laurea?
    Quanto posso dedurre fiscalmente?
    A chi e come posso fare per richiedere ed avere ulteriori delucidazioni?
    Grazie per la cortese risposta – Nadia Gambirasi

  174. laureta giugno 2008.
    da un anno lavoro e ho percepita 10.500 € in un anno.
    mi conviene riscattare la laurea 3+2?
    quanto mi costerebbe?

  175. Buongiorno,
    ho 39 anni e sono un impiegato del settore pubblico; percepisco un netto mensile di euro 1.150 e lavoro a tempo indeterminato dal 01 gennaio 1997. Sono nato a novembre del 1970 e mi sono laureato nel 1996 con una laurea quadriennale (giurisprudenza). Chi di voi mi sa dire a quanto ammonta orientativamente un riscatto per tutti e quattro gli anni della mia laurea?
    Quale sarebbe l’età che dovrei raggiungere per pensionarmi qualora non decidessi di riscattare la laurea? E quale invece sarebbe con il riscatto?
    Grazie, Walter

  176. Buonasera, vorrei alcune informazioni sul riscatto della laurea. Ho iniziato l’Università nel 1986 e mi sono laureato nel 1993. Ho 45 anni e oggi sono un lavoratore dipendente con un reddito lordo di circa Eur 35.000. Quanto mi costa riscattare gli anni di corso? Quanto posso dedurre fiscalmente?A chi devo fare richiesta Grazie del tempo dedicatomi. Cordiali saluti, serena

  177. Buonasera, vorrei alcune informazioni sul riscatto della laurea. Ho iniziato l’Università nel 1992 e mi sono laureato nel 1999. Ho 37 anni e oggi sono un lavoratore dipendente con un reddito lordo di circa Eur 40.000. Quanto mi costa riscattare gli anni di corso? Quanto posso dedurre fiscalmente? Grazie del tempo dedicatomi. Cordiali saluti, Davide

  178. ciao. vorrei un’informazione per il riscatto della laurea di 3 anni in ostetricia. mi sono laureata a novembre 2009 del corso di laurea con immatricolazione nel 2001/02. ho iniziato a lavorare nel profilo conseguito presso una pubblica amministrazione nel dicembre 2006. quanto sarebbe il costo totale da pagare per il riscatto della laurea? a chi devo fare richiesta ? grazie vera

  179. Salve, sono un’insegnante di 59 anni . mi sono laureata nel 1975.
    Nel 1997 ho fatto la domanda di riscatto della laurea.ma non ho pagato niente finora.

    Vorrei sapere se posso riscattare solo 6 mesi della laurea visto che per arrivare a 35 anni di contributi me ne mancano tanti.
    Se si, quanto mi costerà riscattarli?
    Vorrei avere la risposta al più presto, visto che la domanda di pensionamento scade il 16 Gennaio prossimo.
    Grazie

  180. Ho iniziato l’universita’ nel 1990 e lavorato comtemporaneamente, riuscendo a completare il corso di laurea (4 anni – vecchio ordinamento) solo nel 2009.
    Quale sistema devo utilizzare per il calcolo del riscatto della mia laurea, quello prima del 1996 o quello successivo?

    Mi conviene riscattare la laurea ai soli fini dell’anzianità e non anche ai fini dei contributi.
    Grazie.

  181. Ciao Stef,

    certo, puoi riscattare tutti gli anni di laurea. Se non hai mai lavorato, li riscatterai al costo minimo. Contatta l’INPS.

  182. Mi chiamo Stefania, laureata in lettere e filosofia nel 2007, anno di nascita 1978. Purtroppo non lavoro e non ho mai lavorato durante gli anni università Nel mio caso come calcolo la cifra? Posso riscattare gli anni di laurea, giusto?

  183. grazie per il bentornato, ma alla mia domanda del 27 ottobre non ha risposto nessuno.
    nel frattempo ho scoperto di avere versato contributi all’inps nel 2002 per appunto una settimana.
    resta il quesito: se verso all’inps i contributi per il riscatto dei 5 anni di laurea in medicina veterinaria, come posso ricavarne un vantaggio quando presumibilmente tra il 2036 ed il 2041 chiderò la pensione all’ENPAV ?

  184. LAvoro in un ente pubblico locale da luglio 1996; precedentemente ho svolto libera professione di architetto dal 1988 al giugno 1996. Ho già riscattato 1 anno di militare ed ho ricevuto la risposta per il riscatto dei 5 anni di laurea (circa €. 8.700).
    Secondo voi mi conviene riscattare per tale importo? E quando potrò andare in pensione, stante le vigenti normative?
    Grazie in anticipo per la risposta. Cordiali saluti.
    Luigi

  185. Lavoro dal 1999 ho 37 anni e ho uno stipendio annuo di 20.000 (part-time).
    Mi sono laureata nel febbraio del 1999.
    Vorrei riscattare 4 anni di laurea. Quanto potrebbe costare?
    Cordiali saluti.

    Raffaella

  186. sono una dipendente statale dal 1 settembre 1988

    ho 49 anni

    stipendio attuale euro 1.700

    domanda di riscatto di laurea presentata nel 2002 per titolo conseguito in data 27.02.1987 per complessivi 4 anni

    richiesta inpdap 48 rate senza interessi di 600,23 per un ammontare complessivo di 28.811,13

    pur considerando che la cifra è deducibile, conviene riscattare la laurea?

    nel mio caso che benefici ne avrò?

    vi ringrazio caldamente e anticipatamente per i consigli che perverranno.

    cordiali saluti

    marcella finelli

    l’indirizzo e.mail per la risposta è marcella.finelli@libero.it consiglio

  187. sono una docente di scuola media passata di ruolo 1/09/95, vorrei riscattare tre anni del vecchio istituto superiore di educazione fisica.Quanto potrebbe costarmi,è conveniente farlo?

  188. Ciao B,

    si puoi intanto riscattare i tre anni della triennale e successivamente la specialistica. Chiaramente le condizioni e la spesa saranno diverse.

    Ricordati che non puoi riscattare i periodi nei quali contemporaneamente alla laurea lavori e versi già contributi.

  189. Ciao Pasa,

    mi sono laureata nel 2007 alla triennale e mi sto specializzando: posso richiedere il riscattodella triennale ora e successivamente quello della specialistica?

    Grazie

  190. Salve,
    mi sono laureato nel 1975 con una laurea della durata di quattro anni; lavoro dal 1976 e guadagno circa 50000 euro/annui. Vorrei sapere quanto mi costa il riscatto della laurea? Si considera una aliquota differente per un periodo così retrodatato e così vicino alla pensione (mi mancano tre anni per arrivare a 65 anni)?
    Grazie a chi potrà rispondermi!

  191. Sono Alessandra e vorrei porre una domanda:sono un insegnante statale entrata di ruolo nel 2007 ed ho presentato domanda di ricostruzione carriera tramite la segreteria della scuola presso cui presto servizio.
    Essendo laureata,sono stata consigliata di presentare anche domanda di riscatto della laurea;mi è stato detto a tal riguardo che avrò 5 giorni di tempo,dal momento in cui sarà pronto il conteggio dei 4 anni di corso,per decidere se effettuare o meno tale riscatto.
    E’vero che potrò decidere entro questi 5 giorni? grazie infinitamente,Alessandra Ferigutti.

  192. sono laureato in veterinaria, nato nel 1976, laureato nel 2004, ma i 5 anni da riscattare dovrebbero essere i primi 5, dal 95-96 al 99-2000; ho redditi esclusivamente da lavoro autonomo, per il 2008 di poco inferiori a 10.000 euro. se non ho capito male nel mio caso si applica come base di calcolo il reddito figurativo di 13.819 euro, ma vorrei avere conferma. inoltre non ho avuto ragione di corrispondere all’INPS alcun contributo, neanche per una settimana, condizione che nel sito dell’INPS è dichiarata essenziale. potrei versare un contributo settimanale ora a titolo volontario ? ma a che titolo, se oggi verso i contributo obbligatori solo all’ENPAV ?
    grazie. LUCA CALDERISI

  193. Buongiorno,
    ho conseguito la laurea nell’aprile 2008; dal 31.12.2008 sono assunto presso un Comune.
    Vorrei chiedere alcune indicazioni per il riscatto degli anni di Laurea;
    quanto dovrò versare mensilmente, per quanto tempo?
    Sono nato a marzo 1976.
    Che vantaggi otterrò? Quando andrò in pensione, potrò andare in pensione prima?
    Grazie
    Attendo risposta
    Matteo Sinis

  194. Buongiorno,
    ho ricevuto il calcolo da parte dell’inps del mio riscatto di laurea.
    La cifra è di 21500 euro. Il calcolo però non mi torna infatti anche da cud il lordo percepito nel 2008 è di euro 18.800,00.
    Nei precedenti anni di lavoro che sono 2 ho guadagnato molto meno.
    Il caLcolo quindi non mi sembra corretto e mi sono accorto andando a vedere il cud 2008 su cui è stato calcolato l’importo da pagare che il calcolo risulta esatto se si considera il mio lordo + le trattenute irpef segnate sul cud.
    Vi sembra corretto?

    Grazie e saluti

  195. Sono un dipendente comunale, ho inoltrato domanda di riscatto di laurea
    (4 anni) nel giugno 1997, quando avevo 17 anni di contributi e percepivo 16.500 euro annui.
    Sapete dirmi quanto mi costerà il riscatto?
    Se possibile gradirei un riscontro via e mail.
    Ringrazio di cuore.

  196. sono un laureato triennale, tra qualche mese mi laureo alla specialistica. Posso richiedere il riscatto della laurea triennale ora e poi, in un secondo momento (eventualmente) il riscatto della laurea specialistica?

  197. Sono un dipendente comunale assunto i data 02/10/1978 (ultimo stipendio netto agosto 2009 € 1.320,04.
    Ho presentato nel 1997 domanda per riscatto laurea quadriennale conseguita nel novembre 1979. Non ho ancora ricevuto il conteggio richiesto.
    Compirò 55 anni il prossimo 04/11/2009.
    quando potrò andare in pensione?
    Quanto mi costerebbe riscattare la laurea in considerazione che la domanda è stata presentata nel 1997 e il mio stipendio di allora era di £.1.900.000?
    mi conviene? attualmente ho 31 anni di servizio.
    Riscattando la laurea andrò in pensione con il sistema retributivo?
    Ringrazio infinitamente se potete darmi una risposta per email.

    Mario Salamone

  198. Ad integrazione di quanto riportato in data 3 agosto c.a. comunico che insegno c/o Istituto Tecnico Commerciale dal 1.3.1984;
    ho conseguito la laurea in Filosofia in data 27.06.1979;
    ho conseguito il Diploma di Scienze REligiose riconosciuto dalla Santa Sede in data 22.12.1986;
    lA mia età e’ di anni 53.
    Quando potro’ andare in pensione?
    E ai fini dei riscatti di laurea e Diploma cosa mi consigliate?

    Vorrei anche sapere qualcosa circa il calcolo dell’ammontare della quota da versare anche se a rate.

    Grazie attendo risposta con e-mail

  199. Sono laureata in lettere e filosofia e ho conseguito ancje il Diploma di Scienze Religiose presso un Istituto riconosciuto.
    Posso riscattare gli anni di laurea e quelli di Scienze Religiose.
    Da premettere che la mia età e’ di anni 53.
    Grazie attendo una risposta.
    La Segreteria del mio Istituto e’ preposto alla definizione delle pratiche?

  200. Ho iniziato a versare il riscatto della mia laurea dal maggio 2009 in 120 rate mensili (sono un medico, dipendente ospedaliero).
    Vorrei conoscere l’effettiva convenienza di questa mia scelta.
    Ho quasi 50 anni di età e 19 anni di servizio e il periodo della laurea da riscattare va dal 1978 al 1984.
    Vorrei anche sapere qualcosa circa il calcolo dell’ammontare della quota da versare (enorme!) anche se a rate.

    Infiniti ringraziamenti

  201. Buongiorno, sono stato immesso in ruolo il 01/09/1992,2 anni di preruolo,
    nato il 24/05/1959 vorrei sapere quanto verrei a pagare per il riscatto degli anni di laurea (4) e quando potrò andare in pensione considerando che ho anche svolto 1 anno di servizio militare. Grazie

  202. ciao Ester
    avendo cominciato a lavorare dopo il 1996 , con le regole attuali, potresti andare in pensione a 60 anni per cui con il riscatto avrai solo una pensione più alta.
    La pensione dovrebbe essere circa il 6% del montante, rivalutato, versato fino al momento del pensionamento.
    Valutare la convenienza, tenendo anche conto dello sconto fiscale, è abbastanza difficile: e come un investimento.

  203. Buongiorno,
    ho 30 anni e pago il riscatto della laurea (5 anni) per un importo totale di 31000 euro dall’agosto 2008. Ho iniziato a lavorare ad Aprile 2008 presso una ditta privata ed oggi sono in apprendistato presso un istituto bancario con stipendio netto di 1300 circa.
    Vorrei capire se questo riscatto mi darà la possibilità di andare in pensione 5 anni prima ed eventualmente una pensione “maggiorata” di un tot in più tale da poter recuperare i contributi versati!
    Mi spiego meglio:
    — pagando questi contributi potrò andare in pensione 5 anni prima? (adesso ho 30 anni) e cioè, quando?
    — questi contributi versati adesso, mi consentiranno di avere una pensione tanto più alta da giustificare una spesa di 31000 in un momento di così forte crisi? se è vero che l’incremento si dovrebbe aggirare intorno ai 1500 annui, allora mi sembra che non convenga in linea di massima… tanto vale organizzare un piano di accumulo e trovarsi 30000 euro risparmiati all’età di 60 anni! Cosa ne pensate?
    Capisco che per lo più si tratta di valutazione soggettive e che, in lunga parte, dipendono dalla prospettiva di vita di ognuno di noi ma vorrei sapere se, in media, questi conti sono convenienti in circostanze simili alle mie.
    Grazie.

  204. Per Serena:
    il calcolo viene effettuato sull’imponibile lordo previdenziale delle ultime 52 settimane (1 anno) .
    Se non hai lavorato meno di un anno si rapporta il periodo che hai ad anno e si applica l’aliquota del 33%. Chiaramente un part time anche se guadagna di meno ha la stessa retribuzione media di un full time e quindi cambia poco nel calcolo.
    Ciao

  205. Per Andrea : non è possibile riscattare la laurea solo ai fini del diritto ma il riscatto riguarda anche la misura della pensione.

  206. Credo che il riscatto della laurea convenga solamente nei casi in cui grazie agli anni riscattati si rientri nel sistema pensionistico retributivo valido per tutti coloro che al 31/12/1995 possano vantare 18 anni di contribuzione. a tal proposito vi consiglio di andare a visitare il sito del SOLE 24 Ore che formula due esempi pratici e numerici particolarmente chiari.

  207. laurea triennale e laurea magistrale totale 5 anni disoccupato chiedo costo riscatto e possibilitaà rateizzazione e deducibilità da parte genitori .grazie mimmo

  208. Salve a tutti!

    28000€/anno (negli ultimi 12 mesi)
    riscatto di 5 anni di università (ingegneria)
    120 rate (10 anni)

    CONVIENE ?
    CHI SA DIRMI QUALE SARà LA RATA MENSILE ?
    …E QUANTO GUADAGNEREI MENSILMENTE, UNA VOLTA PENSIONATO ?

    Grazie a chi mi risponde!
    Ciao Ciao

  209. salve,ho da poco ricevuto il bollettino per il pagamento del riscatto della laurea di circa 30.000,00 però non sono convinta di una cosa, e cioè : io ho lavorato con un’ agenzia interinale mediante la quale sono riuscita a trovare un lavoro part time per 4 mesi
    La mia domanda è: se è stato lecito calcolare le mie annualità di riscatto sulla base di una retribuzione media settimanale calcolata su un imponibile mensile di 1400 euro da full time,metre io ho percepito come contratto a tempo una mensilità ridottà della meta essendo un part- time come da busta paga.
    Vi ringranzio per la cortese attenzione

  210. Volevo chiedere quale convenienza avrei a riscattare la laurea in medicina; immatricolato nel 1989, a 19 anni, laureato nel ’95, durata legale del corso di anni 6. Lavoro dal 2002 come dipendente ospedaliero, percepisco un lordo annuale di 65.400€.
    Al momento andando in pensione a 65 anni sarei abbastanza lontano dai 40 anni di contribuzione con una evidente penalizzazione?
    Mi conviene il riscatto o considerando che ho gà iniziato a lavorare da alcuni anni e piu’ auspicabile una pensione integrativa privata?
    Grazie

  211. Scusate,
    avrei intenzione di riscattare i 5 anni di laurea da me sostenuti (3+2).
    Premetto che durante l’università non ho mai lavorato e quindi no ho mia versato alcun contributo.
    mi sono laureato a 25 anni a settembre 2007, da nov07 a mag08 ho fatto uno stage, che si è poi trasformato in contratto di inserimento.
    A set08 ho cambiato azienda, ma sempre assunto con contratto di inserimento a 18 mesi, attualmente ancora in corso.

    Vorrei sapere quanto mi verrebbe a costare il riscatto della laurea sia complessivamente sia la rata annuale. Inoltre, è vero che è possibile “spalmare” la somma totale in 120 rate senza interessi?

    Conviene?
    Se qualcuno potesse risponderemi lo ringrazio.

  212. DEN

    Scusate, nella mia domanda precedente ho dimenticato di precisare che riscattando 1 anno di laurea potrò andare con il sistema retributivo.
    gazie

  213. Sono un dipendente statale della scuola(ultimo stipendio netto maggio 2009 € 1.408,04.
    Ho presentato nel 1997 domanda per riscatto laurea quadriennale conseguita nel 1976. Non ho ancora ricevuto il conteggio richiesto.
    Compirò 62 anni al 27.11.2009.
    quando potrò andare in pensione?
    Quanto mi costerebbe riscattare la laurea? mi conviene? attualmente ho 32 anni di servizio+1 anno di servizio militare.
    Grazie tante

  214. Mi sono accorcto che potrei raggiungere i 18 anni di contributi al 12/1995 riscattando i 3 anni di università, ricandendo così nel sistema penionistico precedente la riforma.
    Come faccio a valutare se mi conviene procedere al riscatto? (sempre che Dio voglia farmelo godere!)
    Ho 55 anni e 28,5 anni di contributi.
    Grazie

  215. Sono un dirigente nel settore privato con uno stipendio lordo annuale di circa 80.000 euro. L’INPS mi ha chiesto 94.000 Euro per riscattare i cinque anni di studi universitari (ingegneria). Chiedo se non è possibile riscattare la laurea ai soli fini dell’anzianità e non anche dei contributi, grazie.

  216. Qualcuno mi aiuti !!!!!!!!!!!!!!

    Ho 35 anni, sono laureata in Biologia e poi ho conseguito il dottorato di ricerca. Lavoro da 6 anni (prima ho fatto la ricercatrice mal pagata, in nero, all’Universita’). Guadagno circa 45.000 Euro lorde all’anno.

    Qualche mese fa ho sottoposto la domanda di riscatto dei miei otto anni da studentessa (5 per la Laurea e 3 per il dottorato). Ebbene mi e’ arrivata la richiesta da parte dell’INPS di versare 107.000 (centosettemila) Euro, dilazionabili in 10 anni (900 Euro al mese) !

    Si tratta di una cifra importante, ma sarei anche disposta a tirare la cinghia ed a fare dei sacrifici se fossi certa che ne valesse la pena. Ho chiesto lumi all’INPS stessa, chiedendo quali sarebbero i miei futuri vantaggi pensionistici, senza cavare un ragno dal buco. In pratica mi dicono che sono conti complicati, che e’ difficile fare delle previsioni, che debbo pensarci io e che secondo loro e’ meglio lasciar perdere e “rivolgermi ad una buona assicurazione”.

    In pratica quello che vorrei sapere e’ di quanto aumenterebbe in pratica la mia pensione mensile (senza tener conto dell’inflazione ovviamente).

    C’e’ qualcuno che puo’ aiutarmi ?

    GRAZIE !!!!

  217. Salve,
    volevo provare a riscattare i miei anni universitari, ho 54 anni. Volevo ritardare il piu’ possibile questa decisione in funzione delle possibili modifiche al sistema pensionistico (potrebbero essere soldi buttati).
    Qualcuno sa come l’eta’ incide nel calcolo , per l’INPS? Ho trovato un calcolo, credo pero’ non INPS, basato su fasce di eta’ : es 50-54 un determinato coeff, 55 -59 uno piu’ alto del 20%, etc.
    Ho cercato nel sito INPS ma non ho trovato niente.
    Grazie

  218. vorrei sapere quanto dovrei pagare: devo riscattare il periodo dal 2000 al 2004, dal 2007 al 2008 ho avuto un contratto a progetto (sotto i 1000 euro al mese) e mi pagavano l’F24. dal primo ottobre sono in stage. è riscattabile anche questo?

    Annalisa

  219. Ciao Pasa,
    Ho presentato la domanda per il riscatto della laurea, vecchio ordinamento (4 anni), il 13/04/09, conseguita a marzo 2009 sebbene iscritta al 1 anno del corso di laurea 1976.
    Ho iniziato a lavorare nel gennaio 1981.
    Attualemente ho una retribuzione di stipendio base lordo attuale di € 1.741,37.
    Volevo chiedere approssimativamente, quanto mi costerebbe riscattare i quattro anni di laurea sia ai fini pensionistici che di liquidazione.

    Grazie Annamiaria

  220. CIAO PASA,
    HO PRESENTATO LA MIA DOMANDA DI RISCATTO NEL 2003 MA NON HO ANCORA RICEVUTO RISPOSTA.SONO DANNEGGIATO DALLA RIFORMA BRUNETTA CHE RICHIEDE 40 ANNI DI PRESTAZIONE EFFETTIVA, OPPURE AVENDO PRESENTATO DOMANDA NEL 2003 NON SARO’ TOCCATO?
    GRAZIE
    STEFANO

  221. Vorrei chiedere un’informazione sul calcolo del riscatto dei 5 anni di laurea che l’INPS mi ha fatto:ho fatto la domanda ad ottobre 2008 ed avevo un reddito nei dodici mesi precedenti…mi è stato cacolato circa 29.000 €, ma a me sembra tanto. Vorrei capire, poichè io ho fatto periodi di lavoro part-time a 18 o 25 ore, quando l’INPS calcola la retribuzione annua lorda, mette quella che ho realmente percepito oppure ipotizza la retribuzione di base sulle 36 ore? Perchè se io non le ho lavorate le 36 ore non è corretto considerare quel tipo di retribuzione o mi sbaglio? Perchè se così non fosse, ovviamente per me il calcolo sarebbe meno oneroso di quello da loro effettuato.
    Grazie
    Valentina

  222. Salve, volevo capire se all’età di 45 anni ed insegnante da circa venti anni mi conviene riscattare una laurea triennale conseguita nel 2008.
    Grazie
    Roberto

  223. ciao Pasa,ho un grande dubbio:a luglio del 2004 ho presentato all’INPDAP domanda di riscatto laurea con corso legale degli studi entro il 1995. non mi hanno ancora risposto,ma ho visto che volendo potrei sostituire la domanda con una datata 01-01-2008. lavoro da novembre del 1997 prima Inps e poi dal 2004 Inpdap (ho fatto anche richiesta di ricongiunzione). Vorrei sapere se mi conviene mantenere la domanda di riscatto laurea fatta nel 2004 o rifarla dal 2008? il dilemma è economico: con la domanda datata 2004 posso portare in deduzione fiscale l’onere da riscatto? cosa conviene? Infine,un’altra questione appena uscita:la legge Brunetta prevede 40 anni di EFFETTIVA PRESTAZIONE. cosa significa? significa forse che i 4 anni di riscatto non mi servono per andare in pensione 4 anni prima? a questo punto, a cosa serve il riscatto se non ad avere un modesto incremento sulla misura della pensione? nel caso fosse così, se io ho già fatto domanda sono “salva” o il nuovo dispositivo Brunetta sarà retroattivo? GRAZIE Michela

  224. Ciao Pasa, una semplice (spero) ma importante ed utile domanda.
    Il costo del riscatto di basa principalmente (per i “vecchi”) sull’ ultimo anno di stipendio, come mi dicevi.
    Ho chiesto il riscatto 1 mese fa e solo ora vedo che per i prossimi mesi difficilmente avrò un lavoro continuativo e quindi minor retrubuzione (ovviamente per la crisi).
    Posso verso dicembre 2009 rifare la richiesta di riscatto all’ INPS, annullando la precedente ? Il tutto per forse pagare meno .
    Grazie per il tuo aiuto.
    Dario

  225. Se uno dopo la laurea in tre anni e in vari periodi ha lavorato solo 26 mesi complessivamente è corretto calcolare il reddito settimanale dividendo il reddito totale per 26 e su questo calcolare il contributo da versare? Esempio se il reddito totale è 8320 euro in 26 mesi quanto si deve versare per riscattare 4 anni del corso legale di laurea?
    Grazie per la risposta.

  226. ciao pasa vorrei un calcolo approssimativo del riscatto laurea
    età:29 anni
    ho lavorato nel 2008 per 84 giorni e nel 2007 per82 giorni come supplente di lettere…
    gli anni da riscattare sono 4 dal 1999-2000 al 2002-2003…vorrei chiederlo ora il riscatto!

  227. Buongiorno,
    vorrei chiedere un informazione. Questo mese conseguo la laurea. Considerando che non ho mai lavorato, se chiedo subito il riscatto riuscirò a spuntare delle condizioni più convenienti (da quanto ho capito). Mi chiedo però…cosa succede appena inizio a lavorare? Dovrò comunicare all’INPS la variazione della mia posizione e quindi varieranno anche i contributi da versare? oppure la situazione non cambierà perchè quello che conta è solo la situazione all’atto della presentazione della domanda?
    Grazie a tutti per la risposta

  228. Ciao,
    ho 31 anni (nata nel 1977), mi sono laureata in medicina nel 2003 (6 anni) e specializzata nel 2008 (5 anni). Dal 1 gennaio 2004 sono iscritta all’ENPAM, a cui verso i contributi obbligatori (il cosiddetto modello A che tutti i medici devono necessariamente pagare).
    Per quanto riguarda i 5 anni di specializzazione, negli ultimi 2 la borsa di studio e’ stata convertita, grazie ad una tanto sospirata legge nazionale, a “contratto di formazione specialistica” che prevedeva il versamento dei contributi all’inps (con aliquota ridotta poiche’ gia’ iscritta ad altro ente previdenziale). Dal 1 gennaio 2009 frequento un dottorato di ricerca, il quale prevede una borsa di studio e versamento previdenziale inps sempre con aliquota ridotta.
    Vorrei sapere 1)se posso riscattare i 6 anni di laurea e i 3 di specializzazione per cui non ho versato i contributi inps (anche se durante TUTTA la specializzazione ero iscritta all’enpam) 2) se la retribuzione percepita durante i due anni di “contratto di formazione specialistica” di circa 21500 euro/anno viene considerata come imponibile su cui calcolare il 33%, considerando che il contratto recita che “non dà in alcun modo diritto all’accesso ai ruoli del Servizio sanitario nazionale e dell’Università e non determina l’instaurazione di alcun rapporto di lavoro”.
    Infine 3) vorrei sapere se effettivamente mi conviene riscattare questi benedetti anni di universita’!!! io ho capito che il riscatto mi “accorcerebbero” l’eta’ pensionabile ma, essendo il sistema pensionistico contributivo, mi ridurrebbe d’altro canto l’ammontare della pensione.
    Ringrazio in anticipo chi volesse rispondere ai miei quesiti,
    grazie, Angela

  229. Ringrazio Vito per gli approfondimenti. Sì, il calcolo è stato fatto dall’INPS (sono dipendente del settore privato).
    Il mio stipendio (lordo) ammontava a dicembre 2008 (domanda fatta ad ottobre 2008) a € 2.977 mensili. E’ vero che il passaggio dal sistema misto (attuale) a quello totalmente retributivo (con il riscatto di due anni) farebbe aumentare la futura pensione (nel mio caso, è stato calcolato, ca. € 3500 lordi all’anno cioè, diviso 13 mensilità, un netto di ca. €200/mese) ma questo come giustifica la richiesta di riscatto per € 76.832? Dov’è la convenienza tanto enfatizzata sia dalla stampa che dall’INPS stessa? Nel calcolo mi è stato applicato un coefficiente di riserva matematica pari a 21.4320 (53 anni e attualmente 30 di contributi). Qualcuno mi sa dire se il calcolo è esatto? E perché tanta disciminazione tra INPDAP e INPS?

  230. Ciao Pasa
    ho 30 anni e 2 anni di contributi, anche se non ho mai superato gli 8000 euro annui e quindi sono in stato di disoccupazione, nell’ultimo anno ho lavorato part time in una scuola statale, ho chiesto il riscatto di 5 anni all’Inps, ma ho sentito che conviene chiederlo qnd si è in ruolo (insegnanti) e all’Indap, ed eventualemnete dopo la meternità, perchè si può riscattare anche quella.. é tutto vero?
    Grazie in anticipo della gentile risposta

  231. Torna il discorso che mi fecero all’INPS, quando iniziai ad informarmi di questo riscatto, ma, ugualmente, la cifra richiesta ad Adriana mi sembra inverosimile.

    L’impiegeto dell’INPS mi disse : voi statali siete agevolati per il riscatto laurea…..siete fortunati…se la domanda di riscatto la facesse qui da noi le costerebbe il doppio.

    Non volli entrare nei dettagli ( tanto io la domanda la dovevo fare all’INPDAP), ma mi parve di capire che probabilmente il calcolo del riscatto degli statali (io sono insegnante) non avviene sull’intero importo della retribuzione, ma solo sullo stipendio.

    Forse l’indennità integrativa speciale non viene inclusa nel calcolo e tale indennità ammonta a 500 euro mensili.

    In ogni caso il tutto dipende anche da quale sia lo stipendio nel momento in cui viene fatta la domanda di pensione.

    La mia domanda l’ho fatta il 10 genaio 2008 ed il mio stipendio netto a gennaio era di 1.700 euro mensili.

    Faccio presente , altresì, \che il mio stipendio a dicembre 2007 ( 10 giorni prima di farfe la domanda) era di 1.500 euro mensili , così’ come pure era dello stesso importo (1.500 euro mensili) anche nei mesi (anche anni ) anteriori al dicembre 2007.

    E’ chiaro che l’importo da pagare dipende da quanto si guadagna al momento della domanda, dall’età, e da quanto tempo manca per il pensionamento.

    Io mi trovavo nelle peggiori condizioni possibili, tanto è vero che immaginavo un importo insostenibile e che per forza di cose avrei rinunciato al riscatto.

    58 anni sono tantissimi per chiedere il riscatto , in +, dopo poco + di un anno sarebbe scattata la pensione e, + vicini si è all’età della pensione + si paga di riscatto.

    Il caso di Adriana mi sembra veramente inverosimile a meno che non guadagni 3/4 mila euro mensili e non sia lavoratrice statale onde per cui il calcolo del riscatto lo fa\ l’INPS e non L’INPDAP come nel mio caso specifico.

    Che ci sia stato anche un errore, visto che l’importo di Michela ( 5 anni di riscatto)è in linea con il mio (4 anni)?

  232. ho richiesto all’INPS il calcolo del riscatto. Ho 53 anni e con il riscatto dei due anni passerei dal sistema contributivo a quello retributivo, come Vito. Però ho ricevuto un onere da pagare di € 76.832, per 2 anni! ma come funziona? Perché Vito, riscattando 4 anni, ha un addebito di “soli” 46.000 euro?

  233. qualche mese fa ho richiesto il riscatto degli anni di laurea del corso di
    Architettura ( 5 anni)Da poco mi è arrivata la richiesta dell’INPS di
    Euro 61.722,00.
    Preciso quanto segue:
    Mi sono laureata a 36 anni – immatricolazione anno accademico 90/91
    Ho lavorato dal 12.o9.88 al 27.02.89 -5 mesi (25 settimane)
    Ho percepito il seguente reddito:
    dal 12.o9.88 al 31.12.88: euro 3.818,16
    dall’1.01.89 al 27.02.89. euro 3.309.97
    nel 1990 conguaglio : euro 82,11
    E” corretto il calcolo che è stato effettuato?

  234. Non so se vi possono servire queste informazioni che riguarda la mia questione pensionistica.

    Ho 59 anni ed ho 31 anni di anzianità

    Se avessi 35 anni di anzianità potrei andare in pensione dal 1 settembre 2009.

    Io ho chiesto il riscatto di 4 anni di laurea nei primi giorni di gennaio 2008. Quindi l’ho chiesto molto in ritardo, ossia ad un anno e mezzo prima della data di potenziale pensionamento (1 swttembre 2009)

    Ora mi è arrivata la comunicazione circa l’importo richiesto

    Trattasi di 46.189 euro.

    Prtoblemi di salute mi hanno fatto optare per l’accettazione di questo salasso.

    Però ho questi vantaggi.

    L’importo pensione sarà\ calcolato con il sistema retributivo in quanto il riscatto laurea mi permette di raggiungere + di 18 anni al 31/12/1995.

    Posso andare in pensione con 31 anni di lavoro in quanto il riscatto laurea è valido per il raggiungimento dei 35 anni di anzianità.

    Quindi, nel mio caso mi permette di andare in pensione 4 anni prima.

    Con questi 46.000 euro ottengo il doppio vantaggio di andare in pensione 4 anni prima e di stabilire l’importo della pensione con il sistema interamente retributivo, che come sapete , viena calcolato in base agli ultimi 10 anni di stipendio e non sui contributi versati nell’arco della vita lavorativa.

    E’ una cifrona , ma questi 46.000 euro non sono i vecchi 92.000.000, ma valgono al massimo i vecchi 50.000 .

    Tramite le dtrazioni fiscali sulla denuncia dei redditi quei 46.000 euro diventeranno circa 38.000 euro effettivi.

    Nella mie condizioni di salute 38.000 euro valgono 4 anni di lavoro in meno ed un importo pensionistico + cospicuo ( non credo di molto) .

    Io la mia scelta l’ho fatta, ma proprio non saprei cosa fare se anzichè avere 59 anni fra 20 giorni, ne avessi 30 anni.

  235. Ciao Bernadette,

    ti consiglio di chiedere il preventivo ad entrambi gli enti e quindi di scegliere a posteriori.

    Infatti la richiesta di preventivo non è vincolante.

  236. Ciao Dario,

    anche nel tuo caso il calcolo è complesso. Temo, comunque, che il reddito percepito nell’ultimo anno di lavoro incida notevolmente nella determinazione di quanto dovrai pagare.

    Per questo, se in futuro pensi di percepire un reddito inferiore ti conviene forse aspettare per chiedere il riscatto della laurea. Ricordati infatti che il calcolo principale si basa sul salario dell’ultimo anno.

    Ricordati che, indicativamente, come ho già spiegato a Rosa, non potrai applicare l’aliquota del 20% per il calcolo del riscatto, in quanto riguarda anni precedenti al 31 Marzo 1996 ma, nel tuo caso, potrai applicare l’aliquota 33% utilizzando l’aliquota contributiva per lavoratori dipendenti.

  237. Ciao Rosa,

    indicativamente dovresti pagare una cifra molto vicina al minimo, ovvero 4.560 euro per ogni anno che desideri riscattare. Ma nel tuo caso ti consiglio di chiedere direttamente all’INPS.

    Ricordati però, che avendo tu versato solo contributi alla Gestione separata potrai riscattare esclusivamente i periodi temporalmente successivi al 31 marzo 1996 (sentenza della cassazione n. 18238 del 2002).

  238. Io sono una vecchietta, mi sono iscritta all’università nel 1990, corso di laurea di 4 anni, ora ho 39 anni con l’inps ho 5 anni di contribuzione di cui 2 full-time e 3 part-time a 18 ore e qualche cosa sulla gestione separata, ora sono stata licenziata.
    Dal 17 settembre2007 al 30 giugno 2008 ho avuta un contratto part-time comparto scuola e da febbraio 2009 al 30 giugno 2009 ho un altro incarico full time a scuola.
    Sicuramente i redditi percepiti con la scuola (INPDAP) sono ad oggi più bassi, secondo voi a chi devo fare la domanda? viene preso in considerazione che per l’INPS sono disoccupata e all’INPDAP che ho un incarico temporaneo?

  239. Ciao Pasa, ho 52 anni , laureato nel 1983 (5 anni).
    Fino al ho lavorato fino ad oggi con continuità da dipendente per circa 1.240 settimane e con gestione separata (dal 2002) per circa 120 settimane.
    Ultimo anno : da gen 2008 a marzo 2008 dipendente (retribuzione 3 mesi = 20.000 euro) e da aprile 2008 a febbraio 2009 a progetto con versamento totale (mio e azienda) a Inps di 12.400 euro).
    Ho chiesto il riscatto dei 5 anni di laurea la settimana scorsa.
    Mi dicono di attendere 1 anno. Indicativamente come calcoleranno il costo nel mio complesso caso ? Mi converrà ?
    Ciao e grazie 1000 per la tua opinione.
    Dario

  240. Salve, sono Rosa.
    Mi sono iscritta all’Università nell’anno 1992 e per una malattia che mi ha resa temporaneamente invalida, per la quale ho percepito una pensione di invalidità della somma complessiva di Euro 9.000,00, mi sono lauraeta nel novembre del 2006. Solo in quest’ultimo anno ho lavorato come autonoma ed ho dichiarato Euro 5.000,00. Attualmente sono praticante ma non iscritta alla Cassa. Se facessi richiesta di riscatto degli anni universitari quanto dovrei pagare? Grazie

  241. Ciao tania,

    Il contributo da pagare per riscattare la laurea varia in relazione all’età, al sesso, al periodo da riscattare e alla retribuzione del richiedente.

    Quindi, nel tuo caso, il fatto di chiedere il riscatto dell’anno di laurea dopo molti anni di lavoro fa lievitare il prezzo.

    Certamente è un esborso oneroso 12000 euro, che andrebbe paragonato alla somma che percepirai una volta che andrai in pensione per valutarne la convenienza.

  242. rieccomi! forse non mi sono spiegata bene; altro che 33%, pare che riscattare un anno per me costi sui 12000euro. Forse non avevo specificato che il calcolo della mia pensione verrà fatto col regime retributivo. Che faccio?

  243. Ciao Marilù,

    “L’importo è calcolato dall’Inps sulla base della retribuzione media pensionabile riferita alla data della domanda”.
    Quindi, il conto dell’INPS verrà fatto sulla base dei redditi percepiti fino al 2005 e non di quelli degli anni successivi.

  244. Scusate, un aiuto… io mi sono laureata nel 2001, poi ho fatto ulteriori corsi di specializzazione e un master; ho cominciato a lavorare nel 2005. Nel 2005 stesso ho chiesto il riscatto della laurea. Per problemi tecnici (!) non mi è ancora arrivato il conto da pagare, e nel frattempo mi chiedo: l’INPS farà il conto sulla base dei redditi del 2005 o di quale anno? qui leggo che fanno il calcolo su un periodo di tempo più ampio…quanto ampio? possono calcolare il reddito degli anni successivi (2006, 2007 eccetera) anche se la domanda l’ho fatto nel 2005? questo non mi sembrerebbe giusto… grazie per l’aiuto!

  245. Ciao Fabrizio,

    nel tuo caso non puoi richiedere il riscatto degli anni di laurea, in quanto, durante il periodo universitario, hai versato contributi previdenziali.

  246. Salve,lavoro dal 1989 e nel 1991 mi sono iscrito all’università laureandomi nel 1996.Alcuni sostengono che non posso riscattare gli anni di laurea perchè già lavoravo,altri sostengono il contrario…chi ha ragione.Grazie Fabrizio

  247. Ciao nic,

    il costo del riscatto degli anni di dottorato è lo stesso degli anni universitari. Per ogni anno che vuoi riscattare, calcola un costo pari al 33% del reddito lordo percepito negli ultimi dodici mesi.

    Non potrai, però, riscattare gli anni di dottorato (al massimo tre) che ricadono nello stesso periodo temporale già riscattato con il militare o nello stesso periodo in cui hai lavorato versando i contributi previdenziali.

  248. Ciao,
    Mi iscritto nel 1983 a ingegneria e mi sono laureato nel marzo 1991. dall’aprile 1991 al luglio ho fatto il militare (già riscattato). Nel novembre 1991 ho vinto il dottorato di ricerca (tre anni) che ho concluso nel 1995.
    Nel luglio 1994 ho iniziato a lavorare presso ENEL e contemporaneamente ho richiesto il riscatto della laurea. Non ho avuto ancora risposta, ma sarei intenzionato. Ho appreso adesso che posso riscattare anche il dottorato: a che prezzo ?

    ciao

  249. Ciao Battista,

    certamente conviene riscattare gli anni di laurea per raggiungere prima il diritto al pensionamento.

    Dal punto di vista economico, l’opportunità di avere durante la pensione una rendita più elevata e le possibilità di rateizzare il pagamento in dieci anni e di detrarne il 19% nelle tasse lo rende certamente più appetibile.

    Se si confronta l’incremento della pensione derivante dal riscatto e si analizza l’indice di efficienza – che rappresenta quanti euro di pensione genera un euro di versamento – si ottiene un risultato comunque superiore a 1, ovvero: il riscatto è sempre conveniente.

    Comunque, parlando di cifre considerevoli, una valutazione da questo punto di vista può essere solo personale.

    Ricordati, però, che prima richiederai il riscatto degli anni universitari e meno pagherai.

  250. Esattamente Tania,

    potrai detrarre solo il 19%. Chiaramente, per ogni anno, in proporzione al frazionamento che chiederai.

  251. iscritto anno accademico 1975/76
    lavoro dal mese giugno 1978 categoria C
    stipendi0 netto € 1.300,00
    marzo 2003 ha conseguito laurea
    conviene riscattare la laurea ?

  252. molte grazie, ne approfitto per fare anche questa domanda: so che l’importo verrà frazionato fino a dieci anni senza interessi, ma quale cifra si può scalare dalle tasse? Solo il 19%?
    Tania

  253. Ciao Tania,

    nel tuo caso puoi calcolare quanto spenderai applicando il 33% al reddito lordo percepito negli ultimi dodici mesi.

    Colgo l’occasione per fare una precisazione.

    Il periodo da riscattare non deve essere coperto da contribuzione obbligatoria, volontaria o figurativa e da ricongiunzione.

    Quindi, se durante gli anni di laurea, si è svolto un lavoro per il quale avete versato dei contributi, non si potranno riscattare gli anni universitari. Infatti sarebbe una sovrapposizione.

    Non credo che sia il tuo caso Tania, in quanto nei primi anni universitari, probabilmente, ancora non lavoravi.

  254. Più che un’opinione la mia è anche una richiesta: sono nata nel ’51, insegno dal ’75 ed ho completato dopo un lunghissimo arco di anni gli studi universitari, iniziati nel 1970(mi mancava solo la laurea).
    Per poter andare in pensione quest’anno ho richiesto il riscatto di un anno di laurea. Purtroppo non si decidono a farmi i conteggi, al CSA e all’Inpdap. Rischio di andare in pensione (ho fatto domanda) senza poter sapere in anticipo quanto mi verrà a costare e senza poterla ritirare nei termini. Cosa ne pensate??? E quanto spenderò?

  255. Ciao Daniela,

    nel tuo caso dovresti versare una quota che è circa pari al 33% del tuo stipendio lordo moltiplicato per il numero degli anni da riscattare.
    Quindi circa 39600 euro, per l’intero corso universitario.

    Ricordati che puoi anche decidere di riscattare meno di 4 anni. Dovrai, in questo caso, conteggiare 9900 euro per ogni anno di laurea che vorrai riscattare.

  256. Aiuto! Trovo tutti esempi di ragazzi giovani, per cortesia, possiamo considerare anche il caso di una 39enne come me che si è laureata nel 1994? Lavoro dal febbraio 1995, attualmente percepisco uno stipendio lordo di 30.000 euro circa, quanto dovrei versare per riscattare i 4 anni del corso universitario? Non so se quando andrò in pensione io l’INPS avrà ancora soldi da destinare al pagamento delle pensioni, se non altro vorrei terminare di lavorare 4 anni prima!!!
    Grazie per le info che mi potrete dare.
    Daniela

  257. Ciao Carlo,
    Il calcolo effettuato dall’INPS tiene conto di vari fattori. In linea generale, comunque, prima lo chiederai e meno ti sarà richiesto per riscattare i tuoi anni di laurea.

  258. io mi sono immatricolato nel 2003 ed ho conseguito la laurea triennale nell’ottobre del 2007. adesso lavoro ma il lavoro attuale è sicuro solo per un anno. mi conviene chiedere il riscatto adesso oppure aspettare la fine dell’atttuale anno lavorativo?

  259. Ciao Erika,
    per avere una risposta precisa alla tua domanda devi porre la richiesta direttamente all’INPS.

    In generale, comunque, per il calcolo del riscatto degli anni di laurea l’aliquota del 33% si applica alla quasi totalità dei lavoratori dipendenti.

    Mentre, per i lavoratori autonomi l’aliquota è del 20% e per i lavoratori a progetto, iscritti alla gestione separata, l’aliquota contributiva è del 24%.

    In linea di massima, per farsi un’idea, si può provare ad applicare l’aliquota alla retribuzione lorda dell’ultimo anno di attività.

    Nel tuo caso, Erika, ti consiglio di rivolgerti direttamente all’INPS.

  260. Ciao, io ho conseguito la laurea triennale nel marzo del 2008, da giugno lavoro presso un istituto di credito con un contratto di apprendistato di 4 anni, con uno stipendio netto intorno ai 1500 euro, la quota del riscatto devo calcolarla con la percentuale del 33% anche se io ho una trattenuta del 24%?? quindi quanto risulterebbe la quoto da pagare?
    Grazie mille!!

  261. Ciao Carmela,
    puoi scegliere di riscattare solamente gli anni della laurea triennale, per i quali dovrai pagare 13.680 euro, oppure attendere di terminare la specialistica e riscattare tutti e 5 gli anni di studio. In quest’ultimo caso dovrai pagare 22.800 euro.

    Questi conteggi sono validi solamente nel caso in cui tu non abbia ancora versato, durante la tua vita, nessun contributo previdenziale. In caso contrario dovrai richiedere un preventivo all’INPS che, sulla base della tua storia contributiva, ti calcolerà il costo che, comunque, sarà certamente superiore a quello che ti ho sopraindicato.

  262. ciao, mi sono iscritta nell’a.a. 2003/2004 alla facoltà di scienze del servizio sociale, mi sono laureata nel novembre del 2007. ho chiesto informazioni cm riscattare la tesi negli uffici postali ma nessuno mi ha sputo dare informazioni…ora frequento il 2 anno di specialistica….quale quota dovrei pagare??
    grazie
    cordiali saluti

  263. Nel concetto di retribuzione media pensionabile lo stipendio da assumere alla base del calcolo per il riscatto degli anni di laurea si ricava dalla media delle retribuzioni riscosse nel corso di un ampio periodo.

    Si prendono in considerazione le retribuzioni di vari anni (10 circa). Per cui, nel tuo caso, se ripresentassi la domanda il prossimo anno e nel frattempo non percepissi altri redditi la somma che ti verrebbe richiesta si ridurrebbe, ma comunque non sarebbe mai più pari a quella base di un neolaureato che non ha mai lavorato.

  264. qualche mese fa ho chiesto il riscatto degli anni del corso di ingegneria (5 anni). Ora mi è arrivata la richiesta di ben 36.467,86 euro!! Io non ho capito come hanno calcolato il contributo e volevo un aiuto da qualcuno che lo sa.
    Io mi sono laureato a 23 anni nel 2006, fino ad ottobre dello stesso anno ho fatto uno stage e poi da novembre 2006 ad aprile 2007 ho trovato un lavoro interinale e poi a fine aprile mi sono licenziato e non ho più lavorato. Nel 2007, anno precedente alla domanda di riscatto, da gennaio ad aprile ho preso 7.062 euro di stipendio (giorni 117 di lavoro).
    Il calcolo del contributo viene riferito ad un reddito di euro 22.101,73 ed ho capito che l’INPS ha fatto i conti ricostruendo un ipotetico stipendio che avrei guadagnato se avessi lavorato tutti l’anno, prendendo a base del calcolo lo stipendio di euro 7.062 riferito a 117 giorni e rapportandolo a tutto l’anno, come se avessi lavorato tutto l’anno.
    Mi chiedo se è giusto questo sistema perché se non avessi lavorato il contributo sarebbe stato calcolato su un reddito minimo di 13.800.
    Infine se non pago e decado dalla domanda fatta posso ripresentarla di nuovo nel 2009 ed in questo caso, visto che nel 2008 non ho alcun reddito, il conteggio verrebbe riliquidato sul reddito minimo di 13.800 euro?

    RIEPILOGANDO:
    • nel 2007 lavoro per 117 giorni con un reddito di 7.062 euro
    • nel 2008 non lavoro e presento la domanda di riscatto dei 5 anni di laurea
    • a dicembre 2008 mi chiedono un contributo di € 36.467,86 ottenuto prendendo un reddito precedente di € 22.101,73, a fronte di un reddito effettivo di € 7.062 relativo ai 117 giorni di lavoro
    • è corretto calcolarlo in questo modo e non su un reddito minimo (€ 13.800) come previsto dalla legge?
    • se faccio decadere la domanda non versando la prima rata e ne ripresento un’altra l’anno prossimo il reddito di riferimento per il calcolo del contributo è sempre € 22.101,73 oppure si prende il reddito minimo (13.800) visto che in tutto il 2008 non ho alcun reddito di lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento qui
Inserisci il tuo nome qui