Come lavorare nelle RSA
allenati con i nostri test di ammissione e orientamento gratuiti

test di ammissione
facoltà a numero chiuso

test attitudinale universitario
l’area di studio più adatta a te

test orientamento facoltà
facoltà che fa per te

test di inglese
valuta il tuo livello

Come lavorare nelle RSA?

da | Giu 2022 | Come diventare... | 0 commenti

Con l’invecchiamento della società italiana aumenta progressivamente la domanda di figure formate nell’accudire pazienti invalidi o con malattie che ne peggiorano la qualità della vita.

Le Residenze Sanitarie Assistenziali sono strutture che accolgono persone non autosufficienti per alcuni periodi oppure a tempo indefinito. Le case di riposo invece sono strutture concepite per ospitare persone autosufficienti.

Nelle RSA possono lavorare diversi tipi di figure che contemplano i medici, gli infermieri, i fisioterapisti, i geriatri, gli psicologi e gli assistenti degli anziani.

Chi può lavorare nelle Residenze Sanitarie Assistenziali?

Gli infermieri sono figure professionali formate per lavorare al fianco di medici, OSS, psicologi e le altre funzioni che si occupano del benessere fisico e mentale delle persone.

L’infermiere è una delle figure classiche richieste nelle RSA. Si tratta di professionisti che conoscono gli effetti dei farmaci e della loro assunzione combinata, e che si occupano di somministrare i farmaci concordati e di prelevare i campioni biologici necessari. Sono figure addestrate a rispondere a esigenze mediche, capaci di valutare le condizioni mediche del paziente per intervenire prontamente in caso di emergenze, a interpretare l’elettrocardiogramma per segnalare al medico curante eventuali problemi.

I medici si occupano di curare i pazienti e di prescrivere l’opportuna terapia farmacologica, di decidere gli esami di controllo e di valutarne i risultati.

Gli operatori socio sanitari svolgono funzioni finalizzate a sopperire ai bisogni delle persone. Si tratta di figure molto importanti per aumentare il benessere psicologico e fisico degli ospiti, aiutandoli a soddisfare le loro necessità. Possono occuparsi anche dell’igiene dei pazienti e delle attività ricreative, di vestirli e di aiutarli a compiere quelle azioni che non possono eseguire autonomamente. Gli OSS assistono i pazienti nell’espletamento della corretta igiene quotidiana, li assistono nell’alimentazione e nelle attività riabilitative (collaborando eventualmente con i fisioterapisti) e li accompagnano a riposare e nelle attività ricreative (collaborando eventualmente con gli animatori). Possono occuparsi anche di compilare i documenti burocratici richiesti, del trasporto di materiale biologico, di accompagnare i pazienti alle varie destinazioni, di fare socializzazione gli anziani tra loro.

L’OSS non è intercambiabile con un infermiere. Quest’ultimo può occuparsi al limite di eseguire piccole medicazioni o di rilevare i parametri vitali, così come di altre attività in ambito diagnostico e terapeutico.

Gli operatori socio sanitari devono possedere una certa capacità di fare squadra per collaborare con le altre figure mediche delle RSA. Devono possedere una grande pazienza e sensibilità per assistere i pazienti nelle loro necessità, coltivare un forte senso di responsabilità e praticare la flessibilità necessaria ad adempiere nel modo opportuno i propri compiti.

Come diventare lavoratori delle RSA?

Per lavorare nelle RSA occorre disporre della laurea in Medicina o in Infermieristica oppure dell’attestato di Operatore Socio Sanitario. Occorre anche avere superato un concorso pubblico e il relativo esame di Stato.

Ci sono anche figure professionali nelle RSA che non necessitano di laurea per lavorare: si tratta in primis delle figure assistenziali come gli assistenti agli anziani, che si occupano di accompagnare gli ospiti delle RSA.

Per lavorare nelle RSA è possibile frequentare dei corsi dedicati, svolgere dei tirocini dentro le strutture oppure magari farsi conoscere con un periodo di volontariato. In ogni caso è necessario possedere delle competenze specifiche tali da aiutare gli anziani a fronte delle diverse esigenze.

Spesso le agenzie interinali si occupano di mediare tra la domanda e l’offerta di figure lavorative specializzate in grado di rispondere alle esigenze di RSA, case di cura e di riposo.

FacebookTwitterEmailWhatsAppLinkedInTelegram
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments