atenei milanesi aperti anche di sera

Atenei milanesi aperti anche di sera: “Non solo luoghi di studio, ma anche di aggregazione e integrazione”

da | Giu 2014 | News | 0 commenti

Per andare maggiormente incontro alle esigenze degli studenti e per offrire loro sempre più luoghi di aggregazione e integrazione, oltre che di studio, gli atenei milanesi – il Politecnico, la Statale, la Bocconi e la Cattolica – hanno deciso di restare aperti oltre il classico orario delle lezioni, in molti casi anche fino a tarda sera. Questo perché – spiega Graziano Dragoni, direttore generale del Politecnico di Milano – “l’università non deve essere vissuta individualmente, ma per quanto possibile in comunità, in un’ottica di scambio”.

Tra gli altri atenei milanesi, il Politecnico è quello che ha deciso non solo di aprire anche di sera, ma addirittura di offrire un servizio 24 ore su 24, sette giorni su sette, mettendo a disposizione degli studenti il patio di Architettura. Basta presentare il tesserino magnetico, di cui sono dotati iscritti e personale universitario, e si potrà entrare in qualunque momento. Si tratta di un progetto sperimentale, che prenderà il via lunedì prossimo e che proseguirà fino a dicembre: “La richiesta – continua Dragoni – è partita dai ragazzi, molti dei quali ormai arrivano dall’estero e sono abituati a ritmi differenti da quelli italiani, senza contare che nella maggior parte dei casi gli stranieri non hanno la possibilità di studiare contando sui comfort domestici garantiti agli studenti milanesi”.

Decidono di aprire le porte di sera, prolungando i normali orari di apertura, anche la Bocconi e la Statale. La prima garantirà ai suoi iscritti, durante le sessioni d’esame, un’aula studio aperta 24 ore al giorno. La seconda, invece, manterrà le biblioteche di Giurisprudenza e Lettere e filosofia e quella di Medicina veterinaria aperte agli studenti fino alle 23.30, dal lunedì al venerdì. Nel weekend, invece, dalle 10 alle 18. Sicuramente da parte degli atenei questo comporterà un grande sforzo economico, “ma – per quanto riguarda il Politecnico, sostiene Dragoni – lo sosteniamo con convinzione”. Si tratta di un modo per far diventare l’università qualcosa di più del classico posto “dove si frequentano le lezioni e si danno gli esami”.

Infine, tra gli atenei milanesi che hanno deciso di mettere i propri locali a disposizione degli studenti anche di sera, va ricordata l’Università Cattolica, dove – dal lunedì al giovedì – si può andare perfino a cenare. Fino alle 22,30 viene messo a disposizione il ristorante che si trova in via Necchi, recentemente rinnovato. Non solo. Durante la settimana la sede centrale dell’ateneo, in largo Gemelli, rimane aperta fino alle 22, con un’aula studio sempre accessibile fino alle 21.45.

FacebookTwitterEmailWhatsAppLinkedInTelegram
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments