1 commento

  1. Scrivo in quanto responsabile del Servizio di Counselling Psicologico per gli Studenti dell’U.C. di Milano, che ha iniziato la sua attività nel 1999 e, ad oggi, ha fornito supporto psicologico a circa 1000 studenti.
    Leggo con stupore della sua ‘rinnovata apertura’ … sotto nuova etichetta (‘Sportello salute’) e con finalità che è riduttivo definire onnicomprensive.
    Nell’annuncio, infatti, si dichiara che lo sportello è finalizzato al “supporto alle difficoltà psicologiche ma anche a quelle fisiche, come allergie e attività sportive, fino ai semplici consigli per gestire il proprio percorso di studi e gli impegni quotidiani”.
    Pubblicizzare come ‘nuova’ offerta di ‘consulenza psicologica’ lo Sportello Salute, che, per le informazioni che mi sono state fornite, nasce come ricerca-intervento sulla salute fisica, sugli stili di vita e sul rischio-salute fisica degli universitari ed è finanziato dall’Istituto Superiore di Sanità e dalla facoltà di Medicina dell’U.C., è semplicemente scorretto.
    Trascurando il fatto che non sono precisati in alcun modo modello d’intervento, obiettivi e limiti della ‘consulenza’, esperienze e competenze all’ascolto psicologico dei giovani da parte dei consulenti, la comunicazione appare confusiva e fuorviante per chi desideri o necessiti di essere ascoltato da uno psicologo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento qui
Inserisci il tuo nome qui