Home News Test di Medicina 2018, 67mila candidati inseguono il sogno del camice bianco

Test di Medicina 2018, 67mila candidati inseguono il sogno del camice bianco

0

Dopo tanta fatica sui libri, è finalmente arrivato il momento di mettere alla prova la propria preparazione. Oggi, infatti, è il giorno del test di Medicina 2018. Come sempre anche quest’anno si tratta dell’appuntamento più atteso nel calendario delle selezioni per l’accesso ai corsi di laurea a numero programmato a livello nazionale. A dirlo sono i numeri: su un totale di 83.127 iscritti alle prove, circa 67mila studenti si sono iscritti per inseguire il sogno di vestire il camice bianco.

Solo uno su sei, tuttavia, riuscirà a superare il test di Medicina 2018 e guadagnarsi la possibilità di immatricolarsi per l’anno accademico 2018-2019. Per i corsi di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia i posti autorizzati sono, infatti, 9.779. Più altri 1.096 per i corsi di Odontoiatria e Protesi dentaria.

Test di Medicina 2018, il via alla prova alle ore 11.00

L’avvio del test di Medicina 2018 è avvenuto alle ore 11.00 in contemporanea in tutte le sedi sul territorio nazionale. I candidati hanno dovuto vedersela con un questionario da 60 domande a risposta multipla. Nei 100 minuti a loro disposizione gli studenti si sono cimentati nell’individuare per ogni quesito quella corretta tra le 5 possibili opzioni di risposta. Il test di Medicina 2018 comprendeva due domande di cultura generale, venti di ragionamento logico, diciotto di biologia, dodici di chimica, otto di fisica e matematica.

Non mancano le polemiche e le proteste, ma in futuro i numeri potrebbero aumentare

Insieme al test di Medicina 2018 sono arrivate anche, puntualmente, le polemiche e le proteste contro il sistema dell’accesso programmato. Anche quest’anno non sono mancate le iniziative da parte delle associazioni studentesche per sottolineare l’iniquità dello sbarramento e aiutare i candidati a segnalare eventuali irregolarità nello svolgimento delle prove.

Qualcosa, però, potrebbe presto cambiare. Possibili aperture in merito a un aumento dei posti disponibili per Medicina sono arrivate, a sorpresa, dal mondo dell’università. Il presidente della Conferenza dei rettori delle università italiane (Crui), Gaetano Manfredi, ha infatti ventilato l’ipotesi che si possa aumentare di circa il 50 per cento il numero delle matricole. Secondo Manfredi, gli atenei sarebbero in grado di accogliere 5mila studenti in più. Servirebbero, tuttavia, ulteriori risorse da parte dello Stato. Inoltre, il numero di posti banditi per Medicina e Odontoiatria non dipende solo dalle disponibilità degli atenei, ma è stabilito anche il base alle previsioni sul fabbisogno del Servizio sanitario nazionale. Ciò significa che non è scontato che vi siano numeri più ampi per il futuro.

Archiviato il test di Medicina 2018 e in attesa di sapere cosa accadrà dall’anno prossimo, domani tocca alla prova per l’accesso a Veterinaria.

Esercitati in vista dei test d’ammissione con le simulazioni gratuite di Universita.it

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento qui
Inserisci il tuo nome qui