Ammissione università

Test di Architettura 2018, oggi le selezioni per un corso che attrae sempre meno

test di Architettura 2018

La prima tranche delle prove di selezione per l’accesso ai corsi di laurea a numero programmato a livello nazionale si conclude oggi con il test di Architettura 2018. I candidati che l’hanno affrontato sono appena 7.986, mentre i posti disponibili sono saliti a 7.211 (l’anno passato furono 6.873). Almeno in questo caso, quindi, la percentuale di successo è molto elevata.

La stragrande maggioranza di coloro che si sono iscritti al test di Architettura 2018 riuscirà in effetti a immatricolarsi per l’anno accademico 2018-2019 a uno dei corsi di laurea direttamente finalizzati alla formazione di Architetto, afferenti alle classi di Architettura e Ingegneria Edile – Architettura. Ancora una volta, infatti, si conferma la perdita di appeal di una professione che offre sempre meno certezze per il futuro, soprattutto in Italia. E viene da chiedersi se il numero chiuso sia ormai davvero necessario.

Test di Architettura 2018, questionario da 60 domande a risposta multipla

In contemporanea in tutte le sedi autorizzate alle ore 11.00 è stato dato avvio ai 100 minuti durante i quali i candidati si sono dovuti misurare col test di Architettura 2018. La prova era costituita da un questionario da 60 domande. I quesiti, a risposta multipla, prevedevano 5 possibili opzioni tra le quale individuare l’unica esatta. Due domande erano di cultura generale, venti di ragionamento logico, sedici di storia, dieci di disegno e rappresentazione, dodici di matematica e fisica.

I partecipanti al test di Architettura 2018 potranno conoscere il proprio punteggio il 20 settembre prossimo, mentre per la graduatoria nazionale dovranno attendere fino al 2 ottobre.

Le prove di selezione riprendono il 12 settembre

Dopo il test di Architettura 2018 ci sarà una breve pausa nel calendario delle prove di selezione per i corsi a numero programmato a livello nazionale. Si riprenderà mercoledì 12 settembre con il test per i corsi di laurea triennale abilitanti all’esercizio delle Professioni sanitarie. Il giorno successivo toccherà a Medicina in lingua inglese, mentre il 15 settembre sarà la volta di Scienze della Formazione primaria. Poi un’altra pausa, questa volta di oltre un mese. L’ultima delle prove in calendario, quella per i corsi di laurea magistrale delle Professioni sanitarie si svolgerà, infatti, il 26 ottobre prossimo.

Esercitati in vista dei test d’ammissione con le simulazioni gratuite di Universita.it

Commenti