Home News Indagini Studenti, per il 75 per cento di loro l’affitto è in nero....

Studenti, per il 75 per cento di loro l’affitto è in nero. La regione peggiore è la Lombardia

0

Gli affitti a studenti sono per la stragrande maggioranza in nero. A confermare il dato già più volte segnalato negli anni scorsi stavolta è un’indagine svolta da Contribuenti.it, che ha rilevato addirittura un incremento del fenomeno rispetto al 2013. Incrociando informazioni provenienti da ministeri, uffici tributi, banche,  istituti di statistica e Polizie tributarie, si è scoperto che tre locazioni su quattro sono caratterizzate da totale assenza o irregolarità del contratto.

Secondo l’indagine, il numero degli affitti in nero a studenti sarebbe aumentato del 5 per cento nel corso degli ultimi dodici mesi e sarebbe ormai circa il quintuplo rispetto a quello registrato in paesi come la Francia e la Germania. Se si volesse stilare una graduatoria europea delle locazioni sommerse o irregolari, l’Italia precederebbe la Grecia (67 per cento), la Romania (65), la Slovacchia (57 per cento), la Bulgaria (con il 52) e Cipro (col 45).

La regione nella quale gli affitti in nero a studenti sono cresciuti di più è, secondo Contribuenti.it, la Lombardia, che ha fatto registrare un incremento del 7,3 per cento rispetto al 2013. Anche il Lazio, però, non scherza: qui le locazioni irregolari o prive di contratto sono aumentate del 6,8 per cento nell’ultimo anno, facendo “guadagnare” alla regione un poco onorevole secondo posto. Terzo in questa certo non lusinghiera graduatoria è il Veneto (+6,7 per cento).

Le regioni nelle quali l’indagine di Contribuenti.it ha segnalato una più contenuta crescita degli affitti in nero a studenti sono, invece, la Campania (+2,2 per cento), l’Abruzzo (+1,6) e il Molise (+1,1 per cento). Aggregando i dati delle varie regioni si è scoperto che a dribblare il fisco è soprattutto il Nord Ovest, dove si concentra il 28,4 per cento del totale degli affitti in nero a studenti. A poca distanza lo seguono il Centro (27,1 per cento) e il Nord Est (26,3 per cento), mentre al Sud ce n’è solo il 18,2 per cento.

Commentando l’indagine, il presidente di Contribuenti.it  Vittorio Carlomagno ha sottolineato che “grandi e piccoli proprietari di case affittano solo a nero le case agli studenti universitari, evadendo imposte dirette e indirette”. La soluzione? “Per debellare tale malcostume, basterebbe consentire alle famiglie di poter detrarre integralmente il canone di locazione dalla dichiarazione dei redditi”, ha concluso. Chissà se il suggerimento sarà mai recepito.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento qui
Inserisci il tuo nome qui