Home News Curiosità Università di Augsburg, per confortare gli studenti nei momenti difficili c’è un...

Università di Augsburg, per confortare gli studenti nei momenti difficili c’è un dolcissimo gatto

0

Un bel gatto fulvo, anzi una gatta. È Sammy, la tenera micia che da anni si è praticamente conquistata sul campo il titolo di mascotte degli studenti dell’Università di Augsburg, ateneo del sud della Germania. Sammy si presenta ogni giorno al campus e rallegra tutti con il suo carattere docile e socievole. La gatta, infatti, si fa volentieri coccolare dai ragazzi e altrettanto di buon grado restituisce loro l’affetto sotto forma di fusa, leccatine e strofinamenti.

Da quando è stata avvistata per la prima volta tra aule e corridoi dell’Università di Augsburg, Sammy è sempre stata una presenza capace di tirare su di morale gli studenti o aiutarli a scaricare la tensione pre-esame. Come testimoniano decine di fotografie che possono facilmente essere trovate sul web, la dolce gattona si acciambella spesso sulle gambe dei ragazzi, si fa accarezzare da loro o tiene loro compagnia mentre studiano.

Il campus dell’Università di Augsburg è diventato il regno della gatta, che è ammessa praticamente ovunque. Al punto che il luogo preferito da Sammy è la biblioteca. Tra i libri e gli scaffali, infatti, il felino si trova particolarmente a suo agio e gli studenti non esitano a recarsi là per cercarla e ottenere un po’ di conforto da lei. Un altro dei luoghi in cui è facile incontrare la micia è il prato che circonda il campus, sul quale Sammy ama distendersi a prendere il sole.

Sammy, in realtà, non è il vero nome della gatta, che non è una randagia. Come si chiami sul serio nessuno lo sa, ma si sa con certezza che lei e il suo padrone convivono in una casa poco lontano dal campus dell’Università di Augsburg e che l’ateneo deve esserle sembrato da subito un posto molto interessante e piacevole, visto che dopo esservisi avventurata per la prima volta alcuni anni fa ha poi deciso di ritornarci quotidianamente, forse anche spinta dal fatto che fuori e dentro le aule è diventata un vero e proprio idolo degli studenti, che ormai non riuscirebbero più a fare a meno della sua allegra presenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *