Home Tesi di laurea Festeggiare la laurea: come celebrare al meglio il traguardo raggiunto

Festeggiare la laurea: come celebrare al meglio il traguardo raggiunto

Ce l’avete fatta, il tanto atteso giorno della discussione è arrivato. A questo punto vi resta soltanto da programmare come festeggiare la laurea. Il che in teoria può sembrare una passeggiata, ma nella pratica crea comunque dei dilemmi. Come comportarsi con le celebrazioni in ateneo? Meglio un semplice aperitivo dopo la proclamazione con tutti coloro che sono venuti ad assistere alla discussione, oppure una festa serale con gli amici e i parenti? È il caso di fare un piccolo regalo al proprio relatore? E bomboniere sì o bomboniere no?

Dopo tanto stress legato alla stesura della tesi, agli ultimi esami e alla stessa discussione, non è affatto il caso di andare in ansia anche per organizzare come festeggiare la laurea. Per farcela senza patemi, il segreto è armarsi di buon senso, fare bene i propri conti e seguire qualche consiglio.

La prima cosa da fare quando si pensa a come festeggiare la laurea è informarsi presso il proprio ateneo circa le celebrazioni all’interno degli spazi universitari. Quella di brindare nel cortile o nell’atrio appena terminata la discussione è una consuetudine in molte città. Gli atenei, però, non sempre apprezzano e molti hanno imposto dei limiti stringenti, per evitare che l’entusiasmo dei neo dottori e dei loro amici degeneri. Quindi, meglio sapere prima cosa è concesso e cosa no, e attenersi alle regole.

Festeggiare la laurea spesso significa offrire un aperitivo o un piccolo rinfresco a tutti coloro che hanno assistito alla discussione. Attorno alle università ci sono sempre diversi bar e locali che propongono servizi del genere, per cui è meglio fare un giro di ricognizione con un po’ di anticipo, per trovare un buon compromesso tra qualità e prezzo. Prima di chiedere dei preventivi, però, fate una lista dei possibili invitati, per farvi un’idea di quanto vi costerà. Se decidete di celebrare la vostra laurea in questo modo, vi servirà anche una torta: fate in modo che ve la consegnino al locale scelto – se il locale stesso non offre questo servizio – e assicuratevi che sia tenuta in fresco fino al momento opportuno. Il menù del rinfresco di solito è composto da finger food, tartine e salatini. Il tutto irrorato da spumante, ma non dimenticate di chiedere che servano anche degli analcolici: qualcuno degli invitati potrebbe essere astemio o semplicemente non avere voglia di bere.

Invece del rinfresco post discussione, alcuni scelgono di posticipare e festeggiare la laurea in serata, organizzando un vero party in grande stile. Se optate per questa soluzione, sappiate che vi costerà sensibilmente di più, a meno che non disponiate di un locale da poter usare senza doverlo affittare. Se la risposta è no, oltre al costo della sala dovete calcolare quello del catering (a meno che il posto scelto non provveda anche a questo servizio), più la torta e le bevande, quindi fare bene i vostri conti. Anche in questo caso, poi, stilate per tempo una lista degli invitati e procuratevi un buon numero di preventivi, per non rischiare di spendere più del necessario.

Per festeggiare la laurea in alcune aree d’Italia si usa anche realizzare sacchettini di confetti, spesso accompagnati da vere e proprie bomboniere. Infine, oltre a festeggiare la laurea spesso è il caso anche di ricordarsi di chi vi ha aiutato a redigere la vostra tesi. Nel caso in cui il vostro rapporto con il relatore sia stato sereno e collaborativo, è un gesto di cortesia pensare a un piccolo dono di ringraziamento.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento qui
Inserisci il tuo nome qui