Come diventare nutrizionista - Universita.it
allenati con i nostri test di ammissione e orientamento gratuiti

test di ammissione
facoltà a numero chiuso

test attitudinale universitario
l’area di studio più adatta a te

test orientamento facoltà
facoltà che fa per te

test di inglese
valuta il tuo livello

Come diventare nutrizionista

da | Mar 2022 | Come diventare..., Lavoro | 0 commenti

Tutti gli step

Sogni di diventare un professionista dell’alimentazione e del benessere fisico delle persone? In questo articolo ti spiegheremo come diventare un nutrizionista. Vedremo di cosa si occupa la figura del nutrizionista, cosa fa e quali sono gli iter formativi per arrivare a esercitare questo mestiere.

Il Biologo nutrizionista, semplificato semplicemente con nutrizionista, determina ed elabora diete nei confronti di soggetti sani, al fine di migliorarne il benessere e, solo previo accertamento delle condizioni fisiopatologiche effettuate dal medico chirurgo, a soggetti malati.

Inoltre il nutrizionista può:
– autonomamente determinare ed elaborare diete nei confronti di soggetti sani, al fine di migliorarne il benessere
e, solo previo accertamento delle condizioni fisiopatologiche effettuate dal medico chirurgo, a soggetti malati.
– determinare diete ottimali per collettività (mense aziendali, gruppi sportivi etc.) in relazione alla loro
composizione ed alle caratteristiche dei soggetti;
-determinare diete speciali per particolari accertate condizioni patologiche in ospedali, nosocomi etc.;
– predisporre tabelle dietetiche, verificare e controllare la qualità nutrizionale dei pasti forniti e fornire
consulenza sui capitolati per i servizi di ristorazione;
– consigliare integratori alimentari qualora la dieta non sia sufficiente a soddisfare i fabbisogni energetici e
nutrizionali stabilendone o indicandone anche le modalità di assunzione;
– progettare e attuare programmi di educazione alimentare finalizzati alla diffusione delle conoscenze di stili
alimentari corretti attraverso l’impiego di tecniche e strumenti propri dell’informazione e dell’educazione
alimentare;
– effettuare consulenza dietetico-nutrizionale: prevenzione, trattamento ambulatoriale, terapia di gruppo per
fasce di popolazione a rischio, rapporti di collaborazione e consulenza con strutture specialistiche, medici
specialisti e di medicina generale.
– collaborare alle procedure di accreditamento e di sorveglianza di laboratori e strutture sanitarie, per quanto
riguarda la preparazione, conservazione e distribuzione degli alimenti;
– supervisionare ed effettuare controlli di qualità degli alimenti;
– collaborare a programmi di formazione e di assistenza sul piano delle disponibilità alimentari e della
nutrizione in aree depresse e in situazioni di emergenza.

Come definito dalle Linea guida per la professione di Biologo Nutrizionista il professionista non può eseguire nel proprio studio professionale alcun tipo di analisi di laboratorio, né può porsi quale intermediario nella vendita e/o distribuzione di test in autoanalisi.
Non può fare analisi e ne diagnosi, il suo lavoro è progettare diete idonee per ogni casistica. Infatti come mansioni principali il Nutrizionista stila un regime o un piano nutrizionale ottimizzato alle esigenze emerse dal consulto o rispetto alle indicazioni e alle prescrizioni mediche, tiene conto della composizione dei gruppi e delle caratteristiche dei soggetti, quali età, sesso, tipo di attività, abitudini e stili di vita, segue e verifica l’andamento e gli effetti della dieta.

Diventare nutrizionista

Per diventare nutrizionista occorre possedere una laurea specialistica/magistrale o del vecchio ordinamento in scienze biologiche o biologia o in biotecnologie, superare l’esame di stato e iscriversi all’Ordine dei Biologi nella Sez. A. L’iscrizione all’Ordine conferisce l’abilitazione a svolgere la professione di biologo nutrizionista.

Vediamo nel dettaglio i titoli di studio che permettono di accedere all’esame di Stato per diventare nutrizionista:

laurea specialistica nella classe:
– 6/S Biologia;
– 7/S Biotecnologie agrarie;
– 8/S Biotecnologie industriali;
– 9/S Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche;
– 82/S Scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio;
– 69/S Scienze della nutrizione umana;
laurea magistrale nella classe:
– LM-6 Biologia;
– LM-7 Biologie agrarie;
– LM-8 Biotecnologie industriali;
– LM-9 Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche;
– LM-75 Scienze e tecnologie per l’ambiente ed il territorio;
– LM-61 Scienze della nutrizione umana;
laurea vecchio ordinamento in Scienze Biologiche:
– con disposizioni ministeriali del 6 giugno 2012, possono essere ritenuti idonei per l’ammissione agli Esami di Stato: “tutti i titoli conseguiti secondo il vecchio ordinamento equiparati dal decreto ministeriale 9 luglio 2009 a quelli previsti dal D.P.R. 328/2001 come validi per l’accesso alle specifiche professioni”.
Prima della laurea specialistica – magistrale è necessario conseguire una laurea triennale preferibilmente in scienze biologiche. Ovviamente provenire da un diploma scientifico aiuta il percorso universitario.

In alternativa chi desidera lavorare nel campo della nutrizione può intraprendere la carriera di dietista o dietologo.

FacebookTwitterEmailWhatsAppLinkedInTelegram
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments