Home News Classifica università Ateneo dell’Aquila tra i migliori

Ateneo dell’Aquila tra i migliori

1

Università L'Aquila

A conferma delle dichiarazioni secondo cui l’Università dell’Aquila, è una risorsa fondamentale per l’economia non solo della Regione Abruzzo ma di tutta Italia, c’è la classifica delle Università italiane stilata dall’autorevole testata economico-finanziaria Il Sole24ore.

Secondo quest’ultima infatti l’Università dell’Aquila è al primo posto tra gli atenei del centro-sud e al decimo posto assoluto tra le università statali. Un ottimo risultato che da un nuovo slancio di fiducia alla ripresa completa dell’attività dell’ateneo abruzzese.

La classifica è stata elaborata attraverso alcuni indicatori quali:

  • talenti
  • attrattiva
  • dispersione
  • inattività
  • laurea nei tempi
  • affollamento (numero di studenti per docente)
  • personale per la ricerca
  • fondi per la ricerca
  • fondi esterni per la ricerca

Il Rettore dell’Università Ferdinando Di Orio, alla luce di questo risultato brillante, spera che siano finalmente ascoltati gli appelli per un aiuto diretto da parte del Governo e della Regione Abruzzo.

1 commento

  1. sono uno studente dell’università dell’aquila e posso dire che è una grande scuola per la vita e che tutti i risultati che gli studenti raggiungono li sudano duramente. non voglio dire che nelle altre università sia diverso. volevo solo esporre il mio disaccordo con la politica adottata da qualche mese che ha visto chiudere alcune specializzazioni mediche e altre invece spostate all’ateneo di chieti. alcune specializzazioni erano all’avanguardia e pure sono state spostate. è vero che un solo posto per specializzazione, forse, è uno spreco di soldi, ma pensate a quanti studenti dovranno spostarsi dal l’aquila per fare una specializzazione. andare in un ambiente nuovo, con nuovi professori, con altri studenti che già seguono nei reparti. chi pensate che seglieranno i professori per far entrare in specializzazione gli studenti? quelli che hanno seguito già i corsi con loro, nel loro ateneo, o coloro che vengono da fuori? quanto ci deve impiegare uno studente “straniero” per specializzarsi? infatti la facoltà di medicina e chirurgia è corta!!!! secondo me dovrebbero dare la possibilità a qualsiasi ateneo di poter far specializzare i propri studenti senza che siano “invitati” ad andarsene.
    ciao

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento qui
Inserisci il tuo nome qui