Ritorno al futuro borse di studio

Il TAR di Bari ha sospeso l’assegnazione delle 2.400 borse di studio per master post laurea, finanziate dal bando di “Ritorno al futuro“.

Il TAR ha infatti tacciato di “irragionevolezza” diversi termini del bando; di conseguenza, i 2.400 studenti pugliesi in attesa delle borse di studio saranno probabilmente costretti a ripresentare la domanda. E la Regione Puglia dovrà ricominciare tutto da capo.

Il ricorso accolto dal TAR di Bari è stato presentato dalla società di formazione Vision 2000.

L'”irragionevolezza” del bando di “Ritorno al futuro” è derivata dal vincolo secondo cui, per essere ammessi al finanziamento regionale, i master dovessero essere attivati da società di formazione che avessero attivato per almeno 10 anni consecutivi dei corsi di master di almeno 800 ore.

Proprio questa clausola è stata definita dal TAR “palesemente viziata da irragionevolezza e lesiva del principio di proporzionalità”, poiché estromette dal mercato numerose società di formazione.

In attesa di ulteriori sviluppi, resterà dunque bloccata la graduatoria dei 2.358 laureati pugliesi che avrebbero avuto diritto a borse di studio per master del valore complessivo di 28,5 milioni di euro.