ingegneria delle comunicazioni

La laurea in Ingegneria delle Comunicazioni, anche conosciuta come Ingegneria delle Telecomunicazioni, mira a formare tecnici specializzati nella progettazione, produzione e manutenzione di sistemi di telecomunicazioni. Elementi con cui i laureati in Ingegneria delle Comunicazioni approcceranno sono apparecchiature che permettono le comunicazioni a distanza come antenne, ripetitori di segnale, sistemi informatici ecc. In particolare sarà la progettazione di terminali che permettono una gran varietà di forme di comunicazione in particolare telematiche a fare da perno al corso di studio.

Le articolazioni con cui si presenta il mondo delle comunicazioni sono la trasmissione numerica, telematica e sistemi multimediali, reti di telecomunicazione, collegamenti satellitari, radiomobile, telerilevamento, elaborazione dati, sistemi ottici ed a microonde, tutti temi affrontati da chi si appresta a scegliere una laurea in Ingegneria delle Comunicazioni. L’ingegnere saprà fornire gli strumenti e identificare soluzioni necessarie per l’ammodernamento delle imprese sfruttando l’innovazione tecnologica per elaborare mezzi di comunicazione ad hoc.

Percorsi di studio e requisiti d’accesso

Per quanti desiderino conseguire una laurea in Ingegneria delle Comunicazioni è consigliato l’interesse e una buona conoscenza per materie scientifiche come matematica e fisica che rappresentano la base del corso di studi. Materie che si affronteranno nel corso degli studi saranno l’informatica, l’elettronica, le telecomunicazioni e l’elettromagnetismo. Sono privilegiati tanto la teoria quanto la sperimentazione diretta con attività di laboratorio o sul campo grazie a stage formativi.

Prospettive di lavoro

Gli sbocchi professionali per il laureato in Ingegneria delle Comunicazioni sono legati alla produzione, progettazione e gestione dei sistemi di telecomunicazione oltre che all’assistenza tecnica e commerciale. Sono in particolare le imprese che progettano e seguono la produzione degli apparati tecnologici necessari alla comunicazione a necessitare di laureati specializzati in questo settore. Imprese, ma anche grandi aziende di telecomunicazioni investono sulla professionalità del laureato in Ingegneria delle Comunicazioni per elaborare soluzioni di integrazione delle reti telematiche necessarie per l’invio e elaborazione dei dati inviati. Ma ancora i laureati in questo corso potrebbero trovare impiego nei settori collegati alla produzione di apparecchi biomedici, di telesorveglianza, di rilevamento e controllo.

Dove conseguire una laurea in Ingegneria delle Comunicazioni

Il ramo delle telecomunicazioni è ben coperto dagli atenei che propongono lauree in Ingegneria delle Comunicazioni da nord a sud. Tra le città che ospitano le facoltà di ingegneria in cui è possibile studiare Ingegneria delle Comunicazioni spiccano Napoli, Milano (primo fra tutti il Politecnico), Torino Genova e Roma (Tor Vergata) per le possibilità di prosecuzione offerte anche dopo la laurea triennale.

Ecco nel dettaglio dove prendere una laurea in Ingegneria delle Comunicazioni: