Home News Esperienza all'estero Studiare da “sportivi” negli Stati Uniti: ecco come si fa

Studiare da “sportivi” negli Stati Uniti: ecco come si fa

7

I college americani offrono spesso borse di studio per studenti-atleti che praticano sport a livello agonistico.

Vincere una di queste borse equivale a poter studiare negli Stati Uniti senza dover pagare le esose rette accademiche, praticando al contempo il proprio sport preferito.

Dal tennis alla pallavolo, dal nuoto ai celeberrimi basket e football: per ogni disciplina sportiva vi sono università che offrono borse di studio, e gli allenatori dei college prediligerebbero addirittura gli sportivi stranieri.

Qualche consiglio per studiare da “sportivi” negli Stati Uniti:

  • La strada del College Soccer è sostanzialmente sconosciuta in Europa: il modo più adeguato di provare a candidarsi per una borsa di studio per atleti è il contatto diretto con gli allenatori delle varie università americane: occorre preparare un curriculum in inglese, magari allegando dei video delle proprie performances, essere ottimisti e propositivi.
  • Per conoscere il database delle università americane che offrono borse di studio ad atleti, occorre consultare i siti internet College Sport Scholarships, Soccer Coaching Notes, l’associazione College Scholarships oppure, per il football, il sito della Ncaa
  • I requisiti linguistici per sbarcare negli USA in qualità di atleti-studenti devono essere certificati dal test di inglese Toefl e dal Sat, un test riservato agli studenti di scuola superiore, al quale debbono sottoporsi anche tutti i potenziali atleti Ncaa.

Ma l’interessante esperienza di Simone Sandri, riportata dalla “Gazzetta dello Sport”, insegna che occorre anche tanta fortuna. Oggi giornalista sportivo tra Stati Uniti e Italia, Sandri fu notato dall’allenatore della Seton Hall University in un torneo amatoriale a cui partecipò per divertimento durante una vacanza studio nel New Jersy, nel 1990. In seguito gli fu offerta una scholarship che gli permise di studiare giornalismo sportivo alla Seton Hall, giocando nel campionato Ncaa. Un vero e proprio caso di cervello in fuga: in Italia, Sandri giocava nell’allora Serie D.

7 Commenti

  1. Buongiorno mi Emanuele buscema. Sono un ragazzo del 1995 il mio sogno e giocare in alte categorie. Io e 2anni che gioco in eccelenza quest anno sono arrivato a meta staggione con 7 gol. Sono in forma per questo college. Per me sarebbe un grande sogno.

  2. Salve mi chiamo ignazio crisciglione sono italiano e gioco a footboll
    Da almeno 2 anni e vorrei essere tanto un giocatore di footboll americano
    Vorrei diventare un giorno un dei giocatori di footboll ho 16 anni e vorrei far parte di uno dei colleg americani e un giorno vorrei diventare uno dei cittadini americani vorrei avere vostre notizzie un grande saluto ignazio crisciglione

  3. ciao, sono un ragazzo italiano dell’ 1989, e sono iscritto al 3 anno di università della facoltà di scienze motorie. poichè gioco anche a calcio, a livello dilettantistico, vorrei speciallizzarmi dopo la laurea all’estero, e continuare la mia ” professione ” di calciatore. vorrei speciallizzarmi in physical trainer, o in qualche disciplina che faccia diventare preparatori o allenatori di calcio. potete consigliarmi qualcosa?

  4. si in effetti ci vuole davvero fortuna…
    io vorrei studiare in un college americano proprio per poter coltivare la mia passione dell’atletica leggera… ho visto che però è difficile farsi notare, quindi ricevere una borsa di studio, se lo si fa dall’Italia; per questo motivo dopo la maturità vorrei andare per 6 mesi negli usa e durante lo svolgimento della University preparation (promossa dalla ef) vorrei cercare di ottenere una borsa di studio in qualche college. So che bisogna avere fortuna e impegnarsi tanto ma ritengo anche che le occasioni vadano prese al volo. Potrà andare bene o male ma almeno avrò cercato di realizzare un sogno… se dovesse andare male tornerei in Italia e con la felicità dei miei genitori inizierei medicina… Meglio provarci e magari “perdere un anno” di università o rimanere in italia e continuare a lottare tra studio,allenamenti e sogni?

  5. Hi am tormmy am a nigerian, but i live in italy, i love to study and play football in the state, i just need your help, thanks

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento qui
Inserisci il tuo nome qui