Esame di stato in psicologia
allenati con i nostri test di ammissione e orientamento gratuiti

test di ammissione
facoltà a numero chiuso

test attitudinale universitario
l’area di studio più adatta a te

test orientamento facoltà
facoltà che fa per te

test di inglese
valuta il tuo livello

Spieghiamo l’esame di stato in psicologia

da | Apr 2009 | Esami di abilitazione | 12 commenti

Superare l’esame di stato in psicologia è il requisito essenziale per l’iscrizione all’albo degli psicologi e per l’esercizio della professione.

La riforma del d.p.r 328/2001 ha istituito due sezioni dell’albo, la sezione A (psicologo) e la sezione B (psicologo junior).

Per accedere ad entrambe è necessario il superamento di un esame di stato che assume caratteristiche leggermente diverse. L’iscrizione nella sezione B avviene con l’annotazione della specifica attività professionale, in coerenza con il percorso formativo.

Possono partecipare all’esame di stato in psicologia nella sezione A (psicologo) coloro che sono in possesso di una laurea magistrale (specialistica) nella Classe 58/S – Psicologia e inoltre di un tirocinio annuale (=40 cfu). L’esame di stato in psicologia per la sezione B (psicologo junior) è invece rivolto a coloro che sono in possesso di laurea di primo livello (triennale) nella Classe 34 – Scienze e tecniche psicologiche e inoltre un tirocinio pratico della durata di sei mesi (=20 cfu).

Per quanto riguarda la sezione A, l’esame di stato in psicologia consiste in tre prove scritte e una orale. L’esame di stato per psicologo junior, invece, prevede una prova scritta in meno e una prova pratica.

Prove scritte

Sezione A

La prima prova scritta dell’esame di stato in psicologia riguarda i seguenti argomenti: aspetti teorici e applicativi avanzati della psicologia; progettazione di interventi complessi su casi individuali, in ambito sociale o di grandi organizzazioni, con riferimento alle problematiche della valutazione e dello sviluppo delle potenzialità personali.

La seconda prova scritta verte invece sulla progettazione di interventi complessi con riferimento alle problematiche della valutazione dello sviluppo delle potenzialità dei gruppi, sulla prevenzione del disagio psicologico, sull’assistenza e sul sostegno psicologico, sulla riabilitazione e la promozione della salute psicologica.

La terza prova scritta ha, infine, un carattere applicativo, concernente la discussione di un caso relativo ad un progetto di intervento su individui ovvero in strutture complesse.

Sezione B

La prima prova scritta dell’esame di stato in psicologia per la sezione B verte sulla conoscenza di base delle discipline psicologiche e dei metodi di indagine e di intervento.

La seconda prova scritta riguarda discipline e metodi caratterizzanti il settore.

La prova pratica, infine, sarà incentrata sulla definizione e articolazione di uno specifico intervento professionale all’interno di un progetto proposto dalla commissione.

Prova orale

Per entrambe le sezioni la prova orale dell’esame di stato in psicologia consiste nella discussione sugli argomenti della prova scritta e su questioni teorico-pratiche relative all’attività svolta durante il tirocinio professionale, nonché su aspetti di legislazione e deontologia professionale.

FacebookTwitterEmailWhatsAppLinkedInTelegram
guest
12 Commenti
Vecchi
Nuovi Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Gio
Gio
14 anni fa

eh… andatelo a spiegare anche alla commissione d’esame di roma..!

fabrizio
fabrizio
14 anni fa

Sono un laureato Magistrale in Psicologia NUOVO ORDINAMENTO.

Ho fatto il tirocinio 3 mesi durante la laurea triennale, il tirocinio di 3 mesi durante la laurea specialistica.

Sto iniziando un tirocinio SEMESTRALE POST LAUREAM.

Al termine del tirocinio semestrale posso sostenere l’esame di stato per l’elenco A degli psicologi ?

Grazie e resto in attesa.
FT

DL
DL
14 anni fa

per il vecchio ordinamento quante prove sono, ancora 2 più l’orale o è stata inserita anche la prova del progetto?

EM
EM
14 anni fa

Le prove per il V.O. restano 2+orale oppure c’è da fare il progetto? Ma poi il progetto in cosa consisterebbe?

FRANCESCA LEOBRUNI
FRANCESCA LEOBRUNI
14 anni fa

Salve, vorrei capire qual è la funzione, le competenze e le attività dello psicoogo junior

delucidatemi questa figura

attendo una mail.

elisa
elisa
14 anni fa

le prove a roma, per il vecchio ordinemaneto sono rimaste 3….
e sarà così per tutto il 2010!

dopo 1 anno di tirocinio si può fare l’eds sez A!

Fabio
14 anni fa

Salve a tutti,

Mi stavo domandando, dal momento che una persona ha superato con successo l’esame di stato da psicologo junior,se questa decide di acquisire una laurea specialistica è necessario ripetere l’esame per intero oppure integrarlo con la parte mancante per la SEZ. A?

daniela r
daniela r
14 anni fa

gentilmente qualcuno potrebbe chiarirmi gli sbocchi professionali di un laureato in psicologia classe 34 (triennale) con abilitazione B (PSICOLOGO JUNIOR) cosa può o non può fare rispetto ad uno con abilitazione A?grazie

alice
alice
13 anni fa

ciao mi chiamo alice
devo dare l’esame di stato di psicologia a torino: sapete consigliarmi qualche libro???? aiutooooo

MERY
MERY
13 anni fa

devo fare l’EDS a Firenze – albo B / psicologo junior
aiutoooooooooooooooo ………

Stella
12 anni fa

L’articolo è una panoramica sintetica e abbastanza burocratica dell’Esame di Stato, che riprende le espressioni del documento ministeriale, anche se sicuramente è utile come introduzione a chi ancora non ha informazioni. Ci sono però delle imprevisioni. La dicitura psicologo junior, non si utilizza più, inoltre anche per l’albo B sono previsti 3 scritti e un’orale.

Veronika
Veronika
5 anni fa

Buonasera, potrei in caso iniziare a fare le prove scritte mentre sto facendo il tirocinio, e appunto finito il tirocinio fare la prova orale ? O devo per forza aver finito il tirocinio per iniziare l’esame di stato? Grazie a chi mi aiuterà