Home Lavoro Esami di abilitazione L’Ordine Nazionale e l’esame di stato per diventare assistente sociale

L’Ordine Nazionale e l’esame di stato per diventare assistente sociale

La professione di assistente sociale è regolata dalla legge 23 marzo 1993, n. 84, la quale ha istituito l’Ordine degli Assistenti sociali, e con esso ha stabilito anche l’obbligo dell’iscrizione all’albo professionale per tutti coloro che vogliono esercitare, sia per lavorare in forma autonoma come lavoratori dipendenti.

Le condizioni di accesso e l’esame di stato per diventare assistente sociale sono dunque passi fondamentali da iniziare subito dopo la formazione universitaria.

La legge ha stabilito che l’accesso a tale albo è condizionato dal superamento di un esame di stato per diventare assistente sociale, regolato a sua volta dal decreto ministeriale n. 155 successivo datato al 2008, e aggiornato con la riforma universitaria nel 2001, come riportato dalla normativa presente sul sito dell’Ordine Nazionale.

L’esame è articolato sulla base del titolo di laurea che si possiede, e differisce, rispettivamente:

  • Per il Vecchio Ordinamento
  • Per il Nuovo Ordinamento, ovvero coloro che potranno iscriversi alla Sezione B dell’Albo come specificato nel percorso formativo per diventare assistente sociale
  • Per il Nuovo Ordinamento ma limitatamente a coloro in possesso di laurea specialistica che verranno quindi iscritti alla Sezione A

L’esame di stato in genere viene svolto nelle Università, ma la gestione è affidata a una Commissione di nomina ministeriale di commissari selezionati nell’Ordine regionale competente, dunque l’abilitazione alla professione spetta in modo diretto alla comunità professionale e non all’istituzione universitaria.

Le competenze richieste per affrontare con successo l’esame di stato per diventare assistente sociale sono illustrate in modo dettagliato nel D.P.R. 328/2001 all’articolo 21 che riporta la declinazione dei requisiti sulla base del profilo del candidato. Per il profilo specialistico vengono richieste abilità in ruoli direttivi e gestionali, per elaborare e dirigere programmi nel campo delle politiche e dei servizi sociali, valutare la qualità degli interventi messi in campo, portare avanti progetti di ricerca e pianificare attività didattico-formative.

Le  competenze dell’assistente sociale invece, non in possesso di specializzazione riguardano invece tutte quelle attività mirate al sostegno e il recupero di persone, famiglie, gruppi e comunità in situazioni di bisogno e di disagio, il coordinamento di interventi specifici nel campo delle politiche e dei servizi sociali, le attività didattico formativa connessa al servizio sociale e le attività di raccolta  di dati sociali finalizzati a programmi di ricerca.

5 Commenti

  1. ECCO DI SEGUITO LA TABELLA DELLE EQUIPOLLENZE RICONOSCIUTE E SANCITE DAL MINISTERO,
    “EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI”
    “Ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi:
    · nei bandi che fanno riferimento all’ordinamento previgente al DM 509/99, ai relativi diplomi (colonna 1) sono equiparati tutti i diplomi delle corrispondenti classi DM 509/99 (colonna 3) e DM 270/04 (colonna 4);
    · nei bandi che fanno riferimento all’ordinamento DM 509/99, ai relativi diplomi (colonna 3) sono equiparati il corrispondente diploma dell’ordinamento previgente al DM 509/99 (colonna 1) e il/i diplomi delle corrispondenti classi DM 270/04, disposte nella casella adiacente della colonna 4;
    · nei bandi che fanno riferimento all’ordinamento DM 270/04, ai relativi diplomi (colonna 4) sono equiparati il corrispondente diploma dell’ordinamento previgente al DM 509/99 (colonna 1) e il/i diplomi delle corrispondenti classi DM 509/99, disposte nella casella adiacente della colonna 3;
    · nei bandi che fanno riferimento all’ordinamento DM 509/99 o all’ordinamento DM 270/04 sono equiparati tra loro i diplomi relativi alle classi contenute nella stessa casella.
    Colonna 1 Colonna 2 Colonna 3 Colonna 4
    Scienze politiche/ Tabella IV regio decreto/57/S Programmazione e Gestione/LM-87 Serv soc e pol soc
    30.9.1938 n.1652 delle politiche e dei servizi sociali
    come modificata
    dal DM 4.11.1995 60/S Relazioni internazionali / LM-52 Relazioni internli
    in G.U. n. 13 del”
    CIO POSTO, POSSO, CONSIDERATA LA MIA LAUREA VECCHIO ORDINAMENTO IN SCIENZE POLITICHE AD INDIRIZZO SOCIALE, ISCRIVERMI PER SOSTENERE GLI ESAMI DI STATO ABILITANTI ALLA PROFESSIONE DI ASSISTENTE SOCIALE ?

  2. Salve io essendo specializzato in lm 85 scienze pedagogiche lo posso fare ugluamente l’esame di stato per diventare assistente sociale ?

  3. vorrei sapere se potrei partecipare alla selezione per istruttore direttivo amministrativo avendo conseguito la laurea magistrale in programmazione dei servizi sociali ma non avendo dato l’esame di stato per l’abilitazione professionale come assistente sociale cat.A.Grazie

  4. Sono laureato col vecchio ordinamento, in scienze politiche ad indirizzo sociologico .
    Vorrei sapere se posso fare l esame di stato per diventare assistente sociale. Grazie

  5. Salve,
    vorrei capire una cosa che per me e’ fondamente. Se si e’ in possesso di una laurea triennale dm270 in altri ambiti (nel mio caso lingue,quindi lettere e filosofia) ma specialistica in “gestione e organizzazione dei servizi sociali e no-profit” ovvero LM87 , e’ possibile sostere l’esame e diventare quindi assisenti sociali? Grazie mille.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento qui
Inserisci il tuo nome qui