Home Lavoro Abilitazione all'estero Per diventare dentista si va in Romania

Per diventare dentista si va in Romania

Per diventare dentista si migra nelle università della Romania, come è stato per il caso di alcuni studenti della provincia di Rimini. Il fenomeno è causato dal numero chiuso delle facoltà di odontoiatria italiane. Gli studenti infatti pur di raggiungere la laurea per diventare dentisti, sono pronti ad espatriare fino in Romania dove l’accesso è più facile.

Il caso in questione riguarda una decina di studenti che attualmente stanno frequentando i corsi di laurea in Romania, non avendo ottenuto l’accesso in Italia alle facoltà che sono a numero chiuso. Il ripiego dunque è stato nell’università statale di Timisoara, e di Arad che invece è privata.

Nel caso dell’Università di Timisoara, anche qui è previsto il numero chiuso, ma comunque esiste una quota di iscrizioni riservate agli stranieri.

 

Per quanto riguarda i costi delle università rumene, di sicuro non sono più economiche di quelle italiane. Gli studenti possono frequentare l’università pubblica, a fronte di circa 1000 euro di tasse all’anno, mentre per l’università privata non esistono differenze sostanziali di costi con quelle italiane.

Secondo il professore Giorgio Cantelli Forti, presidente del polo universitario riminese, il flusso migratorio è dovuto principalmente al forte contrasto tra domanda ed offerta: a fronte di una cinquantina di posti, le domande degli aspiranti dentisti sono circa 600. Per questo l’ingresso è molto difficile. Inoltre, in Italia il “business” del dentista è ancora molto appetibile, tanto che a volte si vuole diventare dentista a tutti i costi.

Un altro punto importante riguarda l’abilitazione alla professione. Una volta conseguita la laurea infatti, ciò che conterà davvero per poter svolgere la professione di dentista, sarà l’abilitazione. Oggi che la Romania è nella Comunità Europea, chi si è laureato in Romania e poi ha superato l’esame di stato ed è abilitato alla professione, potrà farlo in tutta Europa perché l’abilitazione è riconosciuta e vige la libera circolazione.

748 Commenti

  1. Volendo rientrare in Italia sto valutando se sia meglio partire da zero con studio di Dentista o se sia meglio subentrare ad uno studio avviato con più di un centinaio di clienti. Avete qualche informazione. Cosa chiedono in Italia per paziente acquisito e per anno di attività nel processo di subentrare?
    grazie
    Mit freundliche gruessen
    Franklin

  2. ma quando mai….. su internet è pieno di associazioni che si occupano di iscrivere nelle università europee sia in Romania, che Bulgaria (Sofia), che Ungheria, Spagna e adesso è possibile andare anche in Lettonia. le università sono talmente tante che non ci sono problemi. Finitela di dare queste false informazioni e non siate invidiosi.

  3. Finalmente hanno messo uno stop a queste fabbriche di lauree. ..a Craiova, Timisoara, Iasi,Arad, Tergu Mures …ormai è diventato difficile entrare. .I posti non superano i 15 posti per i comunitari. .era ora…I rumeni preferiscono arabi, francesi, ed israeliani ormai…erano rare li è come un terno al lotto…

  4. Ad Arad ne hanno iscritti 18 italiani..e Timisoara pochi di più. .aahhaah è finita la pacchia….vai iii ii Romania.. avere finito l’ Americaaaaa

  5. Per nurseforfaith: complimenti per il tuo italiano (ottimo senza ironia), non metto in dubbio che in Romania si studi (per la cronaca sono un visitatore casuale appena arrivato qui), però il fatto che tu scriva che hai una laurea in giurisprudenza rumena e che adesso ti sei laureata in infermieristica in Italia mi fa pensare che forse in Romania si studia ma non come in Italia, perché qui, ti assicuro, gente che ha due lauree e addirittura di tipo così diverso ce n’è poca, sono mosche bianche. Questo perché in Italia un corso di laurea dura moltissimo, l’età media dei laureati magistrali è circa 27 (secondo articoli che ho letto ultimamente) e quasi nessuno può iniziare un secondo percorso qui. Quindi le cose sono due: o sei una studentessa eccezionale (non lo escludo) o hai fatto giurisprudenza in Romania più facilitata rispetto a come si fa in Italia… o tutte e due. In ogni caso non vedrai italiani laureati in giurisprudenza e in infermieristica: la nostra università e il mondo del lavoro praticamente non ce lo permette.

  6. Ciao A tutti, io il 29 di settembre devo partire per Craiova. Il 30 ho il test di ingresso. Qualcuno di voi ci studia di già? Sa dirmi come si trova?
    Grazie

  7. le tasse sarano pure aumentate ma non sarano mai al livelo del Italia! e quella che dice che costa 80.000 euro non sa cosa parla. Gli affiti sono basi e parlo di 200, 300 euro al mese gia 300 per un locale grande

  8. Non si muove un pelo senza pagare…hanno aumentato i taxi..i i telefoni..le tasse universitarie…le tasse delle sessioni degli esami..veramente dei la ladri..sbruffoni..sporchi…isterici…che razza..! Non commento altrimenti mi bloccano..ma penso sia il peggior posto dove possa andare un ragazzo..comunque hanno finito…veramente adesso che finiscono gli anni numerosi degli italiani…vedrete che crisi…da anni in cui ne sono 180 a odontoiatria passeranno a 15… ma capite che botta….? Quanti soldi non girano piu`..? Cari tutor…taxi…ristoranti..professori…notai…ricariche telefoniche..affitti..sigarette…ehhh e` finita l`America…tornate a fare i ciolan de porc…cari amici di Arad….vi siete divertiti…? Avete riempito il portafogli…ora tenevetelo stretto che non si riempie piu`..Vam pupatttt…

  9. GiukiO hai ragione..sono mercenari..ma la pacchia sta per finire..ne isvrivono pochi ormai..anche ad Arad,Timis…adesso che terminano gli ultimi battaglioni…vedi che risate..ritornano a mangiare ciorbe…aahhhaahh speriamo presto….altri 3 anni..spremete bene adesso glu studenti italiani cari professori illusi di Arad..con le vostre macchinone..i vostri telefoni da 700 euro e le vostre foto in paesi esotici…che fra qualche anno andate solo allo strand a mangiare i mici….va pup….

  10. durante la mia esperienza universitaria in romania nessuna persona ha mantenuto i propri impegni assunti nei miei confronti e parlo di studio legale ,agenzia che trovasi vicino università odontoiatria la quale ancora si nega al telefono senza motivi dopo non avere assolto ai propri impegni ecc…..nonostante tutto questo io non porto rancore con nessuno .dico solo che gli impegni assunti e pagati profumatamente dovrebbero essere soddisfatti .IN ROMANIA VOGLIONO I SOLDI FACILI SENZA LAVORARE questo purtroppo è la mia conclusione da laureto italiano

  11. mi spiace contraddirti GIUKIO ma credo che tu sia stato sfortunato e sei incappato in qualcuno che ha speculato molto su questo fenomeno ma ti assicuro che ci sono tanti rumeni e tanti italiani che riescono ad indirizzarti e consigliarti al meglio su come affrontare il discorso …………anche se ce da dire che oggi giorno nessuno fa niente x niente

  12. un consiglio ai nuovi studenti italiani, per mia esperienza avuta in ARAD diffidate dalle agevolazioni che vi proporranno per qualsiasi motivo perché non saranno mantenute .tutto quello che fanno i rumeni sono solo a fine di lucro non per aiutarvi.

  13. Oppure in generale, se poteste darmi informazioni su iscrizioni e contatti ve ne sarei molto grato.

  14. Salve a tutti. Anche io sarei interessato a studiare odontoiatria in romania, ma non so assolutamente quali siano i canali e i mezzi per iscriversi. Qualcuno potrebbe dirmi cosa va fatto e come ci si iscrive? Grazie.

  15. @ALUA88: ciao, a che università sei iscritto? Potresti darmi alcune informazioni su come ci si può iscrivere ad Odontoiatria in Romania?
    Grazie mille!

  16. Spero tanto che sia fatta Giustizia anche per i laureati in medicina stomatologica , abilitati a esercitare la professione di dentista in Romania e visto che hanno conseguito il titolo seguendo lo stesso programma di studi dei laureati con il titolo di medic dentist .Spero tanto che la revisione della dir. 2005 36 valuti bene tale formazione anche sui crediti formativi ECTS (360) conseguiti per conseguire tale laurea.

  17. salve a tutti!io frequento il V anno di odontoiatria in romania..devo dire che mi trovo molto bene,e vi assicuro che una volta tornati in italia si puo praticare senza avere nessun problema,la romania e’ entrata a far parte nell’unione europea….detto questo detto tutto!devo dire che all’inizio pensavo di non frequentare,pero’non avendo la frequenza e quindi le presenze non sono stato ammesso quasi a tutti gli esami,ora che sono al V anno frequento e torno in italia solo per le feste.c’e’ nmolta pratica sia in medicina che in odontoiatria con i cadaveri e pazienti veri e propri.prima di fare l’esame vero e proprio bisogna eseguire prima due esami di ammissione all’esame.e’ una bella citta’ i romeni sono uguali a gli italiani hanno usanze anche tipiche italiane.i rom che vedete in tv.non sono i romeni veri.ma sono i zingari romeni.per quanto riguarda la lingua e’ obbligatorio saperla altrimenti niente esami!!!!gli esami si svolgono solo in limba romena!non e’ difficile da imparare dopo i 4 mesi che vivi e studi la impari!viva la romania altrimenti io non sarei mai entrato in odontoiatria in italia perche’ lo sappiamo tutti si enta solo con soldi e raccomandazioni grosse!

  18. ciao,io sono iscritta alla facoltà di igiene dentale,sono al secondo anno e ho intenzione i terminare questo corso di studi.
    vorrei sapere se esiste un’università dove riconoscano la mia laurea triennale e possa così essere integrata in quella di odontoiatria.
    a me sembra troppo bello per essere vero. chiedo perchè ho sentito che in portogallo si possono aggiungere tre anni a quelli di igiene e si ha la laurea in odontoiatria. esiste davvero questa possibilità?se si in quali paesi europei?

  19. ho 39 anni e ho deciso di rimettermi in gioco sono sposato con figli e mia moglie è rumena, abbiamo deciso di trasferirci in romania, io sono odontotecnico lavoro da 23 anni e titolare di laboratorio da 13,voglio iscrivermi a odontoiatria ,voglio studiare e non cercare scorciatoie, non so nenanche se tornerò in italia che mi va un po stretta visto che non mi da diritto neanche allo studio, vorrei sapere,
    1)il corso di lingua rumena si tiene contemporaneamente alle lezioni o prima devo dare l’esame di lingua e poi iscrivermi e sostenere l’esame di ammissione? non mi interessa una precisa università, per me un posto vale l’altro, a Timisoara quanto si spende di tasse?dove è più facile entrare? il titolo di studio e l’esperienza hanno valore in termini di esami ?mi verranno riconosciuti?ringrazio chi potra’ darmi informazioni utili

  20. Tra pochi giorni conseguirò , grazie all’aiuto e supporto dell’ associazioneinteruniversitaria , che mi ha seguito passo passo nel percorso duro e profiquo ,laurea in Odontoiatria .
    Penso che tutti dovrebbero essere fieri del proprio lavoro , se svolto con coscienza disciplina capacità , e con l’aiuto di Atenei di qualità .
    Auguri a tutti voi

  21. Noi siamo italiani e siamo del settore, lavoriamo in Polonia ma collaboriamo da anni con Croazia, Ungheria, Slovenia e anche appunto Romania.

    Secondo noi sono davvero troppe le iscrizioni a questa facolta’ , ogni settimana anche noi come tutti veniamo contattati da giovani dentisti che sono disposti a muoversi ovunque per poter lavorare. E’ lodevole ma la maggior parte si ritrovera’ deluso a vedere che in Italia ci sono sempre piu dentisti e i pazienti son sempre meno visto che oramai una bella fetta va anche all’estero , da noi ma anche in altri centri specializzati in Romania pure.

    Se interessa l’argomento e volete approfondire il fenomeno potete dare una occhiata qui http ://il-dentista-estero.com

  22. ….P.S…parlavo della corruzione in generale…personalmente da laureata ad arad considero che le univ di arad offrono un’adeguata preparazione ai studenti e lauree per merito..non ho motivi di considerare diversamente anzi io ne testimonio con la mia laurea sudata e meritata e posso dire che anche i altri studenti erano preparati..se abitassi ancora in Romania rifarei la stessa scelta magari cambierei il corso ma come ateneo io mi sono trovata bene,i docenti sono preparati..poi ad arad non si vive male…buona fortuna..

  23. ciao..
    vorrei rispondere a chi parla dei rumeni o di chi studia in Romania e che ci considerano poco preparati.sono rumena di arad.sono in italia da 10 anni.ho la laurea in giurisprudenza conseguita presso l’univ di Arad.non m’interessa più ormai la mia laurea in giurisprudenza visto anche come stanno le cose..so solo che mi ha dato molto..da poco mi sono laureata in infermieristica al univ di Verona con 102/110.ho fatto l’esame di ingresso a verona superando il test al primo colpo ,con ben più di 500 candidati su 220 posti (lo so che non è tanto e si può fare visto i dati del corso in medicina e odontoiatria).sono entrata tra i ultimi dopo 15 anni di pausa da quando ho finito il liceo (al corso di giurisprudenza non si studia ovviamente fisica,biologia,matematica e chimica).ho superato il test d’ingresso con un minimo ripasso di 1 mese prima del esame (4 materie!!!)..si, lo so direte che è una laurea breve in infermieristica con test a quiz ma cmq erano 500 e più di aspiranti infermieri giovani e freschi ragazzi italiani (che hanno provato anche in medicina o forse anche più volte) e alcuni stranieri.il corso di studi devo dire che mi ha deluso per la scarsità del livello di preparazione richiesto,pensavo diverso visto che la Romania è considerata il terzo mondo.cmq sta in ogni studente a migliorarsi e a studiare più del richiesto indipendentemente dal ateneo di studio o del paese..ho visto studenti che si sono laureati con scarse conoscenze..io e un altra rumena ci siamo laureate tra i primi del mio corso.in 3 anni ho superato sempre gli esami e con voti sempre alti,mai avuto debiti.questo corso mi è sembrato quasi una passeggiata al confronto di quanto mi si chiedeva complessivamente nei miei anni di studio in Romania..non voglio fare l’intelligente di turno.so solo che ANCHE IN ROMANIA SI STUDIA!!!..guardiamoci le statistiche dei migliori studenti tra i paesi..con questo non dico di certo che la Romania è tra i primi o che in Italia non si studia, sicuramente dipende dal percorso di studio e dal università scelta ma soprattutto dalla volontà del studente..la corruzione purtroppo c’è anche in Romania (compresa nel univ di arad) come anche in Italia per chi vuole fare il furbo e ha soldi..ma di sicuro ci sono anche studenti onesti (italiani o rumeni o altro) che vogliono studiare..il problema è non generalizzare come con tutte le cose..magari ne rimani sorpreso..e poi finche guardate dal alto non avrete mai un ampia visione delle cose..io se fossi italiana (e ormai lo sono) non andrei a studiare in Romania proprio per gli aspetti da voi dibattuti e per le incertezze,ma valuterei altri corsi dove è più facile l’accesso ma resterei in Italia o cmq in paesi più affidabili..e sapete perché secondo me la fanno cosi dura? uno dei ragionevoli motivi probabilmente è che se accettano la laurea fatta in Romania a voi, la devono accettare anche a noi rumeni..a vedere poi quanti rumeni come me laureati la arrivano a lavorare qua..secondo me è giusto cosi si lavora dove si ha studiato o cmq si deve fare dei esami integrativi come loro propongono se hai studiato in paesi dove non sono all’avanguardia..cmq sia ce sempre differenza in meglio o in peggio,differenze anche sistematiche ed organizzative..lo so che cosi vi si spezzano i sogni ma aimè quanti non rinunciano.e poi magari ne scopri che la nuova prospettiva ti possa piacere veramente..saluti e buona fortuna..

  24. buongiornoooooo……ma dove sn finiti tutti quei bravi professionisti bravi a starnazzareeeeeeee?

  25. ma che dici Anna io sono igienista ed adesso faccio il postino perche’ non c’e’ lavoro a Verona come igienista…anzi nemmeno come dentista…..

  26. Vi riporto l’esperienza di un amico: forse vi farà aprire gli occhi in questo difficile momento.

    “In realtà la situazione è che abbiamo dovuto chiudere un bellissimo studio con annesso laboratorio e dipendenti qualche anno fa dopo ben ventisette anni di lavoro per l’immensa irrisolvibile crisi economica generale iniziata latentemente con l’avvento dell’euro (la gente non poteva più pagare le prestazioni) e la crisi molto specifica del nostro settore odontoiatrico (crisi per la cosi detta sindrome della poltrona vuota cioè del riunito profumatamente pagato che rimane inutilizzato per l’enorme concorrenza dei tantissimi studi esistenti nonchè quelli delle mutue.In Italia ad oggi sono in via di chiusura il 30% degli studi privati).C’è però da dire che per fortuna la patologia dentale è dimunuita rispetto ad una decina d’anni fa. Non si fanno più già da tempo le dentiere rimovibili (preminentemente nelle grandi città) ne ci sono più edentulismi senza senso come c’erano anni fa.C’è purtroppo adesso una grande profusione dell’implantogia (innesto nelle zone senza denti di viti in titanio dall’esperienza maturata presa come esempio dalla traumatologia-ortopedia medica) che purtroppo è diventato in un vero business sostenuto anche da interessi commerciali a scapito delle cure.”Tolgo il dente che non riesco o non so curare e metto al suo posto una vite”. E’ migliorata in pochi anni la patologia dentale e da un punto di vista epidemiologico c’è da dire che in futuro sarà preminentemente prevenzione profilassi igienistica dentale. Se ti piace fare il medico nel campo dentale questa patologia è in via di risoluzione, cosa che ancora non è cosi per tutte le altre branche della medicina.”

  27. Ragazzi,lasciate stare questo Dentistthebest e per favore non mi censurate…..questo sito e’ nato come odontoiatria Romania…adesso questo dentist the best che cerca contatti per iscrivere in Albania…dove tanto per fare un nome noto si e’ “laureato” il figlio di Bossi …Spero non sia un certo Salvade’ che mi ha chiesto 11000 euro per iscrivermi all’universita’ Vest Vasile Goldis di Arad….non mi ha iscritto…ed e’ sparito con i miei soldi….non date retta a questi tipi che tra l’altro vi promettono tutoraggio ed informazioni vogliono dei soldi e speso e volentieri non fanno il loro dovere prendono i soldi e spariscono…io purtroppo sono stato raggirato ad Arad in Romania..ma ci sono casi simili a Timisoara…Debrecen in Ungheria ed adesso si sono spostati in Albania…state attenti… non date soldi……Io non ho alcun interesse….voglio solo aprirvi gli occhi..capisco che la disperazione del numero chiuso…poi ci sono i siti che parlano di Romania..Spagna..Albania..Bulgaria..Ungheria…sembra semplice…ma vi giuro che ci sono tante persone poco raccomandabili che prendono i soldi e non fanno quello che promettono…e non sono solo meridionali..(Napoletani e calabresi in maggioranza…) Ma questo Salvade’ e’ della provincia di Parma….. quindi state attenti….Io sono stato fregato 2 volte…prima ad Arad in Romania e poi in Albania…il posto piu’ sicuro ma anche molto molto caro e’ la Spagna….ora per fortuna studio odontoiatria a Tor Vergata…ma che fatica entrare pero’…..

  28. Ciao Alberto,io ti posso dare tutte le informazioni a te necessarie in merito all’Università Kristal per la Laurea in Stomatologia.
    A rileggerti

  29. Certo Salvade’ vengo subito cosi’ mi freghi 40000 euro pure a Tirana oltre agli 11000 che mi hai “rubato ” ad Arad e poi sei sparito…!

  30. Vi posso segnalare L’Università Nostra Signora del Buon Consiglio in Tirana (Albania),in quanto ha accordi bilaterali riconosciuti con Atenei Italiani….e costa sicuramente meno come retta annua.
    Contattatemi per maggiori informazioni.
    Ciao

  31. per PIERO FAVARIN ….(Giuseppe) e nn solo
    Non è culpa tua che pensi cosi di noi rumeni! Io da un anno studio in Italia e nn vivendo prima qui,non mi aspetavo che la gente italiana pensasse cosi di rumeni…Ma tu essendo un ragazzo intelligente e tutti gli altri italiani che davvero ho visto che studiate tanto se siete studenti universitari (almeno i miei colleghi italiani sono bravissimi) non dovete credere tutto cio che vi dice le persone che non sono in grado di parlare di alcuni soggetti (magari la persona che ha lavorato per te in edilizia non ha una laurea in Romania).Non capisco perchè hai messo le parole ”alcuni” poi anche ”amici”…sono o non sono i tuoi amici ? Secondo me in Italia sono più romm che in Romania solo che sono italianizzati(solo per dirlo). Se una persona e meno ricca non significa che è romm (che anche tanti rumeni pensano ancora cosi).Poi il mio parere ,in conoscenza di causa essendo studente di magistrale qui posso dirti che in Romania e più difficile l’Università, più esami in Romania,più materiale da studiare e voti alti più difficile da prendere ( da quello che io ho fatto ed ho provato).Magari con i stranieri che studiano in Romania ,i professori non sono cosi pignoli ! Se parli di corruzione ..questa è dappertutto e in tutto il mondo, e tutti settori! Uk non è in zona euro.,questa cosa non è un vincolo…poi in questi momenti è meglio di non entrare.Tutte le lauree sono valide in tutta l’Europa se prese in Europa(e non solo) e se le ‘università sono accreditate in quel paese,quindi state tranquilli e studiate dove volete . Mi raccomando si chiama ”Lacrima lui Ovidiu” Ovidiu è un sostantivo proprio!!! ;)-un consiglio per gli studenti italiani che studiano in ROMANIA …provate a mangiare ”Mititei” con senape che a me manca un po e ad miei amici italiani che sono stati in Ro gli sono piaciuti!

  32. ma al wine italy non ci sono i vini passiti?
    per me la lacrima di ovidio in versione più invecchiata (ci sono 2 etichette diverse) è infatti un pregevole passito. non si sposa con la carne ma con i dolci, sig. favarin. provi a berlo con un buon dessert la prossima volta,vedrà che lo troverà di suo gusto.
    a proposito, questo vino si chiama così perchè il sommo poeta ovidio fu esiliato , accusato di adulterio con giulia, nipote di augusto ,nell’ isola di tomi (cioè costanza), in romania naturalmente.

  33. Ad Arad bevete il lacrima di Ovidio..? Che schifo..dolce come la Coca-cola…

  34. A Verona si fa il wine Italy…….la fiera europea del vino….direi che ne capisco abbastanza..!

  35. overlandforsmile tra qualche anno opererà in italia visto le bocche che si vedono in giro!!
    se un’ assistente universitario prende in romania 120 euro in italia se ha fortuna ne prende 500!! a tempo determinato naturalmente.
    in tutto il mondo chi diventa assistente universitario in medicina dentale non vive con lo sipendio ma ha un suo studio dove lavora il pomeriggio, il titolo universitario infatti gli serve per aumentare il suo prestigio. oppure sbaglio sig. favarin?
    in romania 100 ron valgono poco, si mangia in 2 al ristorante. è come se dicesse che per un italiano 50 euro sono tantissimi. per alcuni forse si ma per il 90 % no, di certo nessun rumeno pensa che con 100 ron si cambia la vita.

  36. Paolo hai ragione sono al terzo mondo….certo c’e’ l’1% che sfogia macchinoni, vanno in vacanza….si vestono bene…..ma il resto sono da terzo mondo…figurati che un assistente universitaro “medico” guadagna 120 euro…! Ma dai……..che prospettiva di vita puo’ dare ai suoi figli…il loro stato non entra nell’euro ma dice di stare in Europa….figuratevi che i 100 lei (poco piu’) di 20 euro li chiamano un milione di lei….e per loro e’ tantissimo..! Inoltre gli stranieri vanno li e prepotentemente comprano ed usano tutto….(ma tutto tutto..) Inoltre adesso che arrivano gli studenti italiani,francesi,israeliani fanno pure i seri all’universita’….mentre fino a 4-5 anni fa compravano tutto italiani,francesi e rumeni stessi….ora fanno i seri ma sono ridicoli e poi qualche venduto c’e’ sempre solo che non si parla piu’ di 20 euro= ma 200-300 a “favore”… hanno trovato l’America…..Ma sai cosa ti dico Gigi…te la dico alla TOTO’….ma mi faccia il piacere… le favole raccontale ai bambini..!

  37. allora cari colleghi italiani diveritevi un po’. noi di sicuro in romania e spagna svolgiamo un tirocinio pari a 5,000 ore cosi come in tutta europa e precisamente : GERMANIA FRANCIA INGHILTERRA,IRLANDA ECC.
    [18/01/2013] ( Odontoiatria )
    5 anni di formazione con almeno 5 mila ore di lezione per diventare dentisti. Queste le richieste di CED ed ADEE al Palmento europeo in vista della direttiva sul riconoscimento dei titoli professionali

  38. ok ora vedo che si puo’ ragionare tranquillamente
    nessuno ti sta dando del razzista ma forse sei tu che si prevenuto nei confronti dei rumeni da te definiti zingari e ROM e prevenuto nei confronti di chi x ovvie ragioni decide di studiare li ……….quindi è vero che siamo in un paese dove esiste la libertà di opinione ma nn va confusa con lo screditare la gente e classificarla…………spero che sia stao chiaro giuseppe

  39. Sono a Verona….perche’ ..? Conosco bene i vini e molte persone rumene…perche’ il fatto che parlo male delle lauree rumene vi fa pensare che sono razzista….? Non e’ cosi’ io conosco tanti rumeni ed alcuni posso definirli anche ” amici”. Mi hanno fatto degli ottimi lavori nel campo dell’edilizia a casa e sono loro stessi che mi confermano alcune cose scottanti che e’ meglio se non dico…per il resto non vedo perche’ devo mettere il mio cognome dato che voi mettete nomi di fantasia..mi chiamo comunque Giuseppe ecco perche’ scrivo Pipino..!

  40. e dai pipinooooooooooooooooooooooooooooooo dimmelo dove sei chi sei …………oppure hai vergogna di uscire allo scoperto?tanto nn ti mangiamo mica vorrei solo avere il piacere di conoscerti…..tutto qua

  41. Caro Delius buon anno a te e a tutti i presenti in questo forum, non curarti di nessuno e pensa alle cose belle che ci aspettano, raccogliamo energie per il meritato traguardo e tanti sacrifici che abbiamo e stiamo facendo . Ti stimo, ti abbraccio e ci vediamo presto , una bottiglia e’ in fresco!

    Veuve Clicquot .. Ovviamente.:)))

  42. come mi farebbe piacere poterti conoscere di persona sai caro pipino…………di sicuro riusciresti ad italianizzarmi un po’ sai ne ho tanto bisogno……e sicuramente potresti darmi degli input per migliorarmi e delle buone lezioni di vita …..che ne dici di dirmi chi sei e dove ti trovi magari ci si potrebbe incontrare …………

  43. Delius con questa frase della terra sei sceso proprio giu’ giu’ allora non ha senso nemmeno lavarsi,studiare,mangiare…cosa vuol dire saremo polvere….non conta nulla allora…classico ragionamento Rom…forse ti sei un po’ troppo rumenizzato..!

  44. gigi ricambio li auguri affettuosamente e nn solo a te ma anche a tutti i presenti su questo forum che in bene o male cmq siamo tutti umani e alla fine di passaggio su questa terra tirneremo ad essere polvere vuoi che siamo rom vuoi che facciamo parte della casta vuoi che ci laureamo in romania ……………auguri di un felice anno a tutti ……….giggi’ comincia il conto alla rovescia

  45. Si, ma Wikipedia a volta sbaglia….non e’ tutto oro colato quello che si scrive qui…Io ci sono stato per una ditta di materiali dentali a Timisoara,Oradea,Arad, Deva e conosco la realta’ ora non mi parlare di glorioso popolo ROM daiiiiiiiii che lo sai che anche i Romeni ne parlano male che rubano,che sono sporchi,che il maschio cammina avanti alla femmina tipo afganistan…e non mi venire a parlare di popolo ricco e progredito…si ci sara’ un o,ooooooooo1 % che ha rubato tanto ed ha costruito un castello TAMARRISSIMO….vedi Nadlac,Arad,Lipova,Vladimirescu,Oradea…etc etc. ma il resto e’ da vergogna…dai..!

  46. Caro Marco Torelli Buongiorno, Ho venti difetti, ma la presunzione non è fra questi venti. (Klemens von Metternich) invece tu sicuramente di difetti ne avrai 0, ma in presunzione sei il numero 1.
    Tutto quello che ho scritto riguardo alle origini del popolo Rom , non ho fatto altro che riportarlo fedelmente da. Wikipedia , ora se tu ne sai più di loro allora mi inchino.
    Ps norok era un fare simpatico di una scrittura in uso anche con gli attuali sms, quindi un errore voluto..
    Rispondo in ultimo , ma non per ultimo.. Al caro Delius.. Ti voglio bene fratello. Buon anno,
    Il resto e’ solo aria fritta.

  47. e te nn ti vergogni ti far parte di una casta che ostacola il diritto allo studio di un comune ragazzo?……….e ce poco da vergognarsi a cospetto della maggior parte di mantenuti e figli di papà entrati in atenei italiani a botte di raccomandazioni o altro e che cmq alla fine del corso di laurea nn posson far altro che fungere da assistenti al papa’ vista la scarsa preparazione pratica con cui escono a differenza degli atenei stranieri dove alla teoria viene affiancata una grandissima pratica giornaliera con la quale si riesce almeno a vedere e capire dal vivo quali sono le problematiche si si affronteranno quando si comincerà a lavorare ………….ma ai laureati in Italia tutto cio’ nn serve sn bravissimi preparatissimi praticissimi frequentano i migliori salotti tanto alle spalle qualcuno che li para ce sempre ovviamente fatta eccezione per poche mosche bianche che davvero si impegnano

  48. Ma quando andrete ad un convegno o master non vi vergognerete a dire ai vostri “colleghi” odontoiatri che vi siete laureati in Romania…?????????????

  49. Per tutti i ragazzi che sono stati costretti ad emigrare dall’Italia x poter intraprendere il proprio obbiettivo e mi riferisco a chi è andato in Spagna Romania o altrove vi consiglio di evitare di rispondere e fomentare ulteriori polemiche a tutti questi illustri professori che cercano cn le loro illazioni di screditare o demoralizzare………..se provate a dare un’occhiata ai commenti precedenti di qualche mese troverete gente che era certa e sicura che i riconoscimenti nn sarebbero mai avvenuti ora che purtroppo sono stati smentiti cominciano ad appellarsi alla qualità della professione conseguita ,ma a breve anche cio’ sarà smentito ma per ogni evenienza evitiamo di controbbatterli e lasciamoli cuocere nel loro stesso brodo………..grazie e buona continuazione n.b. se fossero stati tanto certi e sicuri dell’incompetenza di chi arriverà in Italia da fuori nel nn saper fare nulla se ne sarebbero fregati evidentemenete gli rode tanto e la paura comincia a fregarli ma fa nulla

  50. A Gigi, meglio che non scrivi più, fai solo danni!
    la parola rom non vuol dire roma, significa in lingua gitana UOMO. non si scrive norok ma noroc, anche il resto è sbagliato.
    Comunque gli italiani si curano all’ estero senza timore. il titolo vale solo qualche anno dopo la laurea, dopo conta solo come si lavora. al paziente interessa che il medico sia bravo e delicato, non dove ha studiato, inoltre se chi studia in romania ha già uno studio o soldi per aprirne uno non penso sia un problema. altro discorso se deve andare a cercare posto in studi terzi dove, a causa di una offerta grassa di neolaureati, il datore di lavoro sceglierà quasi sicuramente uno laureato in italia.
    comunque io personalmente non mi farei curare nè da un neo laureato in romania nè da un neolaureato in italia poichè ci vogliono anni di esperienza per imparare il lavoro.
    craciun fericit

  51. Gigi ti ricordo che gli stessi rumeni parlano male dei Rom senza parlare delle stragi ed i soprusi di Antonescu e Ceacescu….oggi vivono ai margini come gli indiani d’America…inoltre sono forse il popolo piu’ discriminato ed odiato del pianeta…non fare tanto il professore con archeologia ed etnologia che tanto non cambia il giudizio di quei poveracci e la Romania viene spesso discriminata proprio per questo anzi credo solo per quello…….forse i paesini di montagna nostri sono meglio dei paesini vicino Arad e Timisoara dove vanno ancora in giro con i cavalli e le vacche e ci sono le galline per le strade io li conosco ti faccio pure nomi..:Santana,Semlac,Curtici,Vinga,Sagu,Lipova,Vladimirescu…etc.etc…Io i paesini li ho visti in tutta Europa…non solo come te che vai e vieni dalla Romania una volta al mese…per comprarti la laurea..!

  52. Hai ragione Gigi! meglio lo slogan, VI FARESTE CURARE DAGLI ZINGARI?… in effetti avrebbe molto più successo…;)
    Craciun Fericit!;)

  53. E poi ti invito ad avere un grande rispetto per un popolo che non conosci.
    I viaggi aiutano enormemente l’intelletto , e lo liberano da un mucchio di pregiudizi. O. Wilde.
    Evidentemente per parlare dei Rom ,
    Rom (plurale: Roma, in lingua romanes/romani: rrom)[18] è uno dei principali gruppi etnici della popolazione di lingua romanes/romani (anche detta degli “zingari” o dei “gitani”), che è originaria dell’India del Nord.
    Evidentemente non sei mai andato al di fuori del paesino di montagna dove abiti.
    Rispetto mio caro. E umiltà . Ricorda .
    Buon Natale

  54. Caro thedentist ahahahaha ( scusami ma mi fa ridere il nome) noi in Italia non dobbiamo ritornare , perché già ci siamo, nel senso che lavoriamo appena appena da quando tu forse cambiavi appena il pannolino.. , e credimi siamo abbastanza apprezzati, anzi posso dirti il mio caso che mi apprezzano ancora di più per il grande sacrificio che ho fatto. Buon Natale .. Norok prieteni meu.. Sanatate

  55. Nooo ma Delius non voglio che rimaniate li! dovete tornare, voglio vedere le vostre facce! Voglio vedere soprattutto le facce dei pazienti quando sapranno dove avrete preso la “laurea”! Non sai neanche cosa via aspetta al vostro ritorno, cose del tipo, VI FARESTE CURARE DAI ROM?! AHAHAH ricordati ora ridi tu, domani magari rido io;)
    With love Diliucco!

  56. buon natale a tutti.
    andate a confessare i peccati e i pregiudizi che avete nei confronti degli studenti fuori sede.
    auguri di buon lavoro a tutti gli europarlamentari

  57. THEDENTIST nn rodere tanto daiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii mamma quanto ti bruciaaaaaa è tanto rosso che sta prendendo fuoco ahahahahahahahahahahahahahahah sanatatet prieteni norok

  58. Come godo. Buon Natale a tutti .. Buoni e cattivi. Rumeni e italiani,
    Italia si Italia no… Se famo du spaghi!!

  59. http://www.trovanorme.salute.gov.it/renderTrpPdf;jsessionid=HPCa8YjOPpHF85CX8BUJCA__?codleg=44705&anno=2012&parte=1

    Ecco sopra riportato il link del riconoscimento del primo italiano laureatosi ad Arad, dopo di questo ne seguiranno altri, e con questo vorrei contraddire chiunque finora ha affermato che le lauree rumene non sono valide, che avremmo avuto problemi al rientro in Italia, così non stato è non sarà , l’ Ormai andare studiare all’estero e poi ritornare in Italia sarà la normalità nei prossimi anni.
    Il 2013 sarà ufficialmente l’anno in cui la classe medicina italiana avrà finito completamente di fare il brutto e il cattivo tempo, di fare i baroni nelle università , di fare i propri comodi, di essere una CASTA iperprotetta anche dalla politica, di speculare sui prezzi e sulla salute dei poveri pazienti a causa della mancanza della concorrenza, Un’altra buona notizia è che nel 2013 l’Europa adotterà la carta professionale Europea per la mobilità dei medici ed odontoiatri, spostarsi in Europa per lavorare e farsi riconoscere il titolo sarà ulteriormente piu’ semplificato. Siamo entrati in una nuova era , soltanto la classe medica italiana ancora nn se ne accorto, è all’Andi ancora stanno lì a discutere e lottare per trovare un modo che non esiste per bloccare i laureati dall’estero. ridicoli. sceglia per favore. siamo un popolo ridicolo.

  60. Si si si, cari Delius e compagnia bella, io non gioirei troppo se fossi in voi, tornate pure in Italia, siete e sarete la minoranza, e già qui al consiglio dell’ordine iniziano a disprezzarvi! … C’è grande odio nei vostri confronti, ci sono colleghi che tornano dalla romania e non trovano il becco di un paziente perché appena si sparge la voce di dove è stata presa la laurea scappano a gambe levate. Non lo dico io, è la dura verità.

  61. Si lo so Paolo ad Arad i neo-laureati ex bocciati i famosi 12 discepoli…ma vediamo vediamo…

  62. È tra poco per regalo al Santo Natale e al nuovo anno un riconoscimento di laurea in odontoiatria fresco fresco con tanto di decreto del nostro amato ministero.
    Non dico altro altrimenti rovinerei la sorpresa a tanti Pipino..Valeria.. Torelli etc etc etc …
    A tra poco gente ….. Molto poco…. Noapte buna ….

  63. Come al solito offendi ma non vuoi essere offeso…Io non ti bacio (=te pup) comunque…poi il mio cognome Torelli non e’ di una cantina…anzi e’ di un famoso musicista italiano del periodo di Vivaldi se proprio devo farti un po’ di scuola…E poi il cognome conta invece…se proprio vuoi sapere…perche’ e’ indice della tua origine..non so di dove sei tu..che dici a me che scrivo il mio nome e cognome che ho la coda di paglia…comunque il riferimento era che Gli stranieri in Italia da sempre ed in special modo nella razzista Verona non sono visti tanto tanto bene…specialmente marocchini..rumeni ed Albanesi…e che un ipotetico odontoiatra di Bucarest bravo per quanto possa essere deve essere super bravo pe r vincere i dubbi sulla sua origine che di certo non e’ sinonimo di qualita’…

  64. io nn ho nessun tornaconto economico semplicemente condanno questo accanimento contro chi decide di andare fuori xchè impossibilitato dalla casta a poter studiare qui in Italia ….e poi se leggi bene nn faccio tutta un erba un fascio ma dico che lamaggior parte è cosi poi se hai la coda di paglia bruciatela tu e tutti i veronesi come te che solamente perchè caso mai uno ha un cognome tipo quello che hai citato decide di nn andarci………nn credo che si possa precludere una persona o condannarla solo x il suo cognome del resto con i cognomi che vi trovate voi veneti allora che dovremmo fare andare solo nelle cantine ? ve pup butei

  65. Delius i pupici tuoi non mi servono e’ inutile che per qualche tuo tornaconto economico con chi si iscrive in Romania cerchi di deviare il mio discorso…e’ cosi’ ed io non sono figlio di papa’ e non ho paura di confrontarmi con nessuno dei tuoi amici rumeni dato che ho studiato in una delle migliori facolta’ di odontoiatria d’Europa (=MODENA) ….Dicevo solo che dalle mie parti in provincia di Verona nessuno o pochissimi andrebbero da un dentista con il cognome POPESCU o Ardelan o Antonescu e’ la verita’ non e’ un mio punto di vedere….Poi ognuno la pensa come vuole giusto..? Oppure dobbiamo pensare per forza che hai ragione sempre tu…? E poi credimi non mi rode niente….Sono costretto a farmi affiancare da un collega di Bussolengo per quanti pazienti ho…La revedere…uhuhuhaaaahhaaa

  66. E COME GLI RODEEEEEEEEEEEEEEE…………………………HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA AHHHAUAHAUAHSUAHAUAHAUAHAHAHAHA PUPICI PRIETENI

  67. INFATTI IL 90 PER CENTO DI QUELLE ITALIANE SOPRATTUTTO, SONO SEMPLICEMENETE FIGLIE DI RACCOMANDAZIONI ,MAZZETTE,FAVORITISMI ,COSPICUI PAGAMENTI E COSE DEL GENERE………….I PREGIUDIZI CI SONO VERSO CHI IN MALA FEDE CRITICA CONSAPEVOLE DI ESSERE UN ‘INFERIORE E NN ALL’ALTEZZA DI GESTIRE SE STESSO …FIGLI DI PAPA’ CHE SI RITROVANO CON UN TITOLO IN MANO CHE FANNO FATICA A TROVARE DIFFERENZA CON LA CARTA IGIENICA VISTO CHE NN SANNO DA DOVE VIENE,INCOMPETENTI CHE SI RIDUCONO A FARE DA PRESTANOME E A INTESTARSI CENTRI MEDICI E TUTTO QUESTO XCHè? XCHè LA CASTA GESTISCE IL NUMERO CHIUSO………..

  68. I pregiudizi ci sono verso i rumeni e le cose rumene..non prendiamoci in giro sulla patria della corruzione..! Poi i dentisti e le lauree rumene non godono certo del prestigio di quelle italiane,Tedesche o francesi…

  69. non riesco a capire e a comprendere cosa c’e’ di male se un genitore aiuta il figlio dal punto di vista economico.
    riuscite a capire il senso di quello che dite.
    dobbiamo essere orgogliosi di tutti quei giovani come me che con enorme sacrificio andiamo fuori per costruirci un futuro.
    I prof italiani non parlano male di tutti noi che, seriamente affrontiamo con enorme sacrificio gli studi (fatti seriamente) in una terra straniera
    I titoli non riconosciuti in italia sono quelli provenienti da universita’ non accreditate lo volete capire o no.
    Questo accanimento non è giustificato e che ognuno segua la strada che vuole senza pregiudizi il futuro darà ragione ad ognuno di noi.

  70. quello che dice paolo e sicuro al 100% forse sei l unico che hai letto bene la direttiva.
    quindi per tutti quelli che hanno dubbi ,rivolgetevi a paolo
    per quanto riguarda il piano di studio,didattica, pratica, ecc ecc.li non ce il politico, il papa, il suocero che conosce il prof o il dott che possiamo andarci a parlare perche’ era del mio partito ,o era compagno di scuola ,o e in lista nel partito x,qui quando un prof o un rettore o ex rettore o un preside di facolta’ si mette in lista per le votazioni,con quali( favori )ricambiera’ i suoi votanti? e poi se siete informati tutti gli scandali sono in italia vedi : universita di bari,roma torino, addirittura in calabria c era un tipografia che stampava lauree falsi, a catania cera un prof che dava materie in economia in cambio di sesso, e poi non parliamo delle compavendite tipo mercato rionale, il toro che dice cornuto all asino, provate a scrivere lauree false su internet vedete cosa esce. noapte buna

  71. cara valeria fatti un esame di coscienza e poi parli………….nn voglio dire che fai parte della maggioranza ma purtroppo la maggior parte dei giovani laureati sono figli o di raccomandazioni o di somme esose sborsate x passare il numero chiuso …nn a caso ogni anno vengono fuori questo genere di fatti quindi a conti fatti forse espatriare x poter conseguire un titolo forse alla fine nn è tanto male visto che qui nel nostro bel paese nn pensare che nn ci sia corruzione anzi forse ne esiste ,molto ma molto di piu’ ma ristretta solo a chi di soldi da buttare ne ha tanti visto le richieste di cifre esorbitanti………..sono certo che tu nn fai parte di questo genere di persone xro’ cerchiamo di nn sputare sentenze senza sapere che nel marcio gli italiani ci sguazzano ma nn lo vogliono ammettere

  72. Ma io mi chiedo: ze non entrate nel numero chiuso delle facoltà italiane e decidete di aggirare l’ostacolo (ostacolo che si potrebbe affrontare semplicemente studiando) andando all’estero a studiare con gli esami a crocette, laureandovi senza una tesi…perchè non rimanete lì anche ad esercitare poi? Il numero chiuso è in primis meritocratico e serve inoltre ad asicurare un corretto bilanciamento dei professionisti nel nostro Paese. Così come la libera circolazione dei professionisti all’interno dell’.U.E. è mirata a fini più nobili che non quelli di consentire a migliaia di ricchi asini di espatriare e rientrare in Italia con un titolo che qui mai avrebbero avuto (evidentmente poi per lavorare nello studio del papi, perchè chi se lo prende in studio un dentista fake quando ce ne sono tanti di bravi e meritevoli non raccomandati?)
    Vi piace vincere facile? Cosa racconterete ai vostri figli? Ch sborsando migliaia di euro una laurea non si nega a nessuno? Che i limiti si possono oltrepassare con i soldi e con le furbate?
    Ricordate che così sì otterrete l’agognato titolo ma al prezzo della vostra dignità e di quella della nostra professione…

  73. ennesimo riconoscimento approvato di un titolo rumeno,in barba a chi continua in maniera provocatoria e denigrante a dare sentenze sulla validità e qualità dei corsi svolti nn solo in Romania ma all’estero in generale………..avanti ragazzi nn abbiate paura la giustizia darà i suoi frutti e nessuno potrà rinnegare i sacrifici che si affrontano……..

  74. studiare all’ estero costa tantissimo.
    con il nuovo controllo dei redditi saranno sempre in meno a poter emigrare!
    tra le voci di controllo, oltre a palestra e veterinario, hanno inserito questa voce. Inoltre servono numerose operazioni in contanti, che battono di più nell’ occhio.
    pochi penso siano in grado di dimostrare da dove attingono i soldi

  75. X giuseppe arciboldi,
    io sarei interessato a studiare odontoiatria alla Kristal di Tirana, mi sono informato in segreteria e sembra tutto ok..la frequenza è obbligatoria per il 60% delle lezioni e da quello che so il titolo di studio è riconosciuto in Italia, secono accordi bilaterali con alcuni atenei d’Italia…perchè affermi che i titoli di studio vengono letteralmente comprati? Io odontoiatria la vorrei studiare seriamente e se nemmeno l’anno prox non passerò il test, non ho intenzione di perdere ancora un altro anno… ma non vorrei comprare proprio nessuna laurea, perchè me la voglio sudare come giusto che sia….sono appassionato dall’odontoiatria e se veramente funziona come dici penso che non prenderò più in considerazione la proposta di Tirana…potresti spiegarmi bene la situazione, se ne sei a conoscenza? Grazie mille…

  76. Ciao ragazzi ,io sono romena , ho finito L’universita odontoiatria di Craiova 6 anni di studio – universita pubblica ,quindi hai la certezza che la tua laurea e riconosciuta in Romania sia in Italia ,nelle universita di medicina private in Romania puoi correre il rischio che la tua laurea non sara risconosciuta in Romania ,pensate in Italia .Io ho fatto per un anno libera pratica ad un studio privato dopo di che sono partita in Italia e ho fatto richiesta del riconoscimento del titolo di medic stomatolog .Attualmente lavoro presso una struttura autorizzata italiana . Tante belle cose!

  77. se ti piace va bene. il netturbino ,perè, si alza prestissimo.
    comunque non scherzo. in uno studio low cost, dove lavoro, un trattamento orto costa 700 euro all’ anno. il dentista prende il 30% e poi paga le tasse sull’ utile. dividi l’utile per 12- 13 sedute annue per cambio elastici, archi.. e calcola il guadagno mensile a paziente. poi c’è la benzina, autostrada…
    almeno non si sporca le mani , anzi forse no, dipende dal bambino!!
    di buono è che si trova lavoro subito se si sa lavorare e di questi tempi è una cosa buona

  78. Vabbe’ ma per 1000 euro al mese e’ meglio fare il netturbino almeno ho il pomeriggio e la sera libera…..daiiiii…………

  79. quando leggi i commenti dei dentisti che lavorano in italia ti sembrano dei macho man, conoscono tutto, fanno tutto. poi, invece, con umiltà, iscritto anche tu all’albo, ti accorgi che i giovani odontoiatri sono spauriti, senza conoscenze pratiche, con la testa colma di errori pratici insegnati all’ università, acerbi,(pronti solo a frequentare costosi corsi postuniversitari tenuti dagli stessi docenti che avrebbero dovuto insegnarli durante gli anni di università), costretti a lavorare a gratis in ospedale per vedere una bocca vera e non di plastica; in più è una categoria disunita, c’e’ molta competizione e gelosia e soprattutto poca educazione infatti per 30-40 euro cercano di rubarti il lavoro. naturalmente parlo dei neolaureati, anche givani ortodonzisti che guadagnano, pagate le tasse, 5 euro a seduta! con 100 bambini in cura guadagnano 1000 euro al mese di cui la metà va in tasse ed il resto in benzina, mutuo, leasing macchina…
    comunque io sono contento, almeno il lavoro mi piace!!

  80. Ma nessuno parla qui della Kristal a Tirana dove comprano i titoli in odontoiatria senza frequentare…..???

  81. Sade e’ cosi’ e sara’ sempre cosi’……ed e’ giusto….perche’ per quei figli di Papa’ che dici tu hanno lavorato i papa’ per garantire un futuro ai propri cuccioli….e mantenere un certo ceto sudato e difeso con i denti….

  82. il futuro è questo:
    chi ha soldi per studiare in romania o in spagna spesso è figlio di dentisti o almeno dispone di mezzi tali da permettersi uno studio di proprietà .
    gli altri, spesso laureati in italia, provenienti magare da famigli modeste dovranno lavorare al 25 % + tasse in studi di chi magari ha studiato all’estero.
    pertanto non è importante dove si ha preso la laurea ma solo di che disponibilità economica si possiede.
    nei primi anni, infatti, nessuno sa lavorare come si deve, la benzina costa, le banche non danno soldi e chi assume, a causa della crisi, ti offre pochissimo. resiste quindi solo chi ha una famiglia con le spalle grosse. così va il mondo, così è sempre andato.

  83. Salve sono Ciro…frequento il 4° anno di odontoiatria in Romania..per chiunque volesse delle delucidazione mi contatti! Non state ad ascoltare soltanto coloro vogliono sviarvi e sviarci..perchè è successo anche a me!
    Sarete già dottori, sarete figli di odontoiatri, ma non è detto che questa professione è soltanto la vostra…è un nostro sogno e vogliamo realizzarlo e non come dite voi…SQUALLIDAMENTE, ma facendoci un sedere cosi come voi…imparando una lingua estera per sostenere gli esami e facendo 100 volte più pratica di voi, ebbene si, in romania qualsiasi materia ha il suo laboratorio pratico quindi come si suol dire iniziate a “mettere le mani in bocca” gia dal primo anno! Sono al quarto anno e ho gia fatto pulizie…carie..curettaj..devitalizzazioni…estrazioni..anestesie!
    Non siate cattivi..non scrivete solo cose cattive per impaurire le persone perchè la realtà è diversa!

    CIRO
    contattatemi senza problemi

  84. Buonasera, sono capitato casualmente nel forum e ho letto tutti i commenti (o quasi). Volevo semplicemente esprimere la mia opinione. Sono un neodiplomato odontotecnico con la passione per l’odontoiatria da quando avevo sette anni (e lo conferma il mio 100 e lode del diploma). Quest’anno non sono entrato all’università per 7 posti (0.25 putni hanno fatto la differenza) e il timore è che anche l’anno prossimo non riesca ad entrare. La cosa che più mi fa imbestialire, è che gli studenti che quest’anno sono entrati a odontoiatria, per i 3/4 (come è successo alla Sapienza) sono quelli che non sono entrati a medicina perchè lì i posti erano finiti. è da sottolineare che gli stessi studenti avevano messo odontoiatria come ULTIMISSIMA SCELTA tra le 4 possibili (per le 3 sedi di medicina della Sapienza). Chissà quanta voglia avranno questi studenti di studiare odontoiatria!!!! Ed io, che ne sono malato, non entro perchè ho fatto 0.25 punti in meno! Adesso, voglio rivorgermi al quel bravo signore, anzi a tutti quelli che scrivono male sui studenti che vogliono andare a studiare all’estero: è giusto tutto questo?? è giusto studiare con tutte le forze senza avere la certezza di entrare perchè qualche scarto di medicina ti occupa il posto?? Poi però vediamo che al 3°/4° anno di odontoiatria si liberano posti (potete vedere i siti dei vari ateneo per rendervene conto, come la Sapienza), e guardacaso sono proprio quei studenti che al test avevano messo odonto come ultima scelta…e sempre guardacaso abbandonano al 3° o al 4° anno, quando si iniziano le vere materie di indirizzo, dall’endodonzia alla parodontologia!!! Materie per le quali darei l’anima pur di studiarle!!! E se all’estero ho l’opportunità di non perdere troppi anni ci vado, e non perchè voglia fare “il furbetto” o tutte le cazzate che sono state dette a riguardo….Ma semplicemente per passione!!!! Passione vera per quello che voglio studiare (e vorrei precisare che in famiglia non ho nemmeno un parente odontoiatra o odontotecnico). Quindi non fate di tutta l’erba un fascio…è vero ce ne sono di odontotecnici 50enni che vogliono laurea così da non fare abusivamente quello che facevano fino al gg prima. Ma io, come tanti altri neo-odontotecnici che conosco (e anche liceali), abbiamo questo desidero che è quello di studiare odontoiatria, e se serve si va alll’estero…e di sicuro non per i motivi squallidi che sono stati detti in questo forum! Arrivederci!

  85. Gigi Devi fare 6 anni alla fine la tua compensazione prevede che perdi comunque un anno non fare il professore con chi sta gia’ iscritto in un albo in Italia…

  86. paolo ti ringrazio x la solidarietà e da come hai scritto evinco che stai in Romania anche tu………e stanne certo le cose pulite ci renderanno giustizia in bocca al lupo anche a te

  87. Per Delius: Ti stimo e conosco l’impegno e la serietà che metti quotidianamente in quello che fai!
    Il tempo Sara’ galantuomo e riconoscerà tutti i nostri grandi sacrifici. Sinceramente Paolo Longobardi.. Conte di ” VEUVE CLICQUOT”

  88. Il “numero chiuso” ha spinto molti italiani a iscriversi nelle università europee, specialmente spagnole e rumene, per ottenere una laurea con la quale poter esercitare in Italia la professione di medico o di odontoiatra.

    Quanto sono “sicure” queste lauree? Il timore di molti studenti (a mio avviso infondato) è che, una volta tornati in Italia, il Ministero della salute neghi il riconoscimento della laurea conseguita all’estero, vanificando in questo modo i loro sacrifici.

    Chiariamo subito una cosa: il riconoscimento delle lauree in Medicina e in Odontoiatria conseguite in Europa, grazie alla direttiva 2005/37/CE, è automatico. Il Ministero non può negare il loro riconoscimento, nè tantomeno può richiedere esami integrativi (queste integrazioni, chiamate “misure compensative”, invece possono essere richieste se la laurea non è elencata nella direttiva 2005/36/CE).

    La direttiva 2005/36/CE indica espressamente le lauree che beneficiano di questo trattamento. In Spagna sono il “Licenciado en odontologia” e il “Licenciado en Medicina y Cirugía”, mentre in Romania la “licență de medic dentist” e la “licență de doctor medic”. Per ottenere il riconoscimento non è necessario l’iscrizione all’ordine professionale straniero, basta che la laurea in questione sia abilitante (quelle spagnole e rumene lo sono, per sapere se lo sono quelle degli altri Paesi bisogna consultare la direttiva 2005/36/CE e vedere se nelle tabelle, accanto al titolo di studio, è menzionato un “Certificato che accompagna il titolo di formazione”, in caso negativo la laurea è abilitante). Nel caso in cui la luarea non lo sia, comunque, non è un problema: il cittadino può abilitarsi nel paese Europeo e poi chuidere il riconoscimento in Italia (o chiedere il riconoscimento in Italia, ma con l’obbligo di sottoporsi a una prova di idoneità).

    Ecco la direttiva 2005/36/CE (aggiornata all’adesione della Romania):

    http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=CONSLEG:2005L0036:20090427:it:PDF

    pagg. 113-116 per odontoiatria
    pagg. 79-81 per medicina

    Il laureato in Spagna e in Romania, dunque, dovrà inviare un’istanza al Ministero della salute corredata da alcuni documenti, seguendo le istruzioni indicate in questo sito:

    http://www.salute.gov.it/professioniSanitarie/paginaInterna.jsp?id=92&menu=strumentieservizi

    Centinaia di studenti italiani hanno già beneficiato del riconoscimento, con tempi di attesa in alcuni casi inferiori ai tre mesi, come accaduto a questo studente di odontoiatria laureatosi all’università spagnola “Alfonso X El Sabio” (www.guritel.it/icons/guffimg/ARTI/2011/07/25/2011072511A0969300010420081.pdf).

    Tuttavia mi è stato riferito che alcuni italiani laureati in Romania non sarebbero riusciti a ottenere l’attestazione in Italia. Se ciò è accaduto, le possibilità sono due: o il richiedente non ha fornito tutta la documentazione chiesta dalla legge – e in tal caso dovrà integrarla – oppure il Ministero è rimasto inadempiente – e in tal caso il ricorrente potrà fare ricorso al Tar con la certezza di vincere, a patto, ovviamente, che la laurea di cui si chiede il riconoscimento sia elencata nella direttiva 2005/36/CE!

    Ricorrere al Tar Lazio per ottenre il riconoscimento della laurea

    Non fatevi ingannare da chi promette il riconoscimento della laurea dietro pagamento di cifre esorbitanti. Ottenere il riconoscimento è possibile, in maniera legale, facendo ricorso al Tar Lazio. nella presentazione della documentazione e – nel caso in cui il Ministero non dovesse emanare il decreto di riconoscimento entro i tre mesi previsti dalla legge (art. 16, comma 6, del d.lgs 206/07)

  89. teo fai bene
    non esiste la compensazione perche’ il numero dei crediti riguardante la formazione professionale quindi pratica è inclusa nei 5 anni
    pipino non sa cosa dire e non è affatto informato.
    in europa il sistema universitario riguarda solo ed esclusivamente il numero dei crediti acquisiti per ogni materia, uguali in tutte le uniiversita’ europee, stabilito mediante il trattato di bologna
    ciao teo in bocca a lupo

  90. ma scusami PIPINO IL BREVE ma la mia università (studio in Portogallo alla Fernando Pessoa) ha aderito al processo di Bologna e non penso che anche se faccio 5 anni e non 6 come in Italia per odonto, per esercitare dovrei fare una misura compensativa!! scusami e allora che senso ha la direttiva europea?? Io sapevo che la durata minima in tutti gli Stati europei per gli studi di odonto è 5 anni. Scusami gli studenti della UEM e UAX che fra l’altro alcuni sono già rientrati in Italia sapete se hanno fatto una misura compensativa cioè un ulteriore esame o tirocinio per il riconoscimento del loro titolo di studio?? C’è qualcuno che ne sa qualcosa? Grazie Mille

  91. certo che dovrai fare almeno uno o due anni prima di finire Teo e’ normale..ti pare giusto che tu ne fai 5 anni e gli altri in Italia ne fanno 6..?

  92. la misura compensativa la aranno coloro che non fanno parte della comunita’ europea.
    in bocca a lupo e segui il tuo cuore

  93. Mi faranno.fare secondo te la misura compensativa tramite la legge italiana?? Grazie mille.ancora

  94. Grazie mille Gigi1 ora ho capito. Cmq comunque il titolo che acquisirò qui in Portogallo c’è pure nella direttiva europea (medico dentista) solo che il percorso di studi è di 5 anni e non di 6…. Quindi la direttiva prevale sulla legge italiana che hai scritto giusto?? Ciò significa che

  95. Per chi vuole fare fisioterapia, consiglio l’università in SVizzera, UniLudes, http://www.uniludes.ch/Fisioterapia
    , si studia in lingua italiana e la laurea valida in Italia. L’Università è ottima è sicuramente è una buona alternativa ad andare in Romania.

  96. l’ universita di oradea è un cesso, da li sono iniziati gli scandali coi diplomi falsi ed è stato arrestato il rettore.

  97. Ma daiiiiiiiiiiiiii vai a fare fisioterapia in Romania……..non ti vergogni..?

  98. se c’è qualcuno mi potete contattare alla mia mail? valerio.consoli@alice.it, io vorrei farla ma mi hanno indicato l’università di oradea qualcuno la conosce? è vero che ha 27 sedi in romania ed una di questa si trova a costanta?

  99. la misura compensativa viene applicata nel caso in cui il titolo della laurea a te rilasciato non risulta nella direttiva 2005/35/ce
    decreto legislativo 6 novembre 2007, n. 206
    gazzetta ufficiale n. 261 del 9 novembre 2007 supplemento ordinario n.228

  100. Bene nn risponde nessuno al riguardo…… Vediamo se qualcuno riesce a spiegarci in quali casi si applica la misura compensativa per il riconoscimento del titolo.professionale di odontoiatra conseguito in un paese terzo……. Ciao a tutti

  101. caro pipino mi spiace che tu abbia potuto fraintendere i miei post passati ma guarda che anche io cm te nn cerco altro che la regolarità delle cose,che in Italia purtroppo come in tanti altri posti fa fatica ad emergere ma in riguardo a chi è costretto ad emigrare per studiare lancio una freccia a loro favore semplicemenete xchè nn vedo giusto il nn dovere allo studio e le facoltà a numero chiuso,che poi all’estero o in qulunque altro posto come anche in Italia tu possa pensare che esistono certe situazioni strane questo è un problema che va affrontato è risolto ma certamente nn si possono bloccare quei ragazzi che fanno un percorso completo di 6 anni che con i dovuti controlli dovranno risultare regolari tutto qua

  102. Avete ragione ho molti dubbi nn so cosa fare e cosa pensare …. Cmq alla fine pure nel.regno unito, Finlandia, paesi bassi, e altri tanti ancora odonto è 5 anni. Bhoo

  103. Questa volta hai ragione Delius vedo che sei molto informato…anche dei 12 esclusi..ma lo sapevo anche io…e poi per il Portogallo…da 5 anni Teo ne impiegherai 8 per finire…poi vedi…ricordati che ti sto dicendo…parlo per fatti e non chiacchere….

  104. ciao Teo in verità nn conosco questa facoltà del Portogallo ma il fatto che sono 5 anni mi mette qualche dubbio visto che in tutta Europa x l’equipollenza del titolo ce bisogno del percorso di 6 anni come lo si fa anche in Italia ti consiglierei di informarti bene su questa cosa

  105. Ciao ragazzi piacere di conoscervi. Sn un ragazzo di 22 anni che ha appena iniziato odontoiatria alla Fernando Pessoa di Oporto in Portogallo….. Qui il percorso di studi per odonto è di 5 anni ossia 10 semestri proprio come in Spagna…. Cmq visti alcuni commenti sn un pò perplesso della validità della mia futurA LAUREA conseguita qui in Portogallo. Voi che ne pensate?? Voglio alcune opinioni grazie mille ciao a tutti quan

  106. X LA CRONACA QUEST’ANNO AD ARAD SU 18 ITALIANI IN SEDUTA DI LAUREA 12 SN STATI RESPINTI E RIMANDATI ALLA SESSIONE DI FEBRAIO…….QUESTO COSA VORRA DIRE?

  107. era meglio alla facolta’ carolina a Praga….un passaggio piu’ tranquillo e meno impervio…

  108. controlli si e pure giustificatissimi visto gli scandali ma sicuramenete nn in eterno o sulla base esclusivamente di supposizioni…..

  109. striscia la notizia è la nuova polizia segreta italiana: fa il gioco sporco delle lobby. se non potete fermare qualche cosa lo infangate attraverso filmati ad hoc.
    comunque pipino ha ragione: cercano di ostacolare tutti perchè la concorrenza non piace a nessuno.
    hanno fatto molte indagini, raccolto prove su titoli ottenuti in modo illecito in spagna ed in romania.
    adesso con queste prove possono chiedere all’ unione europea maggiori controlli che di fatto renderanno il riconoscimento eterno e se ti rivolgi al tar il tar dirà che, visto le grosse irregolarità ,il ministero ha il diritto di fare controlli.

  110. vediamo se poi ci guadagni tanto se mi conosci…..va bene? e la smetti di fare lo spiritoso poi quando uscite su canale 5…con le vostre mazzatte ed i vostri professori corrotti che comprano le macchinone con 300 euro al mese di salario “ufficiale”….

  111. Ed il tuo nome invece quando esce a galla caro paladino della giustizia..? se tu sei Delius io sono Sigfrid ed ho anche la durindarda…o vuoi per caso che telefono a striscia la notizia e facio mettere le videocamere nascoste..?

  112. io nn ci guadagno su nulla ……ci guadagnerei solamente a poter avere il piacere di conoscerti…….ma tu il coraggio di uscire allo scoperto nn lo hai quindi da questo momento in poi evita di scrivere qui che è meglio , e forse tuo nipote è uno di quelli che nn ha voglia di fare nulla e gli conviene raccontare quello che tu sai xchè forse lui è il primo a farlo e chi gli permette questo

  113. Delius ma tu per caso sei fra quelli che ci guadagnano….Non capisco perche’ sei il paladino della giustizia..e non minacciare con queste denunce…da quattro soldi…anzi e’ meglio se stai tranquillo tranquillo se sei uno studente in Romania..che non ti conviene …che lo sai pure tu che fanno i giochetti li…e non e’ come dici tu…io ho mio nipote li e mi dice tutto degli italiani specie di quelli che hanno piu’ di 40 anni…non fare apparire la Romania come il paese dove non esiste la corruzione..perche’ e’ il paese in Europa dove c’e’ piu’ corruzione molto di piu’ dell’Italia anche se noi siamo conosciuti per la Mafia nel mondo ma in Romania adesso c’e’ 100000 volte piu’ mafia che in italia ed il business dell’odontoiatria rende bene li…anche per i Rumeni non solo per gli italiani della citta’ della “pizza”…

  114. hai detto bene avevano stretto e ne sono uscite anche pulite dopo il processo soprattutto la VASILE GOLDIS di ARAD, ORA LE COSE SONO STATE REGOLARIZZATE I VECCHI STUDENTI FACENDO PARTE DI QUEL CIRCOLO RIMANDATI A CASA E LE COSE SONO LINEARI E PULITE,PER QUANTO RIGUARDA LA TITO MAIORESCU TI INVITO A CONTROLLARE SULLA GAZZETTA UFFICIALE DOVE TROVERAI IL RICONOSCIMMENTO AVVENUTO DI UNO STUDENTO CON PERCORSO COMPLETO DI 6 ANNI SENZZA ALCUN PROBLEMA

  115. Le Università che hai citato a parte la Statale Carol Davila, di cui non sono a conoscenza di alcunchè, son proprio quelle che sono finite nel mirino del Ministero Italiano, questo perchè negli anni scorsi facevano iscrivere gli studenti facendogli fare due anni in uno, senza la conoscenza della lingua rumena, frequentazione non obbligatoria, per chi non si ricorda dei fatti, leggasi qui: http://www.gazzettadiparma.it/primapagina/dettaglio/2/115823/Scandalo_delle_lauree_truffa%3A_Salvad%C3%A8_non_risponde_al_gip.index.html,
    qui invece trovate il link di un articolo in rumeno, in cui si parla dello scandalo delle lauree false alla Titu Maiorescu, successo appunto qualche anno fa, leggasi qui: http://www.puterea.ro/articol/dentisti_italieni_fara_diplome_si_cu_banii_luati.
    Ecco un aricolo che parla della Vasile Goldis; http://www.jurnalul.ro/observator/scandalul-dentistilor-ia-amploare-probleme-la-vasile-goldis-139513.htm ;
    Queste due Università avevano stretto degli “accordi” con degli italiani, che portavano gli studenti dall’Italia a iscriversi in cambio di elargite somme di denaro, successivamente agli scandali avvenuti le cose si sono un po’ stabilizzate, è le due università hanno cercato di ripulirsi la loro immagine, intanto il ministero Italiano era venuto già a conoscenza di tutto cio’ , ed ha iniziato una dura lotta che ancora sta continuando e mai finirà. Nonostante adesso le cose siano un po’ cambiate, rimane ancora tanta corruzione, come ho già detto nel mio post precedente.

  116. Carmelo mi son letto il link da te sugerito ed evinco che tutto cio’ che hai detto solo in parte è vero imquanto vengono citati soprattutto tutti quie titoli di chi in maniera furba h consuguito i paesi extraeuropei per poi passare in qualche paese europeo e poi arrivare in Italia x il riconoscimento,oppure titoli conseguiti in atenei rumeni dove nn esisteva alcun equipollenza.Detto questo volevo precisare che attualmente le università in questione che stanno svolgendo un serio percorso sono poche tra queste cito quella statale di Bucarest,la parastatale di BUcarest TITO MAJORESCUdalla quale gia son usciti alcuni laureati con regolare riconoscimento in Italia dopo aver svolto regolare percorso di 6 anni,la statale di Timisoara e la parastatale di Arad dove lo scorso anno ha terminato il corso completo di 6 anni un solo elemento ma quest’anno finiranno in parecchi.Ora mi chiedo su quale metro di giudizio il ministero valuta il titolo?x beghe passate o per supposizioni sempre passate?perche’ prende tanto tempo?cosa differenzia i laureati inquesti atenei che ho elencato rispetto a chi ha conseguito il tutolo in alri paesi europei?si valuta indipendentemente da tutto in mala fede?allora se cosi fosse potrebbe sorgere un vero e proprio scontro politico tra Italia e Romani.infatti il ministero rumeno una volta rilasciato la validità del titolo vedendolo nn autorizzare in Italia avrebbe tutti i diritti di controbbattere e di sentirsi da meno rispetto a qulunque altro ministero europeo e ne nascerebbe una questione politica a discapito di tutta la CEE.siccome vige il diritto della libera circolazione in Europa e l’equipollenza dei titoli conseguiti in quest’ultima,allora io penso che ben vengano le misure cautelative in merito ma che siano gestite in tempi brevi e da protocollo e che con banali scusa nn ci si appelli a cavilli giusto x allungar questo stillicidio che ad ora nn fa altro che reare confusione

  117. In un’interrogazione parlamentare , trasmessa anche agli ordini dei medici, si fa intendere chiaramente che al momento le lauree rumene conseguite da italiani non verranno riconosciute nell’immediato, probabilmente ci vorrà tempo , è ricorsi al Tar, ma nn è detto che cio’ possa risolversi nell’immediato, anche ,a causa degli scandali avvenuti negli anni precedenti. a tal proposito vi invito a legger tale interrogazione al seguente link: http://parlamento.openpolis.it/atto/documento/id/59404; Vi riporto un paragrafo in cui viene chiarito l’atteggiamento del ministero nei confronti dei laureati italiani in Romania:
    “In considerazione del fatto che questo Ministero non era – e sostanzialmente non è a tutt’oggi – in grado di distinguere i cittadini italiani che hanno regolarmente seguito un corso di studi da coloro che non lo hanno effettuato, si è ritenuto di assumere un atteggiamento estremamente prudenziale, operando una netta distinzione rispetto alle istanze avanzate dai cittadini romeni, per le quali si è proceduto nel rispetto delle modalità e dei tempi previsti dalla direttiva 2005/36/CE”.
    Oltre a cio’ c’è da dire che in una successiva interrogazione parlamentare, trasmessa anche agli ordini, sono state avanzate proposte, insieme agli Stati generali, per limitare il fenomeno adottando una serie di proposte concrete.

  118. comunque per vostra informazione ho stampato tutto e inviero questo materiale alla magistratura cosi li scopriremo le carte.

  119. carmelo sei veramente intelligente.
    ovenque si compra tutto.
    allora mi fai nomi e cognomi cosi almeno ne compro unìaltra anche io?
    dai voi tutti saputelli pago anche voi se volete qui in questo forum sono tutti geni e tutti conoscono le realta di tutte le universita’ italiane ed europee che geni che siete.
    cavolo potresti fare voi i Porf visto che siete cosa saputelli e quindi sistemare il tutto.
    addio ragazzi buona fortuna siete una massa di ragazzini immaturi e ho i mie dubbi che voi siete odontoiatri.
    sapete un odontoiatra è una persona seria colta,non insinua, ma rispetta tutti.
    poveracci

  120. ragazzi non avete detto niente di nuovo, lo sa anche mio nonno che in Romania si possono comprare facilmente gli esami, basta andare nell’ufficio del professore e darglieli direttamente, li prendono senza problemi, anzi in Romania è quasi normale, lo fanno anche è soprattutto i rumeni, sia perchè è un paese che vive di corruzione, sia perchè gli stipendi dei professori sono bassi e se non lo facessero non potrebbero permettersi uno standard di vita di un certo tipo, soprattutto negli ultimi anni da quando sono arrivati tutti questi studenti italiani e francesi, si vedono in giro professori con macchine nuove e vestiti meglio rispetto ai primi anni, cqe c’è da dire che non tutti i professori lo fanno, diciamo pero’ la maggior parte, adesso lo sappiamo che non è una bella cosa nessuno vuole ammetterlo e agli italiani dà fastidio che si dicano queste cose, perchè vuole salvarsi la faccia. soltanto che la realtà è questa. C’è da dire che se uno studente vuole studiare e ha voglia, sicuramente puo’ avere una buona preparazione simile a quella delle università Italiane. La differenza con le università italiane, credo che sia perchè in Italia piu’ difficile avvicinare un professore se non ti conosce o si hanno referenze, prch hanno meno bisogno, cio’ non toglie il fatto che anche in Italia si comprano gli esami, soprattutto nelle università del centro.sud, meno al Nord, solo che non è alla portata di tutti come è in Romania perchè c’è un ambiente diverso. Chi ha voglia di studiare, puo’ farlo sia in Italia che in Romania, è ricevere la stessa preparazione.

  121. aspetto le vostre denunce allora…poi le faccio io pero’…e vi mando a studiare in Cambogia….perche’ se comincio a fare nomi…chiudo tutto..e’ meglio se state zitti…Vi conviene..! Arrivederci futuri “forse” colleghi..! E studiate……un po’—….

  122. DELIUS ANCHE IO CON TE FARO’ UN ESPOSTO IN PROCURA.
    CARO PIPINO SEI GENTILMENTE PREGATO DI FORNIRE NOMI E COGNOMI DI CHI METTE IN GIRO QUESTE AFFERMAZIONI ED INSINUAZIONI.
    COMUNQUE CREDO CHE PIPINO SARA UNO STUDENTE DEL 4 ANNO AL MAX.
    A VOI RAGAZZI CHE VOLETE CONTINUARE GLI STUDI ALL’ESTERO FATELO PERCHE’ SONO ESPERIENZA BELLISSIME.

  123. caro pipino forse chi ti fornisce certe informazioni è ancora piu’ immaturo e incoscente di te che te le credi e le riporti qui,perchè pure se fosse certe cose nn andrebbero dette,ma visto che nn è cosi ti invito ancora una volta a presentarti con nome e cognome e a citare queste persone xchè se cosi’ davvero fosse io sarei il primo esporre denuncia contro questi comportamenti ,visto che so per certo che le università serie in Romania svolgono un percorso regolare e ti assicuro molto ma molto superiore a quello italiano soprattutto x quel che riguarda la pratica .Allora visto ch ti ostini tanto contro questi metodi xchè nn fai una bella denuncia di cio’ che ti hanno detto cosi se vero fosse debelliamo questa piaga?xchè nn fai i nomi di queste persone che fomentano illazioni?o aspetti che io tramite questa tua dichiarazioni faccio un esposto alla polizia postale x rintracciati e andare a fondo su cio’ che hai sostenuto?nemmeno a me sta bene sapere che come tu sostieni certe situazioni si comprano quindi chi si è permesso di affermare certe cose mi sa che è arrivata l’ora che se ne assuma la responsabilità te compreso…….e se il tutto fosse vero nn possiamo che ringraziare te e chi con certe dichiarazioni mette allo scoperto certe situazioni…………un consiglio caro pipino accertati di prsone di cio’ che ti viene riferito e nn crede a cio’ che esce dalla bocca della gente,il passato è passato cio’ che conta è il presente e ti assicuro che ogggi come oggi nn si scherza piu’.p.s. nn pensare che sia polemico cn te anzi ti rispetto xchè come hai detto sei un professionista quindi comportiamoci da tali

  124. Ho ragione oppure no?? Rispondete adesso o non vi conviene..? Meglio tacere su questa mina vacante..? Lo so che ci sono i ragazzini che studiano..ma adesso sono la maggioranza…anni fa erano contati ..oppure non e’ cosi’..? E’ un sistema che si sta adeguando piano piano…mettendo in prima fila ragazzetti motivati..e squattrinati…ma anni fa hanno fatto davvero delle porcherie…anche in Italia..vedi Bari..Messina…Napoli…Chieti..L’Aquila…ma non facciamoli passare per martiri adesso dai..e’ esagerato..Volevo dire solo questo…perche’ so che dico….Non parlo per sentito dire…arrivederci cari colleghi comunque sara’ il campo e definire i veri eletti non le mazzette…!

  125. comunque rimango sempre del parere che le lauree le comprano…anche perche’ molta gente non sa parlare il rumeno…come fa a fare anatomia..fisiologia….microbiologia….e poi conosco dei “brizzolati ” che vanno a seguire le lezioni 3 giorni al mese..che preparazione avranno mai…? Io ho studiato..ho frequentato..mi hanno pure rimandato qualche volta..perche’ non ero un genio…questi invece in 6 anni giusti finiscono e poi tornano in Italia..vi pare giusto..? Non raccontiamo favole…che io ne conosco gente che studia li e tutto mi raccontano… tranne di odontoiatria…

  126. caro pipino o come ti chiami, delius ha ragione quindi, se vogliamo scrivere perche’ ognuno di noi porti la propria esperienza bene diversamente mi rifiuto di fare commenti e se proprio tieni a farti conoscere e sei veramente un collega vieni a scrivere su e-dentisti li ti posso insegnare che tecnica uso per la terapia come chiudo i canali quanti canali ha un molare e tutto il resto ecc.
    qui si parla di ben altro quindi se vuoi cerca di attenerti.
    sono laureato all’estro con tanto di riconoscimento se proprio ci tieni caro pipino.

  127. assolutamenete no ,Delius nn è il mio vero nome ma di certo io nn sto screditando o facendo allusioni come lo stai facendo tu,quindi io mi limito a commentare educatamenete cio’ che gli altri scrivono cercando di dare spiegazioni plausibili,tu invece critichi ,sputi sentenze e continui a usare termini poco appropriati e x fare cio’ bisogna avere anche il coraggio di esporsi in prima persona senza nascondersi dietro nomignoli,e stai pur certo che al posto tuo io mi sarei preso le mie responsabilità scrivendo certe cose e se ne fossi stato certo nn avrei avuto alcun problema a presentarmi con nome e cognome,quindi a parer mio è meglio che eviti certi termini se nn vuoi uscire allo scoperto ………..per quannto riguarda gigi ,nn è mio amico e nn so chi sia ma sicuramente nn ha fatto altro che sottolineare una terminologia piu’ adatta e cio’ nn vuol dire che è un professore

  128. si sono laureato in Italo’ia ccome scrivi tu…….a Milano precisamente e la laurea non l’ho comprata……Poi vorresti dire che il tuo vero nome e’ Delius? da dove esci dal poem dei nibelunghi allora io sono Sigmud….e poi il tuo amico professore Gigi come vorrei vederlo fare queste cure canalari che dice lui…….sempre se sa quanti canali ha un molare….!

  129. gigi ma che capisci tu tu magari sei laureato o stai frequentando in romania, Pipino il BREVE è un affermato chirurgo italiano con un mega studio in una megalopoli lui si che è un vero odontoiatra tu o io o tanti altri siamo dei semplici plebei che abbiamo deciso di COMPRARE come dice lui il titolo in Romania e nn ne sappiamo niente di quello che realmente è la materia in questione ………unisciti a me vediamo se PIPINO IL BREVE ci dice chi è nome e cognome e andiamo da lui a farci fare una visita ,………dai PIPINO IL BREVE dicci chi sei dove stai presentati che veniamo a farci visitare e magari anche curare da te ……….abbi il buon senso ed i lcoraggio di uscire allo scoperto…….tanto che problema hai tu …….sei laureato in Italòia hai tanti titoli appesi di master corsi e congressi quindi nn dovresti aver alcun problema

  130. caro pipino viste tutte le pergamene esposte nel tuo studio voglio precisare che nel 2012 non si chiama piu’ devitalizzazione ma il termine esatto è:
    terapia canalare di dente monoradicolato oppure pluriradicolato.
    scusa se ancora devi imparare cose che noi comuni mortali abbiamo gia’ appreso.
    grazie.
    Ho i miei dubbi sulla chirurgia e sai perche’ anche l’avulsione di un dente è chirurgia quindi……………………..
    cerca di riflettere un po’ con questo che ho appena scritto

  131. x TE MODERATORE ANCORA UNA VOLTA TI PREGO DI EVITARE DI AUTORIZZARE COMMENTI DOVE VENGONO USATI TERMINI POCO APPROPRIATI NN è BELLO LEGGERE CERTE COSE NE’ X I DIRETTI INTERESSATI NE X CHI ANCHE SOLO X PURA INFORMAZIONE SI TROVA DI PASSAGGIO SU QUESTO FORUM……….SE CERTE COSE NN SI SANNO O NN SI VIVONO DIRETTAMENTE NN BISOGNA DIRLE SOLO E SOLTANTO X SENTITO DIRE O PER PENSIERI MALIZIOSI ………..IN ROMANIA NN SI COMPRA NULLA E SICURAMENETE COME GIA’ HO DETTO IN QUALCHE POST PRECEDENTE IN ITALIA NN SI è CERTO MEGLIO….QUINDI FACCIAMO I COERENTI NN FOMENTIAMO FALSI IDEALI,NN DIFENDIAMO LA CASTA,COMBATTIAMO X IL DIRITTO ALLO STUDIO X TUTTI E NN SOLO X POCHI PREDILETTI E FORTUNATI,POI PIANO PIANO SI AVRà COME IN TUTTE LE COSE UNA SELEZIONE NATURALE E NN DETTATA DA CHI HA PAURA CHE I PROPI INTERESSI POSSANO ESSERE MESSI A REPENTAGLIO DA UNA GROSSA ED AGGUERRITA CONCORRENZA LEALE …………..MODERATORE GENTILMENTE FACCIA IL MODERATORE…….,SECONDO LEI TUTTI QUESTI RAGAZZI CHE SONO COSTRETTI A LASCIARE L’ITALIA X ANDARE FUORI QUANDO LEGGONO TERMINI COME QUELLI DI QUALCHE ARTICOLO SOPRA COME DEVONO SENTIRSI?LONTANO DA CASA,SACRIFICI,SOLDI SPESI,VI ASSICURO STUDIO PRESSANTE TUTTI I GIORNI TEORICO E PRATICO,………..CORAGGIO DAI SIAMO LEALI

  132. caro Pipino ti invito a moderare i termini x rispetto di tutti i presenti su questo forum ,nessuno mette in dubbio i tuoi titoli e ti prego di usare termini appropriati alla tua professionalità altrimenti devo solo pensare che hai la coda di paglia e le cose dette(sicuramente nn offensive x nessuno a differenza tua che usi termini come COMPRARE)forse ti vanno a colpire direttamenete …..quindi modera i termini e se possibile presentati con nome e cognome magari se siamo vicino vengo a farmi una visita da te……ops dimenticavo di master oggi giorno se ne regalano a bizzeffe basta cercare e x molti esistono anche quelli dell’universo……

  133. Andrea..finalmente una persona che capisce…poi a Gigi ..io non ho paura prioprio di niente capito..? Dato che ho il muro pieno di master in chirurgia orale ed endodonzia…non mi fa paura certo il ragazzetto di 26 anni che esce con una laurea rumena comprata…che non sa nemmeno fare una devitalizzazione di un incisivo..!

  134. La professione del dentista è morta.
    Scusate se esordisco così ma è la realtà dei fatti. Ho letto praticamente tutti i commenti di questa pagina e devo dire che sono uno più bello dell’altro. Qui si parla di futuro, di laureati all’estero, di soldi, di carriera, di sogni. Ragazzi volete un bel consiglio. Se non siete ancora entrati a odontoiatria non provateci, Se siete al primo o al secondo anno siete ancora in tempo per cambiare facoltà e magari provare altre strade, medicina o altre professioni sanitarie, Se siete all’estero restateci, anzi se siete fuori dall’europa meglio così! La professione dell’odontoiatria tra qualche anno vedrà la più grande crisi che un settore abbia mai potuto vivere. Il numero di dentisti è un aumento continuo in maniera esponenziale, vogliono tutti fare in dentista, credendo forse che sia ancora un mondo che offra facili guadagni, una bella vita, insomma una sicurezza da ricercare e trovare in questo mondo e in questa italia nel baratro. Le assicurazioni hanno contribuito a distruggere il mestiere, i fornitori vogliono essere pagati a fine mese se no ti tagliano le gambe, la pressione fiscale è arrivata al 45%, i pazienti non vengono, i pochi non pagano, chi paga vuole lo sconto.
    Questa è la mia esperienza, quella di un uomo di mezza età costretto a lavorare gratis nel suo studio per i pochi amici parenti conoscenti che ogni tanto si fanno vivi per un’igiene dentale. Non vedo una carie seria da anni. I lavori più soddisfacenti li facevo qualche anno fa a qualche vecchietto dell’ante guerra che non ha avuto una giusta educazione nella pulizia orale da giovane. La maggior parte dei miei colleghi ha chiuso i battenti qui vicino e sono accerchiato da franchising che fanno lavori al 80% di sconto, pagando i poveri giovani neo laureati 5 o 6 euro all’ora. la situazione è disastrosa. E peggiora di giorno in giorno. Vivo ancora grazie al patrimonio che i miei genitori hanno sudato nella loro vita e mi posso permettere ancora di pagare le tasse, i macchinari, e grazie anche a qualche debito, mantengo il bilancio al limite del fallimento.
    Non voglio mentire, scusate se sono stato così schietto, ma quelle che voglio lasciare sono ben poche speranze per una professione che quando l’ho conosciuta era l’eccellenza italiana. Voglio tenere aperto ancora un’anno se riesco, se no chiudo tutto anche prima. Con i risparmi spero di aprire magari un ristorante o una pizzeria. In generale fortunatamente non ho problemi economici, ma per questo devo ancora ringraziare genitori e parenti.
    Scappate finché siete in tempo, non ascoltate chi vi dice che la situazione andrà meglio. Ha evidentemente degli interessi per dirvelo. Quello che è vero, è che l’ unica speranza sarebbe chiudere le università di odontoiatria per una decina d’anni, eliminare i franchising e riempire di carie le nuove generazioni. Ovviamente vi parlo per assurdo, nella totale disperazione.

    Grazie per l’attenzione
    Andrea

  135. fra colleghi ci deve essere confronto e mettere a disposizione di tutti le, CONOSCENZE- COMPETENZE -CAPACITA’

  136. in questo forum non ci sono colleghi italiani che studiano all’estero che scrivono per portare la loro esperienza e penso che tutto questo sia dovuto al fatto che tanti come p

  137. pipino il breve:
    mi vuoi spiegare perche’ tutto questo accanimento nei confronti di tutti i tuoi colleghi che studiano all’estero?
    sai nella vita se non c’è competizione non ci sara’ mai amore per la professione (qualunque essa sia)
    a me sembra che a te la competizione faccia tanta paura.
    scopri dentro di te il perche’

  138. Non spariamo baggianate daiiiiiiiiiiiiiiiiii ora va a finire che i rumeni devono insegnare a noi l’ anatomia…ma va….e Geminiani chi era Babbo natale..?

  139. Guarda io so che in Italia esiste l’eccellenza e che molti docenti di endodonzia ed implantologia sono in giro per l’Europa ad insegnare come fare bene il dentista…Nomi illustri rumeni scusami ma non ne conosco proprio…Noi abbiamo inventato l’implantologia..hai mai sentito parlare di Muratori, Pasqualini,Tramonte..etc .etc .???

  140. caro il mio PIPINO professione in Italia nn è x nulla rispettata e nemmeno ambita ma semplicemenete regolata dalla casta a cui nn fa comodo scendere a confronto con chi sicuramenete ne saprebbe molto di piu’ di un ragazzotto figlio di papa’ raccomandato e con la tavola bella e apparecchiata dove deve sedersi e mangiare anche se nn è capace di tenere una forchetta in mano………….di sicuro dare la possibilità ad un tecnico di poter frequentare liberamente senza nessun test d’ingresso creerebbe grossi ostacoli a questi ragazzuoli entrati a mio parere x raccomandazioni o x grosse somme sborsate quindi cio’ significherebbe piu’ concorrenza maggior confronto professionale e automaticamente meno guadagnix loro……………..ti assicuro che i dentisti laureati in Romania ne sanno mille volte in piu’ del 99 x cento dei dentisti italiani ai quali se chiedi qualche nozione di anatomia generale puo’ essere che riapondano fischi x fiasco……..siamo realisti accettiamo di dire le cose come stanno invece di screditare e gettare fango del resto la CEE l’abbiamo voluta quindi ora prendiamoci tutto nn solo quello che ci fa comodo

  141. Inoltre bisogna vedere questa preparazione e questi flussi migratori se saranno accettati……non credo proprio…uno due….possono scappare..ma non 1000 studenti stranieri….vedrai….che passeranno come in un imbuto 10 la volta e ne passeranno anni prima di poter aprire uno studio in Italia con laurea rumena…

  142. Delius ma e’ grazie a quel numero chiuso che in Italia il DENTISTA e’ una professione rispettata ed ambita…e non e’ come in Romania dove ci sono piu’ dentisti che militari..e devono fare prezzi da terzo mondo per campare…ricordatelo questo….

  143. lui è un medico affermato. Mi dispiace … mi dispiace… mi dispiace troppo, troppo, troppo… che gli aspiranti medici e dentisti debbano sopportare questa dittatura dei test di ammissione. Come dice questo medico tra loro ci potrebbero essere dei potenziali ricercatori e scienziati che alla fine si accontenteranno di guardare come le formiche fanno il nido per le loro larve senza poter mai nemmeno alzare la voce. Io ho lo spirito della guerra… (si può dire?) ho lo spirito della guerra per la giustizia.Io non vedo nelle università che quando un prof fa il barone, tutta l’aula disserta le sue lezioni per 1 anno e lui si può stare a casa senza stipendio, non vedo che si fanno scioperi, manifestazioni, non vedo che quando ci vogliono vendere i libri dei quiz i giovani li bruciano oppure nessuno va a comprarli…. Vedo chi si lamenta e non vedo rimedi, vedo chi piange, chi emigra, chi abbandona tutto, chi distrugge i propri sogni, ma non vedo ad esempio un partito politico che si batte per questi diritti, per i diritti degli studenti nelle scuole, nelle università… Non vedo nulla… Tutti gridano per i loro diritti: la vita della donna è al di sopra di quella del suo bambino, il matrimonio dei gay è pari a quello delle unioni etero, la chiesa cattolica fa politica, gli animali anche hanno diritti che a volte sono superiori a quelli di un pover’uomo che la notte lavora per la famiglia e la mattina non ha nemmeno il diritto di dormire perchè il cane del vicino deve essere lasciato libero di abbaiare… anche un frutto ha il diritto di rimanere nel suo albero a maturare e questo diritto lo pretende, altrimenti non sa buono…. ma gli studenti che vogliono studiare e aprire le porte alla loro vita, al loro amore… non possono… ed è come strappargli un pezzo di cuore. No! non siamo parlando di coloro che mirano alle lauree sanitarie per denaro a spese dei disgraziati malati, ma dei veri e autentici medic, dentisti, infermieri, farmacisti, a coloro che si piegano verso il malato e con una carezza lo sostengono e lo amano… Difficile rapportarsi con una squallida situazione che ti condanna e ti soffoca… difficile … troppo difficile viviere in italia … e io sono italiana..

  144. questo è un forum dove bisognerebbe scrivere i propi pensieri e suggerimenti invece si pensa solo a screditare l’operato di tanti giovani costretti pur di raggiungere il proprio obbiettivo ad espatriare…..si tralascia la realtà dei fatti e si continua a sottolineare gli scandali della Romania solo ed esclusivamente per interporre il bastone tra le ruote.Ci dimentichiamo xrò che ogni anno in Italia ai test di ammissione se ne sentono di tutti i colori e questi nn sono scandali?dimentichiamo che la corruzione a mio parere esiste ovunque o in Italia siamo tutti perbenisti?iIservizi messi in onda dalle iene sui professori che adescavano ragazzi li dimentichiamo?Oppure fa comodo solo trasmettere striscia la notizia che smaschera studi odontoiatri nn in regola?e le mazzette?e i regalini sotto banco?in Italia tutte ste cose nn ci sono?allora se tutto cio’ nn esiste vuol dire che 37 anni fa che son nato mi sono addormentato e sto ancora sognando altrimenti cio’ che ho elencato è la pura realtà che viviamo
    e che lo vogliano o no si dovranno adeguare a quelle che sono le leggi europee e che quindi vige la libera circolazione dei titoli conseguiti in CEE……….VE PUP

  145. caro moderatore se ti permetti di cancllare i miei commenti ti denuncio immediatamente alle autorita’ giudiziarie.
    inoltre devi dare immediatamente comuinicazione del perche’.
    grazie

  146. si fanno comodo al moderatore che sara’ un def……..ente.
    pensa che tutti i miei commenti li cancella

  147. moderatore xchè gentilmente nn eviti di autorizzare i commenti di PIPINO IL BREVE?nn ti accorgi che è un provocatore………..devo pensare che forse le sue affermazioni fanno comodo?

  148. Se volete posso domandare a dei miei amici di bucarest che stanno frequentando medicina oppure odontoiatria, se è previsto che facciano l’esame di abilitazione. Io so comunque che l’esame di laurea consiste, in uno scritto di 120 domande e poi l’orale nei giorni successivi dove si discute la tesi.
    Vorrei chiedervi che cos’è la certificazione della qualità professionale?

  149. Hai ragione..e’ un roulette russa…comunque meglio perdere qualche anno in Italia..che rischiare di non vincere mai la causa con la casta dopo aver preso una laurea in Romania o Spagna..!

  150. Le lauree Rumene e Spagnole, non è detto che siano riconosciute entro un anno dal conseguimento del titolo, infatti ci sono già tanti laureati sia all’Università di Arad, che Bucarest che Timisoara, che non sono stati ancora riconosciuti, questo perchè il Ministero ha risposto che non essendo al momento ancora in grado di riconoscere le lauree conseguite legalmente da quelle conseguite illegalmente, tutte le lauree rumene sono sospese dal riconoscimento fin quandO non saranno fatti accertamenti. Molti studenti hanno presentato istanza al Tar del Lazio. L’Albo professionale in questi mesi ha anche lanciato la proposta di verificare gli studenti con la certificazione della qualità professionale, in quanto dicono che le università rumene non prevedono un vero esame di abilitazione finale.

  151. farò il test di ammissione come tutti, test che però, non prevede la cultura generale. e mai e mai e dico mai ne me andrò all’inferno con la “mia laurea comprata” perchè come sto sudando adesso per laurearmi in farmacia in italia producendo voti altissimi con una media di 29,647, con tutto che ho una famiglia sopra le spalle, così sarà in qualunque posto del mondo io vada e qualunque conoscenza io voglia perseguire. Le vocazioni non hanno prezzo e non si possono comprare … né con i soldi né andando a letto con qualcuno importante. Puoi stare sicuro caro Pipino il Breve che quando l’allievo è pronto … i migliori maestri vengono… Non uno ma, tanti maestri. Io penso che in questo forum perdo tempo. Quindi a suo tempo vi darò la mia risposta.

  152. Ma poi devi dimostrare di saper lavorare…….Che sarai fortissima lo dici tu……poi dopo i bla bla ci vogliono i fatti..e se non hai qualcuno che ti insegna…sei spacciata con la tua laurea rumena “comprata”……!

  153. ex uax visto che io non credo a cio’ che dici mi vorresti desrivere dettagliatamente l’universita’ uax?

  154. non posso fare altro che approvare il commento di jacobs. Timisoara è la mia meta anche se avrei preferito cluj. Quindi passati questi altri lunghi periodi di attesa… addio italia dei raccomandati.. con tutto il rispetto a quelli le cose se li sono meritati oppure lottano strenuamente per meritarsele.. tipo noi che dobbiamo emigrare per realizzare i nostri sogni….. mah!!! … dico ma è possibile…????…
    la mia storia è tristissima come quella di molti è tristissima… ma te lo assicuro Italia, che ti piaccia o no, sarò vittoriosa!!!! eserciterò ovunque la mia professione dove la gente ha veramente bisogno… e quando rimetterò piede in italia, se mai gli e lo metterò…. sarò felice e orgogliosa di me stessa per aver preso un coraggio del genere di andare via a studiare in terra straniera… Di sicuro fino ad ora non ho nessuno che mi raccomanda… di sicuro mi sto costruendo da sola e alla fine sarò fortissima perchè le difficoltà aiutano molto a diventare come le rocce che non si consumano mani.

  155. la vergogna è tutta italiana, un Paese che si rispetti non dovrebbe permettere che i suoi giovani vadano all’estero per vedere riconosciuti i propri diritti.
    Un Paese che si rispetti non dovrebbe permettere che vi siano caste che comandino per spartire il potere tra pochi e poi lasciare che la finanza crei orde di disoccupati pronti a tutto.
    La bandiera italiana, simbolo per tanti, è per me oggi motivo di lutto e parlo da italiano che ama la sua terra ma che non prova tale amore per i suoi amministratori

  156. ma scherzi………che vuoi dire che la laurea tedesca e’ piu’ prestigiosa di una laurea alla bicocca…? o Padova…? Bologna…? ma vaaaaaahhhh…

  157. il prestigio di una laurea italiana? non mi sembra che la pensino così paesi di grande stazza come germania o francia… DITEMI SE SBAGLIO!!!!

  158. ecco i risultati per gli esami di ammissione a medicina alla iuliu hatieganu: http://www.umfcluj.ro/admitere-2012/docs/Medicina%20-%20Admisi%20Buget.pdf
    Questi sono quelli della facoltà di medicina a pagamento secondo anno:
    http://www.umfcluj.ro/admitere-2012/docs/Medicina%20-%20Admisi%20Taxa%20-%20a%202-a%20facultate.pdf
    E questi sono quelli rifiutati:
    http://www.umfcluj.ro/admitere-2012/docs/Medicina,%20Medicina%20Dentara%20-%20Respinsi.pdf
    Potete trovare tutto alla pagina
    http://www.umfcluj.ro/admitere.htm
    In più stanno mettendo il limite massimo di età per entrare a 28 anni….

  159. Io sto studiando come un pazzo..matematica e fisica….pago 80 auro al giorno al professore…perche’ voglio una laurea italiana…..che e’ prestigiosa di sicuro piu’ di una rumena..!

  160. scusate ma che senso ha mantenere il numero chiuso in italia se poi si riconoscono lauree spagnole e rumene?

  161. Come qualcuno ha già scritto:
    una laurea in Inghilterra, perché non vale in egual modo di una laurea in Romania?
    Noi italiani purtroppo siamo un popolo basato sul pregiudizio. Chi dice che noi ITALIA siamo migliori rispetto ai rumeni? Non è un nome di una nazione nata 151 anni fa, e 4 coppe del mondo a farci ritenere migliori degli altri! Se la Romania tutt’oggi appartiene alla CEE, bisogna rispettare le leggi vincolanti in europa! Se l’europa lo permette, un laureato in Romania può lavorare in Italia, Germania, Spagna ecc… Perché non iniziamo a tirare in ballo questa cosa: può un italiano laureato in Italia lavorare in Romania? Se la risposta è si, non vedo perché non può esistere un opposto. Ma vi ripeto, viviamo di pregiudizi; solo perché un Paese si chiama Romania, è inferiore rispetto un altro che si chiama Italia, Germania o quant’altro. Concludo con quest’ultima annotazione per tutti i sarcastici: in Romania l’università è incentrata soprattutto sulla pratica, non come quelle italiane, che ti immergono di libri e poi dopo i 6 anni di studio non sai nemmeno tenere in mano una siringa… Ciao.

  162. Consultando i decreti di riconoscimento del Ministero della Salute ho letto diversi nomi italiani. Cosa ne pensate?

  163. a jolanda: non ti voglio prendere in giro, solamente pensavo fossi la solita moderatrice finta utilizzata da questo blog per cercare di modificare le idee di chi legge questo forum.
    Ho avuto questa impressione per colpa di tutti i temi religiosi da te usati.
    Volevo ricordarti che il cristianesimo ha determinato la fine della chirurgia classica, per colpa della fede cristiana infatti sono state cancellate molte conoscenze della chirurgia antica , libri eccellenti creati dai greci, dai romani e dagli egiziani. La stoltezza religiosa da te così infatizzata ha determinato la fine dello studio della macchina umana vietando perentoriamente lo studio sui cadaveri definendolo opera del maligno. A proposito visto che dici che hai il coraggio di dire chi sei e non ti nascondi, qual’è il tuo nome e cognome?

  164. scusatemi,ma vorrei fare da moderatore in questa guerra fra poveri! NON è COSì che arriveremo a sfuggire al giogo iniquo del ministero che ostacola dei sacrosanti diritti. Ieri al tar lazio è andato a giudizio un contenzioso fra un laureato italiano in romania e il ministero della salute italiano che gli contestava il diritto al riconoscimento professionale. Come vedete la palla infine è arrivata alla giustizia come avrò notizie vi avvertirò degli sviluppi . Come vedete lottando si arriva sempre un saluto cordiale a tutti

  165. sade, se ti piace giocare sulla sincerità delle persone possiamo farlo… Io non ho paura a dire chi sono e come mi chiamo e ad esternare un dramma che è mio come di tutte le persone che realmente credono in qualcosa. A te Sade cosa piace? Se ti piace sfottere le persone, accomodati sei il/la benvenuto/a. … A me i medici non mi piacciono affatto, ma la medicina come conoscenza di come Dio ha creato l’uomo e di come l’uomo si è corrotto e ammalato quello si…. Io vorrei chiedere a tutti coloro che faranno esami di ammissione di non acquistare solo per un mese i libri dei test e per quell’anno di non andare volutamente alla facoltà… Potete minimamente immaginare quanti soldi perdono sia le università che chi tiene i corsi di ammissione?… potete solo sfiorare con la fantasia il delitto che saremmo in grado di infliggere a questo impero? …. Ieri ho avuto contatti con un amico mio e di mio marito il quale ci ha spiegato che all’università statale di bucarest (lui sta studiando per dentista) si entra con il test di ammissione che non prevede l’esame di cultura generale. Si studia con i rumeni in rumeno. L’italia non ammette i trasferimenti se il test che si è eseguito non è del tutto identico a quello di una università italiana, ma se l’università che si è frequentata è statale e si dimostra che i crediti per anno sono uguali a quelli conseguiti anno per anno alla facoltà di medicina in italia, ci sono ottime probabilità che sia confermata come valevole per iscriversi all’albo professionale. Un’alternativa sarebbe quella di laurearsi in romania e fare un master o una specializzazione in italia. D’altro canto mi sembra che la stessa cosa succeda con noi in Germania considerati da loro al pari dei rumeni…. “un popolo destinato ad imputridire” Fatti un master lì e la tua primitiva laurea italiana vale qualcosa….

  166. ad antonio: hai ragione ma allora perchè non facciamo fare gli esami anche alle badanti che hanno cura dei nostri anziani ( con manovre sbagliate possono mettere la vita dei nostri cari in serio pericolo ), ai muratori che costruiscono le nostre case ( c’è il rischio in caso di crolli di creare molte vittime), ai camionisti (che possono provocare incidenti mortali),agli agricoltori (che possono creare meno quantità di cibo e pertanto indurre carestie), agli operai (che possono creare prodotti difettati e pertanto pericolosi)…
    Perchè se un romeno fa lavori umili va bene così ma se uno viene con la laurea non va bene?
    Se entrassero in italia + laureati e meno personale non qualificato sarebbe un vantaggio per tutti, basta vedere il canada o l’ australia.
    La verità è che conviene se il muratore romeno spinge gli imprenditori ad abbassare lo stipendio degli italiani, ma ciò non vale se porta ad abbassare il tariffario andi

  167. A nino. come fai a conoscere i dentisti romeni, cosa vuol dire?
    Forse la tua bocca è diversa da quella dei romeni.
    Se un romeno ha un ottavo incluso a ridosso del canale mandibolare pensi venga in italia per curarsi?
    Cosa ne pensi di tutti gli autobus pieni di italiani che settimanalmente partono per slovenia, croazia, romania per curarsi i denti?
    Il mondo è globale, purtroppo è così. Sembra di spiegare all’ uomo di neandertal che l’era glaciale è finita e lui se non si modifica soccomberà.

  168. ma a te delius non ti sembra quello che scrive jolanda una cosa finta? Quale persona in italia e nel mondo potrebbe pensare che un’ università gestita dalla chiesa possa essere di qualità?
    meglio essere ironici che falsi.
    Specifico che sono diventato ironico dopo aver constatato che il 99 % di ciò che scrivo viene censurato la matina quando si sveglia il moderatore. così va l’ italia.

  169. IO credo che chi voglia fare il dentista o l’avocato in un altro stato , deve superare un esame nel paese dove decida di lavorare !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!.

  170. Se ci sono i preti allora deve essere di grandissima qualità.Abbi fede Jolanda e vedrai che a 60 anni potrai cominciare la tua gavetta di dentista.

  171. volevo chiedervi che cosa ne pensate dell’università nostra signora del buon consiglio a Tirana.E’ gestita dai religiosi, ci lavorano circa 300 medici docenti italiani, hanno un percorso di studi identico a quello italiano e rilasciano diplomi universitari congiunti con le università statali di roma tor vergata, milano e bologna le quali danno poi l’abilitazione previo esame di stato per iscriversi all’albo professionale ed esercitare il mestiere.

  172. io desidero diventate medico da quando avevo 8 anni, ci sono state un mare di vicissitudini di fronte a me e non ho potuto rendere materiale questa mia vocazione, Adesso ho 43 anni e non ho smesso assolutamente di volere diventare medico… E’ un delitto se ancora sto sperando che si apra una porta murata? io mi rifiuto assolutamente di fare il test di ammissione perchè lo vedo contro ogni principio, piuttosto la selezione va fatta con l’obbligo da parte dei docenti di dare la materia con minimo 27 altrimenti non si passa… Gli esami di ammissione sono una fonte di guadagno per tutti ed è vergognoso . Voglio dire, qualcuno ha mai chiesto ad una ragazza che si vuole fare suora di pagare da 2.500 a 4 mila euro per essere ammessa al noviziato. Certo c’è gente come me che alla fine non diventerà mai medico e finirà col diventare pazza, oppure imparo il rumeno e prendo la laurea a bucarest e me ne vado a vivere nelle isole ioniche in grecia dove non fanno nessuna storia. Poi lì vai ad imparare il greco!!!!….. e giochiamo come si gioca con la palla pazza: senza pace e senza dimora… E quando avrò 60 anni il Padre eterno mi chiama e il medico gli e lo faccio alle anime del purgatorio. Io non ho il coraggio di abbandonare la mia terra per sempre perchè ci sono vissuta 43 anni, ho una famiglia e un marito, quindi non posso dall’ oggi al domani cambiare stato e di nuovo stato fino a quando la morte ci prende… Al di là di tutte queste discussioni, gli esami di ammissione sono diventate delle colonne così forti alte e potenti che nessuno le può togliere… forse Beppe grillo potrebbe fare qualcosa… ma lui non ha un vero governo da proporre… quindi signori miei… la decisione va presa che faccia un male cane o no… alla fine penso che chi desidera veramente una cosa deve abbandonare tutto e andare in questa benedetta romania che tra l’altro è bellissima e sconfinata…

  173. Caro Sade si vede che hai molto da recriminare e credo con ragione. Purtroppo finchè gli si permette, il ministero si compoterà sempre in maniera non legale. Sai perchè il ministero rumeno non ti risponde? Perchè la normatova dice che deve essere il ministero italiano a farlo!!! Ma il ministero italiano non lo fa, perchè sarebbe come dire ti controliamo perchè non abbiamo fiducia di te e vigliaccamente allora perseguitano i professionisti che pur avendo i requisiti si vedono negare il riconoscimento. Questo l’ho saputo drettamente dall’avvocato del ministero della salute rumeno . Mi ha detto noi siamo pronti a rispondere in maniara inequivocabile purchè ci sia una domanda ufficiale così come scritto nel D.L. La mia denuncia era dettata dal voler portare a conoscienza di tutti che il ministero si comporta non in maniera legale e che non bisogna dargli nulla comunque non serve meglio fare una bella denuncia per inadempienza

  174. Ah, dimenticavo. Il ministero non ti blocca perchè l’ ordine dei dentisti teme la concorrenza ma solamente perchè c’è il rischio per l’ incolumità della salute pubblica. Motivo assai più nobile della normativa per la libera circolazione dei lavoratori del 2007 a cui tu fai appello.
    buona fortuna

  175. A piero
    mi piace leggere queste frasi colme di senso di giustizia e di moralità varia. peccato che non funzioni proprio così: il ministero italiano chiede chiarimenti, non specifica il funzionario che richiede tali indagini percui con chi te la prendi? con il cane spred di striscia la notizia?, intanto ,come per magia, l’ iter si blocca, cerchi allora di procurarti le prove richieste appellando al ministero romeno ma il telefono squilla sempre a vuoto, intanto il ministero italiano ti manda i nas a perquisirti la casa poichè pensano (??) che i documenti forniti siano dei falsi, denuncia, tribunali, anni di attesa, avvocati esosi…..mal di fegato ed in fine forse ottieni giustizia. Questa è l’ italia amico piero, questo è il modo che il nostro bel paese recepisce le direttive europee.
    Chiedi al proprietario di europa 7 che lottò 20 anni per vedere la sua rete al posto di rete 4: finì che l’europa gli diede ragione ma l’ italia tergiversò finchè si arrivò al digitale terrestre dove possono ormai entrare tutti. L’italia è un paese per vecchi, la media dei dentisti ha un’ età di 50 anni, non hanno internet in studio, lavorano da soli , non seguono corsi ma l’ 80% inserisce impianti. Se riesci spiegagli tu che esiste la normativa europea del 2007.

  176. continuo a leggere delle difficolta che si incontrano per il riconoscimento professionale eppure il d.l. del 6/11/2007 parla molto chiaro: 1 ci deve essera un clima di reciproca fiducia fra stati questo è un punto cardine in quanto il controllo dei documenti e del diritto di integrazione professionale viene fatto a monte ossia dal ministaro della salute runeno che dopo aver controllato i documenti che richiede se esiste il presupposto legale redige un documento, sulla propia responsabilita, in cui attesta che la persona che ha questo documento ha il diritto al riconoscimento professionale in tutti gli stati della cee. ma la legge nno si ferma qui! dice anche che in caso di fondati dubbi e sottolineo fondati , il paese ospitante in questo caso il ministero italiano debbe richiedere informazioni al paese di origine e non al professionista richiedente e spiega le modalita e i tempi . Per cui nel momento che il ministero vi richiede ulteriore documentazione per fare un controllo, che comunque non puo fare,in quanto in romania solo un ente di controllo rumeno puo fare controlli, dovete rispondergli che il controllo è gia stato fatto in romania che la romania se ne è presa la responsabilita in caso di dubbi di usare i canali specificati nella legge e di attenersi ai tempi li specificati è vostro diritto ci saranno forse da fare denunce , ma alla fine la giustizia trionfa sempre leggete con attenzione la legge e mi darete ragione . un saluto a tutti

  177. Ma perchè si è convinti che per entrare ad odontoiatria o medicina in Italia si debba pagare grosse cifre o avere raccomandazioni ?? Sono i soliti luoghi comuni che fanno comodo a qualcuno per avere alibi. Io sono entrato prima a medicina e successivamente ad Odontoiatria senza ricorrere a raccomandazioni o bustarelle. Qualcuno è raccomandato ma si tratta di una piccola percentuale. Forse il test di ingresso non è il sistema di valutazione più giusto ma purtroppo è così. In bocca al lupo a tutti

  178. in Romania non regalano la laurea nelle Università dello Stato. E di certo non si avranno problemi nel ottenere il riconoscimento del diploma se si studia all’Università Carol Davila di Bucarest che e statale e di ottimo livello. Il discorso e diverso nelle Università private.

  179. ripeto sempre la stessa cosa, non è detto che uno dopo la laurea in romania deve ritornarsene in italia, potrebbe pure decidere di fare il docente universitario all’estero dove necessita… e venire in italia per le vacanze, nel frattempo se uno ha proprio voglia di rimanere in questo nostro paese primitivo accomodiamoci ad aspettare che ci sia riconosciuta dalla “lobby” la famosa laurea straniera. Mi chiedevo se il diniego in italia è lo stesso per i laureati in inghilterra …. o alla regina elisabetta le uscirebbe il fumo dalle orecchie perchè sente lesa la dignità di un popolo. I romeni hanno la loro dignità, ma non la scuola perchè sono un paese povero e un esame te lo danno a pagamento se proprio non superi la materia e la vuoi superare a tutti i costi. Anche noi abbiamo la nostra dignità, ma le università non sono state meno di quelle rumene perchè alcuni prof si sono fatti pagare per fare superare ai ragazzi il test di ammissione…. Da questo punto di vista facciamo schivo entrambi. Proprio per questo è il caso di andare via ad esempio esercitare il proprio mestiere in canada, negli stati uniti, in california, in nuova zelanda a malta, in norvegia, in irlanda … insomma dove si vuole … ma non in italia per carità

  180. salve,mi chiamo Luca….volevo non vergognarmi per un incidente avuto in moto da giovane..il quale mi ha rubato la liberta din un sorriso…con varie fratture e perdite di blocchi interi di denti oltre la frattura scomposta in sei parti della mandibola….il mio carattere mi ha portato ad essere forte e a volte anche avendo questa vergogna…riuscire ad essere migliori di molti altri!!!!e cosi sono riuscito ad avere lo stesso una buona posizione a livello sociale,locicamente facendo il prestigiatore per quel sorriso a me rubato.
    Fino a tre anni fà che è nato il mio primo figlio il problema per me era tra ” risolto…..ma adesso che mio figlio piu grande…uno dei tre,comincia a chierdermi perche io ho i denti brutti e a volte non ho il coraggio di sorridere per deludere o attirare l’attenzione in una ferita che da molto tempo tento di combattere,volevo chiedervi se possa esistere qualche soluzione per essere fiero di sorridere ai miei figli il libertà come tutti voi…pensavo visto che non ho un lavoro ed riesco a stento a mantenere la famiglia…..se potevo ad indirizzarmi in qualche universita(tipo da cavia)anche perche penso sia un caso particolare la mia bocca visto che ho solo 35 anni.Cmq in questo caso ringrazio internet dove per la prima volta nella mia vita invece di nascondere o parlato con qualcuno senza vergogna!grazie

  181. Li avete visti i numeri? Abbiamo un dentista ogni 1000 abitanti contro una proporzione consigliata dall’OMS di 1 dentista ogni 2000, e i dentisti sono in continuo aumento (senza neanche contare quelli che arrivano laureati dall’estero); sempre più studi dentistici stanno chiudendo. Faremo tutti i precari, e la gente ha ancora il coraggio di andare a prendere questa laurea in altri paesi. Io sono entrato al primo colpo studiando tutta l’estate, ma se non fossi entrato avrei fatto qualcos’altro.

  182. Dovrete sudare le famose 7 camice per il riconoscimento in odontoiatria mettetevelo in testa l Italia ormai e tutta monopolizzata dalle lobbi che agiscono a livello governativo, ministeriale ecc… per tutelare i propri interessi,per cui mettetevi tranquilli,prima laureatevi e poi chi vivra vedra . Il Ministero della salute aspetta le vostre richieste .sic…

  183. Domanda a Walter
    Stimato sig. walter, volevo sottolineare il fatto positivo di poter leggere finalmente nel suo messaggio informazioni rese note da una persona che conosce la materia in modo esaustivo e non il solito procacciatore di giovani che per denari iscrive creduloni in università private ignobili e senza futuro di essere riconosciute.
    Volevo pertanto chiederLe cosa significhi che presto a giugno sarà riconosciuto il primo studente italiano. Mi sembra, infatti, di aver letto su questo blog e nella gazzetta ufficiale che già nel 2011 sono stati riconosciuti atti alla professioni 4 studenti di nazionalità italiana che hanno studiato in romania. Specifico inoltre, poichè ,anche se meno di Lei, conosco anch’ io la situazione in Romania, che 4 persone riconosciute su alcune migliaia sono un numero irrisorio e ciò si deve alla pronta vigilanza del ministero della salute la quale, attraverso prove concrete e inconfutabili e a costosi processi penali è riuscita e certamente riuscirà in futuro a smascherare chi non ha fatto il proprio dovere ed ha ottenuto la laurea magari in qualche famigerato ateneo privato.
    La prego, pertanto , se mi può spiegare la differenza di quei quattro studenti riconosciuti nel 2011 con quello che sarà abilitato alla professione nel giugno di quest’anno.
    Comunque auguri a questo fortunato futuro dentista anche da parte mia perchè, se ‘è riuscito ad uscire indenne da tutte le ricerche e processi richieste dal ministero della salute, significa che è una persona indubbiamente preparata alla professione di odontoiatra e senza nessuno scheletro nell’ armadio.
    Grazie in anticipo per la sua sicura risposta

  184. Sandro ha capito perfettamente lo scopo per cui un laureato si lamenta .Egli non lo fa per avere solo parole di conforto ma anche per mettere in guardia i futuri colleghi sulle problematiche relative al riconoscimento.Comunque si sta discutendo a livello europeo la riforma della direttiva 2005 36 e il riconoscimento del titolo professionale acquisito in ambito eu,speriamo che anche questa non sia una delusione.

  185. ti riferisci a quelle sorprese che tanti vorrebbero e sperano ma x loro delusione nn arriveranno mai……………e poi nn mi risulta che le eresia possano metter in guardia o essere di aiuto se nn screditare x poi essere smentite dalla realtà dei fatti………………………….abbiate il coraggio di ammettere che vi rode il fatto di nn poter opporre rersistenza a quella che è una legge bella è fatta quale la libera circolazione ed il riconoscimento dei titoli in ambito europeo……

  186. Secondo me invece delius, la gente che scrive eresie e mette i bastoni fra le ruote serve eccome! se la strada è in realtà più agevole di quella descritta tanto meglio. Forse inconsciamente aiutano le persone perché le mettono in guardia da eventuali errori o sorprese inaspettate

  187. sinceramenete credo che questo forum nn ha piu’ mtivo di esistere dal momento che chi scrive lo fa solo ed eslusivamenete con l’intento di mettere il bastone tra le ruote o di dire eresie solo e soltanto xchè nn se ne fa una ragione…………..RASSEGNATEVI AVETE VOLUTO L’EUROPA E QUINDI ANCHE LA LIBERA CIRCOLAZIONE ….VE PUP

  188. Caro Walter sappi che io mi sono laureato nel 2007 e ho fatto richiesta in italia del riconoscimento del titolo di medic stomatolog gia nel 2010 presentando anche un contratto di lavoro registrato da un anno presso una struttura autorizzata con relativi versamenti previdenziali e con le prove che io lavoro in Romania con regolare registrazione dei pazienti da me trattati .Ho chiesto anche una eventuale misura compensativa in quanto io non avevo ancora raggiunto i 3 anni canonici di esperienza professionale.Ho fatto riferimento che il mio caso e analogo a una uguale richiesta presentata da un cittadino rumeno anche se questi non aveva nessuna esperinza professionale .Morale della favola a me e stata data una risposta di diniego perche cittadino italiano e dunque con un titolo ottenuto in maniera non affidabile e con sospetto, mentre al collega rumeno dr Colteanu Radu valentin e stata data una misura compensativa pari a un anno di tirocinio e non di 3 come previsto dalla direttiva 2005 36 Ormai spero di riuscire a terminare detto tirocinio per cosi poter ottenere il certificato di conformita e ripresentare la domanda.Ti ricordo comunque che il primo laureato presso l UVVG sono stato io e in modo regolare in tutti i sensi , controllato dal ministero della educazio ne e gioventu di Bucarest . Come vedi non e una questione solo di normative europee ma anche di forme di discriminazione verso gli studenti italiani italiani ,. comunque auguri al primo italiano a cui verra riconoscito il titolo di odontoiatra salutoni.

  189. Nonono Walter allora, facciamo un po di chiarezza perché qui forse non si è capito il senso delle frasi:
    tu avevi scritto: “esistono pure i cosi detti medici dentisti,che non sono odontoiatri”
    e io ti ho risposto (GIUSTAMENTE) che dire medico dentista o dire odontoiatra è la stessa cosa! nel senso che il primo ha la laurea in medicina e poi la specializzazione in odontoiatria mentre il secondo ha solo la laurea specialistica in odontoiatria, ergo legalmente il medico dentista e l’odontoiatra fanno lo stesso lavoro. Poi tu dici. ” Il medico che è abilitato a svolgere la professione di Odontoiatra e che quindi non è un Odontoiatra possiede una laurea magistrale in Medicina e Chirurgia e successivamente si è abilitato a svolgere la professione ( cosa che ora non è più possibile fare )”
    Ci sono 2 cose SBAGLIATISSIME nel tuo discorso: il medico che è abilitato a svolgere la professione di Odontoiatra è a tutti gli effetti un odontoiatra o medico dentista, chiamalo come ti pare, ma che ora si non è più possibile fare…ma lo era fino al 1985, io mi riferivo a queste due figure ovviamente. Poi tu mi hai fatto la distinzione tra odontoiatra e medico, grazie genio! anch’io so che sono due figure differenti ma il mio discorso faceva riferimento alla tua erronea affermazione secondo la quale il medico dentista non è un odontoiatra.
    Poi tu hai perso totalmente il filo del discorso e ti sei dimenticato quello che ho scritto io! La questione della libera circolazione io la riferivo ai ragazzi GIà laureati che da dentisti vanno a lavorare in un altro paese, non quelli che vanno li per studiare! non hanno dovuto imparare la lingua per legge ovviamente se la laurea l’hanno presa nel loro paese di origine. Quindi ad esempio se io mi laureo in italia e voglio lavorare in germania devo dimostrare di sapere il tedesco bene quanto l’italiano se non non mi assumono e ovviamente devo sapere quelli che sono i miei doveri e i miei diritti come medico in un paese straniero comunitario che saranno ovviamente diversi da quelli che ho in italia in quanto il codice civile e penale sono diversi (non c’è bisogno di essere avvocati per saperlo).
    Il paragone con i siciliani mafiosi trova il tempo che trova, francamente l’avrei evitato sopratt in questo periodo.

  190. #SANDRO
    Caro Sandro volevo chiarirti un po’ le idee. In primo luogo ciò che scrivi tu è sbagliato : “si sa è ovvio la differenza sta solo nel fatto che il primo ha anche la laurea in medicina il secondo no, ma sono fondamentalmente la sessa persona ovvero 2 odontoiatri” non è affatto vero che sono la stessa persona. Il medico che è abilitato a svolgere la professione di Odontoiatra e che quindi non è un Odontoiatra possiede una laurea magistrale in Medicina e Chirurgia e successivamente si è abilitato a svolgere la professione ( cosa che ora non è più possibile fare ). L’odontoiatra invece è laureato in Odontoiatria e Protesi Dentaria che comprende un piano di studi leggermente diverso dal medico, per vari motivi: 1) le materie sostenute dal medico sono diverse da quelle dell’odontoiatra ( senza togliere all’uno o all’altro) infatti mancano materie come Pedodonzia, Endodonzia, Gnatologia, Ortodonzia, Protesi Mobile e Protesi fissa, ecc… 2) il medico non ha fatto pratica in tale campo. Se oggi un medico ( di recente laurea) svolge la professione di odontoiatra è punibile in termine di legge.

    Per quanto riguarda la questione del medico in usa o in europa: si è vero l’Europa non è uno stato federale come gli US ma è anche vero che abbiamo un’unità legislativa e politica che accomuna tutti gli stati che affinchè facciano parte dell’Ue devono necessariamente accettare. Un’organo interstatale come questo è molto assimilabile agli Usa. Una qualsiasi legge approvata dal parlamento europea viene recepita da ogni stato facente parte ( fra cui l’Italia e la Romania ). La legge sulla libera circolazione della professione è stata emanata dal parlamento europeo e promossa dallo Stato Italiano. Io così come tu siamo cittadini sia Italiani che Europei così come francesi ecc… Non hai mai sentito parlare di ricordo alla corte europea, ecc ? Comunque non sono un avvocato né desiderlo essere quindi informati bene prima di parlare a vanvera. Tu parli della lingua che si deve conoscere se si vuole svolgere la professione in uno stato diverso da quello in cui si è ottenuta la laurea, ma se uno si laurea in uno stato diverso dal proprio, ex romania, inghilterra (i laureati di Harward in italia non vengono riconosciuti? ), spagna, ecc… è logico che conoscono bene la lingua per poter studiare e sostenere gli esami per un periodo addirittura di 6 anni. Inoltre in particolare in Romania si devono sostenere due esami di lingua all’anno, quindi non sparliamo così tanto per scrivere. Io conosco studenti italiani che studiano in Italia e che oltre a non sapere la lingua non conoscono neppure il contenuto dei libri riguardanti l’esame che superano ( vedi Palermo). Non facciamo di tutta un’erba un fascio, come a dire che tutti i Siciliani sono mafiosi come mi dicono quando vado all’estero.
    #NIK a giugno potrai leggere sulla gazzetta ufficiale del primo odontoiatra italiano, laureato in romania, abilitato alla professione in Italia.
    #Paolo Cavarin aspetti così tanto perché ti sarai iscritto sicuramente intorno al 2002 e fai parte della vecchia legge ( in quanto la Rep. Ceca non era ancora in Ue e poi la legge sulla libera circolazione è del 2005) con ciò non voglio dire che non verrà riconosciuto il titolo ma che dovrai svolgere almeno 3 anni di professione (praticantato) per poi fare richiesta.

    Ps. Tutte queste informazioni le so perché a differenza di alcuni io mi informo direttamente sulla gazzetta ufficiale http://www.camera.it/parlam/leggi/deleghe/testi/07206dl.htm dove il tutto è inequivocabile. Il razzismo è anche questo!

  191. Io ho la laurea dell’universita’ Carolina di Praga (Republica Ceka) mi sono laureato il 6 ottobre del 2008..ed ancora aspetto…..vi pare giusto..? Ho imparato il Ceko che e’ difficile quanto il russo..polacco….sloveno…..ho frequentato per 6 anni…pagando tasse ed affitti…ed ora mi trovo con un foglio di carta che per il ministero a Roma deve essere ancora spulciato..dopo 4 anni….in totale 10 anni…forse era meglio rimanere e studiare a Modena….

  192. Per esperienza vissuta vi posso assicurare che nei confronti dei laureati italiani all estero, il riconoscimento e osteggiato da tutte le caste ,anche se presenterete tutta la documentazione richiesta regolarmente non sara mai sufficiente , richiederanno sempre nuovi documenti e nonostante presenterete questi regolarmente rilasciti dalle autorita rumene vi risponderanno che devono indagare ecc…ma anche la pazienza ha un limite….IL TUTTO PERCHE NOI NON SIAMO CITTADINI RUMENI MA ITALIANI E DUNQUE DISCRIMINATI, ALLA FACCIA DELLE DIRETTIVE UE

  193. Renzo Bossi ?? no Gioele lui è bravo , ha studiato tanto ,, ha passato la maturità al primo colpo con il massimo dei voti, è un ottimo politico , grande risorsa per il futuro. Perché pensi che debba PAGARE per una laurea ?? XD

  194. usa termini approrpiati caro Gioele x rispetto di tanti ragazzi che fanno sacrifici x andare fuori ……..caro moderatore tu invece ancora una volta fai male il tuo lavoro e invece di censurare certi soggetti che usano parole provocatorie lasci che vomitano gratuitamente qualunque cosa …complimenti a entrambi

  195. Rispondo a Gioele: infatti l’università di Bossi junior (Universiteti Kristal) ha anche la facoltà di medicina con corso in stomatologji (Klinika Dentare Kristal).
    Se qui nessuno la fa è perché già è difficoltosa la trafila del riconoscimento della laurea in Italia, figuriamoci di una laurea proveniente da un paese non dell’UE qual è l’Albania.

  196. caro Gioele i tuoi paragoni fanno ridere,tu fai di tutta un erba un fascio, te lo dice uno che ha gia 2 lauree e una specilita conseguite in italia ,ma chissa perche il titolo conseguito in romania sucessivamente e solo per pura soddisfazione personale mi deve per forza essere contestato senza una motivazione plausibile ma solo sui Sospetti e non verificando correttamente la documentazione presentata e il percorso formativo,parlano tanto della corruzzione esistente in romania mentre in italia ogni lobbi fa i propri comodi e interessi,guardati attorno e dimmi cosa non si puo comprare in italia TUTTO … e non paragonare certe persone con chi si e impegnato per almeno 15 anni universitari .saluti

  197. mi chiedo quale sia la differenza tra Renzo Bossi che ha comprato la laurea in Albania e voi che la state comprando in Romania…

  198. Nik, è tempo perso, soldi etc…finchè ci saranno certi interessi in ballo sarà solo pura utopia

  199. Scrivo solo per una osservazione;allo stato attuale non mi risultano riconoscimenti del titolo di medic-stomatolog o di medic dentist conseguiti alla uvvg di arad dalle autorita italiane.Questa situazione e ormai esasperante per cui riterrei opportuno fare una petizione urgente alla Corte Europea di Strsaburgo da parte di tutti gli studenti laureati interessati per risolvere definitivamente questo problema .Le lobbi del settore hanno gia da tempo intrapreso misure a livello ministeriale ed europeo per bloccarne il riconoscimento con scuse ridicole non veritiere e richiedendo sempre ulteriori documenti. Pertanto propongo a tutti gli interessati di attivarsi per fare fronte comune per avviare una legale azione coordinata e supportata da esperti avvocati di diritto internazionale. Ormai i tempi degli interessi sono scaduti e sono arrivati i tempi del diritto. Scrivete e faremo fronte comune, ogni uno portando le proprie esperienze e delusioni patite fino a oggi.Per troppo tempo ormai i ministeri non tutelano i diritti di tutti gli studenti italiani che studiano all estero ma solo di alcuni raccomandati….,la valutazione e sempre soggettiva, ma forse dimenticavo che in italia esiste una corruzzione dilagante come riportato quotidianamente per cui ….

  200. no non ho detto questo… ho detto che privatamente puoi fare quello che vuoi come in italia… aprire uno studio farti dei pazienti… (a parte che voglio vedere come lavori in un altro stato se non sai la lingua ma cmq)…MA il problema è nel pubblico…se vuoi farti assumere o semplicemente lavorare per il servizio sanitario tedesco o inglese o finlandese…devi farti assumere e se non sai la lingua o cmq le norme vigenti per i medici di quel paese , la vedo dura

  201. quindi t dici che se un medico italiano o rumeno o tedesco si trova al di fuori del suo stato nn potrebbe e nn dovrebbe esercitare soccorso in caso di necessità semplicemenete xchè nn conosce la lingua,o le leggi che vigono nello stato interessato?questo è un di tanti esempi che potrei farti…..

  202. Ha scritto una serie di cose inesatte:
    “esistono pure i cosi detti medici dentisti,che non sono odontoiatri”…si sa è ovvio la differenza sta solo nel fatto che il primo ha anche la laurea in medicina il secondo no, ma sono fondamentalmente la sessa persona ovvero 2 odontoiatri
    “la laure O LAUREA BREVE DI IGIENISTA NON E UNA LAUREA A CICLO UNICO
    esempio- anatomia ,infermeristica non corissponde a quella di medicina e ovvio
    quindi 2++2 fa”….tu dimmi cosa vol dire questo discorso?? non ha senso serve solo a confondere le idee… la laurea in igiene dentale non è una laurea breve ma viene definita una laurea triennale ed è praticamente a ciclo unico perché poi una vola uscito puoi già lavorare senza bsogno di ulteriori specializzazioni…
    “se uno si laurea in california ,per esercitare in nevada il medico USA occore fare altri esami di stato?
    noi siamo UE- SE IL MEDICO USA vieni in romania o italia e’ un medico extra comunitario ma in usa e un medico degli stati uniti d america”… questo non vuol dire niente …non puoi paragonare gli USA stato federale con l’europa che è una comunità di stati indipendenti con leggi proprie… se io voglio esercitare come medico in germania e essere assunto da un ospedale devo dimostrare di sapere la lingua tedesca soprattutto quella medica, cosi come in inghilterra etc…e devo conoscere le leggi tedesche e inglesi e questo viene chiesto dopo il concorso per diventare medico ospedaliero…quindi questa cosa della circolazione dei professionisti vale specificatamente per i LIBERI professionisti… in realtà …questo lo dico dato che ho alcuni amici all estero e tutti hanno grossi problemi a essere assunti…
    “chi e l italia per poter giudicare le universita rumene
    loro ci possono pure giudicare
    perche chi si e svegliato ora esiste il parlamento eu .la corte di giustizia eu ecc”….ognuno può giudicare chi pare e piace,, c’è libertà di parola fortunatamente ancora e se qualcuno pensa che le università rumene facciano pena è libero di pensarlo e di scriverlo dove vuole per il suddetto diritto… PUNTO

  203. ciao-ragazzi c era un certo personaggio della bibbia non ricordo come si chiamava ,ma disse,perdona loro perche non sanno quello che dicono.
    ho letto un po di commenti, sono tutti un po inesatti. leggete bene gente.
    il diritto di stabilimento- –
    i 3 anni sono per le vecchie lauree,
    esistono pure i cosi detti medici dentisti,che non sono odontoiatri
    esistono persone che si sono laureati o iscritti prima dell 2005
    la laure O LAUREA BREVE DI IGIENISTA NON E UNA LAUREA A CICLO UNICO
    esempio- anatomia ,infermeristica non corissponde a quella di medicina e ovvio
    quindi 2++2 fa?
    leggete il processo di bologna
    ECTS- erasmus ecc
    ultima .processo di bologna luigi belinguer
    se siamo in eu igienista perche il giochetto che vorresti fare non lo fai in italia
    ti sembra romania = fiera
    prova a cercare sul sito laure false guarda cosa esce
    non giudicare per non essere giudicato
    ma scusa mi riferisco ha cutturati
    se uno si laurea in california ,per esercitare in nevada il medico USA occore fare altri esami di stato?
    noi siamo UE- SE IL MEDICO USA vieni in romania o italia e’ un medico extra comunitario ma in usa e un medico degli stati uniti d america
    i primi italiani li stiamo sfornando ora sono caldi caldi gia iscritti l ordine dei medici di romania
    il tempo si perde in ro no in italia
    perche spagna si e romania no
    ci sono paesi e paesini
    chi e l italia per poter giudicare le universita rumene
    loro ci possono pure giudicare
    perche chi si e svegliato ora esiste il parlamento eu .la corte di giustizia eu ecc
    padre perdona loro perche non sanno ciao

  204. gli igienisti cominciano dal primo anno….io sono igienista e devo fare 6 anni come gli altri..se poi volete fare i furbi…..fatelo pure..vi bloccheranno al ministero….e rifarete gli esami che avete saltato…

  205. caro ciccio prima di dire se so o nn so le cose sarebbe il caso che ti informi bene……….in Romania attualmente gli esami di igienista nn vengono pèiu’ riconosciuti e se qualcuno ancora li accetta a fine percorso sul diploma di laure verrà scritto che sono stati degli esami eseguiti presso altre università e poi riconosciuti
    siccome già di se una laurea conseguita all’estero è vista in maniera anomala il fatto di aver riconosciuto esami fomenta ancora piu’ dubbi quindi è consigliabile fare il percorso completo cominciando dal primo anno ………………ecco xchè francamente scrivo certe cose avendo un atteggiamento alquanto corretto verso chi decide di affrontare certe situazioni
    contento ciccio? te pup

  206. Avil, Delius non sà le cose, e francamente non capisco perchè scrive,
    in romania gli esami da igienista sono riconosciuti, te lo posso garantire. Non riesco proprio a capire l’atteggiamento di certa gente.

  207. Caro Mauro ti elogio x la miticolosa analisi che hai fatto ma personalmente nn sono daccordo sulle tue idee ……..
    1)x laurearsi è normale ed ovvio fare sacrifici indipendentemenete da dove lo fai e considerato che Italia,Spagna,Romania e altri paesei sono assediati da una continua polemica sul’accesso e tantissima corruzione quindi nn vedo differena o causa di problema questo punto
    2)il riciclo generazionale e quello dovuto da un fine carriera di tutti i medici vecchia generazione vedi medici in generale che praticano la professione di odontoiatra essendo medici e nn odontoiatri e l’avvento dei nuovi laureati in Europa con l’albo europeo nn permetterà piu’ un professionista italiano,spagnolo,francese ,rumeno ecc ecc ma semplicemenete un medico in CEE altro punto sul quale nn vedo discriminanza
    3)le responsabilità le prende il medico italiano e qualunque altro medico che decide di esercitare la professione libera
    4)frustato è chi ignorantemenete si crede di poter svolgere la professione rendendosi conto di nn essere in grado ma su questo come in tutte le cose avviene una selezione naturale e si resta da soli
    5)se si lavoro bene e con professionalità i guadagni nn diminiscono anzi riuscire a collocarsi un gradino piu’ su del comune offrendo servizi e qualità a lungo andare ti premia e la gente nn è tanto scema da nn notare la professionalità e la qualità offerta da uno studio all’altro
    6)gli aggiornamenti e i crediti ECM fanno parte del sistema e della professione e come in tutte le altre discipline si cerca di supportarle in maniera tranquilla
    7)ripeto una professionalità accostata alla qualità e alla soddisfazione del paziente premia e anzi ti rivaluta a cospetto di tanti presuntuosi che solo x aver avuto i paparini pronti a sborsare fior di euro sono riusciti a conseguire il titolo in Italia ma praticamente sarebbe meglio che andassero sotto le serre a raccogliere fragole
    in ultimo è risaputo che un bravo operaio o artigiano si fa pagare ma questo avviene solo se il suo operato è fatto con criterio mo che sia dentista idraulico falegname avvocato o altro poco conta quello che vale è che la gente che si rivolge a queste categorie risolva il problema con soddisfazione facendo valere la regola del DOVE CE GUSTO E QUALITà NN CE PERDENZA

  208. Si si fai il dentista che tra 6 anni sarai disoccupato….Quando la domanda è maggiore dell’offerta si creano gravi difficoltà di occupazione, anche chi ha lo studio del papi da rilevare, i costi aumentano e i guadagni diminuiscono, i pazienti non sanno individuare la professionalità di un dentista, ma valutano l’immagine (es. Vitaldent super tecnologico ) la simpatia del dentista e chiaramente i costi, stop.
    In conclusioni (personali):
    1)Tanti sacrifici per laurearsi
    2)Cmq per i colleghi sarete sempre visti come coloro che hanno comprato una laurea.
    3) Grandi responsabilità, aumento spropositato del contenzioso.
    4) Frustazione per difficoltà ad emergere, troppi studi, troppe società capitali.
    5)Diminuzione dei guadagni e aumento tasse per studi di settore
    6)Costante aggiornamenti (troppo costosi 50 ecm 3000 euro per corsi)
    7)Sei visto come un medico di serie b considerato caro….
    Chiunqe prende questa strada la prende per convinzione (anni 80-90) che il dentista è un lavoro redditizio ma vi assicuro che un idraulico guadagna di più. Ci sono listini prezzi bassi e di quelli vi riconoscono il 25% lordo chiedete tranquillamente.
    In conclusione vi consiglio di pensarci bene e cmq conviene più medicina almeno un posto in ospedale e uno stipendio assicurato

  209. Aivil succede che il titolo di igienista italiano in Romania puoi fare semplicemente l’igienista e stop………..se vuoi fare l’odontoiatra ti iscrivi alla facoltà ti fai i tuoi bei 6 anni e poi fai il dentista…..

  210. Buon giorno a tutti….. visto che siete cosi informati qualcuno sa se anche in Romania sono riconosciuti dei corsi ed esami dei Igienisti dentali laureati in Italia , come sono riconosciuti in Spania? Se un’igienista vuole andare la a fare odontoiatria la…..cosa succede???? Grazie … saluti

  211. Studiare in Romania è come studiare in qualsiasi altro paese mondiale (non solo europeo). Non esistono posti dove non fai NIENTE e vai avanti da nessuna parte. Non del tutto giusto cercare la migliore università: cioè in base a cosa una università è migliore? Se un ragazzo studia 20 ore su 24 ed ha un quoziente intellettivo superiore alla media sfonderà OVUNQUE. PURE IN ANGOLA. Per cui non pensate troppo al nome dell’università, ma AD IMPEGNARVI. Altra cosa: alcuni parlano dei paesi dell’est quasi come Dubai. Non fate ridere. Una stanza distrutta in una casa cadente del terremoto da ristrutturare, in ITALIA, viene affittata al prezzo di un 4 vani. Chiunque studiin Italia SPENDERA’ SICURAMENTE DI PIU’ DI UN PAESE DELL’EST. In questi paesi, se proprio lo si vuole dire, si vive meglio che in Italia: le persone sono ipereducate rispetto ai nostri “fratelli”, le ragazze molto aperte e disponibili, la vita MOOOLTO meno cara, i ragazzi non fissati con il sesso. Siete proprio sicuri che in Romania si viva male e si spenda un patrimonio? Riflettete: il 100% dei ragazzi che conosco a fronte di una spesa di meno di 10 mila euro ha completato il ciclo di studi e lavora facendo una fortuna.

  212. carina tutta questa gente che ancora sbaglia la sintassi , non mette le h, sbaglia le doppie …. pretende anche di fare il dentista…

  213. Si ci sono italiani all’estero ma quanti poi vengono riconosciuti come idonei il 5%..? Ne vale la pena rischiare…….per poi tornare a mani vuote..? dopo 6 anni e tanti soldi??

  214. Senza parole… ci vorrebbe veramente l’abilitazione da fare in Italia e se non passano ritornano a lavorarci in Romania.. sarebbe giusto e corretto!

  215. caro moderatore ancora una volta ti rinnovo l’invito a moderare bene alcuni commenti di gente che in maniera gratuita sputa sentenze e si permettere di fare allusioni a dir poco da condannare….ultima in ordine di tempo quella di questo SENZA PAROLE che sostiene dichiarazioni che dovrebbe prendersi la responsabilità di denunciare alle autorità competenti se ne è tanto certo altrimenti tu da moderatore dovresti evitare di publicare quindi cerca di svolgere in maniera corretta il tuo lavoro xchè piu’ che opinioni queste che leggo sono delle accuse belle e buone che vanno a discapito di chi in maniera pulita e con tanti sacrifici è costretta a emigrare in Spagna o Romania x poter portare a termine un proprio fine fermo restando che la corruzione esiste ovunque Italia compresa e forse anche su questo forum dove x tutte le allusioni e accuse ingiustificate che trovo mi viene il dubbio che sia spinto dalla solita casta che ora come ora nn sa piu’ dove appigliarsi visto che i titoli stranieri soprattutto quelli in comunità europea sono ormai validi a tutti gli effetti

  216. Ho già scritto precedentemente in questo sito..ovviamente la corruzione e’ ovunque..o quasi…ma visto che so per certo (per esperienza di un mio parente) che studia in Romania medicina, io vi dico che la maggior parte delle persone la laurea se la stanno comprando alla grande…vado spesso a trovarlo … Sono in 4 in casa e tutti e 4 passano la mazzettina sotto banco…dunque su non prendiamoci in giro..in Romania e’ risaputo…voi che tanto volete studiare medicina perché non andate a ginevra?e’ libera…non esistono test d ingresso… ma se non passate tutti gli esami dopo un anno addio sogno di diventare medico…invece no…la voglia di rimboccarsi le maniche manca a voi tutti…e quindi si scegli la via piu “semplice”…su su che fino a qualche anno fa magari qualcuno di voi non sapeva nemmeno dove si trovasse geograficamente la Romania … Io mi auguro solo che qualcuno BLOCCHI questo flusso…si rischierebbe un domani di avere sii dei bravi professionisti ma quanti altri carnefici ci saranno? E comunque come diceva su Saverio Pisda…conoscete qualcuno,ITALIANO,laureato in Romania e che svolge la professione di medico in Italia????io personalmente,e prego Dio di farmi stare sempre bene,non mi farei MAI MAI MAI curare da un “medico” laureato/a in Romania…condivido pienamente il pensiero di Giorgio…AD MAIORA GIORGIO…
    Quindi ragazzuoli..mi auguro che un domani sarete tutti un MEDICO….LEGALEEEEEE pero’…

  217. Purtroppo non ho il tempo di leggere tutti gli interessanti interventi di chi ha scritto prima di me, dato che domani mi dovrò alzare per andare a lavorare in una pessima clinica gestita MALISSIMO da due indiani, nel cuore di Londra, nel ricco quartiere di Kensington. Sono un dottore in Odontoiatria e Protesi Dentaria, laureato nel 2009 ed abilitato nel 2010, costretto ad emigrare per cominciare a lavorare, dato che in Italia tra abusivi, raccomandati, ultra 70enni che non ne vogliono sapere di andare in pensione e figli, nipoti e pronipoti vari…di spazio per gente che come me non è figlio d’arte, non ha tanti soldi da investire (ma che però ha fatto TANTI sacrifici per portare a termine gli studi e che E’ ENTRATO REGOLARMENTE CON UN CONCORSO – 26 posti diposnibili su oltre 300 applicanti) non ce n’è e non credo ce ne sarà più.
    L’Italia è finita in malora anche grazie a tutti quelli che come voi (e mi riferisco tanto ai raccomandati, quanto a tutti coloro che cercano la scorcatoia della laurea facile all’estero…non facciamo gli ipocriti: sappiamo benissimo che le notti in Romania non le passate sui libri, ma in discoteca a divertirvi! La laurea ve la comperate…esattamente come se la comprano e se la sono comperata le centinaia di raccomandati in Italia) evitano di darsi da fare, di impegnarsi, di fare sacrifici e che invece le provano tutte, cercano i sotterfugi e le scorciatoie.
    L’onestà alla fine paga. E ve ne accorgerete anche voi, prima o poi.

    Un saluto ed un in bocca al lupo al mio ex paesucolo…e lo dico non con tono altero, ma col cuore triste e pieno di amarezza.

  218. alexandra credo che debba perfezionare un po’ la lingua italiana visto che nn capisci il grado di corruzione 1000 volte piu’ alto che esiste in Italia,o forse sei un commento piltato ad infamare gratuitamente chi x lo schifo che esiste in Italia decide di trasferirsi all’estero

  219. Salve a tutti.Sono rumena e frequento il secondo anno di odontoiatria in Italia.Non ci tornerei nemmeno morta in Romania, e un paese pieno di corruzione.Fidatevi, restate in Italia e STUDIATE,STUDIATE,STUDIATE 🙂

  220. Ciao a tutti ragazzi sarei interessato ad iscrivermi ad arad quest anno c’ è qualcuno che mi potrebbe descrivere come si ci trova in odonto/medicina?
    Perfavoreeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee =)

  221. probabilmente lo farò caro il mio delius. scusa non ti conosco.. sei uno studente di odontoiatria in romania anche tu? bene se lo sei.. perché non diciamo veramente le cose come stanno allora invece discrivere della emerite c*****e come ho più volte visto scritte in questo blog! bene, la mia storia è molto semplice.. non sono mai stato un genio a scuola voti oggettivamente mediocri appena sufficienti, sono stato bocciato un anno e ho fatto un anno in uno alla privata; mio padre è dentista e mi aveva consigliato di provare il test di odonto alla statale e nelle private in italia ma al primo tentativo ho fatto un punteggio molto basso e questo mi aveva già fatto capire che non sarei mai potuto entrare neanche con qualche aggancio! allora dato che la strada del ricorso non era praticabile anche per consiglio del nostro legale, abbiamo iniziato a guardare oltre confine Spagna e romania soprattutto. Dalla spagna vedavamo che le tasse erano veramente allucinanti 20000 euro minimo piu il vivere li.. in romania la situazione era un po diversa ma nutrivo forti perplessità.. le stesse domande che si sono fatte in questo blog:.ma la laurea vale anche in italia? ma bisogna fare un tirocinio aggiuntivo? e cosi via.. MORALE della favola: sono uno studente del secondo anno in odontoiatria in romania a iasi Università Apollonia e devo dire che non so come sia la situazione ad arad ma qui è PIENO di ITALIANI soprattutto del sud italia e indovinate quale facoltà seguono? >>>> esatto proprio ODONTOIATRIA! i ragazzi che frequentano queste università sono al 90% figli di DENTISTI come me che non sono riusciti a passare in italia ma la cosa peggiore è che molti lo fanno NON per l’amore per la professione ma per RILEVARE lo studio del padre in futuro>> anchio sono qui per questo ma almeno mi piace quello che studio… tutti quelli che conosco fanno discorsi ORRENDI… forse pensando che ancora convenga fare odontoiatria e sperano di fare i miliardi.. NON GLIENE FREGA NIENTE DEL LAVORO IN SE.. l’idea di fondo è che un domani avranno il “posto fisso”…in oltre NON è vero che è un corso complicato anzi io personalmente mi sento agevolato al massimo… molti esami sono a crocette …ho preso svariati 30 se volete saperlo… e i professori sono molto cordiali alcuni parlano anche in italiano agli esami…TANTO SIAMO al 50% italiani! e poi con tutte le tasse che paghiamo vorrei anche vedere… se no ci credete venite a vederlo di persona! non so delius anche tu! incominciamo a dire come stanno le cose…a me le persone che vogliono distorcere la realtà non mi piacciono molto. Iasi cmq non sceglietela è orrenda! piena di criminalità… soprattutto per le ragazze.. rischiate di non tornare in italia.

    Se volete un consiglio,, vi posso dire: Venite in romania è la migliore strada passi con bei voti gli esami studi poco ti laurei torni in italia e sei dentista e lavori… 😀
    io mi sa che tornerò in italia perché non mi piace molto in realtà questo lavoro, le materie sono interessanti ,, ma mi accorgo che non ho mai avuto la vocazione di mettere le mani in bocca alla gente… anzi oggettivamente CHI L’HA MAI AVUTA? tutti quelli che sono li sono lì per prendere le redini dei loro fiorenti studi dentistici e fare un pacco di soldi… sono tutti così…almeno quelli che ho conosciuto
    in questo blog c’è troppo perbenismo,, bisognerebbe dire come stanno veramente le cose..

  222. Ciao a tutti….. concordo pienamente con il dott. Pagliani , il dentista farà la stessa fine dell’ odontotecnico. giorno dopo giorno mese dopo mese diminuiscono i lavori di qualunque tipo dall’ ortodonzia al’ implantologia, indistintamente, e i pazienti che pagano dove saranno andati? a vivere in Romania ovviamente; ormai pagare il dentista è diventato un optional.
    E’ quasi trentanni che lavoro con i ”denti” e soprattutto con le persone (es. mamme che hanno delle figlie brutte come dei troll che esigono che a fine trattamento diventino delle ” belissime fate” ,correggendogli solo un paio di denti)
    Alex l’ unica cosa che posso dirti e finisci quello che hai cominciato, di certo non diventerai miliardario ma un pezzo di pane se ci sai fare lo porterai a casa, devi essere coraggioso.
    Sotto ogni punto di vista il dentista e una figura professionale che è destinata a tramontare.
    Mi duole dirlo ma se potessi tornare indietro cambierei mestiere, rinnegando i miei 33 anni di duro lavoro e sacrificio.
    Ragazzi e futuri colleghi non prendetemi come un nemico che vi vuole demolarizzare ma bensì come un consiglio, all’ Italia non servono odontoiatri, ma medici! di qualunque specializzazione ( da verificare che specializzazioni) si calcola che ci sarà un buco di 40000 medici tra il 2012 e 2018 pensateci bene. Sappiate che ho 2 figli e si stanno laureando in medicina in Romania, bisogna dare un opportunità a tutti, ma da padre ribadisco e mi scuso se mi ripeto ancora odontoiatria per chi aspira a una certa posizione, non è strada da percorrere.
    Ps: gli studi in franchising pagano 10 euro all’ ora, fanno solo contratti part time e se ti lamenti vieni cacciato via, tanto c’ è una fila di neolaureati pronti a subentrare ignari che faranno la stessa fine del predecessore.

  223. Alex ottima analisi quindi ti consiglio di seguire il tuo istinto e di abbandonare tutto e tornartene in Italia sarai x tutti del settore un concorrente in meno

  224. ragazzi sono andato in giro per alcuni forum e ho trovato questo scritto da un certo zeno pagliai , un dentista di roma:

    “Salvarsi dalla crisi ? Da quella economica in atto ci salveremo perché prima o poi dovrà pur finire.
    Ma da quella interna al nostro settore NON ci potremo salvare PIU’ perché:
    1° La pletora odontoiatrica ha raggiunto limiti intollerabili ma non possiamo ammazzare il 50% dei dentisti per risolverla e prossimamente si prevede una nuova grande ondata di nuovi odontoiatri che sono andati all’ estero per prendersi la laurea e tornare in Italia.
    2° La richiesta di cure odontoiatriche è in costante forte diminuzione a causa della prevenzione che funziona e coooooome!…..e meno carie…meno tutto !!!!…..
    3° Gli abusivi non li può ammazzare nessuno e la legge gli fa in baffo !
    4° I prestanome continuano a proliferare anche a causa della diminuzione del lavoro.
    5° Gli studi in franchising ci faranno fare la fine che i supermercati hanno fatto fare ai dettaglianti.
    6° L’ estrema cocciutaggine dei dentisti passati e attuali che ancora non hanno capito che la soluzione è solamente quella di associarci in grandi strutture comuni per poter battere la concorrenza dei franchising è enorme ! Tutti vorrebbero continuate a fare i soliti piccoli Re nei loro studi ma non è più temo.
    7° Se aspettiamo che i sindacati facciano qualcosa…campa cavallo….
    Conclusione. NESSUNO PUO’ FAR PIU’ NULLA.
    Anche unendoci in nuova organizzazione l’ unica possibilità per continuare ad esistere è solo quella di associarci per lavorare insieme in grandi strutture comuni e basta !
    Il singolo dentista con studio monoprofessionale dovrà sparire e già è iniziata la sua estinzione !
    Purtroppo le mie sono previsione già fatte da lungo tempo e ora si stanno avverando, ma i colleghi con visioni nasometriche hanno continuato a non vedere al di la del proprio naso ! Che ora si attacchino al tram o ad altro appiglio a loro più congeniale ! ”

    da studente di odontoiatria in romania HO PAURA..sto valutando seriamente di tornare in italia e di abbandonare tutto , sento solo notizie negative e sto sborsando un sacco di soldi a quanto pare inutilmente ! è la fine

  225. Scusa delius pensavo che il tuo commento fosse riferito al commento precedente di truth…data la consecutivita. Cmq hai ragione tu…
    Per certi commenti offensivi c è bisogno di un moderatore che faccia una selezione basata solo sull eliminazione dei commenti che presentano offese gratuite e inutili.

  226. caro Carlo P. il mio intervento era rifertoi ad Aelxio il qulae paragona una laurea rumena ad una presa al SUD concludendo che è semplicemenete carta straccia……………mo, mi spieghi se questo nn è un vero abuso, sfotto’ e affronto a tutti i presenti del sud in qusto forum? x quanto riguarda tutto il resto ben vengano i commenti e le idee ma che siano costruttivi o che possano essere di aiuto o di chiarimento x tutti altrimenti chiunque è libero di esporre i proprio pensiero ma nei limiti comportamentali e senza fare allusioni offensive buona giornata

  227. Delius perché uno dovrebbe scrivere della sua esperienza in un blog e poi veder cancellati i propri commenti? Queste cose non si devono accettare! Non è un commento offensivo truth ha semplicemente esposto la sua opinione sulla questione “diventare dentista” e c’è gente in questo forum che continua a dire che certi commenti debbano essere eliminati. Cerchiamo di rispondere piuttosto ai commenti con rispetto, invece di offenderli o censurarli. Rendiamo libera la parola, e speriamo che in questo paese ci possa ancora in futuro essere libertà di espressione, NO ALLA CENSURA. Capito Delius?

  228. ragazzi la situazione è insostenibile sono laureato da ormai 20 anni ho 46 anni e ho ereditato lo studio dentistico da mio padre che è in pensione: in effetti sto pensando di chiudere bottega! ! ! io per i vostri discorsi mi potrei ritenere “figlio di papà” e pensavo che una volta laureato potessi facilmente prendere le redini del bel mestiere del dentista che mio padre aveva fatto fruttare con il suo duro lavoro durante gli anni d’oro della professione più o meno anni 80 70. all’inizio non era neanche male, lavoravo tanto e anche se i guadagni non erano da milionario vivevo una vita agiata dove comunque i soldi non erano un problema. per dire in un mese fatturavo piu o meno tra i 15000 e i 20000 euro lordi al MESE!con poche tasse da pagare sul lavoro perché l’IRAP non era così pressante (ora è al 43%)!!! e i materiali costavano meno. ora la situazione è APOCALITTICA ho venduto varie case che possedevo per pagare il mio lavoro che sta andando in frantumi! ho investito tanto sulla strumentazione su corsi per migliorare le tecniche chirurgiche sulla pubblicità! ero tra i migliori in alcuni campi qui come l’implantologia. negli ultimi 4 mesi volete sapere quanti pazienti hanno bussato alla mia porta? poco più di 50! e ho avuto a che fare SOLO con 2 lavori di implantologia campo dove sono molto bravo!! uno sfacelo! ho inviato mail per riconquistare un po di pazienti ma è stato tutto inutile sono andati via soldi dignità tempo…
    Il mio intento è chiaro. quello di scoraggiare coloro che si accingono a intraprendere questa nefasta strada. il mio fatturato è crollato a picco a malapena posso pagarmi i corsi di aggiornamento. mi viene da piangere. ragazzi NON andate i romania spagna burundi per studiare odontoiatria perchè al vostro ritorno la situazione sarà peggio della realtà che ora vi descrivo e vi descrivono. parola di un “figlio di papa”
    Ero uno stimato professionista di buona famiglia. non è servito a niente

  229. una laurea presa in romania vale come una laurea presa al sud..cioè meno di zero

  230. Ciao Deb, ho cercato più volte di rispondere alla tua domanda ma chi gestisce questo blog continua a oscurare i miei commenti…mi dispiace molto, ma evidentemente quello che scrivo non viene considerato forse perché un po scomodo…ATTENTI questo “blog” cancella i commenti indesiderati

  231. Vi dirò il mio punto di vista, voglio sottolinearlo, strettamente personale, io ho passato il concorso per Igienista Dentale in Italia, alla Facoltà di Bari, ho frequentato per un anno e qualche mese e poi sono letteralmente SCAPPATO VIA A GAMBE LEVATE ! fortunatamente mi sono iscritto in Romania e non perchè non fossi riuscito a superare il test ma per lo scempio, la scarsissima professionalità e la mancanza di EMPATIA da parte dei vari professoroni e rispettivi leccapiedi.
    Un mondo orribile ci veniva il voltastomaco ogni giorno a me e ai miei colleghi, è stato uno stress psichico assurdo essere costretti a vivere fra questa gente e dover sottostare ai loro sopprusi e al loro terrorismo psicologico, per realizzare un nostro sogno.
    Nessuno costringe dei medici ad essere insegnanti, per insegnare devi amare il tuo lavoro e voler trasmettere il più possibile ai tuoi allievi ma soprattutto provare empatia. Questa gente insegna, quando “tutto dovrebbe fare nella vita tranne che questo!”, lo fanno solo per appagare il loro egocentrismo grazie a raccomandazioni o a lecchinaggio, ma così facendo portano nelle facoltà la loro frustrazione, depravazione e rabbia repressa e trasmettono un messaggio molto negativo agli studenti (futuri medici).
    L’università italiana è MOLTO MALATA per quanto mi riguarda in Romania saranno 30 indietro a noi come infrastrutture, ma a livello di insegnamento, di umanità, e organizzazione internazionale sono 50 anni avanti a noi.
    Questa è il mio modesto parere personale, nonchè la mia esperienza, quello che mi rimane da dire è grazie Romania perchè da quando studio qui mi è tornata la gioia e l’entusiasmo che avevo perso dopo la deludente esperienza barese.
    Infine ai giovani dico: non disperate se vedete tanta ingiustizia nel mondo, abbiate fiducia e vedrete che la vostra strada troverà voi… 🙂 un abbraccio

  232. ex studente, i miei commenti non so perché ma sono stati cancellati…volevo che mi dicessi le cose più specifiche… io studio alla uax e vorrei sapere più precisamente qualio sono i problemi da affrontare una volta uscita di qua..ciao

  233. omg , quanto odio c’è in mezzo , peccato x vedere una cosa dal genere x2paesi latini !buona fortuna a tutti essere umani è che l’anno 2012 sia uno perfetto x tutti gli studenti!

  234. ciao ragazzi,
    ho letto i vs commenti..fate bene provatele tutte per riuscire a fare quello che l’italia vi impedisce.

  235. l’esame di ammissione per odontoiatria e medicina e chirurgia all’università di bucarest si fa… io ho i programmi tra le mani, c’è biologia, chimica, fisica e matematica, ma manca la cultura generale. L’esame si fa in rumeno con i rumeni. Coloro che passano con almeno 60 punti possono essere esentati dalle tasse oppure pagare in base alla graduatoria di scorrimento. Io andrò in romania, ma non mi passa neanche per l’anticamera del cervello di fare il corso di studi speciali di 5000 euro in inglese e pagare i professori per essere promossa in una qualsiasi università privata di medicina o di odontoiatria in romania

  236. per ex uax:leggi bene

    Ue, tessera professionale per libera circolazione dei medici

    L’Unione europea si appresta a lanciare una tessera comunitaria che agevolerà la libera circolazione dei professionisti e le procedure di reciproco riconoscimento tra gli Stati membri. È una delle misure contenute nella proposta di revisione della direttiva 2005/36/CE sulle qualifiche professionali che il commissario al Mercato unico, Michel Barnier, ha presentato lunedì alla stampa. Il pacchetto di interventi, che si propone di superare le resistenze finora opposte da diversi paesi, mira a sfruttare ai fini della ripresa dell’eurozona il potenziale di crescita derivante dalla mobilità dei professionisti. Allo scopo, la proposta disegna un’ulteriore semplificazione delle regole per il reciproco riconoscimento delle qualifiche professionali. Perno centrale la tessera comunitaria che, appoggiata a una banca dati europea, certificherà il possesso dei requisiti evitando al professionista oneri amministrativi che oggi possono rivelarsi spesso onerosi. Non solo: nella proposta verrà anche impartita una stretta alle barriere ancora oggi frapposte da alcuni stati alla circolazione delle professioni, con il pretesto di imperative esigenze di carattere pubblico. Una volta entrate in vigore le nuove misure (all’esame del Parlamento europeo entro il prossimo anno) gli Stati membri dovranno dimostrare che le restrizioni nazionali sono realmente giustificate e non comportano discriminazioni. Per quanto concerne la professione medica, la bozza di direttiva propine tra le altre cose autorizza gli stati membri a prevedere specifiche esenzioni dal possesso di determinate qualifiche per i medici già in possesso di una specializzazione che desiderano maturare una seconda specializzazione in un altro paese.

  237. Perche’ parlate sempre della Romania..guardate che in Spagna e’ pieno di italiani che studiano e pure li e’ un po’ controverso..si paga tutto li..anche l’aria che respirano sembra un Hotel e se non passi gli esami si pagano 200 euro a credito..quindi per recuperare una materia con 5 crediti saltano 1000 euro…eh si, proprio cosi’, roba da figli di papa’…era meglio prima forse che ne dite? C’e’ addirittura chi ha 2 figli a Madrid…..ma hanno fatto i soldi nei tempi d’oro i loro genitori, loro non avranno la stessa fortuna da come si mettono le cose…fare il dentista diventera’ come fare il netturbino…un lavoro comune e giusto per chi vuole “sopravvivere”…

  238. salve scusate se mi intrometto, mi sono imbattuta per caso, ed ho letto tutte le vostre discussioni. ma lo sapete che in Italia ancora oggi, e sara’ sempre cosi ci sono persone che per entrare ad odontoiatria hanno sborsato cifre a 5 zeri???? perchè vi meravigliate della Romania??preoccupiamoci del nostro marcioe corrotto sistema Alias la CASTA… Ho sentito davvero tanto… amici ma tanto che la Romania, la spagna, etc etc.. sono bazzecole credetemi… buon Natale a tutti

  239. scusate se m’intrometto, volevo solo precisare alcune cose:
    i titoli rilasciati ad italiani da parte di università rumene private sono a tutt’oggi almeno quattro. Il decredo parla di riconoscimento attraverso la legge 36/2005 CE riconoscimento automatico mentre non parla di prove attitudinali o tirocinii.
    Spero di essere stato utile a qualcuno

  240. Ciao a tutti..mi sono imbattuto in questo sito per caso…non ho letto tutte le vostre discussioni ma, sono pienamente d’accordo con ExStudente. Io posso dire solo una cosa…una persona che conosco moooolto bene,si è iscritto alla facoltà di Odontoiatria in Romania, e posso dirvi con assoluta certezza che non ha sostenuto nessun tipo di test d’ingresso, non ha sostenuto il test sulla lingua romena ma ha bensì pagato 4000 E DICO 4000 euro per essere iscritto, quindi non voglio immaginare i soldi che costui sborserà per passare tutti gli esami…io non condanno chi va a studiare fuori Italia, ma condannerei colui che da modo di far esercitare determinate professioni in Italia senza un’accurata indagine…Ho accompagnato questa persona in Romania ed io ho visto tanto…davvero tanto…
    ciao

  241. Mauro, il documento che hai postato si riferisce a persone che hanno chiesto da tempo il riconoscimento del titolo e hanno superato la prova compensativa o il tirocinio di 3 anni obbligatorio per l’esercizio della professione…chi ti dice o ti ha detto che è automatico..a parer mio ti ha detto una cosa non vera…come da normativa nel decreto del 29 luglio 2010 si evince che…

    La Direzione generale delle risorse umane e delle professioni
    sanitarie, nei casi in cui il riconoscimento del titolo, in
    conformita’ al parere espresso dalla Conferenza dei servizi, e’
    subordinato al superamento delle misure compensative di cui
    all’articolo 22 del decreto legislativo, consistenti, a scelta del
    richiedente, in una prova attitudinale o in un tirocinio di
    adattamento non superiore a tre anni, adotta il decreto dirigenziale
    di determinazione delle misure compensative. Copia del predetto
    decreto e’ trasmessa al richiedente ai fini dell’avvio delle
    procedure relative alla prova d’esame o al tirocinio di adattamento.
    5. Il decreto di riconoscimento e’ rilasciato solo a seguito del
    superamento della prova attitudinale o del tirocinio.

    e come mi hai fatto giustamente notare tu…
    3. Il riconoscimento del titolo professionale e’ disposto con
    decreto dirigenziale, che e’ pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale
    della Repubblica italiana.

    Questo conta e questo è la legge italiana che lo dice

  242. Caro SigFrido prova un po a scrivere : Paolo Rega Riconoscimento laurea rumena… e vedi cosa esce dal cilindro…….Auguri di Buon Natale A tutti…..

  243. scrivo al moderatore di questo forum che a mio giudizio dovrebbe censurare articoli come questo precedente di GIAN che sputa sentenze e giudizi senza saper quello che si fa e come lo si fa forse stonato dalle tante dicerie che la casta mette in giro ma senza prendere informazioni serie sul percorso di studio che si fa in Romania e nel resto dell’Europa…….. caro Gian informati bene e riguardati dal dire che con i soldi si puo’ tutto solo in Romania del resto anche in Italia è la stessa cosa nn esiste solo striscia la notizia ad infangare certe cose spinti come gia’ detto dalla casta ma esistono le iene che infamano professori in Italia che vendono esami o cercano prestazioni sessuali, solo che vengono trasmesse nn in prima serata ma dopo le 23,e che cosa si ottiene? bambocci figli di papa’ che vantano di studiare alla Sapienza al S.Raffaele alla Federico ll senza aver la minima conoscenza di quello che praticamente si insegna nn in Italia,e poi il paese del Bunga Bunga nn scordare che siamo noi quindi di P. italiane x facoltosi a cui nn gli tira se ne buttano e come in ogni altra parte del mondo sono disponibili x tutti e tutte te e me compreso…………..

  244. Si si..immagino la preparazione di tali studenti e immagino quale possa essere il valore dell’ abilutazione di stato….con 100 euro ti fanno passare qualsiasi esame …e invece di studiare vanno a..p. poi l’esame di stato..bhe quello 3/400 euro…e sei dentista…poveri quelli che avranno la sfiga di andare da un dentista laureato in Romania…..

  245. Caro ExStudente UAX,
    secondo il mio giudizio, chi sbaglia sei tu e tutta la politica europea.
    Non bisogna restringere i percorsi di studio ma, bisogna stringere tutti quegli interessi e tutti i professionisti incapaci e arroganti.
    Ben vengano nuovi professionisti capaci e intrapendenti, i vecchi e incapaci devono andare a quel paese.
    Questo sistema sta rovinando solo la società!

  246. Voglio dire……………
    Cari medici presuntuosi!
    L’accesso a Odontoiatria dovrebbe essere solo a odontotecnici abilitati
    all’esercizio della propria attività odontotecnica e con una esperienza acquisita nel corso degli anni!
    Chi conosce la anatomia, la funzione, la biologia, la riabilitazione,
    la progettualità, i materiali, la gnatologia, etc. etc.?
    I medici non ci capiscono un cazzo e sono solo presuntuosi, arroganti e ignoranti, rubano solo soldi.
    Voglio capire: per quale motivo l’odontoiatria nega e boicotta la gnatologia, perché non conosce e non vuole conoscere la tossicologia, e la fisiologia?
    Questo rebus bisogna risolvere a tutela della salute di tutti.

    Sono un consulente tecnico del tribunale, vi insorto a denunciare chi crede di essere un arrogante mentre invece effettua solo danni.
    Cordialmente Rosario Muto

  247. Per Gigi: come puoi aver visto nel blog dal quale hai copiato e incollato quel commento sono già intervenuto per mettere a tutti la pulce nell’ orecchio e come puoi aver visto, all’inizio avevo parecchi commenti censurati e frasi offensive rivoltemi contro..ma poi quando ho iniziato a insistere sulle mie posizioni anche l’amministratore del forum ha capito che sarebbe stato meglio evidenziare delle precisazioni, che (e non si sa per quale motivo aveva prima omesso!) come “ex studente Uax, dici che “il ministero e soprattutto l’Europa stanno cercando di limitare tutti questi studenti che vanno in università senza numero chiuso perche sono un suicidio per la libera professione e per la medicina in generale”. Hai ragione quando dici che il Ministero sta tentando questa strada.”
    Gigi io sono con voi, si intende, vorrei che tutti realizzassero il loro sogno! Ma devi capire che il futuro di questi studenti è appeso a direttive europee, che MUTANO CAMBIANO di anno in anno e IN OGNI GOVERNO che sale al potere. Un giorno puoi tornare a lavorare in italia, il giorno dopo le direttive potrebbero essere riviste. ED é QUELLO CHE SI STA FACENDO purtroppo. Potrebbe accadere di qui a poco nelle Università Private che non prevedono il numero chiuso. Dunque ATTENZIONE ragazzi. Ho trovato in un articolo questa frase: “Essendo la Romania un Paese che fa parte dell’Unione europea, esiste l’obbligo di riconoscimento della laurea. Ma non e’ più cosi’ scontato.
    “Il ministero della Salute, che e’ l’organo deputato al riconoscimento del titolo – spiega il presidente nazionale della Commissione dell’Albo degli Odontoiatri (Cao), Giuseppe Renzo – esegue un’attenta verifica, che tiene conto di alcuni parametri, tra cui: la presentazione del percorso formativo, il piano di studi, la conoscenza della lingua. Insomma, il percorso formativo e le metodologie devono essere verificabili e trasparenti”.”

  248. ex studente stai confondendo il tutto e mi spiace per te che sei rientrato i italia per paura di non avere il titolo riconosciuto.
    anzi scusa tu sei preparatissimo e lo hai fatto perche’ hai avuto la fortuna di superare il test.
    no scusa sei troppo preparato ecco perche’ hai superato il test.
    ciao
    a tutti coloro che volgiono studiare fuori fatelo ragazzi in italia è difficile per tanti motivi che tutti noi conosiamo

  249. per paese terzo si intende un paese non facente parte della comunita’ europea lo volete capire o no.
    leggete la direttica 2005

  250. MAURO..leggi bene qua..

    http://www.salute.gov.it/professioniSanitarie/archivioNewsProfessioni.jsp?menu=inevidenza&lingua=italiano

    Questo è l’archivio di molte prove attitudinali dal 2009 e l’esito della prova per il riconoscimento del titolo abilitante di odontoiatra conseguito in un Paese straniero. MA come puoi vedere c’è scritto anche “Esito della prova attitudinale per il riconoscimento del titolo abilitante di odontoiatra conseguito in un Paese comunitario od extracomunitario” e questo ne è un esempio

    http://www.salute.gov.it/professioniSanitarie/newsProfessioni.jsp?id=1512&menu=inevidenza&lingua=italiano

    …PAESE COMUNITARIO = appartenente alla comunità europea. In alcuni ci sono scritti anche dei nomi e leggo molti italiani nelle liste…quindi le misure compensatorie come puoi ben vedere sono COME DA NORMATIVA EUROPEA applicate anche ai paesi comunitari quali spagna e romania..

    http://www.salute.gov.it/professioniSanitarie/newsProfessioni.jsp?id=1512&menu=inevidenza&lingua=italiano

  251. per ex studente

    martedì 13 settembre 2011
    Equipollenza della laurea in Odontoiatria conseguita all’estero
    Il “numero chiuso” ha spinto molti italiani a iscriversi nelle università europee, specialmente spagnole e rumene, per ottenere una laurea con la quale poter esercitare in Italia la professione di medico o di odontoiatra.

    Quanto sono “sicure” queste lauree? Il timore di molti studenti (a mio avviso infondato) è che, una volta tornati in Italia, il Ministero della salute neghi il riconoscimento della laurea conseguita all’estero, vanificando in questo modo i loro sacrifici.

    Chiariamo subito una cosa: il riconoscimento delle lauree in Medicina e in Odontoiatria conseguite in Europa, grazie alla direttiva 2005/37/CE, è automatico. Il Ministero non può negare il loro riconoscimento, nè tantomeno può richiedere esami integrativi (queste integrazioni, chiamate “misure compensative”, invece possono essere richieste se la laurea non è elencata nella direttiva 2005/36/CE).

    La direttiva 2005/36/CE indica espressamente le lauree che beneficiano di questo trattamento. In Spagna sono il “Licenciado en odontologia” e il “Licenciado en Medicina y Cirugía”, mentre in Romania la “licență de medic dentist” e la “licență de doctor medic”. Per ottenere il riconoscimento non è necessario l’iscrizione all’ordine professionale straniero, basta che la laurea in questione sia abilitante (quelle spagnole e rumene lo sono, per sapere se lo sono quelle degli altri Paesi bisogna consultare la direttiva 2005/36/CE e vedere se nelle tabelle, accanto al titolo di studio, è menzionato un “Certificato che accompagna il titolo di formazione”, in caso negativo la laurea è abilitante). Nel caso in cui la luarea non lo sia, comunque, non è un problema: il cittadino può abilitarsi nel paese Europeo e poi chuidere il riconoscimento in Italia (o chiedere il riconoscimento in Italia, ma con l’obbligo di sottoporsi a una prova di idoneità).

  252. voglio rammentare che coloro che sostengono esami ragazzi provenienti da paesi extra europei e non ragazzi con laurea della comunita’

  253. Ciao vorrei che fosse cosi ma paese terzo non fa parte dell unione europea ma es sono lauree brasIliane ecc…penso che per la Spagna e Romania non servono queste misure compensatorie ma spero che cambiano le leggi perchè purtroppo l odontoiatria è finita

  254. radu ma che dici………..
    a Timisoara e Arad no ti bastano 2000 euro al mese…fra taxi…libri..universita’….affitto..bollette….etc..etc……piu’ le tasse…4000 euro per anno…un totale di 16000 euro per anno che per 6 fa 90000 euro….quasi…ma che si superano abbondantemente se non stai sempre a casa con un piatto di spaghetti al giorno..!

  255. Ciao a tutti.
    Non vi so dire come dovreste procedere per i trasferimenti da Italia a Romania o vicerversa, oppure per ottenere i riconoscimenti in Italia.
    Ma siccome sono romeno vi posso dare qualche informazioni per quanto riguarda i costi, le città romene, la vita a Romania..
    Gli affitti partono da 100 euro (per un monolocale con bagno cucina abitabile – in tutto circa 35-40mq) più spese (condominio circa 20 euro, bolette). Potete trovare a prezzi più alti o più bassi, dipende dalla zona e dalla città. Per esempio, un bilocale a Bucarest viene affittato anche con 150 euro che andrebbe benissimo per due persone, perchè di solito i bilocali sono composti da due camere con ingressi indipendenti (voglio dire che non devi attraversare il soggiorno per arrivare nella camera da letto).
    A Bucarest il taxi costa pochissimo (0,3 euro/km), una birra nel centro storico 1,5-2,00 euro, un caffè 1 euro. Si può mangiare bene, sempre nel centro storico, con 10-12 euro.
    Nei supermercati la maggior parte dei prodotti costano di meno (di circa 30-40%) rispetto a Italia, ma quelli importati possano costare di più – come per esempio il caffè Lavazza. Lo stesso per i telefonini (vedi iPhone), TV LCD ecc.
    Per quanto riguarda le università, dal mio punto di vista le migliori sono quelle statali. Quelle private li eviterei. Spiru Haret, Dimitrie Cantemir, Hyperion, L’Università Romeno-Americana fanno proprio schiffo perchè lì vi vanno tutti i semianalfabeti. Adesso non vi so dire, sinceramente, se c’è qualche università privata a Timisoara o Arad che sia proprio all’altezza di quelle statali. Quindi dovete chiedere a qualcuno che sta frequentando una certa Università.
    Come città, per vivere e studiare, vi consiglio Bucarest, Cluj, Timisoara, Iasi che sono dei centri universitari importanti a Romania e le loro università (quelle statali) sono nella top 10 delle università romane (dati ufficiali). Poi un’altra bella città è Sibiu (capitale culturale europea nel 2007), ma non vi so dire a che livello sono come università.
    Non andate lì sperando di fare i furbi e non fidatevi di nessuno che vi promette “aiuto” per ottenere la laurea senza frequentare i corsi.
    Nella maggior parte delle università serie la presenza è obbligatoria e senza avere un minimo di presenze non potete sostenere gli esami.

    La tassa annuale quasi per tutte le università di medicina a romania è di circa 1000 euro, ma potrebbe variare di 100-200-300 in più o in meno. E, un’altra cosa, le università dove l’ammissione è a base di esame di prova sono più buone rispetto a quelle dove non si deve sostenere nessuna prova.
    Comunque, spero di esservi stato utile e se avete qualche domanda mi potete scrivere a nasty_raul at yahoo punto com.

  256. salve ragazzi vorrei avere delle informazioni dettagliate per iscrivermi a odontoiatri in romania se potete darmele mi fareste un grande favore

  257. caro EX STUDENTE ti ringrazio io x avermi fatto ridere con tutte le tue eresie …………bravoooooooooooooooooooo

  258. caro studente ex uax non dire baggianate e lascia in pace tutti quei ragazzi che studiano in romania e in spagna.
    sei sei sicuro fai nome e cognome di chi ti da questa informazioni diversamente non fare figuracce e leggi bene il DECRETO LEGISLATIVO 9 Novembre 2007 , n. 206 e il DECRETO 29 luglio 2010, n. 268 e visto che vanti di avere in casa un magistrato e un avvocato chiedi a loro.
    Avoi ragazzi che con sacrifici siete o volete andare a studiare fuori fatelo tranquillamente e consultate il sito del ministero e solo li troverete che fino a 3 giorni hanno convalidato laure della uem e uax e romania. saluti da un odontoiatra

  259. Jugula, dato che non vorrei sbandierare i miei dati a destra e a manca..scrivi il tuo nome e ti rintraccio con facebook…o la tua mail…così sarà e per me più facile! 🙂

  260. Buongiorno.
    È circa un mese che seguo questa discussione per motivi particolari.

    Avrei la necessità di CONTATTARE EX STUDENTE AUX.

  261. L’europarlamentare della Lega nord ha passato l’esame per l’abilitazione forense a Bruxelles: “Fatto in Belgio perché è molto più facile che in Italia”Francesco Speroni principe del foro di Bruxelles. È l’ultima roboante voce del curriculum dell’eurodeputato leghista, nonché suocero del capogruppo alla Camera Marco Reguzzoni. Speroni ha avuto un problema nel processo di Verona sulle camicie verdi, ma poi si è salvato grazie all’immunità parlamentare. Anche lui era con Borghezio a sventolare bandiere verdi e a insultare l’Italia durante il discorso di Ciampi qualche anno fa, quando gli italiani hanno bocciato, col referendum confermativo, la controriforma costituzionale della devolution. E così commentò: “Gli italiani fanno schifo, l’Italia fa schifo perché non vuole essere moderna!”. Ecco, l’onorevole padano a maggio ha ottenuto l’abilitazione alla professione forense in Belgio (non come il ministro Gelmini che ha scelto Reggio Calabria) dopo ben 12 anni dalla laurea conseguita a Milano. Speroni dunque potrà difendere “occasionalmente in tutta Europa” GIudicate amici, questo governo e questo ministro un giorno dovranno decidere se i sacrifici e i sogni di tante persone sono validi oppure no?????AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA uha grande risata è la risposta, l’unione fa la forza, ci incateneremo, e vedremo se vinceremo. in bocca al lupo a tutti

  262. Per Biancaceleste 90 l’obbligo di frequenza è come quello italiano.Non percorrere strade diverse ricorda che la legalita paga.Per gli altri dico che hanno ragione a temere il ministero, ma comunque anche loro dovranno piegarsi alle leggi, per cui denunciare un atteggiamento scorretto anche in questo sito aiuta;il numero fa la forza un saluto a tutti

  263. Ragazzi ditemi quello che volete ma io sono d’accordo ahimè con Ex studente e Silvio Pellico. Le lauree in Romania e Spagna, probabilmente non verranno accettate dall’Italia, è vero che c’è una legge, c’è l’Europa, ci sono el regolamentazioni bla bla bla e bla bla bla… ma è tutto ancora da vedere in PRATICA, finora si sprecano solo parole. Per me queste lauree valgono quando vedro’ pubblicata sulla GU un italiano laureatosi in Romania… fino ad allora per me questa laurea non ha alcun valore applicabile, ma solo teorico (legge europea)..
    questo è quanto penso..

  264. ma ke si intende x obligo di frequenza???io vorrei cavarmela cn una settimana al mese …ke dite?

  265. Francesco,ma non e’ che tu ci uadagni no..? Con questi studenti che vanno in Romania..perche’ molti sborsano soldi per iscriversi…

  266. E’ evidente che lei Francesco, non ha capito da che parte io stia…non mi conosce e quindi il suo giudizio e’ assurdo, maleducato, e inopportuno…io penso che sia se sei preparato e bravo e’ giusto che ti venga riconosciuta la laurea dopo tanti sacrifici…io facevo solo presente un problema…perche’ “il ministero e soprattutto l’Europa stanno cercando di limitare tutti questi studenti che vanno in università senza numero chiuso perche sono un suicidio per la libera professione e per la medicina in generale”…questo lo pensa il ministero e lo si puo’ leggere in alcuni articoli che ho anche letto su Repubblica…e ho riportato quanto riferitomi da organi burocratici..si sa anche quanto le leggi siano mutevoli…pensi se tra qualche anno con la crisi del settore si arrivasse a modificare anche la direttiva in modo categorico…molti studenti farebbero molta fatica a esercitare in italia anzi sarebbe un impresa…se lo stanno facendo gia adesso temo per quello che saraun domani…mi dispiace a me era stata raccontata cosi da persone informate su queste questioni burocratiche…non mi sto inventando tutto sia chiaro…tra l altro da persone che conosco…il mio era solo un avvertimento..un mettere la pulce nell orecchio…e far capire quello che si rischia facendo questa scelta…niente piu’ 🙂 Se poi lei, Francesco…mi vuole zittire e farmi passare per quello che non sono e che non saro’ mai…faccia pure…io ho esposto solo il problema…ho fatto dell’informazione…SOLO QUESTO…non mi meraviglio che con i tempi che corrono un commento come il mi sia scomodo e quindi non faccia piacere a nessuno (meno male che forse ancora esiste la liberta’ di parola!)…non vedo pero’ perche lei Francesco mi abbia dovuto dire che sono un raccomandato che vuole le caste a la protezione…mi scusi sa ma se avessi voluto questo sarei potuto starmene in silenzio…o no??? ma mi sembrava per voi tutti giusto dirlo…magari un domani qualcuno mi ringraziera’ 🙂

  267. PIERO….PORTA AVANTI LA TUA PASSIONE…SARà RICOMPENSATA….SO CHE E’ UN SACRIFICIO….MA NE VALE LA PENA…IN BOCCA AL LUPO…

  268. Beh…innanzitutto….a chi mi chiede chi sono dico solo che sono un medico,lavoro in un ospedale e mi pare che qui gli ipocriti non si sprecano…..ex studente…..mi sa che rimmarai ex studente a lungo se non smetti di essere un bambino che crede ancora nelle lobbi e nei privilegi e non nelle tue capacità…sai al mondo ci sono molti medici che sono laureati ma che di medicina non sanno un bel niente perche sono sicuri della loro professionalità acquisita per il diritto di esercitare e non per la capacità di esercitare…..cosa che a te vedo non interessa…attendiamo tutti che tu divenga un famosissimo odontoiatra…ma credo che tu voglia diventare un protetto del tuo ordine non un odontoiatra dato che non capisci che chi fa sacrifici e vuole imparare e’ colui che alla fine anche andando in Romania(anche alle univ.statali)sa lavorare e’ competente e ha dimostrato a tutti che a prescindere dal numero chiuso,le caste,e’ stato un grado di portare avanti una passione che per lui e per gli altri e’ solo un merito.credo tu sia molto giovane ed avrai tempo per capire molte cose….e spero che molti altri le capiscano perche fin che ci sono persone che la pensano come te…solo i raccomandati andranno a fare i medici e i veri cervelli andranno altrove.spero tu non abbia mai bisogno di medici competenti nella vita ….perche se ti capita un raccomandato o un medico incompetente allora vedrai che cio che ti ho detto sarà una dura verità….con questo concludo e vi auguro una buona giornata……

  269. Scusa non voglio sembrare il primo della classe, ma io ti ho risposto sul fatto che come dici tu il ministero regolamenta; io ti ho specificato che il ministero non puo regolamentare ma deve seguire le direttive di legge, come del resto tutti noi; in questo momento lui boicotta i riconoscimenti con modalita che per tempi e modi sono chiaramente illegali: questo devi chidere ai tuoi genitori se è legale che il ministero si permetta questo comportamento. COMUNQUE ANCHE IN ITALIA UN ROMENO DEVE DIMOSTRARE ALL’ALBO DI CONOSCERE LA LINGUA PER POTER ESSERE ISCRITTO A ME PARE GIUSTO. Io non sono iscritto a nessuna università e sono pienamente d’accordo con gli accertamenti che del resto se tu leggessi la direttiva sono già compresi per tempi e modalita. Io parlo solo di coloro che fanno un ciclo di studio regolare per gli altri come ho gia scritto in altri interventi si arrangino , io non penso di aggirare le leggi
    , ma che le leggi debbano salvaguardare tutti questo è il mio pensiero. il resto che mi hai scritto in cui mi hai detto che non ho capito era solo perchè a parer mio lasciava il tempo che trovava era un tuo pensiero e come tale sacro, ma non sempre condivisibile. con i miei migliori auguri

  270. ahah Piero solo tu non hai capito cosa volevo dire…e se vuoi proprio saperlo…mia mamma e’ avvocato e mio nonno e’ magistrato…credo che qui su questo argomento non ho tanti dubbi sai…le regole tu dici sono dettate dalla comunita’ europea…si certo esatto…la regola e’ che la laurea in quanto europea ha valore in tutta europa e che c’e’ la libera circolazione dei professionisti…ma vedi…gli accertamenti su come la si consegue, e l’equipollanza sono gestite dai singoli stati…se vai in Inghilterra hai bisogno dell’esame TOEFEL per fatela accetare ad esampio…se vai in Svezia devi fare un anno integrativo per la lingua dove devi dimostrare di saperla..idem in germania…ma TU LE SAI QUESTE COSE? secondo me no…credi che sia tutto rose e fiori il dopo laurea..ma non sono e non saro’ io a frenarti i facili entusiasmi…mi dispiace…forse la visione dell’europa e dell’italia che ho io e’ abbastanza differente dalla tua credo…Ti faccio cmq i miei migliori auguri per aver intrapreso in corso di laurea cosi nepotistico con grande coraggio e con tutti i rischi del caso 🙂

  271. Scusami, ma devo correggerti è:boicottare . Perchè le regole sono dettate dalla comunita europea non seguirle in nome di non si sa quale pensiero è un chiaro calpestare le leggi che sono state accettate come tali dal governo unico ente che puo legiferare. Prova a chiedere a un avvocato. Per quanto riguarda il resto è legge e la legge bisogna seguirla, sul fatto del laureato che a aggirato i test francamente non capisco cosa vuoi dire, ma non farsi capire puo essere utile se si vuol intraprendere una cariera politica tanti auguri e un saluto

  272. Piero! non e’ boicottare! e’ regolamentare…non hai capoto il mio discorso? il riconoscimento te lo danno! ma quando?? e cosa devi subire prima che tt cio’ avvenga! questo e’ il problema….infatti loro ti diranno sempre…”certo che c’e’ l’equipollanza della laurea ma…” e quel ma sta a significare che devi fare quel cavolo di esame impossibile scritto e orale che l anno scorso hanno passato in 17 su 57!!!..che se non passi puoi provare almeno 6 mesi dopo…se va bene e lo passi…devi fare gli almeno 3 anni di tirocinio obbligatori…poi puoi lavorare…tenendo conto che sarai visto da tutti come il LAUREATO che ha aggirato i test andando in Romania e in Spagna! insomma che bella figura! che bell’immagine di te stesso! Preferisco a questo punto darmi alla politica …piu semplice e piu remunerativa senza fare un bel niente…Non mi farei mai trattare cosi!

  273. Scusate ma ci sono molti equivoci: 1 non è assolutamente vero che non ci sono italiani alle università pubbliche romene anzi la maggior parte frequentano queste università. 2 non è vero che non si fa un esame di ammissione;la differenza sta nel fatto che questo esame si fa con gli altri stranieri e non con i romeni ed è impostato per valutare la tua conoscenza della lingua e dei vocaboli medici romeni. Per quelli che dicono “cosa verissima” che il ministero cerca di boicottare gli italiani laureati in romania :dico solo che i ricorsi sono già partiti da tempo e che presto ci saranno le sentenze.Vedremo poi come si comportano questi signori quando verranno chiamati a rispondere delle propie azioni ,sarò un romantico , ma credo nella giustizia

  274. AHAHAH vi prego qualcuno banni Francesco! non ho mai sentito tante ******* tt insieme…allora premesso che il test l’ho fatto quest anno e quindi non sono gia’ dentro, non sono figlio d’arte…anche se volessi entrare a tutti i costi non conosco nessuno che mi raccomandi se vuoi saperlo…sono solo un ragazzo che voleva studiare odontoiatria e poi esercitare in italia…ma come vedi ho avuto una brutta esperienza…te che esempio fai??????? un RUMENO?? qui stiamo parlando di italiani che vanno a studiare Odontoiatria in Universita’ private rumene dove non esiste il numero chiuso!!! tu fai un esempio totalmente diverso! Secondo te perche’ non ci sono italiani nelle universita pubbliche estere??? perche’ sono troppo difficili e c’e’ il NUMERO CHIUSO! TU mi dai dell’ipocrita?? BHOOO insulti gratuiti! cmq se vuoi sapere un univesita’ in cui si fanno esercitazioni sui cadaveri quella e’ Bologna! INFORMATI prima di sparare m********! Se volete mettere la testa sotto terra come gli struzzi, fate pure…mi sembrava giusto esporre la mia esperienza…magari aiutero’ qualcuno prima o poi…:)

  275. carissimi,io conosco un rumeno che esercita tranquillamente in italia,gli e’ stato riconosciuto tutto,anche perche mi sono occupato io delle pratiche,,…..basta con le falsità…..siete degli ipocriti,e sono sicuro che i corsi effettuati in romania non sono meno dei corsi in italia,,,,qualcuno mi sa dire un università in italia dove si fanno anatomia ed altre lezioni su cadavere?? ve le sognate queste cose…solo di manichini siete a conoscenza…..e in piu sapete parlare bene ma razzolate male….se uno di voi ha la possibilità di entrare a medicina o odonto in italia perche’ ha lo zio medico o rettore sono convinto che siete i primi ad approfittare dell’opportunità….voi e la gelmini….mah…

  276. Luca, sei molto bravo, fai tutto facile e sei molto gentile,ma non tieni conto di un po’ di cose…ancora non ci sono ancora laureati dalla Spagna (alfonso undicesimo) o Arad,Timisoara o Bucarest(Romania)..quindi di certo non c’e’ niente….poi non tieni conto dei prezzi…viaggiare…avere un affitto..spostarsi…tasse….perche’ sono tutte private queste universita’..di questo non parla nessuno..tutti parlano e’ riconosciuta..vai li prendi la laurea e bla bla come se questo fosse piu’ semplice di andare a prendere un caffe’ al bar sotto casa…non e’ facile vivere come minimo 6 anni in una terra straniera..imparare una lingua che latina per quanto puo’ essere e’ sempre un’altra lingua…poi stare li tanto tempo..perdere gli affetti….spendere tanti soldi e poi al ministero di certo al 100% il riconoscimento non esiste…possono passare quella del vostro collega….ma non la vostra.. e poi entrare nel tunnel dei ricorsi perdere altri 2-3 anni..tutto per vedere se vi danno l’abilitazione..poi altro tempo con l’albo della vostra provincia che storcera’ un po’ il naso ..quindi 10 anni….siete ancora tanto convinti..?Bisogna dire tutto caro Luca non solo le cose belle….Io studio a Roma e vi assicuro che si puo’ entrare…non e’ impossibile…certo domande tipo cosa si mangia alla Garbatella oppure la capitale della Bolivia sono delle cose assurde che solo in Italia esistono,ma i test di Biologia e chimica se studiate non sono argomenti marziani..credetemi si puo’ fare se studiate un po’ al posto di andare al mare in agosto….come ho fatto io….Arrivederci cari emigranti felici……e pensate un po’ che il 30% delle scoperte mediche dal 1644 al 1926 sono tutte di italiani non certo di spagnoli,rumeni o ceki….poi se adesso queste nazioni fanno da leader nel mondo universitario non sara’ certo per la qualita’….

  277. Conosco un sacco di ragazzi che sono andati in Romania, lì si studia davvero, non cazzeggiano. Si fanno uno o due anni e poi fanno il trasferimento in un’università italiana (se non va bene si prendono la laurea e poi dopo l’abilitazione possono esercitare in italia). Ragazzi due cose: 1) se avete la vocazione del medico o dell’odontoiatra andate lì, non perdete anni inutili a fare test in italia dove si passa solo a fortuna; 2) fra qualche anno la professione del dentista non sarà più rosea come negli anni 80 a causa dell’incremento della conoscenza da parte delle persone, dello sviluppo delle cliniche in franchising, del numero di laureati che ritorneranno dalla spagna e dalla romania in primis (all’anno in italia possono accedere massimo 750 studenti in odontoiatria, solo in spagna l’anno scorso erano iscritti in 250). La concorrenza ci sarà e dovranno abbassare i prezzi (finalmente). io sono entrato a medicina in italia al terzo tentativo, ma se non fosse andata bene già avevo pronto il biglietto per l’estero. Alla fine la comunità europea l’hanno fatta apposta. Un’ultima cosa: non vi affidate a intermediari, in spagna in segreteria parlano italiano e vi affidano un tutor italiano per i primi mesi, poi per la burocrazia se la vedono tutta loro; idem in romania, sono molto gentili e ben organizzati.

  278. cara sigfrido (gia il nome è tutto dire) ti consiglierei un corso di educazione e di modestia visto che nel tuo parlare si evince molta presunzione e permettimelo anche molta ma molta disinformazione……..se quello che tu sostieni fosse vero come la mettiamo allora con tutti quei ragazzi che dalla Romania dopo tre anni di corsi ed esami sostenuti si son visti accettare e riconoscere tutti gli esami in varie facolta’ italiane (vedi Bari Torino Palermo e x nn parlare laquila) che fanno gli annullano tutti gli anni e nn gli riconoscono gli esami?è vero che nn ci sono iscritti laureati in Romania all’ordine dei medici ma anche questo è da constatatre xche’ ‘ se vai a salerno all’ordine ce 1 iscritto laureato in Romania ma cmq i primi risultati si potranno vedere da quest’anno ma soprattutto dal prossimo anno quando conseguiranno il titolo tutti quelli che hanno cominciato il percorso dopo che la Romania è stata accettata in Europa oltretutto ti assicuro che anche in Spagna l’iter x accedere è identico a quello rumeno con una unica differenza che li si pagano molti ma molti piu’ euro e che ce si è meno prevenuti ……….
    purtroppo la casta dei dentisti italiani è molto spaventata da tutto cio’ visto la notevole ignoranza che regna nei neolaureati e la a dir poco ottima preparazione di tutti questi ragazzi ed ex odontotecnici che a dir di molti ne sanno molto ma molto di piu’ di tanti pseudo odontoiatri italiani…………..ma la verita’ è una sola che la legge parla chiara l’EUROPA è un mercato libero e fin quando ci sono persone che conseguono un titolo in Europa possono esercitare nel medesimo paese l’unico problema è che siamo governati da chi pensa solo ai fatti propri e fara’ di tutto x ostacolare, i tempi saranno piu’ lunghi ma alla fine haime’ x tutti quelli che sciacallano su questo sistema nn ci sara’ che rassegnarsi e ora caro il mio Sigfrido ti auguro POFTA BUNA si nu te suparat ca te dole capul te pup pa pa pa pa

  279. Mi ero ripromesso di non farmi piu coinvolgere,ma quando il troppo è troppo mi sento in dovere di intervenire per mettere in chiarezza; non per altro se non perchè sono: persona informata dei fatti!!! 1 il programma studio Italiano e Romeno sono sovrapponibili con una estensione maggiore per quelli romeni, del resto il ciclo di studi in romania è maggiore di un anno!! Sono ambedue su internet si puo controllare. 2 Il numero chiuso è una scelta dello stato nell 1982 a medicina non c’era nemmeno in italia è stato inventato insieme all’apertura del corso di laurea in odontoiatria.3 non si puo fare un ciclo di studi in qualsiasi paese senza conoscere la lingua;quando viene un paziente comr fate a conoscere le sue problematiche se non lo capite? 4 chiunque compia un ciclo di studi SERIO ha diritto al riconoscimento ci sono 2 modi:1 finito il ciclo di studio con tutti i documenti tradotti e asseversti dall’ambasciata Italiana si richiede il riconoscimento al MIUR che si trova in ogni università Itailana. 2 concluso il ciclo di studio si professa in maniera regolare e continuativa in Romania dopo di che si richiede al ministero della salute Romeno il certuficato di conformità dopo di che si richiede al ministero della sanità italiano il riconoscimento professionale il quale è tenuto a rispondere enttro 3 mesi; in caso il minstero abbia dei dubbi deve rivolgersi alla piattaforma comunitaria italiana la quale si mette in contatto con la piattaforma comunitaria del paese di partenza hce fornisce dopo un ‘ indagine di massimo un mese i risultati.4 é vero che il ministero italiano boicotti anche in maniera illegale i laureati da altri paesi anche perchè questa richiesta gli è stata fatta dall’ordine( vedi l’articolo denti d’oro pubblicato dall’espresso) 5 per questo fatto sono già stati fatti ricorsi alle autorità competenti sia italiane che comunitarie a breve dovrebbero esserci le risposte.6 una considerazione è giusto che dei funzionari del minstero possano deliberatamente e senza nessuna motivazio ne danneggiare delle altre persone ? Io credo di no e comunque se lo fanno è anche giusto che ne rispondano. Al momento è questa la situazione distinti saluti, a quelli che dicono che la romania ha delle attrezzature emetodiche arretrate dico solo andate sul posto a vedere

  280. Ribadisco quello che ancora certa gente in questo forum vuole nascondere…non si sa per quale fine…cit.: “Le lauree conseguite in universita’ private SPAGNOLE E RUMENE dove non esiste una selezione basata su un numero chiuso diventeranno piano piano CARTA STRACCIA! Tra qualche anno l’europa e l’italia (cosa che stanno gia’ facendo) inaspriranno le modalita’ di riconoscimento dei diplomi conseguiti in questi istituti. Tutto questo per evitare l’enorme flusso migratorio di dentisti che potrebbero intasare il mercato ormai saturo fra qualche anno…Vi PREGO se qualcuno e’ ancora in tempo come lo sono stato io…torni in italia e riprovi il test qui! o se no cambi facolta’…PURTROPPO I TEMPI STANNO CAMBIANDO. E’un dato di fatto!”
    Grazie per l’attenzione.

    E’ un consiglio DISINTRESSATO! non un insulto…INFORAMTEVI chiedete a persone COMPETENTI! non a gente che si firma anonimo nel forum e che mette la testa sotto terra come gli struzzi! APRITE GLI OCCHI!
    Questa cosa sta crescendo negli ultimi anni! Perche la romania e’ in europa da pochi anni! quindi queste norme si stanno costruendo in questi stessi anni! per far fronte sempre al flusso migratorio di tanti studenti che torneranno in italia…la stessa italia e tanti altri stati stanno premendo l UE per emanare misure ultra restrittive! Questi sono i fatti! LIBERI di sognare un futuro roseo e sicuro qui in italia e in europa….la realta’ e’un altra!

  281. Anche per me e’ un piacere…..Io non dico cretinate e poi io prima di entrare in una famosa universita’ vicino Firenze…..ho provato per 5 volte a Roma,Napoli e Milano ….quindi capisco chi prova strade traverse….ma io dico solo questo…per certo ci sono studenti che studiano in Romania da piu’ di 6 anni,…non e’ vero che sono tutti al terzo o al quarto…cari miei ci sono gia’ laureati in MEDICINA DENTARA….(odontoiatria) ma di riconoscimenti di italiani dal paese dei vampiri non ne esistono..capito..?
    scrivete nome e cognome per azzittirmi..io non ne conosco ed al ministero mi hanno deto di no.!
    Quindi io non voglio creare ne caos ne azzittire nessuno dico solo la verita’…Poi caro anonimo che dici che gli stomatologi rumeni sono cosi’ bravi ti rispondo dicendo che l’odontoiatria italiana raggiunge l’eccellenza e fa scuola a molte nazioni compreso la tua che sicuramente e’ qualche paesello sperduto dell’Est Europa e poi informati prima di parlare perche’ c’e’ gente che va a prendere i titoli in Romania gia’ dal 2004 e quindi il diploma di Medicina Dentara(Odontoiatria) l’ha ritirato gia’ da 1-2 anni,ma al ministero aspettano ancora notizie.! E poi impara a scrivere in italiano oppure parla nella tua lingua che tante le lingue non le imparate solo voi rumeni ,ma anche noi italiani siamo molto bravi…ai inteles? Bine, multumesc la revedere….. caro anonimo..

  282. caro sigfrido allora analizziamo i punti uno x uno
    1 il test x il numero chiuso nn è regolare
    2 la lingua la si studia e la si impara senza il superamento dell’esame di lingua nn sei ammesso a fare gli esami quindi la devi imparare x forza se vuoi andare avanti
    3hai detto bene gli insegnamenti sono differenti infatti in ITALIA nn ti danno la possibilita’ di praticare negli ospedali negli ambulatori e nn hai la possibilita’ di studiare l’anatomia come li direttamenete su cadaveri (ora giudica tu dove è meglio)
    4dagli anni 70 ad oggi le metodiche dell’odontoiatria e parlo delle cose fondamentali nn son cambiate se nn dei passi enormi nell’implantologia e ti assicuro che li sono all’avanguardia come nel resto dell’EUROPA
    5 x quanto riguarda le frequenze sono uguali inquanto il piano di studio è uguale anzi x l’esatezza ci sono esami che in italia nn ci sono x il tirocinio è almeno il doppio sia in strutture pub. che private e tutto questo gia’ dal primo anno
    quindi ora giudica tu

  283. cmq a me non e’ che mi frega piu’ di tanto, io ormai e’ un po che ho finito gli studi, pero’ ci tengo a far presente, che non e una cosa carina mettersi in mezzo a dei discorsi di cui si ha poca conoscenza…quindi invito, in nome dei ragazzi veramente interessati a seguire la cariera di dentisti fuori dall italia, di non riempire il forum di info sbagliate…se non conoscete la legge europea riguardo gli studi, lasciate perdere! quindi, finche’ la legge non dice il contrario, gli accordi delle universita rumene e quelle italiane sono valide, ed altretanto le lauree…cmq, mi permetto un consiglio per i ragazzi interessati: se volete seguire questa carriera fuori dall italia, METTETE IL SEDERE SU UN AEREO, ed andate ad informarvi personalmente…controllate le credenziali dell universita a cui vi state rivolgendo, e assicuratevi che la loro laurea sia riconosciuta inanzitutto dallo stato in cui si trova…e preparatevi algi sacrifici 🙂 buna fortuna a tutti! Ciao Sigfrido, e’ stato un piacere 😉

  284. inanzitutto non mi sembra di aver insultato qualcuno…secondo, ho fato una semplice domanda a cui gradivo una risposta. sicuramente le tue motivazioni sono tutte valide, nessuno cotesta, ma a questo punto mi permetto di dire che il probblema e agli origini, visto che la legge europea dice che qualunque forma di studio eseguita in un paese dell’UE, e VALIDA, a tutti gli effetti, in qualunque altro stato UE.. 🙂 ovviamente, qui ci sono delle eccezioni, ma non nel campo dei mestieri pratici, se no di quelli teorici, tipo legge ..quindi, carissimo…..Sigfrido, ti posso assicurare, che la laurea in medicina presa in Romania, e’, a tutti gli effeti valida in Italia, vista anche la piena collaborazione delle universita rumene con quelle italiane. che poi, i laureati in romania, potrebbero non essere presi in considerazione come quelli che si sono laureati in italia, grazie ai motivi elencati da te…bhe…questo e tutto un altro discorso, e nn riguarda piu’ la validita’ della laurea rumena, se no, la correttezza delle enti italiane 🙂 io so di preciso, per esempio, che moltissimi studenti di medicina in romania, erano gia’ tecnici dentari in italia, e probabilmente ne sanno di piu’ di stomatologia, di uno stomatologo che semplicemente si e’ laureato in qualunque universita’ italiana. seguendo anche i discorsi precedenti, c;era una persona che diceva che lui non ha ancora incotrato un dentista in italia, con la laurea rumena..la risposta e’ semplice : la romania non e nell’UE da sufficiente tempo per aver potuto generare dei dentisti…gli studenti italiani in romania si trovano da massimo 3-4 anni, mentre gli studi durano di piu’, quindi non avrebbero avuto di sicuro il tempo per diventare gia operativi nel mestiere…

  285. il motivo e’ che in Romania non c’e’ il test a numero chiuso…..poi non conoscono la lingua…poi gli insegnamenti sono differenti…..poi hanno delle metodiche da anni ’70 niente a che vedere con la moderna odontoiatria Italiana,francese,tedesca…poi i tirocini e le frequenze sono la meta’..basta questo anonimoooo che non hai nemeno il coraggio di mettere nome e cognome? e poi dici a Sebastiano che dice parole parole….tu allora che chiedi ed insulti e non ti firmi.?

  286. Sebastiano..dicci uno di motivi….non “tanti” a parole…uno, ma di fatto. aspetto. grazie!

  287. amici miei mi spiegate xchè vi ostinate tanto a denigrare questi ragazzi che fanno sacrifici e si spostano fuori dallìitalia x poter intraprendere la loro strada?pensate un po’ piu’ a voi stessi e loro a tempo debito tireranno le somme di sicuro le vostre offese e denigrazioni sono gratuite del rsto la romania è in europa dove vige la libera circolazione come la francia la spagna la germania ecc ecc gli unici prob. potranno averli anzi li hanno avuti chi si è iscritto antecedentemente al 2005 da quel momento in poi tutto è regolare …….quindi lascateli in pace e informatevi meglio sulle leggi esistenti
    gente che ha ottenuto trasferimenti al terzo e al quarto anno dall’università di ARAD a laquila,torino ,bari,palermo con il riconoscimento in pieno di tutti gli esami nn vi invita un attimo a pensare?riconoscere gli esami vuol dire avallare la validita’ di tutto cio’ che si è fatto fino a quel momento e continuarlo a farte in ITALIA quindi che differenza dovrebbe esserci?nn sarebbe un precedente x poter impugnare?questa è realtà nn chiacchiere di chi come tanti di voi su questo forum scrive eresie riguardanti leggi ministeri validita’ ecc ecc

  288. si sara’ carta straccia,sicuro..! fonti sicure dal ministero..purtroppo…e’ cosi’….il problema e’ che non hanno i requisiti come test d’ingresso….frequenze..conoscenza della lingua..etc etc.. fondamentali per una conoscenza dei fondamenti medici nell’arte ausiliaria di odontoiatra

  289. Le lauree conseguite in universita’ private SPAGNOLE E RUMENE dove non esiste una selezione basata su un numero chiuso diventeranno piano piano CARTA STRACCIA! Tra qualche anno l’europa e l’italia (cosa che stanno gia’ facendo) inaspriranno le modalita’ di riconoscimento dei diplomi conseguiti in questi istituti. Tutto questo per evitare l’enorme flusso migratorio di dentisti che potrebbero intasare il mercato ormai saturo fra qualche anno…Vi PREGO se qualcuno e’ ancora in tempo come lo sono stato io…torni in italia e riprovi il test qui! o se no cambi facolta’…PURTROPPO I TEMPI STANNO CAMBIANDO. E’un dato di fatto!
    Grazie per l’attenzione.

  290. Questo e’ il mio pensiero spero di non essere censurato..dato che dico solo la verita’…in teoria e’ tutto normale siamo in Europa e quindi con una laurea presa in paese membro posso esercitare dove voglio.ma in realta’ non e’ cosi’ facile..! Ho un amico in provincia di Perugia che ha preso la laurea in odontoiatria nella republica ceka: univerzita Karlova Praze (Universita’ Carolina di Praga)… questo stato e’ membro dal 2004..3 anni prima della Romania..ha terminato nel 2010 ed ancora non gli danno la possibilita’ di esercitare tranquillamente.! Poi ho chiesto a tanti di fare nomi di dentisti rumeni che lavorano non in dipendenza..ma in uno studio tutto loro…e nessuno ne ha scritto nemmeno uno di nome..! Credo che non ci sia niente di male chiarire la situazione..! Se c’e’ fatelo ed azzittite tutti..ma siccome ancora secondo me non c’e’…….!! Capisco che chi dice che tutto scorrerebbe come l’olio ha degli interessi economici per aggirare poveri studenti creduloni..!

  291. Io credo che non essendoci ancora laureati italiani e neanche un odontoiatra italiano con laurea rumena, sia una pazzia perdere 6 anni della propria vita,dei propri affetti,del proprio denaro per inseguire niente di sicuro e ritrovarsi magari con una laurea spendibile solo in Romania e non credo che molti italiani vogliano passare il resto della loro vita in quel paese..forse il contrario si..!

  292. sempre la solita solfa! il diritto allo studio è un’ideale che è già fallito, vedasi la cospicua fetta di popolazione laureata ma ahimé disoccupata. Non sono razzista ma diffido di quelle persone che aggirano qualsiasi ostacolo, invece che affrontarlo! Il problema non è se sei straniero o no, ma se devi migrare per ottenere un titolo di studio di alta specializzazione che potresti con un po’ d’impegno in più(e aggiungo capacità! ma poi mi dite che sono razzista) nel tuo paese nativo! Quindi bando alle chiacchiere, sono consapevole del fatto che ci sono sempre in giro i soliti raccomandati ma la soluzione non è scappare ma affrontare le difficoltà, sempre e comunque!

  293. Scusa Lù non capisco il tuo intervento non hai fiducia di un medico straniero? Più che giusto avere delle propie idee, ma come lo hai scritto tu puzza di razzismo. Sarebbe interessante sapere da dove hanno radici queste idee; comunque non è di questo che si occupa il forum! Il discorso è: se il ministero può non seguire delle direttive legislative oppure anche lui ha l’obbligo di seguire ciò che dice la legge come tutti. Poi se vorrai curarti oppure no da un medico formato in una università romena o di qualsiasi altro stato è una scelta tua che non mi permetto di discutere. ma il punto è la legge è uguale per tutti oppure per alcuni è più uguale. per quanto riguarda il test di entrata è anticostituzionale mi pare art.4 vai aleggerlo senza nessun astio distinti saluti.

  294. col cavolo che vado da un dentista laureato in Romania! Smettiamola con questa mentalità yuppista, non è che tutti in Italia devono fare un lavoro solo perché redditizio! Non superi il test d’entrata? Cambia lavoro, è meglio! Si vede che non fa per te!

  295. ciao a tutti, sono uno studente della facolta’ di odontoiatria di arad “romania” se qualcuno aha bisogno di aiuto puo’ benissimo mandarmi un’email.

  296. Ciao Piero mi piace parlare con te che sei una persona educata,qui su questo forum ci sono un sacco di cafoni che scrivono senza sapere nemmeno di cosa parlano..! Se sei da 11 anni in Romania non potrai che essere d’accordo con me…Conosci bene la situazione,,,sai io non voglio scoraggiare nessuno, ma in Italia credono che iscriversi in Romania vuol dire fare le cose sporche..in effetti 4-5 anni fa facevano cosi’..ma ora hanno paura di avere scandali come e’ succeso ad Oradea che c’era gente (Rigucci,etc….) che avevano comprato la laurea in odontoiatria senza andare nemmeno un giorno a frequentare…adesso fanno le cose serie..devi stare li…frequentare…imparare la lingua…pagare l’affitto ed avere un contratto..spostarsi con i taxi…insomma non si scherza piu’ e non si spende poco…anzi….insomma io non dico bugie parlo da persona che vive,mangia.,dorme..in Romania per circa 280 giorni per ogni anno….poi quello che volevo dire e’ che al ministero storcono il naso con le lauree rumene proprio per i casi di Oradea,Bucarest,Craiova dove gli italiani hanno fatto le porcherie con le lauree false…! Potete controllare sui siti per verificare….poi tutti questi tutoraggi tipo service Romania sono solo associazioni che campano sui poveri disperati che vogliono aggirare il test di ingresso a medicina e odontoiatria in Italia….ma poi non si staccano piu’ tipo sanguisuga….Caro Piero io dico solo la verita’ non voglio scoraggiare nessuno anche perche’ laureati li che lavorano in Italia non ne conosco quindi voglio solo aprire gli occhi a qualche furbetto connazionale nostro che crede di andare a fare le vacanze e tornarsene con una laurea valida a tutti gli effetti.Con questo ho concluso una buona giornata anche a te.

  297. Caro Silvio Besacchi credo che mi hai frainteso io non consiglio a nessuno di andare in un posto o in un altro ho voluto solo fornire delle direttive semplici per poi non svegliarsi avendo pagato molto senza avere ottenuto nulla. Per quanto riguarda la conoscenza della romania io ci ho vissuto 11 anni sono sposato con una romena e parlo scrivo leggo penso in romeno senza difficolta. quello che ho sperato di far capire a coloro che pensano di andare in romania è che la prima cosa da fare è stare alla larga da tipi loschi che promettono a vanvera. L’università è una cosa seria e solo seriamente si arriva a dei risultati questo in romania in spagna o in italia. E poi ho voluto fornire la lista degli impegni da affrontare per quanto riguarda la polizia romena mi trovi completamente in disaccordo i costi sono accettabili;ma dipende anche che vita vuoi fare. Ma stiamo parlando di frequentare seriamente di tutto il resto non so ne voglio sapere nulla buona giornata

  298. Piero tu fai le cose troppo facili secondo me…forse non sei stato sul posto..e non conosci: napoletani,tassisti, universita ‘ popolare san tommaso,segretarie,e tanti tipi loschi che ti piombano addosso e non ti lasciano piu’….io li conosco tutti e ti assicuro che la Romania e’ un paese dove devi stare sempre attento con chi vai e con chi stai che ti trovi molto facilmente in un bordello e la polizia con noi italiani e’ particolarmente severa..non so perche’…..inoltre tutti dalle ricariche telefoniche al supermercato al ristorante, al negozio all’universita’ ti vedono solo come un assegno circolare….hanno fame di soldi li….Io lavoro e conosco degli italiani che stanno li…ma ti assicuro che non ce ne uno che parla bene..poi restarci 6 anni
    che tristezza….e quanti soldi per poi aspettare che il ministero dia l’ok…ma chi ve lo fa fare..? Ma andate in Spagna no?? Li nessuno vi mettera’ i bastoni fra le ruote una volta finito…e’ costoso lo so…ma che volete se volete fare i dentisti ormai e’ cosi’ dovete sborzare tanti tanti mila euro per poi sperare di rifarsi con il lavoro dopo 6-7 anni se tutto va bene…in bocca al lupo mettete fine al bel conto in banca se volete realizzare questo sogno…

  299. Scusate!!! Ma è mai possibile che esistano ancora di questi dubbi? L’ho gia scritto e lo ripeto per iscriversi in qualunque università romena non c’è bisogno di intermediari!!! andate direttamente all’università che scegliete li troverete una segreteria per gli studenti stranieri con personale che conosce svariate lingue che vi spiegheranno tutto!!! Tra le università che sceglierete non dimenticate che le università statali sono quelle che vengono meglio viste da tutti gli organi predisposti ai controlli!!! l’università incomincia il 1 di ottobre per cui non dormite!!! Per accedere all’università è obbligatoria la maturità e un attestato di conoscenza della lingua romena!!! Diffidate di chiunque vi dica il contrario!!! Per cui se non conoscete la lingua romena dovrete frequentare un corso di lingua della durata di un anno al termine del quale dovrete sostenere un esame se non lo passate non avrete l’attestato e non potrete iscrivervi (anul pregatitore) dopo di che vi aspettano 6 anni di università con obbligo di frequenza !!! alla fine del vostro ciclo di studio con tutti i documenti tradotti e vidimati per l’autenticita dall’ ambasciata italiana allo stato odierno 2 possibilita:1 richiedere al MIUR di una università italiana il riconoscimento del titolo accademico e poi dare in italia l’esame di abilitazione 2 continuare in romania un percorso professionale di pratica per almeno 3 anni dopo di che richiedere al ministero della salute romeno il certificato di idoneita professionale e con questo insieme agli altri documenti in vostro possesso tutti tradotti e vidimati dall’ ambasciata potrete richiedere il riconoscimento professionale con conseguente iscrizione all’albo italiano!!! Sperando di essere stato di aiuto e di essere stato chiaro un saluto a tutti se avete ancora dei dubbi chiedete io rispondo gratis!!!

  300. Non ci posso credere….ora pure i tassisti si mettono a fare i soldi…ormai e’ diventato cosi’ ridicolo…..che pure questo Cosmin vuole la sua parte nella fabbrica dei denti d’oro la chiamo io… poi a Luisa puoi iscriverti,basta che trovi lo strozzino che non ti frega troppi soldi comunque mettiti da parte un bel gruzzoletto non credere di andare nel terzo mondo ..li ogni parola preziosa si paga a peso….la laurea ipoteticamente sarebbe valida…ma fra il dire e il fare c’e’ il ministero che controlla tutto…lingua..frequenze…contratto di affitto…esami sostenuti e poi si vede..dopo sei anni e tanti soldi c’e’ sempre un punto interrogativo di certo non c’e’ niente…diverso e’ in spagna dove tutto e’ piu’ lineare e trasparente..ma quanti soldi….ti compri un appartamento al centro di Milano di 80 mq con i soldi che avrai speso alla fine..! Credimi non e’ facile e comunque e’ molto molto costoso…non e’ per tutti….!

  301. SCUSATE RAGAZZI IO QUEST ANNO VORREI ISCRIVERMI ALL UNIVERSITA DI ODONTOIATRIA AD ARAD, PERO’ NON SO COME FARE. SE LE ISCRIZIONI SONO ANCORA APERTE E COSA DOVREI FARMI PER SUPERARE I TEST D’ INGRESSO… CONTATTATEMI A STEFANO-PORCELLI@HOTMAIL.IT

  302. Anche su Facebook. ” Taxi Arad Cosmin ” vi posso dare consigli e aiuto come ho fatto per gli altri che gia studiano ad Arad

  303. ragazzi,chiunque possa aiutarmi,prego di rispondere… vorrei iscrivermi ad odontoiatria a settembre, è possibile???cosa bisogna fare???????e poi soprattutto la laurea conseguita in romania è valida in italia????????

  304. questo vale per tutti non solo per Paolo andate a informarvi sul posto tutte le universita hanno una segreteria per gli stranieri. Avrete così le idee chiare e avrete anche risparmiato, non dimenticate: chi fa da se fa per tre; auguri a tutti

  305. Paolo preparati tanti soldi…non credere che questo Francesco ti iscrive perche’ sei bello…..Lo fanno solo per fare un po’ di soldi puoi iscriverti da solo senza l’intermediario…!

  306. francesco sono interessato al corso di ODONTOIATRIA ad ARAD.
    questza é la mia mail : lughenthe @tiscali.it.
    Grazie delle informazioni che vorrai darmi.
    PAOLO

  307. vorrei sapere se conseguendo la laurea nell’università statale di bucarest è possibile farsela riconoscere in germania.

  308. buongiorno a tutti volevo da genitore solo una informazione da chiunque di voi un po esperto in materia mio figlio frequenta l’ultimo anno di odontotecnico e mi ha manifestato l’intenzione di voler studiare odontoiatria in spagna a valencia. Io però mi chiedevo se conviene investire tanto oppure fargli fare il lavoro di odontotecnico perchè con quei soldi che spenderebbe per la facoltà credo che nel giro di qualche anno possa impiantare uno studio davvero efficiente. Secondo voi è giusto questo discorso?

  309. Sandro Pertini non dire cavolate per favore…la differenza si nota eccome…ovvio non generalizzo ci sono anche private serie…ma ne conosco molti delle private che fanno veramente poco rispetto a noi della statale…ma non ti permettere di parlare così innanzitutto perchè non sai le cose come stanno e poi perchè io non ti ho attaccato come hai fatto tu…quindi per cortesia…ciao

  310. Si studente tu alla statale sei davvero un erudito e studi tanto ma tanto rispetto a me che sono alla privata come dici tu..la differenza forse e’ che tu gli esami li paghi 400-500 euro…ecco cosa ti rode!

  311. Ciao Gianvito…se è vero quello che hai detto portesti dirmi cortesemente il nome di questo ragazzo che ha teminato la Carol Davila di Bucuresti e ora lavora??? anche io studio lì odontoiatria e vi assicuro che in questa università statale si studia tanto a differenza di altre private dove la situazione è diversa, ne conosco molti che studiano in strutture private; lì la situazione è totalmente diversa dalla statale…per quanto riguarda la lingua è obbligatorio un anno di preparazione “ANUL PREGATITOR” e un test di ingresso…mi piacerebbe poterci parlare anche in privato, se non puoi dirmi il nome in pubblico possiamo metterci d’accordo via mail almeno per stare un pò più tranquillo e magari conoscere un ex collega di facoltà 🙂 …grazie

  312. Biagio hai detto proprio una grande stupidaggine, Il ministero non ti dice di aspettare..il ministero da una risposta entro 3 mesi, negativa o positiva che sia… Se da una risposta negativa e respinde il riconoscimento ti spiega le motivazioni, ..

  313. Eppure mi avevano assicurato che Craiova in Romania e’ una delle migliori universita’……ma al ministero quando presentate un titolo rumeno vi spulciano pure i peli che avete sotto i piedi…credetemi..!

  314. Io ho studiato a Craiova mi sono laureato in medicina dentara nel 2007 ed aspetto ancora risposte dal ministero….mi hanno detto prima 60 giorni..poi 6 mesi…..ed oggi 8 luglio 2011 ancora aspetto….Ragazzi sentite me….andate in Spagna….costa circa 40000 euro in un anno che per 6 anni fanno circa 250000 euro…ma alla fine il vostro titolo da mezzo miliardo di vecchie lire sara’ valido sicuro………..!!!

  315. Si….ma tu credi che in Spagna non c’e’ corruzione..?? ma daiiiiiiiiiiiiii…………….Il fatto e’ che li vanno i ricconi..invece in Romania ci vanno i tecnici che si arrampicano sui vetri…non immagini nemmeno quanti dentisti conosco che si sono laureati in Svazia..Republiaca ceka….Polonia…Lituania…e nessuno dice niente…Per la Romania al ministero quando presenti la laurea ti fanno storie….Perche’? Credi che chi si laurea in Spagna all’Alfonso undicesimo e’ piu’ preparato di uno che si laurea a Bucarest? Ma stai certo che quello con il titolo spagnolo non avra’ problemi di equipollenza del titolo..quello rumeno si.. e tanti pure..! E lascia perdere il CPI che lo fanno le caste..!!!!!!!!!!

  316. che discorsi fai Salvo?. Se su questo forum dobbiamo scambiarci pareri utili ben venga, ma affermare che sia solo un discorso di soldi mi sembra troppo insensato. Non ci dimentichiamo che prima del 2000, qualunque italiano poteva andare in Romania, senza avere una minima conoscenza, è acquistare una Laurea, per questo si sono costruiti una cattiva reputazione, e ci vorranno tanti anni perchè questo paese inizi a essere considerato come pari agli altri Stati Membri. Se vai sul sito Dell’Unione Europea, potrai leggere che la commissione europea ha stabilito che, nel 2010, la Romania ha un CPI (indice corruzione) dell’88%, allo stesso livello di Algeria, Sri Lanka, Madagascar.

  317. Si e’ vero in Romania poi non sono riconosciute quando si ritorna in Italia perche’ li si pagano 3000 euro l’anno di tasse….invece quelle spagnole dove se ne pagano 30000 l’anno sono riconosciute perche’ ci vanno soltanto i ricconi..!

  318. ma perchè non andare all’università statale di bucarest?
    si fa un test di ammissione con tutti gli annessi e connessi. Io ho i programmi da studiare per l’esame e vi giuro che il test di cultura generale non c’è perchè è semplicemente inutile sapere L’Adechi a memoria o il poema epico cavalleresco.
    Certamente io andrò e se avrò problemi in italia, allora androò in un’altro paese dove di medici ce n’è veramente biosogno…

  319. Ti rispondo molto volentieri per non lasciare dubbi.
    In Romania ci sono molti atenei dove la laurea si compra mentre in alcune Universita’ si fanno corsi senza obbligo di frequenza che facilitano al massimo gli studenti, si comprano gli esami e gli studenti non conoscono la lingua rumena, quindi l’università non da garanzie formative. Senza contare che esiste un vero e proprio giro di lauree fasulle che arriva da quella parte d’Europa, in particolare Polonia, Lituania, Romania, Bulgaria, Albania ecc..
    Tante Università rumene sono finite sottoinchiesta proprio per questi motivi, tra questi ci sono l’università di Oradea, di Arad, di Timisoara e di Bucarest, frequentate da tanti studenti italiani e sopratutto tanti odontotecnici abusivi.
    Queste persone che frequentano queste università credono di essere furbe e non hanno capito che stanno perdendo il loro tempo inutilmente perchè il ministero non riconoscerà queste lauree di dubbia formazione e qualità, chiaramente quei pochi che invece si sono impegnati seriamente ne subiranno una grossa discriminazione.

  320. qualcuno mi spiega perchè il Ministero della Salute, sta riconoscendo le lauree in odontoiatria ai rumeni mentre agli Italiani non vuole riconoscerle?..
    Qualcuno di voi sa se ci sono lauree in odontoiatria di italiani già riconosciute?

  321. Io ho molte conoscenze nelle segreterie rumene,mi hanno detto che ci sono italiani li…ma di gente laureata ancora niente…In Romania ci sono i soliti italiani in cerca dell’eldorado…ma credo che rimarranno con un pugno di mosche li…Diverso e’ in Spagna, li se ti fai un prestito in banca a 5 zeri puoi fare qualcosa dopo…!

  322. Infatti Piero, il mio discorso era prevalentemente centrato sulle università Spagnole Private(UAX e UEM) dove gli anni necessari per prendere la laurea sono— 5! e nn 6. Dunque il test è d’obbligo. Io ho parlato con persone competenti…persone che lavorano all’interno del consiglio direttivo per il riconoscimento dei titoli all’ estero e mi è stato detto che queste norme sono molto recenti…(dunque spiegato il perchè tu, Piero, conosci rumeni iscritti all’albo)…qualche anno fa non c’erano!! e come ho detto da qui a qualche anno non varrà più la pena andare all’estero per facoltà come odontoiatria (dove ormai il mercato è saturo e di dentisti ce ne sono veramente troppi; dove ormai si è sottopagati a meno che tu non sia figlio d’arte o abbia la possibilità di ereditare uno studio; dove le richieste di cure sono diminuite del 30%)…signori miei INFORMIAMOCI SEMPRE DI PIù!!! questo è il messaggio che lancio…e come ho già detto io come tante altre persone siamo riusciti a saperlo per tempo, e dunque il qualche modo forse riusciremo a evitare gli ostacoli che le norme del ministero sta inserendo per evitare il flusso di persone che tornano in italia…ci sono moltissimo articoli su riviste medico odontoiatriche sull’ argomento e spiegano che queste norme in un futuro prossimo potrebbero letteralmente bloccare la carriera di moltissimi ragazzi con lauree estere…Questo è quanto…se non mi credete, VI PREGO INFORMATEVi voi stessi…io l’ho già fatto e e sono contento di averlo fatto in tempo…
    Grazie per l’attenzione

  323. scusate io ho letto tutta la direttiva e non parla di test di ammissione se non nel caso che i programmi siano diversi con diversita di almeni 1 anno in romania si fa un anno in piu se non sbaglio questo è il decreto è questo fa testo il resto è aria fritta. Non vi dico di andare in romania, ma di informarvi bene e non da persone che hanno tutto l’interesse a forviarvi. Quando chiedete al ministero chiedete di darvi risposte scritte e firmate vedrete che nessuno sara disposto a darvele chissa perchè dicono che non sono autorizzati, perchè mai del resto si chiede solo informazioni su una legge ,gia chissa perchè.in quanto a rumeni iscritti all’albo ho piu di un nome

  324. io conosco una ragazza di conegliano veneto(TV) che ha preso la laurea in Romania nel 2007 a Cluj-Napoca, ed ancora aspetta il riconoscimento..aspetta dal 13 settembre 2007…………. ..! Si chiama Laura Polesel,ha studiato odontoiatria a Cluj per 6 anni, ed ancora aspetta………!

  325. Ciao Piero, come vedo anche tu, come alcuni altri miei amici, guardate a questa cosa in maniera ottimistica come se fosse una questione poco importate e della quale non tenerne conto per ora. Io come tante altre persone ci siamo informati molto bene su questa questione e abbiamo pensato che non ne valesse la pena prendere una laurea in un’università privata spendendo tanti tanti soldi per poi tornare in Italia e dover affrontare ancora l’incubo di un test di ammissione. Ma la questione non è finita qui!!! QUESTO é SOLO L’INIZIO. Infatti mi è stato spiegato che queste misure si stanno ulteriormente inasprendo e tra qualche anno tornare in Italia con quelle lauree li (conseguite in UNI private) significherà praticamente tornare al punto di partenza. Lo so è dura la realtà. Io alla notizia ero veramente disperato come alcuni miei amici e non. E questo sta succedendo anche ad altre persone all’interno dell'<università. Spero che tutti si rendano presto conto della problematica e prendano subito la decisione più giusta per loro.

  326. Scusate ma avete letto il decreto? In pratica mette in evidenza che volendo i 3 anni di praticandato che comunque sono obbligatori si possono svolgere anche in italia. Be secondo me è una agevolazione. Fermo restando che la richiesta dei 3 anni di pratica è cosa che dovrebbero fare anche i laureati italiani . per il resto non cambia nulla. Certo io parlo solo per quelli che fanno un corso di laurea genuino per cui non temono controlli e possono dimostrarlo. Per cui va ribadito il concetto che per poter professare in italia uno deve mettere in conto 10 anni uno di studio della lingua 6 di università 3 di praticandato che ora si può effettuare anche in italia

  327. Ciao a tutti! Purtroppo ragazzi la situazione è cambiata. Io e altri miei amici due anni fa ci siamo iscritti alla Università Alfonso X el Sabio, superando il test attitudinale. Eravamo veramente felici. Nel luglio del 2010 è arrivata la notizia che nessuno di noi avrebbe mai aspettato. http://gazzette.comune.jesi.an.it/2011/35/1.htm
    In questo link è stata inserita la proposta di legge del Ministro Fazio per la convalida delle lauree estere; dunque una volta conseguita la laurea in Spagna e presumo anche in Romania, lo studente deve effettuare un tirocinio di almeno 3 anni, dopo essere stato ammesso tramite il test di ammissione.
    I miei amici ed io siamo riusciti uscirne fortunatamente tornando in italia dopo aver saputo che situazione stava iniziando a svilupparsi.
    Ragazzi NON FIDATEVI DELLA PUBBLICITà DELLE UNIVERSITà PRIVATE CHE VANNO SOLO A SOLDI, seppur offrono un buon ambiente di studio!!!
    VI PREGO!! Ora dopo questa vicissitudine sono tornato sugli alfa test fiducioso di entrare l’anno prossimo..
    Grazie per l’attenzione

  328. E fateli fateli questi nomi di questi dottoroni che lavorano in Italia, io non ne conosco nemmeno mezzo….eppure se ne laureano tanti in Romania ogni anno.. Perche’?? Pensate che vogliono venire in Italia solo le badanti..? Il problerma e’ che non li fanno entrare…e cosi’ sara’ pure per i furbetti italiani che credono di ritornare qui e fare tanti soldi con una laurea di sicuro comprata altro che sgobbare..fate nomi vi prego fateli e poi controlliamo sugli albi …Io parlo con sicurezza che non ne conosco nemmeno uno in Italia…voi parlate solo per bla bla….

  329. le lauree rumene e spagnole vengono riconosciute senza problemi visto la direttiva europea , il problema è che ( e nessuno vi dice):

    -quando ritornate dovrete fare un tirocinio compensativo di minimo 3 mesi ma sicuramente saranno 9 mesi in quanto noi ne facciamo 9 in + degli altri stati europei

    -in romania per prendere l’abilitazione devi dimostrare di aver lavorato la almeno 3 anni

    -dovete fare un test di attinenza per iscrivervi all’albo sia che siate ue o extra ue

    -la vostra laurea verrà esaminata e verranno applicate misure compensative a caso a caso

    insomma l’iter non è facile come lo spacciano le scuole … o qualche superuomo qua su internet…. vedrete che queste migrazioni verrranno arginate quando capiranno che comunque sia non vale la pena investire tutti questi soldi per avere qualcosa per cui bisogna sgobbare…
    meglio prepararsi e perdere un anno per entrare in italia .
    un saluto

    fonti : ministero della sanità chiamate in segreteria per avere anche voi queste informazioni

  330. dite solo cavolate, perchè siete invidiosi, la laurea rumena è validissima, il mio amico che si è laureato 2 anni all’università Carol Davila di Bucarest, gli è stata riconosciuta la laurea senza problemi. Adesso già sta iniziando a lavorare, gli chiedero’ se posso fare il suo nome su questo forum così potrete controllare è la farete finita una volta per sempre…

  331. Io ho molti amici che si stanno trasferendo dalla Romania,che li non e’ niente sicuro…Vanno tutti in Spagna e precisamente a Madrid….ho sentito parlare di una facolta’ di odontoiatria in Albania dove si studia in lingua italiana…ma roba da pazzi…!!!che siamo tornati al colonialismo fascista…???! Mai e poi mai verra’ riconosciuto un attestato preso in Albania…paese fuori dalla comunita’ europea..e dove si studia addirittura in Italiano..non sapevo che ora l’italiano si sostituisce nei percorsi universitari come lingua straniera..si vede che sono arretrato forse..? Ma non credo d’esserlo…!!!!!

  332. Io lavoro a Bergamo,sono dentista,mia sorella e medic ginecologic, e non possiamo lavorare qui in Italia, mia sorella fa la badante ed io lavoro con i camion..

  333. Smanettando per il web mi sono imbattuto in questo sito e dopo aver visionato attentamente tutte le opinioni riguardo il tema degli studenti in Romania, sono giunto ad una conclusione. Molte delle persone che scrivono in questo forum parlano semplicemente per sentito dire.
    Beh,questa una cosa che mi manda su tutte le furie e se fossi io il gestore di questo forum, impedirei agli ignoranti di scriverci sopra, in quanto scrivendo idiozie non si fa altro che favorire la disinformazione e scoraggiare coloro che sono pronti a fare il sacrificio di studiare all estero pur di riuscire a raggiungere i propri obbiettivi in campo lavorativo.Adesso,per gli ignoranti e presuntuosi sfaterò il mito delle” lauree acquistate”,come diceva il piu ignorante di coloro che scrivono su questo sito.Innanzi tutto studiare all estero è un esperienza formativa impareggiabile ed al contrario di quello k dice l ignorante di cui sopra,l università privata di arad ad esempio,è una delle migliori.Pagare le tasse non è a pannaggio di tutti,e le persone che frequentano l università in romania di certo non sono peggiori di quelle che frequentano in spagna.Dare un opinione sull ambiente della romania di certo non è compito di coloro k parlano a suono d acqua,bensì di coloro che ci vivono ed hanno carpito tutti gli aspetti della vita in questo paese.Ad esempio,città come Roma,Milano ed altre sono molto piu pericolose di una qualunque città della romania;ma di certo questo i presuntuosi e gli ignoranti non possono saperlo.Ma torniamo a noi.La preparazione che forniscono le università in Romania è di molto superiore a quella delle università italiane, in quanto in romania hanno nell orario curriculare ,tante ore di pratica, per quanto riguarda tutte le varie discipline, quali la morfologia,l anatomia(si effettuano lezioni con la possibilità di lavorare sul cadavere fin dal primo semestre del primo anno),l istologia,l endodonzia,la pedodonzia e via dicendo. Concludendo, consiglio a tutti i genitori che avessero intenzione di prendere in considerazione la strada dell odontoiatria per i propri figli, di lasciare perdere queste voci di corridoio insensate e dare una valutazione reale alle cose basandosi sul racconto di persone serie, che questa esperienza la stanno vivendo e di certo non perche “appartengano ad un ceto sociale basso” come dice il solito ignorante di cui prima.Detto questo rivolgendomi ai genitori dei ragazzi che come ho fatto io vogliono intraprendere questa strada, dico:se volete investire dei soldi per far si che i vostri figli possano studiare odontoiatria in modo da divenire degli odontoiatri brillanti ,con conoscenze pratiche e non solo puramente teoriche come coloro che studiano questa disciplina in italia,optate per la Romania:non rimarrete delusi.

  334. Ormai il ministero della salute non riconoscendo i titoli rumeni conseguiti da studenti italiani sta conducendo una lotta ,non dettata solo per la salvaguardia della salute pubblica italiana come dice ma anche per altri motivi ,lascio a tutti la propria opinione .del resto se come viene decantato esiste un fenomeno di corruzzione quasi nazionale in romania non capisco perche tutte le richieste di riconoscimento dei titoli da parte di cittadini romeni vengono accettate automaticamente,ma esistono controlli e riscontri come per gli studenti e laureati italiani ? perche il ministero italiano a tutt oggi non ha ancora riconosciuto un titolo a un laureato italiano?quanto tempo ci vuole per verificare la veridicita della documentazione presentata?perche si fanno solo illazioni per noi italiani e non per i rumeni ,chi controlla le frequenze e le modalita degli esami sostenuti dai rumeni.purtroppo esistono pesi e misure diverse e tutto questo diventa umiliante per uno studente che ha la coscienza tranquilla.

  335. Alfonso spero che non te la prenda, ma devo correggerti le universita’ romene non sono private ma statali o almeno quelle serie se poi cercate quelle non serie allora non lamentatevi di cio’ che trovate!Con questo non dico che tutte le universita’ private siano scadenti, ma sicuramente quelle di cui voi avete notizia e che a detta vostra permettono questi abusi si!!!Non so di quali professori parli che venderebbero l’anima per 50 euro io quelli che conosco possiedono auto di un valore al di sopra dei 30000 euro e con 50 euro non fanno nemmeno il pieno. quanto guadagnino non lo dicono certo a me, ma tutti oltre all’impegno universitario hanno anche la libera professione, posso assicurarti che nessuno di loro fa la fame come vorresti far credere.E’ giusto il fatto che questo e’ un forum di discussione e di scambio di pareri, ma quando si fanno delle affermazioni devono essere esatte, se no diventano denigrazioni gratuite e non scambio di pareri o di esperienze e cio’ non e’ coetruttivo.L’Aracis non è un organismo romeno, ma misto ro-eu non credo si facciano prendere per i fondelli cosi facilmente!!! Sono certo che le tue illazioni non sono in mala fede, ma come tu stesso hai scritto da informazioni che hai ricevuto, permettimi un consiglio se sei interessato vai sul posto a controllare di persona, se poi un università ti propone le possibilita sopra da te menzionate scartala e vai in un’ altra che abbia un programma serio. Questo è un monito per tutti cercate università serie che abbiano regole precise questo in tutto il mondo non solo in romania.Sperando di essere stato di aiuto vi lancio una domanda:un illecito ne giustifica un’altro?Mi spiego meglio il ministero della sanità italiano puo rifiutarsi di riconoscere una laurea romena per il sospetto di un illecito senza nemmeno curarsi di controllare se il sospetto sia fondato? Infischandosene delle leggi e dei trattati? Cosa bisogna fare con quei funzionari che sentendosi al di sopra della legge continuano impunemente a boicottare il giusto decorso legale? Difendendo non si sa quali interessi oscuri?O meglio non si hanno prove,ma per sentito dire come dite voi,intuitivamente si conoscono, io per esempio ho sentito di uno studente a cui sono stati chiesti 150000 euro per superare l’esame di ammissione non so se è vero, non c’ero per cui non posso mettere la mano sul fuoco ,ma la persona in questione merita fiducia a parer mio. Questo mi fa pensare a voi no? Non è anche questo un business per cui corruzione?

  336. Piero da quello che mi hanno detto, riguardo all’Aracis, Vorrei dire che questo è un organismo di controllo della qualità delle università in Romania, ogni anno lascia un certificato solo se l’università rispetta tutte le norme imposte è la serietà dell’educazione universitaria, tuttavia questo organismo secondo quello che mi hanno detto è completamente corrotto, in quanto ricevono soldi sottobanco dalle università per farsi rilasciare il certificato di qualità ogni anno, a dimostrazione di cio’ c’è il fatto che quanto gli addetti dell’Aracis vengono a controllare le università, gli studenti italiani e anche rumeni vengono avvisati molto precedentemente , in questo modo hanno la possibilità di rientrare dall’Italia in Romania è risultare come studenti frequentanti regolarmente.
    Le università rumene sono tutto un meccanismo corrotto, ha ragione secondo me Riccardo Crestè…, infatti le cose che succedono in queste università sarebbero impensabili in altri paesi europei.
    Ti assicuro, che un professore universitario rumeno che guadagna 400 euro al mese, venderebbe anche l’anima per 50 euro, questo si chiama sopravvivere, purtroppo molti non credono a cio’ perchè vivono nella realtà Italiana, è tutto cio’ che succede in quel paese ai loro occhi gli pare uno scherzo.
    Sfortunatamente non sono solo gli Italiani a frequentare in questo modo ma anche gli studenti rumeni.
    Le università rumene essendo private, chiudono un occhio sulle frequenze, sugli esami, sulla preparazione ecc. perchè altrimenti non ci andrebbe piu’ nessuno.
    Ritengo che questo sia soltanto un forum di discussione è scambio pareri, pertanto nessuno è obbligato a fare nomi e università, spetta agli organi preposti rumeni o stranieri che siano controllare, pero’ considerando tutto il business è corruzione che c’è dietro a tutto cio’, io credo che per il momento nulla puo’ cambiare.

  337. caro riccardo e caro giorgio mi sembra che parlate per sentito dire, ma le accuse che fate sono molto gravi!!! Personalmente non conosco la situazione delle universita private in romania, ma se le cose stanno come dite voi allora ben venga striscia la notizia. Vi ricordo che la legge italiana prevede che chiunque sia a conoscenza di un illecito ha l’obbligo di portarlo a conoscenza delle autorita. A TUTTI RICORDO DI CONSULTARE ARACIS CHE E’ L’ORGANISMO ROMENO-EUROPEO DI VALUTAZIONE DELLE UNIVERSITA.Non potendo commentare le vostre valutazioni per mancanza di dati vi invito a mandarmi il nome e le citta di queste universita per poter controllare; ma comunque ribadisco che l’ insegnamento romeno e’ ottimo tanti saluti

  338. Amico Giorgetti, guarda che in Italia e in Belgio, dove tu dici che studiano gli emigrati, non mi risulta che si frequenti un corso importante come quello di medicina o odontoiatria frequentando una settimana al mese, comprando gli esami con 50 euro o fare gli esami in modo facile perchè l’univ. è privata, ti entra bene in testa questo o no?? Io non sono contro gli immigrati, assolutamente…
    Chiara e Federico voi siete i primi, a comprarvi gli esami, ve li farei fare io gli esami in lingua rumena seriamente poi vedi se sareste in grado di passarli, con il cavolo che ci riuscireste..
    Dovete mettervi in testa che fin quando le università rumene non diventeranno serie e uguali a quelle di qualunque paese moderno e civile europero, la laurea che vi prenderete è carta straccia. Abbiamo già tanti problemi con la nostra sanità in Italia, ci mancate solo voi a rovinare la gente e poi siamo proprio a posto.
    La vostra lotta è persa ancora prima di cominciare, e fate attenzione perchè striscia la notizia non vi faccia una bella sopresa durante la sessione di esami, poi si che non avrete piu’ niente da scrivere su questo forum…

  339. Riccardo Creste, hai stufato con questi commenti razzisti. Quando studiavo medicina in Italia era pieno di Greci ed Albanesi che avevano il numero chiuso nel loro paese,mi sono poi specializzato in Belgio ed era pieno di specializzandi africani.Se uno ha la passione deve seguirla e la laurea romena va benissimo, la Romania e’ un paese che ha fatto passi da gigante in molti settori e sicuramente si puo’ acquisire molta piu’ manualita’ che in Italia. Stara’ poi al singolo operatore di fare corsi di specializzazione in piu’ in universita’ prestigiose per sopperire allo stigma (secondo me ingiusto) della laurea romena.

  340. Dire di essere rimasta scandalizzata da alcuni commenti è poco… Sign Riccardo, le preciso che io sono una studentessa di odontoiatria che a suo dire appartiene ad un basso ceto, considerando il fatto che sono due anni che studio in Romania. Le posso assicurare che da parte mia non c’è alcun interesse nel tornare in Italia, cosi come da parte del 90 % dei ragazzi italiani che come me studiano in Romania. Giustifico il suo parlare con ignoranza solo ed esclusivamente perchè parla per sentito dire. e mi rammarico del fatto che di gente IGNORANTE ce n’è troppa in giro…io non cambierei assolutamente la mia univeristà con nessuna delle italiane.la pratica che si fa in kueste facoltà lei nemmeno la immagina, e se alcuni ragazzi si sono traferiti in italia è solo per colpa di gente come lei che, a causa di pregiudizi cretini, compromette il nostro futuro. Vogliamo parlare della Spagna, visto che si viene detto che la Romania offre facili opportunità? Ha idea del giro di soldi che c’è in Spagna? Ha idea del livello della preparazione dei ragazzi Spagnoli? le ripeto, non voglio nemmeno dare troppo peso alla sua ingoranza e per kuanto mi riguarda ho già perso troppo del mio prezioso tempo rispondendole. Vado a studiare, perchè kui, come in ogni università che si rispetti, kuesto si fa. Buona Giornata

    Signora Stefania, se sua figlia vuole, le assicuro che non siamo nel terzo mondo…la faccia venire…sono sicura che si trovarà benissimo come gli altri 400 ragazzi italiani che come me studiano in Romania…

  341. E’ una vergogna leggere commenti del genere. la Romania e sopratutto la capitale sta sicuramente più avanti di noi e si studia anche meglio dell’Italia. L’italia è triste, ti nega il diritto al lavoro, è piena di immondizia. Inoltre è comunità europea e seppure tende a non rilasciare riconoscimenti rumeni prima o poi dovranno farlo perchè l’europa appliccherà le dovute procedure di infrazione. Il ministero riconosce i laureati in odontoiatria rumeni in italia e gli italiani che studiano all’estero no..Disparità di trattamento. studiate le leggi prima di parlare…

  342. Mi risulta che il ministero della salute ha introdotto ulteriori restrizioni dal 2011, in pratica i laureati in odontoiatria e medicina dovranno sostenere un tirocinio formativo dai 12 ai 18 mesi, per accedere a tale anno bisogna superare un test di ingresso predisposto dal ministero, è quindi siamo al punto di partenza, perchè sicuramente passeranno in pochi. Tale procedura è stata introdotta quest’anno ed è obbligatoria per tutti i laureati in odontoiatria. Chiedete pure conferma al ministero se non ci credete.

  343. sono un ragazzo di origine romena ma ho da sempre studiato in italia. Ho conseguito il diploma di odontotecnico e adesso mi sto preparando a proseguire il corso di laurea in odontoiatria (come dice il signor Riccardo) nel terzo mondo :)))..
    io vorrei dire solo una cosa, a lei e a tutti quelli che considerano le lauree romene regalate. Cari studenti spagnoli e italian ecc… Ci vediamo sull mercato dell lavoro.. :))))) e li si vedrà, e inutile avere questi pregiudizzi assurdi.
    in bocca al lupi a tutti che ambiscono a studiare odontoiatria in qualsiasi angolo dell mondo

  344. bisognerebbe andare davanti al ministero tutti quanti a protestare, pero’ purtroppo questo non avverrà mai perchè nel nostro paese ognuno pensa ai cavoli suoi e se non c’è coesione sociale non si va da nessuna parte, A voi ragazzi vi consiglio di laurearvi comunque vadano le cose, poi se dovreste avere problemi, potete sempre rimanere o andare a lavorare in Spagna, Romania, Inghilterra, Germania, ecc.. sono tutti paesi civili dove le lauree vengono riconosciute senza problemi perchè non hanno la mafia che abbiamo noi, tra l’altro il ministero non convalidandovi la laurea vi fa anche un piacere così c’è ne andiamo da questo Brutto Paese che non offre nessun futuro ai giovani e forse un giorno i nostri figli ci ringrazieranno pure, perchè staranno in nazioni migliori e non avranno i nostri problemi

  345. carissimo piero, anche se non ti conosco di persona condivido pienamente le tue note e sono convinto che prima o poi molte persone cambieranno opinione sui laureati in romania.molti di noi laureati in romania sono stati umiliati dal diniego ricevuto dal ministero con motivazioni assurde (parole di avvocati).non riesco ancora ad accettare tale diniego e mi sento veramente discriminato e offeso,non avrei mai pensato che con 2 lauree conseguite in italia(medicina e chirurgia-igiene dentale-professonalita in chirurgia maxillo facciale),totale 540 crediti formtivi,conoscenza lingua inglese e rumeno(certificate da 2 universita anche statale) e completato gli studi richiesti con relative frequenze,mi si risponda che esistono dubbi sulle modalita relative al consegumento nel settembre 2007 della licenza di medico stomatolog.Preciso che nel 2008 il mio curriculum formativo e licenza di laurea durante un controllo del ministero della educazione e gioventu e stata ritenuta conseguta in modo regolare e secondo le metodologie vigenti rumene.attualmente sono iscritto e lavoro come odontoiatra in romania a titolo principale e in italia sono iscitto come medico -igienista -maxillo .tutto questo lo trovo assurdo ,spero presto di risolvere tutto cio . (e pensare che questa laurea per me era solo un optional)

  346. bravoooo pierooo concordo in pieno e aggiungo cara la mia marianna se suo figlio si è ritirato al primo anno come faceva a sapere che le attrezzature gli studi e i laboratori erano fatiscenti come lei ha detto visto che in questi ambienti si agiunge dal terzo anno in poi?cmq ministero o no mi sa che ce poco da fare la romania è un paese comunitario e che tra qualche anno supererà anche l’italia sotto tutti gli aspetti esistono leggi e emandamenti uguali a tutti e con le stesse regole degli altri paesi europei …………….ve puppppppppp ops dica quale è l’università di prestigio da lei citata?almeno mettiamo al corrente qualcuno che x sbaglio come suo figlio ci potrebbe capitare

  347. Scusa Raf ma non riesco a trovare nulla dell’albo europeo saresti così gentile da darmi qualche delucidazione e possibilmente dove posso ricevere delle informazioni a riguardo ti saluto e ringrazio

  348. cara marianna ti rispondo dicendoti che 2 sono le cose o nn vuoi capire o fai finta di nn capire
    la ROMANIA fa oramai parte della comunità europea e quest’ultima puntualmente a distanza di un tempo determinato fa le sue verifiche nelle università dove putacaso nn vi fossero i requisiti necessari x un corretto studio e cose del genere toglierebbe l’accreditamento nn pensare che esistono ancora le università dove con i soldi potevi far tutto oramai si sono equiparate agli stessi standard europei e se ti informi bene le lauree conseguite prima del 2006 hanno difficoltà x il riconoscimento tutte quelle successive nn hanno nessun tipo di problema
    il fatto sta che purtroppo è il ministero che pressato dalla casta degli odontoiatri si appiglia ad ogni minimo cavillo e quindi crea problemi e allunga i tempo di riconoscimento e validità
    nn scordare oltretutto che dal 2012 andrà in vigore l’albo europeo quindi nn esisterà piu’ un’iscrizione nazionale ma europea
    volevo oltretutto farti notare che forse tuo figlio sarà stato sfortunato oppure ha preso cattive informazioni finendo in qualche facoltà dove x un motivo o un altro questa nn è a regola con quelle accreditate
    a dar valore a tutto questo vi è il fatto che molti ragazzi hanno ottenuto trasferimenti dalla romania all’italia con regolare riconoscimento di tutti gli esami conseguiti senza alcun problema
    mi spieghi xchè allora l’italia doveva accettare queste persone se esisteva qualcosa di nn regolare?o allora anche l’italia è come la romania dove con i soldi puoi fare tutto(fermo restando che questa ipotesi vale in qualunque parte del mondo)oppure è tutto normale

  349. Marianna mi scusi, ma nella sua risposta emergono molte in congruenze,che a chi conosce veramente la realta romena balzano immediatamente agli occhi.1- lei asserisce che suo figlio era iscritto a una universita di prestigio e che dopo un anno di corso si e’ ritirato, per chè la situazione era insostenibile per i motivi che lei ha scritto. su questo bisogna fare 2- considerazioni:1-suo figlio non puo essersi ritirato dopo un solo anno di corso perchè prima di iscriversi al primo anno bisogna superare l’esame di lingua romena ,il corso di lingua dura un anno per cui suo figlio si è ritirato dopo 2anni.2-universita considerata da chi di prestigio? Per informazione di tutti ripeto che in romania è stata fatta una valutazione di tutte le universita attraverso un ente in cui si affiancavano dei controllori di universita europee a professori romeni . L’ ente si chiama ARACIS e riporta la valutazione di tutte le universita vada a controllare la valutazione della sua. Per cui viene logico porsi un altra domanda lei è a conoscenza di illeciti che si perpetuano perchè non dice quale è l’ universita’ di prestigio colpevole? Così che si possa andare a controllare e se la sua descrizione corrisponde al vero e far terminare questo scandalo? Per quanto riguarda l’attrezzatura io sono stato al congresso di stomatologia tenutosi dal 23-27 marzo presso la facoltà di medicina dentara di craiova dove oltre ad aver apprezzato l’organizzazione ho visto una università moderna con aule previste con tutto ciò che si puo chidere e con attrezzature abbondanti e di ultima generazione parlo di 15 riuniti a disposizione degli studenti. Non mi credete andate a vedere. Mi conceda un dubbio io non credo che lei sia chi dice di essere, ma invece credo che sia un funzionario del ministero che cerca di difendere l’operato del ministero. In questo caso le ricordo che la direttiva prevede anche la possibilita di fondati dubbi e ne descrive il percorsoe i tempi per la soluzione attraverso le piattaforme comunitarie che altro non sono che gli enti preposti al controllo. Ciò detto ribadisco il concetto in un paese dove dei funzionari si sentono al disopra della legge per cui la legge non è uguale per tutti qualcosa non funziona e c’è seriamente da preoccuparsi

  350. Piero il ministero non fa quello che vuole infischiandosene delle leggi, il ruolo del ministero e vigilare e riconoscere le lauree che vengono prese in università serie, e diciamocelo chiaramente in Romania il livello di insegnamento è veramente pessimo, almeno per quanto ne so;
    Riccardo Crestè ha in parte ragione secondo il mio punto di vista.
    Io avevo iscritto mio figlio l’anno scorso in un’università rumena considerata buona e di prestigio, pensando che fosse la cosa giusta e visto che non era riuscito ad entrare in Italia, ma quest’anno si è ritirato perchè la situazione è davvero insostenibile, è mi sono poi accorto che per il bene di mio figlio non era certamente una buona alternativa., ne la cosa giusta L’università dove era iscritto, apparentemente sembrava normale, ma dopo ci siamo accorti che era organizzata malissimo, la maggior parte dei rumeni e anche molti italiani non frequentavano quasi mai oppure un paio di giorni al mese, in cui venivano a recuperare, poi molti compravano gli esami e chi non lo faceva veniva “punito” dal professore che gli faceva l’esame molto complicato per fargli capire che se non pagava non passava. I professori guadagnano poco da quello che ho capito è mi dispiace che un professore sia costretto a vendersi per poter vivere per 50 o 100 euro ad esame, la corruzione dilaga ovunque, poi i corsi erano organizzati malissimo, molte volte i professori non si presentavano alle lezioni, nei laboratori mancava il materiale e addirittura l’attrezzatura necessaria per fare pratica (turbine, micromotori, compositi), le strutture comunque sia sono vecchie e risalenti al periodo comunista, ho conosciuto io personalmente odontotecnici e ragazzi che erano iscritti al 5 anno e non parlavano Rumeno e se ne vantavano pure. Adesso non vorrei esagerare , ma in linea di massima questo è l’andazzo lì. Nelle altre università che ho visitato la situazione credo che non era migliore di questa.
    Allora ditemi un po’ ma voi che andate pretendendo, di cosa si sta parlando in questo forum, di che discriminazione state parlando, voi volete prendere in giro il ministero e molti consciamente vogliono fare e sembrare delle vittime.
    Ma perchè il ministero deve riconoscervi la laurea se molte università rumene sono in questo stato, non mi permetto di dire che siano tutte così, ma credo che quelle serie esistano anche se sono poche, ma sicuramente non ci vanno gli italiani a studiarci. Io conosco un ragazzo ITALIANO che si è laureato in odontoiatria in Germania è la laurea gli è stata subito riconosciuta dal ministero italiano. Quindi non pensate che il ministero c’è l’abbia con voi e che non vi voglia accettare perchè questa storia non è assolutamente vera, andate a studiare in università serie in altri paesi avanzati e che garantiscono un percorso universitario chiaro e vedrete come la vostra laurea sarà riconosciuta. Evitiamo di dire stupidaggini e di fare i furbi, perchè al ministero della salute non si fanno prendere in giro certamente da quattro odontotecnici abusivi disposti a tutto.

  351. Quello che vorrei che tutti notaste ma specialmente coloro che dicono che comunque il ministero fara quello che vuole infischiandosene delle direttive delle leggi etc. cosa al momento verissima .Che nel momento che cio’ avviene non siamo piu’ in uno stato democratico, ma in uno stato di potere dove le leggi non hanno un vero valore. Bisognerebbe meditare e preoccuparsi perche’ quando la legge non e’ uguale per tutti c’e’ qualcosa che non funziona!!!!!

  352. Vorrei aggiungere ancora qualcosa a sig. Riccardo Crestè

    Morti di fame non direi mai e poi mai ai Romeni visto che in Italia vengono più che sfruttati per qualsiasi lavoro e sono mal pagati!!!
    Guardiamo le cose come stano non come più ci piace e vediamo la differenza! La Romania e un popolo umile che si adatta a le situazioni!
    Chi sa quanti Rumeni avrà visto che facevano lavori umilissimi e magari avevano in tasca 3 diplomi di laurea… io Italiani con 3 o più diplomi di laurea ho conosciuti ma sono veramente pochissimi, ma in Romania e usuale conseguire anche 2 diplomi di laurea in contemporanea e fare esami in inglese alla fine cosa che in Italia quasi pretendono di fare l’esame di laurea in dialetto perché li viene più semplice! Poi sa io ho una mia amica che e Rumena a studiato medicina in Romania e a 39 anni e medico primario in un ospedale di Brescia… secondo lei a conoscenze e li hanno fatto un favore? Poi ce un altro medico chirurgo plastico molto apprezzata che opera nelle più grandi cita Italiane e anche a Londra ,Paris e NY che e Romeno! Di questi casi ne conosco parecchi visto che fino pochi mesi fa lavoravo solo con medici. Li dico un detto che applicano in Romania al università… ,,se non ti piace o non hai voglia lascia il posto al prossimo che ha più voglia di te.” I Rumeni al università vano per studiare non come fanno Italiani che lo fanno solo per farsi mantenere ancora dai genitori!!! Uno studente di medicina ultimo anno in Italia sa meno di quanto sa un infermiere Romeno. Questo lo visto e sentito io in ospedale in Italia in più di un occasione!
    Se non desidera essere oggetto di discussione e risate ancora rifletti su ciò che scrive e commenta prima!!!
    I diplomi che sono stai comprati in Romania sono comprati attraverso agenzie Italiane che operano in Romania. (= mafia)
    Saluti.

  353. E ora di finirla con certe insinuazioni ,le persone che credono che in R omania le lauree si ottengano facilmente si sbagliano, ma di grosso .Per Alfonso :tutti gli atenei compresi quelli italiani tirano avanti con le tasse degli studenti oppure no?Ma la CAO chi tutela ,solo alcuni cittadini… oppure tutti i cittadini italiani ,compresi quelli che studiano all estero.Ormai la botte e piena e se il ministero non dara giustizia a tutti i laureati aventi un titolo conseguto legalmente e in tempi brevi ci penseranno i tribunali.Allo stato attuale i processi per i riconoscimenti da parte del ministero vanno a rilento,il tutto per cercare di scoraggiare la presentazione delle domande.Intanto aumentano le cause con richiesta dei relativi danni subiti che in uno stato democratico dovrebbero pagare le persone preposte per tali servizi.

  354. in risposta ad ALFONSO fai una cosa guardati allo specchio e fatti un esame di coscienza ma chi ti credi di essere x discriminare e giudicare ma come ti permetti di insinuare situazioni ambigue come quella dei 50 euro ?e se pensi che tua nonna sia cosi saggia da sapere come vanno le cose in romania spiegale xchè la casta tende a nn dare la stessa possibilità a tutti e invece fa un numero chiuso……..fai una cosa ascoltami rassegnati fatti un esame di coscienza e preparati che molto probabilmente quelli che tu giudichi persone con lauree facili tra un po’ ti renderanno vita difficile

  355. Per Nik, io non parlerei di forma di discriminazione quando si tratta di tutelare la salute dei cittadini. L’errore e’ quello di mettere sullo stesso piano le lauree rumene e quelle italiane, non a caso sono state definite dalla Stessa CAO, “LAUREE FACILI”.
    In Romania, i professori si vendono per 50 euro, si tratta pur sempre di un paese povero ed arretrato. Le strutture dove si impara la professione sono senza strumentazione adeguata ai fini scolastici.
    Il 98% degli italiani che frequentano in ROMANIA, sono iscritti a UNIVERSITA’ PRIVATE, che hanno tutto l’interesse economico a mandare avanti gli studenti, anche se non studiano non importa, queste universita’ vivono grazie alle tasse degli studenti.
    Ormai lo sa anche mia nonna che ha 85 anni come vanno le cose in Romania.
    Mi auguro che Striscia la notizia torni ad occuparsi di nuovo delle lauree Rumene, perche’ c’e’ ancora tutto un pianeta nascosto da scoprire…

  356. Caro Riccardo, sono rumena è sono laureata in Romania. Sono rimasta perplessa da quello che ha scritto, perche tra le righe io leggo solamente odio nei nostri confronti. Qui in Italia ho trovato delle persone laureate come me, però, ti assicuro che non avevano(alcuni) la mia preparazione(ho sentito, infatti, parecchie cose aberranti). Lei prima di scrivere deve indagare su quello che sta scrivendo perche rischia di cadere nel ridicolo.il nostro paese ha dato scienziati a tutto il mondo, evidentemente non lo sa perche i notiziari parlano solo della mala vita. George Emil Palade (Iaşi, 19 novembre 1912 – 8 ottobre 2008) è stato un biologo e medico rumeno , premiato nel 1974 col Premio Nobel per la medicina e la fisiologia,Nel 1921 Paulescu, primo al mondo, scoprì come curare il diabete, tanto che il 10 aprile del 1922, ottenne il brevetto per la scoperta della Pancreina , peccato che qui non ho lo spazio per elencare tutte le menti brillanti che hanno salvato la vita a quelli come lei. Non abbiamo mezzi ma abbiamo cervello, non insulti questo popolo, lei non è migliore di altri.

  357. le giustificazioni da parte del ministero della salute al mancato riconoscimento delle lauree rumene a studenti italiani e soltanto una forma discriminatoria volta a salvaguardare in primis non i diritti dei cittadini ma soltanto….,del resto ,fino a oggi, non passa anno che anche in italia non esplodano scandali legati a fatti illegali e mai non si trovano i colpevoli.come mai agli studenti rumeni viene riconosciuto il titolo e agli italiani no?tutte le scuse e illazioni sono valide per non riconoscerne i titoli .il piu grande rammarico e che per poche mele marce tanti bravi studenti dovranno lottare per il riconoscimento dei loro diritti(se ci riusciranno).per fortuna che siamo in democrazia? un piccolo consiglio ,se riuscite finite gli studi in italia

  358. Caro Riccardo , hai paura che la torta devi dididerla con gli alltri, se ci sai fare nella vita non devi temere , tranquillo.

  359. -Notizia del 02/03/2011-
    Lauree comprate in Polonia, scoperta rete di falsi odontoiatri.

    I Carabinieri del NAS hanno scoperto un giro di false lauree in odontoiatria rilasciate in stati esteri in Polonia. In particolare gli indagati hanno tentato di ottenere il riconoscimento ufficiale presso il Ministero della Salute, di titoli di laurea in odontoiatria e medicina conseguiti presso istituti esteri, in particolar modo in Polonia, e risultati privi di valore accademico, allo scopo di esercitare la professione in Italia. 27 i cittadini italiani indagati, la maggior parte con precedenti specifici di abusivismo odontoiatrico, tutti ritenuti responsabili di falso e tentata truffa per aver cercato di indurre in errore il Ministero della Salute in merito alla legittimita’ del titolo accademico ottenuto all’estero (26 diplomi da istituti polacchi ed uno ecuadoregno). Alcuni titoli di laurea rilasciati dalle universita’ polacche erano gia’ stati piu’ volte oggetto di attenzioni specifiche da parte del Ministero della Salute proprio per le modalita’ di conseguimento, e fra gli indagati c’era anche chi aveva tentato di ottenere il preventivo riconoscimento del titolo polacco presso un’universita’ della Romania, cercando di facilitare il percorso autorizzativo per l’esercizio della professione in Italia. La conclusione dell’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma – dott. Calaresu – si e’ sviluppata con l’esecuzione di 27 decreti di perquisizione da effettuarsi presso abitazioni private, ambulatori e studi dentistici, situati nelle provincie di Milano, Pavia, Verona, Vicenza, Bologna, Forli’-Cesena, Ravenna, Piacenza, Parma, Prato, Roma, Pescara, Caserta, Napoli, Avellino e Salerno. Nel corso delle perquisizioni, iniziate nella mattinata di oggi, sono stati sequestrati sei studi dentistici in cui operavano abusivamente alcuni degli indagati emersi nel corso dell’attivita’ investigativa, numerosi certificati di diploma utilizzati per l’attuazione della condotta delittuosa, nonche’ copiosa documentazione utile al proseguo delle indagini. L’operazione si aggiunge ad altre due indagini del Reparto Analisi del Comando Carabinieri per la Tutela della Salute che, nel recente passato, si sono concluse, facendo emergere un sistema illegale di compravendita di lauree in medicina, odontoiatria, e farmacia da istituti ed universita’ situati rispettivamente in Romania e Malta.

    Concludo questa notizia dicendo che, se in Polonia si comprano le lauree, figuriamoci cosa succede in Romania che è un paese ancora piu’ povero e arretrato della Polonia..
    Cari studenti italiani che studiate in Romania, la vostra laurea non verrà riconosciuta MAI, mettetevelo bene in testa, non pensate che l’esistenza di una legge Europea sui riconoscimenti possa salvarvi perchè il Ministero della salute ha giò pensato a tutto.

  360. Trattato dalla Gazzetta Ufficiale di qualche giorno fa, leggete con attenzione:
    Mancato riconoscimento laurea Rumena in Medicina Dentara
    Il Consiglio di stato – a seguito della presentazione di una domanda di riconoscimento del diploma di laurea in Medicina Dentara conseguito in una università della Repubblica Rumena, il Consiglio di stato, accogliendo la tesi di una Università italiana, in ordine alla necessità o meno della “dichiarazione di valore”, ha affermato che mentre l’attività valutativa svolta dalle Università (ai sensi dell’art. 2 della legge n 148 del 2002) concerne il dato – per così dire – ‘sostanziale’ relativo alla completezza, esaustività e corrispondenza dei cicli di studio svolti all’estero rispetto agli omologhi parametri nazionali, al contrario, le valutazioni trasfuse nella c.d. ‘dichiarazione di valore’ attengono al dato – per così dire – ‘formale ed estrinseco’ relativo all’esattezza, genuinità, veridicità, attendibilità ed affidabilità degli studi in concreto svolti dal richiedente e perseguono finalità di interesse generale che più adeguatamente possono essere svolte dalle sedi diplomatiche italiane presso i Paesi in cui i titoli oggetto di esame sono stati conseguiti.

  361. Rido nel leggere i commenti.
    Per risolvere tutto basterebbe un accorgimento semplicissimo:
    Tetto posti annuale ad odontoiatria da 800 a 3500 posti anno. 3500 posti sarebbero comunque un’inezia se paragonati alle migliaia di laureati in legge, economia, lettere, ingegneria…
    Perchè non si fa? La risposta è tanto banale da far arrossire.
    Poi tocca leggere di gente che va in Spagna o Romania.Robe da pazzi, per fare odontoiatria poi.
    Stesso discorso per medicina, con in più la piaga delle specialità ed il cavallo di troia delle borse.
    E’ una situazione ridicola e vergognosa quella che si va creando.Un grazie alle lobby col camice.

  362. scusate, sono laureato in odontoiatria in Italia (sono uno dei pochi fortunati 15 per anno) e volevo chiedere per chi informato se per accedere in medicina il discorso è lo stesso come in odontoiatria?

  363. Ben venga la Romania ,se uno a deciso che vuole studiare odontoiatria,che e la sua pasione lavorativa(no per fare rapidamente quadrini).Se uno studente non ha superato quiz di ammissione,non ha la familia 200.000 euro per studiare in Spagnia(30.000 di tasse piu 10.000 di spese al anno),che dovrebe fare?Puoi quando si recupera questo investimento ? Mai!Le poltrone dentistiche in italia sonno quasi vuote.Vengono in ro ogni anno migliaia di italiani per risolvere problemi di protetica ed implantologia ,e quando hanno finito il lavoro si legge nei loro ochii la contentezza di essere stati ben tratati e di aver pagato un prezzo giusto, non di essere spellati.Fino 10 anni fa in italia si lavorava in bocca con la laurea in med.e chirurgia,perche era medico che faceva anestesia ed odontotecnico sfruttato che curava,preparava denti e prendeva le ampronte. Odontoiatria presupone teoria ben imparata(con molte materie di specialita ) ma anche pratica per eseguire lavori a precisione milimetrica ,in un spazio molto stretto e sui organi duri ma ben enervati.Percio sono parechi odontoiatri ro che posono dare lezioni a quelli italiani di bravura.Certo ogni torma ha le sue pecore nere.Le facolta rumene statali tradizionali(cluj,bucarest,iasi,timisoara) ,hanno una ottima reputazione,per la qualita formativa(parlo di odontoiatria).

  364. Buon giorno a tutti vedo con disappunto che le provocazioni da parte degli ignoranti(non come insulto, ma come coloro che ignorano,non conoscono)si fanno sempre piu’pressanti.l’universita’ romena e’ di primo ordine, e’ riconosciuta a livello mondiale(non si discosta molto nella classifica mondiale da quelle italiane andate a vedere se non ci credete).A oggi chi si laurea in romania e vuole esercitare in ITALIA ha di fronte 2 possibilita:1-terminare gli studi in romania richiedere il riconoscimento del titolo accademico a una universita’ italiana attraverso l’ufficio del MIUR e poi dare l’esame di abilitazione.2-terminare gli studi in romania e fare 3anni di praticandato in romania e poi richiedere il riconoscimento professionale al ministero della sanita italiano uff.7 questa e’ legge il resto aria fritta.Per quanti pensino di andare in romania un consiglio fatevi un viaggio sul posto andate a visitare le universita’troverete le risposte che cercate per la lingua non vi preoccupate in quel paese del”terzo mondo”le segretarie conoscono 3-4 lingue ci sara’ sicuramente chi conosce l’italiano.Se pero’ deciderete di continuare non dimenticate che la conoscenza del romeno e’ obbligatoria(e’il primo esame che darete)cosi’ come la frequenza.Se qualcuno si trovasse in romania tra il 23-27 di marzo lo invito a venire a craiova e a assistere al congresso di stomatologia cosi’ da rendersi conto del livello di preparazione dei medici romeni e con la scusa di chiedere di visitare l’universita’. Io ci saro’ per chi volesse contattarmi in loco e’ sufficente chidere di Piero .Sperando di essere stato di aiuto un in bocca al lupo a tutti

  365. Lizbeth, questo che dici è vero, pero’ ricordati che molte università rumene private, non sono serie, per questo io sono contrario che gli italiani vadano lì. Qualche anno fa ci sono stati tanti scandali; gli studenti sono avvantaggiati negli esami, nelle frequenze ecc.. cosa che negli altri paesi europei non avviene.

  366. le laure prese in Romania , sonno ricconosciute in Australia , America , Canada , e in EUROPA del nord , in ITALIA NO !!
    COME MAI?
    quando cè bisogno di rinforzzi stranieri ( infirmieri )le laure sonno ricconosciute … come mai ?

  367. forse non avete ben capito che Gli Italiani che vanno in Romania sono disperati all’ultima spiaggia, guardate quanti se ne sono scappati e quanti hanno fatto richiesta di trasferimento all’Aquila, se l’università era buona e si stava bene rimanevano là. E poi lauree rumene prese da Italiani IO ANCORA NON NE HO VISTE RICONOSCIUTE..
    non venitemi a dire che non ci sono ancora laureati perchè NON E’ VERO.

  368. caro RICCARDO
    visto che sonno rumena , mi sonno divertita ))
    -vita da te la Romania ..dobbiamo immigrare tutti in Spagnia.
    studiare in romania ,nooo meglio laciar perdere, tanto facciamo brutte figure con le nostre diplome., laure.
    sai che.. strano , conosco persone che hanno studiato con i nostri “brutti metodi” , e hanno il loro studio medico in Germania, e senti questa : SONNO BRAVI!!!
    sonno apprezzati !! ma dai — con una LAUREA proseguita in ROMANIA .
    )) – roba da non credere .

    ma pensa : .. sarrà la voglia di studiare ???
    la forza della volontà?
    o il paese ?
    ….ma.. chi lo sa ..

  369. Sig Mario, la smetta di dare il finto perbenista , tipico dell’italianio da furbetto di quartiere. Ha scritto tante belle parole solo per sua convenienza; scommettiamo che se viene striscia la notizia lì dove studia sua figlia scoppia un altro scandalo??..
    Se fossi al posto suo Io non mi sentirei tanto fiero, ne lo scriverei qui sul forum, di aver mandato una figlia in un paese del terzo mondo; Perchè non ha mandato sua figlia in Spagna se veramente era intenzionato a farla studiare in un’università di qualità? Ripiegarsi frequentando in Romania non è certamente la scelta giusta, piuttosto io preferirei ritentare in Italia. A me da fastidio che dipingete la Romania come un bel posto, solo perchè avete i vostri figli che ci studiano, invece inconsciamente lo sapete che non è così, altrimenti non si spiegherebbe che centinaia di studenti dopo l’iscrizione cercano di scapparsene in Italia facendo richieste di trasferimenti e concorsi vari.

  370. Visto le cialtronerie che state dicendo, rispondo solo alla signora Stefania, in quanto mi sento un pò come Lei. Circa due anni fa ho esaudito il desiderio di mia figlia che voleva a tutti i costi diventare Odontoiatra e pur avendo fatto un liceo scientifico con una votazione finale di 90/100, non è riuscita ad entrare al corso di laurea in Italia. Mi sono armato di volontà(cosa non si fa per un figlio….) e sono andato di persona in Romania per capire in effetti cosa ci poteva offrire quella realtà; ebbene ho trovato persone squisite, educate, corrette, pronte ad aiutarti in qualsiasi circostanza; ho trovato decine di ragazzi italiani preparati, “benestanti”, figli di avvocati, ingegneri, medici, professori, e addirittura il nipote di un emerito cattedratico universitario stanco di provare i test in Italia.Tutti studiano moltissimo, si sono trasferiti la e le posso garantire che non hanno nessuna voglia di pentirsene. L’università dove studia mia figlia ha un campus per gli studenti, ottime attrezzature dove fare pratica, ottimi professori ed ultimamente stanno ultimando una nuova sede dove trasferiranno tutte le strutture che è meravigliosa (in Italia non ne ho viste di così innovative). Gli esami si fanno al computer, scritti, orali e con prove pratiche, con grande volontà. Quindi le consiglio di andare di persona e non farsi influenzare da chi parla a sproposito. Dimenticavo di dirle che ho capito il motivo per cui noi italiani pensiamo male dei Rumeni: tutti quelli cattivi li mandano da noi, dove le leggi sono permissive, da loro non c’è delinquenza, in quanto se scoperti vanno in carcere per almeno 10 anni. Buona fortuna.

  371. Rispondendo ai commenti fatti nei post precedenti , vorrei puntualizzare e far capire che la Romania, da come forse non si è ancora intuito, non è l’alternativa al numero chiuso in italia, caso mai lo è la Spagna, paese in cui sarebbe anche giustificato andare a studiare,
    La Romania è un “sotto e fuggi” o “escapotage” per i furbetti e per chi non riesce ad entrare in Italia; Come d’altronde potrebbe non esserlo, visto che si tratta di un paese arretrato in cui le strutture universitarie sono a livello del terzo mondo, e gli italiani che vi si recano per “studiare”, sono odontotecnici abusivi cinquantenni, e ragazzi allo sbaraglio. Vi siete mai chiesti come fa un odontotecnico abusivo 50enne a imparare il rumeno/studiare/fare esami in rumeno e contemporaneamente lavorare anche in Italia?.. beh chiedetevelo e poi datevi la risposta e capirete la questione del mio discorso senza bisogno che aggiungi altro.
    Mi chiedo a questo punto, come puo’ un genitore mandare un figlio appena diplomato a “studiare” in un paese del terzo mondo per 6 anni, è qui non si parla di fare sacrifici, ma di una condanna a morte.
    Il numeo chiuso in Italia e paesi europei affini, è stato instituito per garantire la qualità di insegnamento agli studenti in base alle strutture disponibili, nonchè per immettere nel mercato la giusta quantità di odontoiatri necessari alle esigenze della popolazione; funziona così in Germania, Francia, Uk , Olanda, Svezia, ecc..
    In Romania, cosa ambigua, invece le cose vanno diversamente, le università sono interessate soltanto a fare cassa, facendo inscrivere quanti piu’ studenti possibili, non importa se questo avviene a discapito della qualità d’insegnamento (qualità che in entrambi i casi non è esiste).
    Voi Italiani che state rispondendo su questo forum, state facendo la parte dei martiri, in realtà siete soltanto dei furbacchioni di quartiere che si stanno comprando una laurea, siete ridicoli, dovreste stare in silenzio dalla vergogna, per via di quello che state facendo, sotto gli occhi di tutti, ed invece andate in giro sui forum , a destra e manca, a vantarvi di essere andati in questo brutto paese a studiare. ..siete un po’ come il racconto del bambino che ruba le caramelle e poi dice che è innocente..

  372. salve ho appena visto i commentie volevo rivolgermi al signor riccardo dicendogli con franchezza che io come ogni altro ragazzo ,che come me ha il sogno di diventare dentista le sue parole sono solo offensive e che mostrano molta ignoranza condite da molta suberbia e snobbismo ,perchè è vero che le altre università sono di qualità superiore a quelle rumene,ma nn ha mensionato il fatto o ha preferito evitare di farlo,che come mai in italia o in altri paesi queste così dette università migliori tutte un numero di posti a disposizione veramente ridicoli le faccio l’esempio della facoltà di palermo 15 posti per non so quante migliaia di persone iscritte , io ho sostenuto il test addirittura a bologna con la speranza di entrare nel corso di laurea solo perchè c’erano 5 posti in più, e secondo lei chi rientra in questi 15 o 20 posti? le rispondo io tutti ragazzi molto molto anzi super raccomandati che danno le mazzette e quant’altro… cosa che si ripete nel momento di sostenere gli esami…,quindi il resto dei ragazzi tra cui persone molto più dotate e capaci cosa dovrebbero fare stare a spasso secondo lei, inoltre a suo parere un padre e una madre hanno il piacere di avere un figlio o una figlia lontani da loro specie in romania , nn crede il fatto di mandare un figlio in un posto del genere sia solo una dimostrazione di sacrificio da parte di una famiglia per l’avvenire del proprio figlio e di quest’ultimo stesso,soprattutto da parte di una famiglia che nn dispone di un reddito elevato,secondo lei allora solo coloro che possono pagare grosse somme per università esclusive hanno diritto di essere considerati buoni professionisti, si ricordi che le persone si giudicano dalle capacià e non dalla copertina come un libbro,…a e ora una bella chicca per lei che ha mostrato tanto snobbismo, presunzione e a mio avviso maleducazione nei confronti degli odontotecnici io ho amici che sono odontotecnici e lo sono da decine di anni e possiedono conoscenze e capacità che uno dei suo cosiddetti dentisti perfetti se le sognano e nn potrebbero fargli neanche da assistenti e con questo nn sto dicendo che loro facciano gli abusivi perchè nn se lo sognano nemmeno, inoltre tutta questa storia del’busivismo nell’80% dei casi è figlia proprio dell’incompetenza dei suoi dentisti perfetti che nn sono nemmeno di prendere un’impronta come si deve,quindi un consiglio la prossima volta scelga meglio le parole da usare e soprattutto non esageri nell’esprimere opinioni in un certo modo su cose che nn conosce veramente…

  373. in romania c’è la clinica già dl secondo anno di università.
    in spagna i crediti si pagano profumatamente e se non ti dai la materia, il costo dei crediti per quella materia, raddoppiano ogni anno. Questo non ve lo ha mai detto nessuno?
    a chi non va a genio la romania perchè è sottovalutata, può andare a losanna o direttamente in grecia.
    inoltre in romania, e lo so bene, se si vogliono fare le cose seriamente, si deve fare il test di ammissione che consiste in 60 domande di biologia e 40 di fisica o chimica a scelta. se si passa con 60 risposte corrette si ha diritto a non pagare le tasse universitarie.
    Inoltre se durante gli studi universitari ti viene difficile darti una materia hai 3 possibilità:…. ma non mi posso sbilanciare troppo nel dire tutto. comunque si può studiare seriamente senza intoppi.
    Altro argomento è quello della precarietà delle università romene.
    proprio per il fatto che lì non ci sono macchinari e attrezzature sofisticate come in altri paesi evoluti, insegnamento della medicina diventa molto simile a quella che viene insegnata nelle università di Pechino in Cina, ossia si apprende letteralemente a non avere bisogno di strumentazioni per visitare i pazienti. In romania si insegna che una buona diagnosi la si può fare grazie all’esame del volto, degli occhi, della lingua, delle mani, delle unghie, della pelle, dei capelli ecc.. Ovviamente se una persona va dal medico dopo che è caduto e accusa dolore, gonfiore,rossore e febbre… è probabile che si sia rotto qualche osso e per questo ci sono i raggi…
    per le malattie del sangue ci sono gli esami ematochimici e per i presunti tumori c’è la RMN…. Comunque globalmente in romania si impara ad usare il meno possibile i macchinari.
    Certo, è molto difficile frequentare un’università che in europa ha pochissimo credito quindi vale la pena arrivare fino al 4° anno e poi trasferirsi in una delle migliori università italiane …. se ci tenete alla faccia e al presigio personale…. altrimenti per chi volesse andare a lavorare gratuitamente in Africa o in Thailandia, va beissimo anche la laurea Romena purchè sia fatta seriamente, con criterio e senza pagare nessuno o avere le raccomandazioni per prendersi le materie….

  374. Liubizia di ringrazio per la sincerità, finalmente qualcuno che ha voluto calarsi la maschera è dire veramente come stanno le cose,.. già, pero’ lhai fatto perchè probabilmente adesso non ti riguarda piu’ la cosa, perchè da come ho capito non frequenti piu’ in Romania mentre molti italiani che frequentano cercano invano di difendersi dagli attacchi che gli vengono contestati credendo di poter alterare a modo loro la realtà.
    Io non collego la ricchezza individuale con l’essere per bene, pero’ le due cose spesso sembra che vadano di pari passo; un genitore che manda il figlio a studiare in Romania a mio avviso non ha la coscienza pulita, mentre un odontotecnico che va a “laurearsi” in un’università Rumena è paragonabile all’essere un criminale; questi odontotecnici cosa non farebbero pur di poter continuare a lavorare in pace con la loro attività di abusivismo, farebbero carte false e corromperebbero chiunque..
    Tornando al mio precedente discorso, un ragazzo che studia in Romania, sta andando in un’università non di qualità e riceverà un’istruzione non di qualità, ma questo a lui non importa perchè tanto il fine del suo percorso sarà quello di lavorare come dentista, non importa in che modo, ma solo per guadagnare il piu’ possibile..
    come vedi i conti tornano, ancora una volta ci ritroviamo davanti a gente che ha come solo scopo i soldi.. quindi a mio parere questa gente non è per bene, proprio perchè miserabile nel modo di concepire le cose..
    Chi invece va a studiare in Spagna, o in altre università di qualità ha invece come obiettivo l’avere una buona istruzione, una buona reputazione, quindi è interessato ad essere un futuro dentista che vuole essere professionale ed avere solo come scopo secondario il guadagno..
    Chi va in Romania, sa benissimo cosa va a fare, come lo va a fare e cosa sarà un giorno.. pero’ vuole nasconderlo.
    Le lauree Rumene sono riconosciute dal ministero è quindi permettono di esercitare la prof. in Italia, pero’ formalmente non sono paragonabili a nessun tipo di laurea della stessa facoltà degli altri paesi europei, la condanna dei futuri italiani laureati in Romania sarà la cattiva reputazione e pubblicità che hanno fatto, stanno facendo e continueranno a fare in futuro.

  375. Caro Riccardo Crestè,
    il suo discorso mi può anche “calare”, come diciamo noi in Sicilia. Nonostante tutto anche io sono stata in Romania, ci ho vissuto 5 mesi e ho constatato che in effetti le università sono esattamente come dice lei.
    Ciononostante, sono schifata dal suo commento, perché unendo due sue frasi nel suo discorso, se “la gente per bene la trovi tutta in Spagna” e “L’identikit dello studente Italiano che va a studiare in Romania è di ceto basso”, lei sta praticamente valutando che è necessario avere un certo reddito aldisopra della media, altrimenti si viene considerati “non per bene”.
    La ringrazio per questa perla, mi ha fatto ridere parecchio.

    liubiza

  376. Signora Stefania, ci pensi bene ..io a mia figlia non la manderei mai e poi mai in Romania, ma ha visto che ambiente che c’è?.. chi ci studia dice invece il contrario per non tirarsi la zappa sui piedi,…piuttosto , se proprio vuole far studiare a sua figlia odontoiatria la mandi in Spagna che è una nazione come l’italia se non migliore… Io di studenti italiani che studiano in romania e che si sono trasferiti in Italia (Aquila, Catania, Roma ecc..) ne conosco a decine , mentre di quelli che studiano in Spagna, non c’è ne neanche uno che ha provato a trasferirsi in italia, anzi molti vogliono rimanere anche dopo la laurea, …allora un motivo ci sarà, credo!!!?
    La Romania, benchè si dica differentemente , volente o nolente e un brutto posto dove vivere per 6 anni, è povero, arretrato, la maggior parte delle persone vive con 300 euro al mese, fa un freddo cane quasi l’anno e la mentalità del rumeno di classe medio-bassa è equivalente a quella di uno zingaro nomade, poi non ne parliamo delle strutture universitarie e del “Sistema” di insegnamento da quasi terzo mondo con cui vengono preparati gli studenti,.. nonchè del modo in cui fanno gli esami;
    Le lauree rumene sono ormai sputtanate in tutta Italia ed Europa come di basso valore, hanno la “fama” di essere lauree “acquistate” proprio per il modo in cui si svolge il loro sistema universitario.
    E poi se vogliamo dirla una volta per tutte, L’identikit dello studente Italiano che va a studiare in Romania è di ceto basso, di solito ex odontotecnico abusivo cinquantenne oppure di ragazzi allo sbaraglio che sono all’ultima spiaggia che si iscrivono senza criterio pensando un giorno di divenire ricchi … , ma c’è anche molta gente che non potendo permettersi di pagare le tasse per frequentare università serie e di qualità come quelle spagnole, si recano in questo brutto paese.
    Io sono andato a vedere come sono queste università, ne ho visitate piu’ di una, è questo è quello che ho visto è capito.
    Naturalmente adesso risponderanno in tanti dicendo che non è vero, che lì è tutto bello e altri bla bla bla..
    Ho vissuto e girato anchio in molti paesi, sono stato in Russia, Thailandia, Messico, Usa, Norvegia, Olanda, Uk, ecc… ma di paesi brutti come la Romania mi ricordano tanto la città di Tunisi che visitai nel 2006,,.. è lì e veramente il terzo mondo..
    Chiunque Italiano vada a studiare in questa nazione è perchè appartiene alla fascia di persone che ho sopra elencato, la gente per bene la trovi tutta in Spagna..
    Spero’ di essere stato chiaro con lei signora Stefania è questo è l’unico consiglio che mi sento di darle…

  377. sono la mamma di una ragazza che vuole studiare odontoiatria, ma purtroppo è entrata a medicina, adesso è al quarto anno, ma il suo desiderio è sempre quello di diventare dentista… mi dispiace il pensiero che vada all’ estero a studiare, ma a me hanno parlato molto bene delle universita romene. c’ è qualcuni di voi che poù aiutarmi a saperne di più ? grazie

  378. La festa è finita per tutti non solo per gli Italiani laureati. Comunque benvenuti futuri disoccupati……ahahhahahah

  379. Ragazzi oggi è un giorno di gioia per noi studenti di odontoiatria all’estero… infatti sono state approvate le prime lauree in odontoiatria conseguite in Romania, a dimostrazione del fatto che sono valide a tutti gli effetti, ..le prime di centinaia di migliaia che verranno per tanti altri ragazzi negli anni successivi…
    Odontoiatri italiani la festa è finita, preparatevi ad andare in pace.
    😉

  380. Ciao ragazzi, molto interessante tutto quanto esposto. solo per dare la mia opinione, ho 32 anni, sto per iscrivermi a medicina e sto studiando agopuntura. Ho vissuto molti anni in Spagna (10) prima in Belgio, Svezia. Ho visitato il Giappone, l’Argentina, il Messico, l’Uruguay, la Tailandia e chi più ne ha più ne metta. L’europa in genere la conosco abbastanza… tutto ciò per dire che non è mai opportuno limitarsi a un giudizio “geografico”. Le culture e i popoli cambiano in fretta, mentre noi stiamo a pensare che siamo i migliori!! … e insieme a questi cambi va formandosi il nostro camminare, dare e lavorare. Cominciate ad aprire la testa, non solo la bocca… è curioso: i dentisti sempre ti dicono APRA UN PO’ eheh pero qui ho visto qualcuno chiusetto e spicciamente meterialista… Essere medico o dentista è una vocazione! Lasciando perdere dove studiate, se lo fate per interesse prima o poi dovrete pagarne le conseguanze. Uno si puo costruire una prigione con gli stessi mezzi con cui pensava di liberarsi. grazie e in bocca al Lupo

  381. salve a tutti amici e nn amici o presunti tali purtroppo leggo ancora commenti in cui si cerca di diffamare le facolta’ rumene senza aver visto e vissuto quale effettivamente è la realta’ dei fatti.Pr chi ha criticato il mio amico e collega Francesco Pascucci dico loro prima di affermare certe cose informatevi il soggetto in causa è una persona serissima con il quale ho avuto modo di frequentare qulache corso in romania e vi assicuro che quel che dice è pura realta’ .La facolta’ èregolarissima si frequenta si studia e si sostengono gli esami regolarmente forse anche piu’ di quanto voi pensate o dubitate.Invito tutti coloro che nn riusciranno a superare il test a valutare bene l’ipotesi della romania in quanto nn ce barriera che possa ostacolarci il titolo è valido è la preparazione che ci offrono è eccezionale e poi se siamo costretti ad emigrare all’estero nn è xchè lo vogliamo noi ma semplicemente che l’italia nn ci vuole ma si deve pur rassegnare che si che andiamo via ma ritorneremo vincitori e allora nn potrà far altro che accoglierci vogliano o no i mamma santissima dei dentisti italiani ……..ve pup prieteni p.s. un saluto a te amico mio F.P.

  382. P.S. visto che a FRANCESO hai detto di non chiamarti ne Marino ne Antonio per un eventuale querela, sappi che le persone che non si firmano con il prorpio nome, o non credono in quelo che dicono…. o sono dei VILI che non hanno il coraggio di difendere le proprie idee… ( questa è una frase di un filosofo del 700, ti do questa informazione poichè a DIFFERENZA tua non voglio prendermi meriti che non mi spettano, ma comunque non credo ti saresti accorto di questa appropriazione poichè non credo tu abbia una grande culture, nemmeno liceale, con enorme disprezzo ti porgo i miei saluti.)

  383. vorrei rispondere al sapientone , che, critica tanto gli studenti italiani uin romania , ma che probabilmente fa parte di quel gruppo che viene aiutato da CEPU ,o almeno non si preoccupa di denuciare quello che appare evidente a tutti è cioè, che non si possone prendere 10 esami in 10 mesi. Tutto cio premesso caro SAPIENTELLO che se proprio vuoi parlare con cognizione di csausa, sei pregato di fare un bel biglietto aereo e venire nelle Nostre FACOLTA’……. sempre che mamma ti faccia venire.

  384. Buongiorno, non so bene come funziona questo sito ma ci provo. Mi rivolgo a Jhoblack che cerca qualcuno con cui condividere le spese. Mi piacerebbe che mi contattasse a questo indirizzo ochiochi@hotmail.it
    grazie

  385. Ciao a tutti cerco qualcuno che voglia partire con me per dividere spese casa ecc.. se siete interessati lasciatemi un recapito così da potervi contattare buon anno a tutti!!!!

  386. faccio tantissimi auguri di buon natale e felice anno nuovo a tutti le persone che visitano questo sito e a tutti coloro che lo hanno creato.

  387. Ma che fate…io scrivo e voi del sito cancellate! E’ inammissibile tutto ciò!
    Ripeto, per tutti coloro che mi hanno diffamato su questo forum, sono il vero Francesco Pascucci che studia a l’Aquila e si è trasferito dalla Romania, mi spiace per voi ma io non ho nulla a che fare con questo loschi affari tra Romeni e Italiani, e vi informo che per voi è gia scattata denuncia alla polizia postale.

  388. Anonimo, mi dici perfavore quali sono queste 3 università che valgono in romania?

  389. Egr.dott.prof.Cantelli Forti,in riferimento al commento e delle richieste del dott…essendo anche io in una situaziona analoga, iscritto e con attivita avviata da anni in Romania gradirei un Suo intervento-valutazione sul mancato riconoscimento del titolo da parte ministeriale adducendo le piu svariate motivazioni.Perche al Ministero della Salute non danno risposte chiare? Siamo arrivati al punto che il Ministero della Salute della Romania deve chiedere il permesso alle Autorita Italiane in loco prima di rilasciare qualsiasi documento richiesto ,Le sembra che il tutto rispetti la dir. 2005 36? Non Le sembra che tutto cio sia illegale verso noi Italiani e verso uno stato membro Comunitario?

  390. Danile, Mi dispiace dirti che ho solo 26 anni e di conseguenza sono uno studente a tutti gli effetti i 2 studi e il laboratorio sono di mio padre come già ti ho detto sono ben avviati è 28 anni che sono aperti…
    Io davo ragione a te per quanto riguarda che siamo troppi a fare questa laurea e che per chi deve partire dall’inizio e tutto tempo sprecato, però non si può dire che la laurea non è valida perchè è valida a tutti gli effetti.
    Samuele mi dispiace illuderti ma non sono francesco…

  391. L’aninimo e’sempre francesco che vuole soldi per iscrivervi….in Romania ..ma lui pero’ studia alla’Aquila chissa’ peche’?? ciao non fatevi fregare giovani reclutine.!

  392. Neanche a farlo apposta, oggi ho trovato questo articolo sul Il Sole 24 ore, proprio mentre stavo leggendo, e proprio cio’ che scrivevo io qualche giorno fa su questo sito, Vi posto l’articolo, leggetevelo, così incominciate a capire le cose come stanno veramente, e a non sognare..

    ———————–ARTICOLO GIORNALISTICO————————-
    Odontoiatri cari e studi vuoti. Aumenta il “turismo dentario”

    Costi elevati – Siamo fra i Paesi con i prezzi più alti d’Europa, secondi solo all’Inghilterra. Sindrome della poltrona vuota: un Italiano su tre ritarda o addirittura rinuncia del tutto ad una cura odontoiatrica perché non è in grado di sopportarne la spesa. Secondo un’indagine di Altroconsumo gli studi dentistici hanno le agende vuote, lavorano tre giorni su sei oppure solo il pomeriggio. Un dentista su due dichiara di aver subito una forte contrazione. Già due anni fa il numero di questi professionisti continuava a crescere del 4% mentre gli incassi diminuivano del 20. Nel 2009 ha disertato la poltrona un milione di pazienti, ossia un Italiano su cinque, con un calo medio del 7% negli ambulatori privati.

    Secondo i dati Censis, è scesa a 476 euro, a fronte dei 740 prevista annualmente, la spesa media per il dentista. Si trova quindi a fare i conti con una concorrenza spietata, quella che per decenni è stata considerata una professione d’oro in Italia, secondo Paese europeo più caro per le tariffe odontoiatriche.

    Nel 2007 il quotidiano inglese The Indipendent ha pubblicato un articolo con i risultati di una ricerca realizzata dall’Università di Rotterdam sul costo dei dentisti di nove paesi dell’Unione Europea. È emerso che a Londra l’otturazione di un molare costa in media 156 euro, mentre nel Belpaese si spendono 135 euro contro i 67 in Germania, 64 in Olanda e 46 in Francia.

    Curare una carie in Ungheria costa appena 8 euro. Differenze di prezzo che secondo i ricercatori non dipendono dal costo dei materiali o delle radiografie, ma esclusivamente dalla manodopera del dentista. Cresce così il fenomeno del cosiddetto “turismo dentario”. Vitaldent ne è un esempio. Si tratta di una catena di franchising a capitale spagnolo che ha già aperto un centinaio di cliniche in Croazia, Serbia, Albania, Romania e Ungheria, supportata da un’agenzia viaggi, specializzata in turismo odontoiatrico dell’Est.

    Una terapia di riabilitazione su sei o sette denti che in Italia può costare 15-20 mila euro, nei Paesi a nuova vocazione odontoiatrica comporta una spesa molto più contenuta. Parliamo di quasi la metà: 5-6 mila euro con tempi di cura compressi al massimo in una settimana. Viaggi che ogni anno riguardano 20 mila Italiani, che ottengono così risparmi del 50 e 60 per cento, spesso però a scapito della qualità dell’offerta.

  393. Beh anonimo con la tua affermazione mi sorge un dubbio e cioè, con 2 studi e un laboratorio come fai a frequentare in Romania e studiare?
    Risposta:
    1)Non lavoro e vivo in Romania.
    2)Lavoro, non frequento e non studio.
    E la 3?
    Semplice frequento,studio,lavoro,gestisco 2 studi e un laboratorio e la famiglia (ahahahah…)

  394. Ciao Danile,
    io capisco quello che tu vuoi dirmi ma: io che ho già due studi avviati e un laboratorio odontotecnico (perchè ho fatto odontotecnica prima) mi devono privare di questo. purtroppo in italia infatti il problema che esiste ancora la baronia e per questo che succede ciò. poi io sono sempre convinto che la maggiorparte di questi ragazzi che va all’estero non fara il dentista ma solo perchè i genitori vogliono così.
    Poi per quanto riguarda la Romania sono solo 3 le università abilitate le altre sono solo perdite di tepo e soldi me l’ha detto l’avvocato del ministero della sanità.
    è vero anche che ci saranno molte delusioni per il lavoro ma io per esempio sto guardando in la è sto costruendo uno studio qua in romania
    così da fare un po e un po.

  395. Caro Danile vaglielo a far capire a questi…. io non ho scelto apposta di fare questo mestiere anche se mio padre è dentista. Poi qui c’è gente che ha talmente i paraocchi alti che pensa che noi li vogliamo scoraggiare… Tanto per rendervi conto di cosa dico, ma solo una parte della verità. vi invito ad andare sul sito infodent.it alla sezione annunci, li ci sono tante offerte di lavoro per odontoiatri a 1.500 euro al mese se vi va bene.. pronti a sfruttarvi.. andate pure a vedere e chiamate per chiedere le condizioni di lavoro e gli stipendi.
    se poi volete aprire uno studio per conto vostro iniziando da zero, beh allora siete proprio spacciati.. stesso discorso per chi ha un’attività già avviata.. tra qualche anno ci saranno talmente tanti dentisti che fortuna non ne farete :-))))
    D’altronde la classe ELITE degli odontoiatri che continueranno a fare soldi in futuro non sarete piu’ voi dentisti, ma gli imprenditori dei franchising , che vi assumeranno come dipendenti, e loro guadagneranno, perchè hanno tanti capitali da investire ed anche i professori / ricercatori in questo campo che fanno corsi e master vari, che voi andrete a fare obbligtoriamente perchè una volta usciti dall’univ. non saprete riconoscere un canino da un molare..
    ragazzi questa è realtà nessun vuole buttare nella fossa nessuno,
    Ma voi ci siete mai stati in Spagna????.. andate a vedere comè li il mercato odontoiatrico.. uno studio ogni 50 metri… invece di stare davanti al computer a sognare , uscite dal brutto paese e vi renderete conto ..di come sta diventando in questo campo , uguale anche il nostro Bel paese (non il formaggio) ..
    ciao a tutti

  396. Ma scusa anonimo, io capisco il desiderio di intraprendere la professione, ma nessuno si rende conto che tra 800 in Italia, 580 in Spagna ma io sò che sono più di 700 e voi che andate in Romania in 900 1000 ragazzi che futuro vi attende già oggi con il numero chiuso si è in troppi 1 dentista ogni 1000 abitanti l’OMS afferma uno ogni 2000 abitanti. Tra 2-3 anni anche con una laurea valida europea non ci sarà più lavoro. Io questo non capisco, state rincorrendo un miraggio, spostate l’attenzione non sulla validità( che anche per me sono validema) ma su la prospettiva futura. Dopo tanti sacrifici….solo delusioni.

  397. Ciao ragazzi sono uno studente italiano iscritto alla facolta di medicina dentara in romania, pi posso dire che attualmente c’è solo un problema con le lauree conseguite in romania, cioè che durante un congresso dove c’era la sostituta della signora Parisi (colei che non vuole darci il riconoscimento della laurea) è stato detto che le lauree conseguite in romania sono valide solo quelle iscritte dopo il 2003 e di conseguenza i laureati del 2010.
    L’importate è avere tutti i crediti ovvero 360 e la frequenza.
    dopodiche il riconoscimento in italia avviene entro e non oltre i 90gg in caso di superamento dei 90gg si puo iniziare ad avviare una causa con risarcimento danni.
    apro una parentesi poiperchè ce l’hanno così tanto con le lauree rumene ma sanno che ci sono 580 iscritti italiani in spagna solo quest’anno?
    Non vi preoccupate e continuate il vostro corso senz paura.
    Dimenticavo ho avuto la conferma dall’avvocato del ministero della sanità a Roma che le lauree rumene sono valide. (ci ho parlato di persona)
    Un salutone a tutti ciao

  398. Buona sera, vorrei sapere se un cittadino italiano laureato in odontoiatria in uno stato membro è abilitato e iscritto all’ordine dello stao membro , può lavorare ed avere il suo umile cabinetto odontoiatrico senza che l’italia lo tratti come un terrorista ? Grazie un affettuoso saluto al Dott.Giorgio Cantelli Forti . la prego di spiegarmi come perchè sto impazzendo , in caso mi dica dove lo posso incontrare o parlare anche per telefono

  399. Ma io Jolanda non ti capisco..Boh…comunque come al solito dove ci sono soldi nel mondo ci sono i napoletani…quelli di serviceromania ad esempio…ti iscrivono ma ti chiedono una barca di soldi e poi alla fine non sai come finisce.!

  400. Scusate ragazzi, ma io quando leggo tanti post del tipo “si faranno soldi”, ecc… rabbrividisco. 😐
    Va bene che abbiamo tutti il diritto di essere felici e di stare bene economicamente o almeno di provarci, però credo che la salute delle persone sia di primaria importanza.
    Io sono uno studente e sono di un ‘altra facoltà, ma quando leggo alcuni di voi mi viene voglia di diventare io stesso dentista per non farmi controllare da chi ha scritte certe cose! 😀
    Insomma farmi mettere siringhe e ambaradan in bocca da chi parla solo di soldi non è sarebbe il massimo della vita. 😀

  401. visto che innanzi tutto sono una donna, e che per di più faccio i ragionamenti di una ragazzina di meno di 14 anni allora come i bambini lasciami sognare… I sogni infatti si fanno quando si è giovani perchè si deve avere il tempo per pianificarli e organizzarsi per realizzarli.

    – Il senso logico delle affermazioni che ho dato precendentemente te lo do io ed è questo.
    Mi è sembrato di capire col mio cervello di bambina che oltre a parlare della validità o no della laurea rumena in italia, c’è chi sostiene che la laurea in odontoiatria in qualsivoglia paese si prenda, non serva molto a far guadagnare tanti soldi ai futuri dentisti. Alla fine è di questo che si parla leggendo tra le righe… Ebbene io ho detto che se un dentista appena laureato e abilitato vuole guadagnare soldi ( ammesso che abbia sui 300mila euro per aprire uno studio e comprare un’attrezzatura decente e vuole recuperare tutti i soldi che ha speso), deve occuparsi di trattare procedure innovative come le cellule staminali che opportunamente trattate e impiantate nell’osso dei denti formano denti nuovi, sani e perfettamente identici a quelli che si sono persi.
    – Altro argomento, ma sempre attinente, è quello di amnesty international…Tra le righe dei commenti precedenti si legge anche che una volta venuti in italia, non c’è posto per tutta questa quantità di odontoiatri o medici che si sono laureati in Romania o in Spagna. Amnesty international è perfettamente ingrado di collocare tutti questi dentisti in altri paesi dove c’è un enorme carenza di personale medico dentistico. (Tale ragionamento però non vale per coloro che vogliono rimanere in italia, nè tanto meno per coloro che vogliono guadagnare tanti soldi con le lauree in professioni sanitarie; vale invece per tutta quella quantità di medici e odontoiatri che nella vita vogliono guadagnarsi di che vivere senza esagerare e hanno nel frattempo ideali diversi da quello di accumulare denaro per portarselo nella tomba.
    – Un’altro discorso ancora è quello che in questi commenti, alcuni cercano di aiutare le persone a raggiungere gli obiettivi, altri si divertono a confondere le idee e a fare ritornare, chi spera, di nuovo nel fosso.
    Voglio sapere (sempre da bambina meno di 14 anni) se stiamo giocando con la palla “pazza” oppure questi commenti sono solo la riunione di alcune persone che stanno cercando in qualche modo di cavare un ragno dal buco dato che nessuna fonte fin’ora è stata attendibile al 100%
    Spero di essermi fatta capire.

  402. …….Un altro punto importante riguarda l’abilitazione alla professione. Una volta conseguita la laurea infatti, ciò che conterà davvero per poter svolgere la professione di dentista, sarà l’abilitazione. Oggi che la Romania è nella Comunità Europea, chi si è laureato in Romania e poi ha superato l’esame di stato ed è abilitato alla professione, potrà farlo in tutta Europa perché l’abilitazione è riconosciuta e vige la libera circolazione…..

    MA TUTTI VOI CHE SCRIVETE SU QUESTO FORUM, AVETE MAI DATO UN’OCCHIATA ALL’INIZIO DI QUESTA PAGINA??? C’E’ LA RISPOSTA A TUTTI I QUESITI..ED IO L’HO APPENA EVIDENZIATA.

  403. Jolanda posso capire che sei una donna,ma i discorsi che fai tu, io non li pensavo neanche a 14 anni; poi le cose che scrivi oltre a non avere proprio senso logico, non sono nemmeno attinenti con la realtà.
    Dimmi un po’ cosa c’entrano le cellule staminali e Amnesty international quando qui si sta discutendo del fatto che questa non è piu’ una professione d’oro e di alcune riflessioni sulla presenta non validità delle lauree rumene e spagnole..
    ti do’ un consiglio non sognare troppo e stai un po’ con i piedi per terra perchè non si gioca con il proprio futuro perdendo così.

  404. ..Sergio probabilemnte tu parli così perchè tuo padre sarà già ben avviato da tanti anni, ha una certa posizione e un certo nome ma posso garantirti che le cose non stanno assolutamente come dici tu, guarda che nel quartiere dove lavora mio padre ci sono 3 dentisti neanche a distanza di 100 metri l’uno dall’altro, forse tuo padre lavora con persone di fascia sociale alta ma quelle sono la minoranza.., la massa che rappresenta invece il 60% della popolazione bada al risparmio quanto piu’ è possibile e solo in casi proprio urgenti, altro che sbiancamenti e faccette.. secondo me hai visto troppi video su youtube.. la gente ti cambia per 10 euro, forse tu questo non lo sai perchè non hai mai messo piede nello studio di tuo padre.. I dentisti che hanno una certa posizione rappresentano una piccola minoranza e certamente questi non posso essere rappresentativi per dire che questa è ancora una professione d’oro.
    Comunque per quanto riguarda il discorso della validità delle lauree,anchio sono a conoscenza di cio, perchè anche mio padre che partecipo’ qualche mese fa ad un congresso Andi a Roma, mi disse che lì parlarono di un progetto che stanno attuando per bloccare le lauree estere, in accordo con altri ministeri ma a livello Europeo, anche se pero’ tutto cio’ mi sembra alquanto strano perchè siamo in Unione Europea e quindi è giusto che queste lauree gli vengano riconosciute a questi ragazzi, comunque staremo a vedere cosa succederà.

  405. Io voglio diventare medico da 30 anni, ma consiglio ai futuri dentisti anche quelli che aspettano da poco tempo di organizzarsi
    1. per i nuovi impianti con cellule staminali
    2. per cure fitoterapiche all’avanguardia per curare processi infiammatori di una certa entità
    3. per diventare dei veri chirurghi maxillo facciali riguardo tutto ciò che concerne i denti.
    4. per prendere dei master in posturologia e osteopatia in modo da raddrizzare gli assi del corpo se ci sono squilibri causati dai denti.
    5. se avete coraggio andate a lavorare con Amnesty International, loro sanno come trovarvi tanto di quel lavoro nel mondo che non basta tutta la vita per soddisfarne le richieste; infatti non è detto che una persona italiana laureata in romania, in spagna, in polonia o in ungheria debba necessariamente ricadere nelle braccia della propria “arpia” madre Italia…..

  406. io invece penso che in futuro si faranno ancora piu’ soldi del passato…fra impianti..zirconio…sbiancamenti e faccette gireranno sempre piu’ soldi altro che…. e sempre di piu’ verranno in Italia perche’ siamo i migliori insieme a giapponesi e svedesi altro che crisi…si faranno sempre i soldi con i denti e molti pure …..! Il problema e’ che quelli dell’albo stanno lavorando per chiudere le orde dalla Romania e paesi dell’Est perche’ i soldi li vogliono per gli italiani mica per polacchi e rumeni..! Vedrete che progetto…nel 2012 roba da spionaggio….io lo so perche’ mio padre e’ nell’ANDI…pssssssss ciao studenti che andate in Romania ..andate andate..! poi l’albo ve lo sognate pero’..!

  407. Semplice, la legge sulla libera circolazione delle professioni cioè la 2005/….è valida in Europa, se crolla(l’Europa), l’Italia deve ancora sottostare alle leggi Europee?
    Condivido la riflessione di michele, tra un paio di anni diventeremmo come gli avvocati, disoccupati o assunti da qualche società, dato che chiunque oggi può aprire uno studio dentistico senza laurea e prendere come dipendenti, ripeto come dipendenti un odontoiatra. Esistono società create da assistenti dentali, dove l’odontoiatra diventa il dipendente o il direttore sanitario di un assistente dentale…….per il 30% lordo a oggi tra 5 anni sarà il 20% lordo vedrete.

  408. io sono figlio di dentista, è mio padre mi ha sconsigliato di intraprendere questa laurea, perchè non ne avro’ nessun beneficio, poi lui mi dice che tra un paio di anni tutti questi laureati in odontoiatria saranno talmente tanti, che se lo metteranno a quel posto gli uni con altri, anzi già sta succedendo (i tempi d’oro sono finiti),e percio’ non ne avranno nessun beneficio economico in cambio, e soprattutto non avranno un ritorno del capitale investito per laurearsi, qui c’è gente veramente che non si è fatta bene i conti, ma d’altronde lo vediamo anche con l’esempio del commercio tra le nazioni, cioè quando con c’è regolamentazione (numero chiuso nel nostro caso) di qualcosa, succede il caos, basta veder la Cina che ci vende i prodotti a un quarto di quanto costa produrle in Europa mentre da noi le fabbriche chiudono per l’alto costo di produzione e ci sono milioni di disoccupati che fanno a gara per contendersi un misero posto di lavoro…. ,, ecco questo è quello che succederà tra qualche anno anche con l’odontoiatria, cioè non essendo piu’ regolamentata dal numero chiuso la professione, ci saranno migliaia e migliaia di dentisti disoccupati e quelli che non lo saranno si scanneranno gli uni con gli altri per chi offre le cure al prezzo piu’ basso, poi ci saranno i franchising che stanno aumentando, che a loro volta faranno a gara con i privati per metterglielo ancora di piu’ a quel posto, poi ci saranno studi dentistici in Croazia, slovenia ec.. che lo metteranno sempre di piu’ ancora a quel posto ai dentisti Italiani perchè vorranno essere ancora piu’ competitivi(Al Nord il 40% della popolazione fa i grossi lavori all’estero ormai, al Sud ancora non è diffusa questa mentalità), inolter vorrei dire, che aumentando i dentisti precari e disoccupati, la domanda sarà piu’ dell’offerta sul mercato è quindi a maggior ragione i franchising dentali o privati faranno a gara per sfruttare il dipendente dentista malcapitato di turno.. che senso ha spendere 60,000 euro o piu’ (In Spagna 150 mila euro se si calcolano tutti i costi) per laurearsi se poi mi assumeranno per 1500 euro al mese da Vital dent o presso uno studio privato, pero’ la differenza con le altre lauree e che io dentista laureato mi saro’ fatto un sedere grande per 6 anni per laurearmi perchè il percorso universitario e abbastanza impegnativo, rispetto ad una qualunque altra laurea… Poi non voglio neanche parlare degli abusivi che saranno sempre la piaga di questa professione e che venderanno le protesi a un quarto del vostro prezzo, e con i pochi soldi che girano, gente che va a farsela c’è ne eccome.
    Con queste considerazioni, quello che vorrei dire a tutti, e che se volete fare il dentista pechè vi piace la professione, vi piace curare i pazienti, vi piace dedicarvi al prossimo fatelo senza pensarci un minuto, andate all’estero a laurearvi,.. pero’ se lo state facendo perchè pensate che tra 6 anni verrete ricompensati alla grande in termini economici avrete la piu’ grande delusione di questo mondo, e questo lo dico anche ai figli dei dentisti e non solo a quelli che “nuovi” del settore che lo prenderanno a tripletta in quel posto,… al limite pero’ avrete sempre la soddisfazione di farvi chiamare Dottore dai vostri conoscenti :-))..

  409. scusami danilo per l’ignoranza, non capisco la connessione che fai fra la validità in italia di una laurea presa in un paese dell’ue e il crollo di tutta l’europa. Se poi è vero che francesco vuole dei soldi per le informazioni, ti ricordo che nelle università italiane, molti studenti, prima si registrano le lezioni dei prof, poi se li trascrivono e infine se li vendono a caro prezzo agli altri studenti. Queste sono cose gravi che non si devono fare… In ogni caso chiedo la conferma di francesco se è vero che lui fa quello di cui lo accusi.
    IO penso, comunque che alla fine bisogna trovare la strada da soli o insieme a qualche gruppo di persone che vogliono seriamente fare un passo del genere.
    SEcondo me il trasferimento di francesco è dovuto al fatto che nessuno, nè i rumeni, nè gli italiani, gli hanno saputo mai dare la certezza assoluta che la laurea sarebbe stata riconosciuta….

  410. Sapete che l’Unione Europea è a rischio per il debito dell’Irlanda e del Portogallo?
    Se crolla (come spero, In iTalia ha creato solo danni) con la vostra laurea che ci fate?

  411. Caro Francesco Pascucci che sei all’Aquila puoi querelarmi quanto vuoi tanto non mi chiamo ne Antonio ne Marino..il problema e’ che io so che tu fai tanta pubblicita’ perche’ vuoi dei soldi per le informazioni che dici di avere..e poi se la Romania e’ il regno dove tutto si puo’ perche’ ti sei trasferito in Italia…forse avevi paura che una volta finito non e’ proprio come dici tu..che tutto e’ ok?? e che tutto e’ regolare..??

  412. Non penso che hellen e francesco siano delle persone poco attendibili, altrimenti hellen non mi avrebbe consigliato di andare nelle università pubbliche di timisoara e jasi. Anzi io mi sono sentita aiutata. In ogni caso francesco, ti chiedo di darmi se puoi delle informazioni più dettagliate perchè ci tengo molto. Se vuoi puoi darmeli su facebook oppure ti rintraccio io.
    Ti ringrazio tanto.

  413. Antonio marino, mi dispiace che tu parla cosi, non conoscendo le persone, e soprattutto il sottoscirtto, potrei querelarti per quello che hai detto, mi hai pubblicamente chiamato ” ladro”, e il forum te l’ho ha permesso, mi auguro che mi consenta di pubblicare questa mia replica.
    Detto cio’, tutto quello che ho detto posso dimostrarlo, se sono ancora a discutere su questo forum è perchè alla Romania devo tanto, ho iniziato li circa 5 anni fa, e l’anno scorso grazie aala validita’ della universita’ Rumena, e alla serieta’ degli insegnamenti ho ottenuto il trasferimento in Italia, con il riconoscimento di tutti gli esami effettuati, ma tu tutte queste cose le conosci bene, e come te tanti altri, non ho nessun interesse se non quello dell’eguaglianza e dell’assurdita’ del numero chiuso, combattero’ con tutte le mie forze affinchè tutti possono avere diritto a tutto, e non solo figli di medici,o chi ha piu’ Santi in Paradiso. Ps.. un cosiglio per il futuro, prima di parlare..anzi di sparlare, fai attenzione, hai trovato me che sono una persona perbene e aperta al dialogo, ma avresti potuto trovare anche una persona che avrebbe agito diversamente.. pensaci,, Ti auguro Tanta fortuna cosi come a tutti.

  414. Francesco ed Hellen io credo che voi parlate cosi’ perche’ volete solo dei soldi per quei poveretti che non sanno e cercano una via di uscita a quel tunnel che e’ il numero chiuso..!

  415. helen sei fantastica… ti ringrazio per le informazioni che mi hai dato. Io vorrei fare l’esame di ammissione come tutti i romeni insieme ai romeni… perchè è una cosa che vedo giusta. Quello che non vedo giusto è come viene fatto l’esame di ammissione in italia. nel senso che se io vado all’università di medicina per operare un paziente o per fare l’anestesista… che cosa c’entra che devo fare un esame di ammissione dove devo sapere ad esempio la distanza kilometrica che intercorre fra parigi e new york oppure quale autore ha scritto i versi di una determinata poesia, oppure qual’è il significato etimologico di una determinata parola che nel vocabolario italiano non esiste più da un secolo…..NOn parliamo poi delle domande di fisica e matematica che sembrano dei rebus veri e propri. In più le domande di biologia sono sempre più dei quiz terribili e diabolici sulle leggi di mendel e le malattie autosomiche che si trasmettono dai nonni ai pronipoti.
    In certi anni le risposte che devi dare in questi quiz, sono le A le B, le C … in altri anni sono invece tutte le A o tutte le B…
    Anche il sistema della consegna dei fogli con le crocette non è esatto perchè non da all’esaminato la possibilità di avvalersi di qualcosa di concreto se il foglio viene scambiato con qualche altro… A meno che qualche ragazzo molto furbo, quando finisce il compito, non gli fa una foto e subito va dal notaio a farsi sottoscrivere che quello era il suo foglio autentico.
    Poi c’è anche un’altro handicap ed è quello che a parità di punteggio passano i ragazzi più giovani. Perchè? Perchè come succede in tutto il mondo è più produttivo per l’economia e la ricerca investire in un ragazzo più giovane. Ma ditemi tutti… dove se ne vanno i ragazzi ricercatori fuori… o rimangono in italia dove la gelmini gli ha tagliato completamente i fondi? Se ne vanno all’estero…
    e là si che è giusto prendere uno più giovane a parità di punteggio…!!!
    Ritornando al discorso di prima, cara helen dimmi perfavore, se frequentando l’università pubblica e facendo gli esami di ammissione con i rumeni, io devo pagare le tasse oppure la frequenza è gratuita.
    – Vorrei anche sapere quale università pubblica mi consigli visto che tu vieni dalla romania.
    – Poi siccome Soţul meu va deveni preot ortodox,şi am citit că universitatea este reduceri pe copiii lor,dimmi perfavore se io posso usufruire di queste agevolazioni.
    – mi puoi fare avere questo libricino di cui mi hai parlato… se vuoi puoi contattarmi privatamente su facebook in modo che ti do la mia email.
    ti ringrazio tanto.

  416. Jolanda la fac.di medicina di Arad naque nel 1990,percio non si puo metere sullo stesso piano con quella di Cluj o di Timisoara con tradizione di piu di 100 ani.In piu il ministero della publica instruzione ro non la voleva accreditare per la mancanza di dotazione materiale prevista per i laboratori di specialita che ogni fac. di medicina deve avere.Alla fine e stata accreditata non tanto tempo fa.A Timisoara questo anno le tasse per i stranieri sono di 4000 euro al anno,il costo della vita non e caro come a Bucarest,con 150 euro affitti un monolocale.Si puo fare anche essame di ammisione volendo il 21 luglio erano 70 posti bugetari dove non si paga niente,e 70 con tasse univ (in ordine dei voti dell essame) di 1200 euro al anno.La fac di odont.edita un libricino con i quiz per ammisione entro il messe di febraio,e le domande sono da quell libro.Sono 60 domande di biologia(anatomia del 3 anno di superiori ) e 20 domande di chimica organica (manuali di chimica di 2 e 4 anno di superiori).ciao.

  417. Giovedi’4,venerdi 5, e sabato 6 novembre, a Napoli si è svolto il dentalgo, congresso e fiera merceologica di Odontoiatria.
    La giornata di sabato si è svolta con una tavola rotonda, dove i relatori erano professori provenienti da tutta Italia, e moderatore il padrone di casa Prof, Laino, direttore del corso di laurea in odontoiatria e P.D. di Napoli. SUN. Si festeggiava il trentennale della suddetta laurea, e si parlava degli sbocchi che la stessa offriva . sia a livello italiano che Europeo.
    Uno dei temi piu’ importanti è stato ricordare che il titolo è valido in tutti gli stati membri D’Europa, Romania compresa, addirittura dal 2003.e cosa ancora piu’ importante è stato sottolineare che se non si alza il numero degli iscritti a tutti gli atenei Italiani, tra dieci anni ci troveremo carenti di odontoiatri, e quindi costretti ad importarne dall’estero, come adesso sta facendo L’Olanda, Non sto farneticando, cari amici, è la pura verita’ verificate pure, e aggiungo anche che era presente un Ministro della nostra cara amata Repubblica, di cui non ricordo il nome. Ha parlato la dottoressa Parisi, ( spero sia esatto il nome)
    addetta al ministero per il riconoscimento dei titoli, dove la stessa ha sottolineato stato per stato tutti gli stati membri e la validita’ dei propri titoli, Romania compresa.Alla fine ha parlato un giovane laureato all’universita’ di Chieti, chiedendo giustamente che sia in Spagna che in Romania c’erano studenti Italiani che una volta terminati gli studi sarebbero venuti in Italia ad esercitare, e quindi perchè non essere loro quel numero di odontoiatri, invece di aumentare gli iscritti al primo anno, e quindi non alterare gli equlibri??
    Verificate pure se tutto quello che ho detto corrisponde a verita’.
    sono pronto a qualsiasi confronto, costruttivo, e tranquillo. Con stima, e tanti auguri per ognuno di noi!

  418. chiunque di voi volesse contattarmi su facebook di quelli che sono in romania per studiare sono lieta di avere notizie dettagliate. mi trovate cercando di jolanda modica
    vi ringrazio tutti

  419. credo che la laurea sia valida sulla carta,,,…ma esercitare nella realta’ con un titolo rumeno sia davvero difficile in Italia.! Io dentisti rumeni non ne ho mai visti a Roma..la mia Citta’..!

  420. il ministero della salute mi ha mandato all’ambasciata italiana a bucarest, l’ambasciata italiana a bucarest mi ha mandato all’abasciata romena in italia dicendomi che non sono in grado di darmi informazioni e l’abasciata di bucarest in italia non mi ha ancora risposto da 4 giorni.
    Invece, mi hanno risposto direttamente dall’università della capitale della transilvania: qluj-naploca ecco cosa mi hanno detto:
    “Buna ziua,
    Pentru studentii straini nu exista concurs de admitere, ci doar concurs pe baza evaluarii dosarelor de candidatura, iar taxa scolara pe anul 2010-2011 este de 5000 euro. Pentru anul viitor, va rog sa accesati site-ul universitatii http://www.umfcluj.ro in jurul lunii martie anul viitor cand speram ca vor aparea noile informatii referitoare la admiterea 2011.

    Cu respect,
    Departamentul pentru studenti straini”

    Sabato verrà a casa mia una signora rumena per farle fare una telefonata all’università di bucarest in modo da essere informata sui costi e sul numero chiuso che c’è però, non so in cosa consiste.

  421. Io credo che l’albo sara’ cosi’ forte ..come l’invincibile armada spagnola da contenere i barbari dalla Romania….anche se “gli inglesi ” hanno strategie impensabili…chi ha capito vedra’….Ciao..pup dulce.!

  422. Vorrei comunque dire ai ragazzi e alle ragazze che si sono laureati in romania di farsi avanti senza paura, chiedo alle persone che mentono di allontanarsi da questo sito serio perchè ci sono persone che veramente hanno voglia di fare le cose sul serio. ringrazio Piero e tutti coloro che si inpegnano seriamente per dare qualcosa di concreto a qualcuno.
    Noi ci dobbiamo aiutare e per aiutarci c’è posto solo per la lealtà e la sincerità. Non dobbiamo creare un commento solo per perdere tempo, ma per dare un aiuto vero, onesto, leale… Tutte le discussioni vanno affrontate informandosi sempre con le persone giuste o on chi ha voglia sinceramente di proseguire questa strada.
    Andare in romania è una cosa seria… non stiamo andando dietro casa a comprare il pane o a mangiare una pizza con gli amici… ci stiamo alontanando dalla terra che ci ha generati per andare in un posto completamente ignoto, lontano dagli affetti più cari, e con lo stress di parlare e capire una lingua diversa. E tante altre cose importanti che tutti noi sappiamo essere struggenti quando si va verso abitudidi diversi… I romeni sono sicuramente un popolo meraviglioso… e accogliente e questo può farci rassicurare… in più all’università la teoria è accompagnata dalla pratica e questo è un grande vantaggio sull’italia dove il fumo avanza e l’aria fritta si vende a tonnellate senza avere “un buon arrosto nelle mani”.
    Detto questo e non mi dilungo ulteriormente… chiedo a tutti la massima collaborazione per sconfiggere con il nostro atteggiamento e le nostre decisioni l’assurda legge del “quizzettone” (anche se a dir la verità lo proporrei sempre, ma completamente diverso).
    Vorrà dire che i nostri preziosi soldi li porteremo in romania facendo la spesa, pagando l’affitto, le tasse universitarie, i libri, i locali ecc..
    A volte le rivoluzioni si fanno anche silensiosamente senza bisogno di scendere in piazza a urlare contro la politica scolastica… Quello che conta è essere come l’acqua che scava la dura pietra sgretolandola in mille pezzettini….
    Appena l’ambasciata mi risponde vi dico tutto.

  423. ho telefonato al ministero della salute e mi hanno riferito che mi convalidano la laurea solo se le presenze, il numero di crediti per anno, e le materie sono equiparabili all’iter di studi che si fa in italia. Essendo poi la romania un paese dell’ U.E. non è necessaria la dichiarazone di valore. Mi hanno detto che al momento le cose stanno così, non si sa poi fra 6 anni come andranno le cose. Mi hanno detto comunque di parlar con l’ambasciata italiana a Bucarest perchè loro mi daranno informazioni dettagliate
    Aspetto quindi notizie per via email

  424. per Jason Mattew ,di italiani laureati ad Arad ne esistono 2,laureati ngli anni 2007 e 2010e Iscritti al collegio dei medici dentisti in Romania dove lavorano legalmente.Attualmente esistono forti resistenze del Ministero della salute e forse di altre … per il riconoscimento delle lauree conseguite dagli italiani in Romania adducendo le piu disparate motivazioni al diniego, per cui tutti gli interessati anche futuri dovranno agire legalmente presso le autorita competenti ,il tutto per fare valere i propri diritti.(alla faccia della libera circolazione).Per gli italiani che vanno a studiare odonto in Spagna ,Romania, Polonia ecc..ci sara da soffrire per ottenere giustizia.

  425. carissimi amici il punto è uno solo e cioe’ che oramai la maggior parte degli odontoiatri raccomandati e figli di papa’ che hanno sborsato fior di euro x essere ammessi o chi x essi si sono prostrati perdendo ogni forma di digntà adesso che si stanno rendendo conto che le lauree in romania sono regolarissime a tutti gli effetti cominciano a farsi la cacca sotto x tanti motivi devo dire cari mie quasi colleghi odontoiatri di rassegnarvi e di fare una buona dose di pratica xchè quelli che voi chiamate abusivi e che studiano in romania vi assicuro che ne sanno mille volte piu’ di voi che come dei robot siete stati pilotati a memorizzare libri e argomenti che ora nn ricordate neanche piu’ e che x tanti motivi nn servirebbero a nulla………….xcio’ nn fatevi venire il mal di stomaco rassegnatevi e andiamo avanti ………ve pup foarte prieteni miei

  426. In che senso “ancora niente è sicuro”.

    Io sto facendo un giro di telefonate e sto mandando email a tutto spiano per avere qualche certezza in più.
    Ieri ho telefonato al ministero della salute e ho chiesto esplicitamente se mi convalidano la laurea in medicina che prenderei in romania. Loro mi hanno risposto che la convalidano solo se l’iter di studi fatto è uguale a quello che si fa in italia. Comunque mi hanno lasciato il numero di telefono di una dottoressa che si occupa specificatamente delle procedure di convalida delle lauree di medicina all’estero. quindi martedì le parlerò.
    Ho parlato poi al telefono con un ente che si occupa di tutte le pratiche burocratiche per l’iscrizione e la frequenza della facoltà di medicina, odontoiatria e farmacia in romania. Il responsabile mi ha riferito che se voglio andare all’università statale di bucarest ci sono 2 possibilità:
    1- frequentare un corso di studi interamente in inglese dopo un esame della lingua… costo 5 mila euro l’anno
    2- frequentare il corso di studi interamente in rumeno con i rumeni. In tal caso si fa un esame di ammissione del tutto similie a quello previsto in italia. Costo circa 300 euro all’anno.
    E stiamo parlando di una università pubblica situata nella capitale della romania che ha tutte le carte in regola per rilasciare lauree che in italia avrebbero maggiori possibilità di essere riconosciute. ( come penso sia per tutte le università pubbliche romene ).
    L’università popolare di caserta, che si occupa di fare corsi di lingua anche in rumeno e di inoltrare tutte le pratiche per l’scrizione ai corsi di medicina in Romania, mi darà fra qualche giorno (grazie ad una persona specifica) tutte le informazioni necessarie per capire che tipo di esame di ammissione viene svolto Presso l’università pubbica d Bucarest, se prevede cioè, un test di logica e cultura generale, biologia, chimica, matematica e fisica oppure verte ad accertare le capacità psico- attitudinali del futuro studente in medicina.
    Alla dottoressa, cui telefonerò martedì, domanderò se hanno già convalidato lauree con abilitazione rumene di romeni o di italiani che hanno studiato in romania e se è “si” quali tipi di lauree sono state convalidate per l’esercizio della professione in Italia.
    In ogni caso, siccome tutte queste storie le fa solo l’talia, non è detto che una volta laureata e abilitata io debba continuare a stare in questo paese…. Volendo me ne posso andare in francia da dove partono una marea di ragazzi per adare a studare medicina, odontoiatria e farmacia proprio ad Arad per poi fare ritorno nel proprio paese dove questo corso di studi è veramente impossibile. Mio zio infatti, che abita in francia da 37 anni mi ha detto che lì c’è penuria di medici perchè nessuno vuole diventarlo.
    Comunque uno dei motivi che possono spingere una persona ad andare a studiare in Romania potrebbe essere quello che lì la vita quotidiana costa pochissimo, infatti non tutti navigano nell’oro. C’è ad esempio che ha tanti soldi da distribuire a chiunque anche ai professori, c’è chi invece di soldi ne ha pochi, vuole diventare medico, odontoiatra o farmacista sul serio, si mette la testa sotto a studiare e ringrazia ogni giorno Dio per avergli dato la possibilità di realizzare la propria vocazione. Anche potendo scegliere fra fare un corso di studi in medicina a Barcellona in Spagna, o Londra in Inghilterra, o in Svizzera io opterei sempre per la Romania per 3 motivi:
    – Sono sicura al 1000 per 1000 che i Paesi dell’est che sono entrati nell’U.E. hanno mille motivi per dimostrare al resto dell’europa che nelle loro scuole si studia forte e sul serio.
    – I paesi dell’est non hanno nulla da invidare ai migliori e costosi paesi come la spagna, la svizzera, la francia e l’inghilterra se non nella incapacità di comprare spesso strumentazioni sofisticate e questo perchè pochi hanno investito sul serio su di essi.
    – Il costo della vita è senza dubbio più basso di quello italiano, francese, spagnolo, svizzero, britannico.
    – Se potessi scegliere fra fare un corso di medicina in Italia o in Romania, preferirei quest’ultima perchè già da subito si mette in pratica la teoria…. E non è una cosa da poco!….

  427. c’è anche qualcos’altro che voglio sapere:
    – ad Arad l’università di medicina è privata e le tasse costano 3 mila euro l’anno
    – a Bucaresti l’università di medicina è pubblica e le tasse sono circa 300 euro l’anno, ma è previsto un corso a numero chiuso interamente in lingua inglese per gli stranieri il cui costo è di 5 mila euro all’anno.
    Io domando a helen che è rumena, “se imparo bene la vostra lingua, posso frequentare la facoltà pubblica di medicina e chirurgia di bucaresti che mi conviene economicamente?… anche perchè lì mio marito potrebbe studiare teologia ortodossa visto che la chiesa ortodossa gli ha chiesto di diventare sacerdote e di conseguenza io diventeri presbitera”.
    – Inoltre vorrei che a questa discussione partecipassero anche molti altri studenti italiani che sono in corso di laurea o sono già laureati in romania.
    – Inoltre sarebbe bellissimo

  428. Ciao a tutti,
    vedo che la discussione è veramente animata da un cuore generale di fermento. Ringrazio tutti per le vostre perplessità, le convinzioni, i dissensi e gli assensi. Ringrazio in particolar modo i ragazzi che hanno risposto ai miei dubbi che ancora non sono terminati.
    – Intanto chiedevo a Helen come mai in italia è stata accettata la laurea del sig. adriano…. conseguita nell’università privata di Arad se come dici valgono in romania solo quelle pubbliche.
    – Io sono felice di sapere che anche l’università di Arad è riconosciuta perchè anch’io sono fermamente convita di andare a studiare lì medicina per diventare un medico con la testa sopra le spalle e il cervello dentro la testa.
    – guardate che per me è ancora più difficile di quanto si possa credere perchè dopo la laurea in scienze erboristiche dovrò andarmene a lavorare per 2 anni, conservarmi i soldi e partire che finalmente la mia figlia più piccola ha 18 anni e la più grande 21.
    Partirò con mio marito che non mi lascia sola un minuto e viene come uditore anche alle lezioni all’università che frequento e questo veramente mi fa sentire molto confortata perchè sono abituata a fare tutto con lui e non riuscirei a pensarmi sola ad Arad anche se ho una mentalità molto aperta perchè penso che tutto il mondo è la mia casa.
    – Mio marito ha certamente delle forti perplessità perchè l’italia è un pese burocraticamente difficile da gestire a livello di salute psichica. Infatti, mentre in altri paesi le cose si svolgono in pochissimo tempo, in Italia, prima di ottenere un visto, ti ci fai la barba bianca….
    – lui mi dice che dopo tanti anni di studio e sacrifici in romania, è davvero uno strazio sentirsi rifiutare questi studi.
    – in più noi lasceremo a casa da soli in italia, 2 ragazze che non hanno la più pallida idea di cosa significa stare senza genitori vicino che li aiutano e li sostengono nelle loro piccole difficoltà quotidiane. E per me è difficile fare il tutto visto che non le ho lasciate mai. E vero sono andate dalla nonna in estate, ma a casa c’ero sempre io e quando volevano tornavano nel doce rifugio del mio seno.
    – certamente penso che prima o poi loro si faranno la loro vita e io non posso stare appresso a loro fino alla fine, per cui la mia decisione la sto prendendo pian piano considerando il fatto che le preparo psicologicamente in modo che il trauma sia da parte mia che da parte loro sia attutito di molto.
    – un altro discorso che voglio affrontare è il seguente: ho visto che su internet esiste un sito chiamato ” tutor university ” dove si parla ampiamente della università di arad. Io ho parlato con il consulente il quale mi ha riferito che l’università di arad è assolutamente accreditata nonostante sia privata. Le tasse sono 3mila ero all’anno, l’affitto della casa è circa 400 al mese e in totale fra spese di mangiare e qualche viaggio di ritorno in italia ci vogliono da 8 a10 mila euro all’anno. Loro pensano a tutto:
    1. preparare i futuri studenti con una insegnate romena di madre lingua,per sostenere l’esame che richiedono alla facoltà
    2. documenti, iscrizione, alloggio.
    Totale delle commissioni e della preparazione 3mila euro.
    Ragazzi non ve la faccio esagerata, ma vi devo dire che mi sto mettendo a studiare il romeno già da adesso tranquillamente a casa su internet, però vorrei avere un consiglio e cioè in quale libro posso studiarlo per essere sicura di leggere poi un libro di medicina e capirci qualcosa.
    – volevo dire a quel ragazzo che ha detto che ci verrà difficile imparare parole mediche come “maxillo facciale ecc..” già in italiano figuriamoci in romeno, vorrei chiedergli se per caso si rende conto del fatto che le migliori riviste mediche e i migliori aggiornamenti in materia odontoiatrica sono tutti scritti in inglese e la lingua inglese, nella costruzione dei suoi idiomi, io la vedo completamente illogica e senza senso, cosa che invece non potrebbe succedere con il romeno perchè è lingua neolatina che segue grammaticalmente il nostro modo di pensare anche se ci sono tante eccezioni come nel francese.
    – volevo dare anche un incoraggiamento alle 2 ragazze che hanno i loro fidanzati a studiare ad Arad. Mi domando perchè non li hanno seguiti e non hanno condiviso fino in fondo il loro sogno…. forse lavorano, o studiano?….
    – per il resto penso che se un figlio decide di andare a studare fuori, la famiglia deve capire che sono soldi investiti bene quando si fanno le cose sul serio e che questi figli hanno la grandissima possibilità di uscire dalla mente provncialistica italiana, di allargare le loro vedute e magari di decidere di non venire più in questo paese dove moltissime cose alla fine diventano intollerabili…..
    – * mi trovate su facebook su “jolanda modica” (c’è l’immagine di una persona che fa massaggi)
    * inoltre ho partecipato ad una discussione su ” no al numero chiuso ” che potete trovare sempre su facebook. in modo che potete leggere la mia sofferta storia d’amore per questa mia vocazione.

  429. ragazzi potete darmi info sull’ università privata di madrid, per favore chi ha informazioni mi contatti.

  430. ragazzi vorrei informazioni se l’ università ad arat , contattatemi su facebook . sono luca niccoli ho un cappello in testa all’ october fest.

  431. Ciao Serena!!anche io mi trovo nella tua stessa situazione, il mio ragazzo questo anno ha intrapreso l università li!!io ti posso dire di stare tranquilla, devi avere fiducia nel vostro rapporto, io sono del parere che se ci deve essere un tradimento non serve andare all’ estero per poterlo compiere, come li ci possono essere delle tentazioni fidati anche in Italia ci possono essere e se il tuo ragazzo sta con te è perchè ti ama e se stà li è anche per un vostro futuro!!Cerca di stargli vicino perchè i nostri ragazzi sono dovuti andare via perchè l’Italia nn gli ha permesso di entrare, per colpa di quei cavolo di numeri chiusi e chi adesso deve fare il doppio della fatica non siamo noi ragazze che siamo qui ma sono loro che oltre a studiare devono impararsi la lingua,hanno cambiato del tutto la loro vita da un momento ad un altro ed in più si trovano senza i loro affetti,quindi il nostro compito è quello di poterli appoggiare e sostenere!!io per dirti a novembre andro da lui e mi fermerò 10 gg,puoi benissimo andarlo a trovare!!Non ti nego che anche per me è un grosso sacrificio ma pensa solo a questo,”ma chi ve lo fa fare sia a te che a lui di stare così male per colpa di questa lontananza?!” io ti rispondo subito se state ancora qui e state ancora insieme è perchè ci sono delle fondamenta basilari e fidati che un giorno tutto questo sacrificio (che ti premetto il più grosso lo sta facendo lui),sarà ripagato….quindi io ti posso dire solo che devi stare tranquilla,io ti ho parlato riferendomi alla mia relazione,io ho queste certezze e ti posso dire che non credo cambino più di tanto con le tue,i ragazzi che sono li hanno un unico obiettivo il resto sono solo sfaccettature!! e faccio una grande in bocca al lupo per tutti i ragazzi/e che sono li!!state facendo una grande cosa e vi ammiro,non tutti hanno le palle di prendere ed andare via,gli obiettivi vanno raggiunti e voi da parte mia siete dei grandi!!AUGURIIIIIIIIIIII!!

  432. salve a tutti…il mio ragazzo è andato a studiare medicina ad arad ed è in una di quelle villette dell’universitàà…ho paura che possa trovare un altra…so che bisognerebbe fidarsi ma stare per tanto tempo distanti non è facile…volevo sapere se li lo studio è molto o si esce anche frequentemente?

  433. per Giorgo,sappi che ormai il ministero non sa piu addurre argomentazioni concrete ai rifiuti di riconoscimento dei titoli e sono aumentati i ricorsi .gia io e un altro laureato faremo ricorso al TAR e alla commissione giustizia di Bruxelles.tutto questo che scrivo e confermato dalle notizie che mi giungono dall ordine di pd in quanto iscritto come medico chirurgo italiano .salutoni Giulio

  434. ciao a tutti….io da quest’anno ho deciso di andare a studiare medicina in romania…ho gia studiato per 2 anni scienze biologiche qui in italia e vorrei sapere se mi possono convalidare alcuni esami sostenuti…aspetto vostre risp grazie mille

  435. Cliccando casualmente su internet medici stranieri in italia a cura di Marco Perelli Ercolini ho coperto che al giugno del 2004 i medici e odontoiatri stranieri erano 12.525 di cui 389 romeni

  436. Poi ho cercato se è iscritto all’ordine in tutta italia, ma non risulta iscritto.

  437. Per francesco:
    Adrian è di cittadinanza Rumena, leggi meglio e non sprecare soldi e tempo….

  438. si si e’ facile dire ciao come ti chiami…ma studiare l’articolazione -temporo-mandibolare………o i muscoli…o le arterie…..dai…..ma a chi lo racconti….persone al terzo anno che non sanno parlare con il taxi…..

  439. Ciao sono rumena .la laurea in odontoiatria dura 6 ani da noi.La scuola e seria parlo della univ statale tipo Timisoara,Cluj.Iasi,Bucarest.Lasciamo stare le univ private che hanno fatto una grande confusione con i loro titoli e la loro dotatione materiale.Esame di ammisione e per i noi rumeni,per i stranieri e un esame di lingua rumena e le tasse univ che si agirano sui 250 euro al mese.Siguramente e favorevole un liceeo scientifico aver studiato prima ,per comprendere meglio le nozioni di anatomia,biochimica,biofizica etc…La lingua rumena non e difficile,basta studiare la gramatica e fare conversazione,essendo la lingua latina si impara facile come per noi rumeni italiano e piu faccile lingua straniera.Dal terzo anno di univ si fa la pratica direttamente in bocca,si lavora sul paziente dopo che hai acquistato le nozioni teoretiche necesarie ed hai superato esami occorenti.Alla fine della laurea se sei uno studente serio che sei adato la per studiare e non per comperarti gli esami sarai siguramente un profesionista bravo.Dopo la laurea ce esame di libera pratica, dopo un anno di lavoro come dentista,e con abilitazione alla libera pratica puoi praticare dove vuoi in Europa.

  440. Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali

    DECRETO 14 ottobre 2009
    Riconoscimento, al sig. Adriano……. di titolo di studio estero abilitante all’esercizio in Italia della professione di odontoiatria. (09A12970) (G.U. Serie Generale n. 256 del 3 novembre 2009)

    IL DIRETTORE GENERALE
    delle risorse umane e delle professioni sanitarie
    Vista la direttiva 2005/36/CE del Parlamento Europeo e del
    Consiglio del 7 settembre 2005, relativa al riconoscimento delle
    qualifiche professionali cosi’ come modificata dalla direttiva
    2006/100 CE del Consiglio del 20 novembre 2006;
    Visto il decreto legislativo 9 novembre 2007, n. 206 di attuazione
    della Direttiva 2005/36/CE;
    Visto in particolare l’art. 16, comma 5, del citato decreto
    legislativo n. 206 del 9 novembre 2007, che prevede che le
    disposizioni di cui al comma 3 del medesimo articolo non si applicano
    se la domanda di riconoscimento ha per oggetto titoli identici a
    quelli su cui e’ stato provveduto con precedente decreto e nei casi
    di cui al Capo IV sezioni I, II, III, IV, V, VI e VII del citato
    decreto legislativo;
    Visto l’art. 31 del menzionato decreto legislativo concernente il
    principio di riconoscimento automatico sulla base del coordinamento
    delle condizioni minime di formazione;
    Vista l’istanza del 25/02/2009, corredata da relativa
    documentazione, con la quale il sig. Adrian… nato a
    ……… il giorno 12 maggio 1977, di cittadinanza………, ha
    chiesto a questo Ministero il riconoscimento del titolo di «Diploma
    de Licenta de Doctor-medic in profilul Medicina specializarea
    Stomatologie» rilasciato in data 20 ottobre 2003 con il n. 54 dalla
    Universitatea de Vest «VasileGoldis» din Arad – Romania – al fine
    dell’esercizio, in Italia, della professione di odontoiatra;
    Accertata la completezza e la regolarita’ della documentazione
    prodotta dall’interessato;
    Accertata la sussistenza dei requisiti di legge per il
    riconoscimento automatico del titolo in questione sulla base del
    coordinamento delle condizioni minime di formazione;
    Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e successive
    modificazioni;
    Decreta:

    Art. 1.

    A partire dalla data del presente Decreto, il titolo di «Diploma de
    Licenta de Doctor-medic in profilul Medicina specializarea
    Stomatologie» rilasciato dalla Universitatea de Vest «VasileGoldis»
    din Arad – Romania – in data 20 ottobre 2003 con il n. 54 al sig.
    Adrian ………., nato a ………..) il giorno 12 maggio
    1977, e’ riconosciuto quale titolo abilitante all’esercizio in Italia
    della professione di odontoiatra.

    Art. 2.

    Il sig. Adrian……….. e’ autorizzato ad esercitare in Italia
    la professione di odontoiatra previa iscrizione all’Ordine
    professionale dei medici e degli odontoiatri territorialmente
    competente, che provvede ad accertare il possesso, da parte
    dell’interessato, delle conoscenze linguistiche necessarie per lo
    svolgimento della professione ed informa questo Dicastero della
    avvenuta iscrizione.
    Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
    Repubblica italiana.
    Roma, 14 ottobre 2009
    Il direttore generale: Leonardi
    PER EVENTUALI SCETTICI, INVIDIOSI… VI BASTA QUESTO OPPURE VOLETE ANCORA ALTRO??? RASSEGNATEVI

  441. Per Francesco la lingua romena è veramente molto simile a quella italiana no solo nei vocaboli ma anche nella formulazione per cui puoi studiare anche su testi italiani,i professori sono molto affabili e conoscono molte lingue posso assicurarti specialmente il primo anno si soffermano spesso a vedere se tutti hanno capito anche perchè sono abituati a insegnare a stranieri.Dopo l’anno di studio della lingua romena sei in grado di capire le lezioni e alla fine del primo anno di università di comprendere anche le barzellette, alla fine del secondo di scrivere poesie,alla fine del terzo vedrai penserai anche in romeno, ma devi frequentare i tuoi compagni romeni e credimi saranno degli anni difficili ,ma molto belli sperando di essere stato esauriente un in bocca al lupo di cuore

  442. Severino Gazzelli.Se tu non sai leggere non è colpa mia, ma non dire cose non vere se clicchi curriculum c’è scritto dove si è laureata.E poi ti ho dato questa informazione per soddisfare la tua curiosità. Di fatto questa informazione non cambia nulla! grazie per il professorone è vero io nella materia di cui tratta il sito sono molto più informato di molti… comunque non è il caso di giocare a chi ce l’ha più lungo!!! questo sito dovrebbe servire a informare in maniera asettica chi non possiede le informazioni giuste per cui si puo trovare facile preda di organizzazioni che nulla hanno a che vedere con l’università. Io non ho nulla contro le università Italiane, ma col numero chiuso si è anticostituzionale. Per cui capisco anche chi come me ha dovuto fare scelte difficili,perchè credimi stare 7 anni lontano da casa non è una passeggiata. Per questo sono cosi’ informato e per questo che mi contraria chi non dà informazioni esatte. non per me io sono da molto in guerra con il ministero che ho anche denunciato, ma per tutti coloro che vogliono attingere da questo sito le informazioni esatte per fare una scelta di vita e credo che sia molto importante scusami il tono, ma sono un po risentito nei confronti di quelli che dicono falsità tu no io credo che tu avevi solo una curiosità.

  443. Si si,ma io non ho mai detto che non e’ valida..sulla carta tutto e’ valido…poi la tua amica rumena non scrive dove si e’ laureata…e quindi puo’ avere anche una laurea di Milano,Roma,Palermo. ci sono tanti stranieri che studiano in Italia…mio fratello a stdiato a Roma con ungheresi,greci.rumeni.israeliani etc… E poi se si fosse trasferita dalla Romania chissa’ che ha combinato per farsela riconoscere..e comunque sarebbe una pecora nera in un gregge bianco credimi..! Ciao professorone Piero.!

  444. Sei un grande Piero, avevo piu’ o meno formulato la stessa domanda al nostro caro Amico Franco, ma non ha risposto, come credo non rispondera’ a te. In bocca al lupo a chi nei sogni crede, e quei sogni un giorno realizzera’!!!

  445. scusa Danile perchè hai studiato sul katzung un libro di 1000 pagine? io ho studiato su farmacologia in odontoiatria di george w. pennington 193 pagine.Poi se ho bisogno di un approfondimento allora uso il Goodman

  446. Per Severino Gazzelli per soddisfare la tua curiosità cerca su internet dental spa dopo nella parte superiore del sito clicca su equipe medica poi scendi con il cursore fino a dott.sa Monica Deaconu dopo di che clicca su currculum io ne conosco altri 2 ,ma poi basta cercare

  447. PER FRANCO scusami non riesco a capire per cui vorrei un chiarimento ti sei laureato in romania 7anni fa in una universita statale? dopo di che hai richiesto il riconoscimento accademico del titolo a una universita italiana? E’ giusto? E tutto questo senza risultati? E dopo 6 anni di studi in romania con un tempo di frequenza di circa 10 mesi per anno a oggi non conosci ancora il romeno? Scusami ma io so di emigrati siciliani in germania che hanno imparato il tedesco lingua ben più ostica in tempi notevolmente inferiori. Mi pare di capire che tu sia stato perlomeno testimone di un esame passato pagando! Io credo che se c’è un venditore debba esserci anche un compratore anche io ho sentito di esami superati grazie a favori sessuali non ne sono stato testimone però se ce stato un venditore è perchè c’era un compratore che ha preferito una strada più squallida, ma sicuramente più agevole. perchè di fronte a tanti abusi da parte delle università non ti sei rivolto al tar non consci nè le leggi nè un avvocato mi spiace non sei credibile comunque buona fortuna

  448. Ragazzi, eccomi di nuovo. Allora devo dire che in romania gli universita statali sono più pregiate,dicciamo, che quelle private.quindi e piu facile che venga riconosciuto un titolo di studio di una universita statale piùtosto che una privata. Poi un altra cosa sarrebe il test di ammissione che sicuramente e piu facile in romania che in italia perche uno puo scegliere la materia tra biologia,fisica,chimica e poi perche non ce tanta concorenza. poi per le spese che uno puo avere per vivere li, non penso proprio che sono piu alte che qua in italia, quando tutte le universita hanno delle strutture proprie dove abbitano qli studenti e pagano da 30 euro al 60-70 al mese asseconda della citta, e vero che queste strutture non sono il massimo del lusso, però e accetabile, vivibile. Poi se proprio volete sappere e anche bello,specialmente per i piu giovanni.Io devo dire che ho visuto li i piu belli 6 anni della mia vita, perche ci sono anche tanti divertimenti,sei li insieme ai tuoi colleghi, si esce insieme, si mangia insieme,si fanno tante feste….Poi certo ce anche la possibilita dell’affito, che anche questo varia dall 150 euro al 400 per un bilocale asseconda della cita dove si studia e delle essigenze di ogniuno.Invece per mangiare fuori si spende veramente poco, tipo 20-30 euro in due per una cena completa,quindi chi dicce che e andato li e ha spesso centinaia di mille euro e veramente un buggiardo.
    Un altra cosa che volevo dire per la signora che era procupata della dellinquenza, NON e un paese di delliquenti , signora!!! ci sono dellinquenti come in tutti paesi di questa pianeta, ma questo non vuol dire che Romania e abittata solo dai delinquenti.
    Per quanto riguarda la lingua, ragazzi io dicco che se un rumeno campagniolo analfabetta con 3 anni di scuola e capace ad imparare la lingua italiana, voi universitari, non siete capacci ad imparare rumeno? Ma per piacere!!!!! La lingua si assomiglia tantissimo, il mio ragazzo(italiano) l’ha imparata subito nelle poche volte che siamo andati in visita.Poi i termini medicali sono piu delle volte identici o cmq molto, molto simili.
    Un’altra cosa che mi stavo dimenticando di dire,per quanto riguarda il pagamento degli esami vi posso assicurare che non e assolutamente vero. Certo ci sono anche li i figli di papa, che fanno i furbetti e con soldi riescono a supperare certi esami.Però questo non vuol dire che un studente serio e preparato viene pennalizato.Se tu hai studiato per un esame ti prendi il voto che meriti,senza pagare nessuno.
    Va bene, ho finito!!! In bocca al lupo, ragazzi!!!

  449. hai ragipone Franco io ne so qualcosa…io non conosco un rumeno che lavora in Italia…se qualcuno mi scrive nome e cognome e numero d’Albo allora sono pronto a cambiare idea..forse..! Sulla carta ripeto e’ tutto ok! Ma in realta’ e’ molto difficile..io non voglio screditare nessuno ma la verita’ mi da ragione..!

  450. Cari ragazzi, giusto nei giorni scorsi ho pubblicato la mia esperienza ma credo che non sia stata molto chiara per tutti poichè quando leggo ancora strani commenti e mi fermo lì, evidentemente vi sono ancora dubbi atroci. Mi sono laureato lì (Romania) da 7 anni e lotto da altrettanti anni per aver riconosciuto titolo, soldi, tempo speso e tutto il resto in un paese che è l’Italia che non ne vuole sentire manco parlare. E forse fa bene… Gli esami non sempre si pagano, però è vero che qualche professore (come in Italia, anche se in Romania il fenomeno è + frequente e palese) si lascia corrompere volentieri. E poi non dite che la lingua si impara in fretta perchè non è così. A tutt’oggi non posso vantarmi di sapere il rumeno, ma solo di comprendere meglio la discussione ma la grammatica andrebbe studiata meglio quindi è impossibile che nell’arco di pochi mesi si impari la lingua e soprattutto si riescano a sostenere gli esami. Perdonate lo sfogo, ma non posso leggere idiozie quando uno come me sposato e con famiglia ha fatto enormi sacrifici solo per rincorrere un sogno di sempre (ora realizzato in parte, in quanto sono entrato in Italia finalmente, dopo aver sostenuto i regolari quiz di ingresso!!!!!). In bocca al lupo a tutti 😉

  451. Per Sevenno Gazzeli mi spiace della tua brutta avventura, ma sarai d’accordo anche tu che le persone che ti hanno fatto una cosa del genere erano dei delinquenti, per cui sei stata molto incauta a stare in loro compagnia, ne deriva che o sapevi chi erano e allora avresti dovuto evitarli o ppure ribadisco sei stata molto incauta! Il fatto che si comprano gli esami io non lo so, ma sicuramente l’ ho sentito dire come l’ho sentito dire anche di molte università italiane,ma quello che volevo dire e mi scuso se non sono stato chiaro è:che non sei obbligato a pagare e che di fronte a un ipotetico abuso hai un arma con cui puoi farti valere.Il fatto che poi troverai difficolta per il riconoscimento è vero,ma ingiusto ! mi spiego se esiste una legge anche il ministero si deve adeguare, non sei daccordo? Credimi al giorno d’oggi la discriminante è essere italiani. Se puoi ho anche scritto un intervento precedente ti spiace leggerlo e dirmi cosa ne pensi? Un caro saluto

  452. Ciao federica sto valutando un po’ di optioni a proposito di espatriarmi x poter continuare gli studi lasciati.Vorrei contatarti x piu info… ma come si fa’?

  453. Piero gli esami si comrano e lo sai anche tu……poi la laurea e’ valida ma poi per iscriverti all’Albo devi chiedere intercezioni al cielo..e poi i delinquenti ci sono ma molti….Io so una ragzza che e’ stata lasciata nuda sulla strada tra Arad e Timisoara..

  454. Per Mauro:bravo hai centrato il problema chiunque cerchi di fare il furbetto sia in romania che in qualunque paese deve essere punito, ma non credi che i controlli che si fanno siano sufficenti? Se no cosa proponi in riguardo?Ma comunque se un italiano studi e frequenti come i romeni debba poi beneficiare dello stesso trattamento? la percentuale che asserisci da che fonte l’hai avuta,sicuro sia affidabile? Per Daniele mi spiace doverti informare che ciò che dici è errato, non me ne volere ma i termini medici in romeno sono uguali o molto simili a quelli italiani e la lingua è facile da inparare,per cui è molto facile usare dei libri italiani! bisogna informarsi prima di parlare;se non mi credi compera un dizionario italiano romeno e vedrai

  455. Per Iolanda, rispondo alla tua richiesta con infinito piacere. Per quanto riguarda il popolo romeno posso assicurarti she si tratta di un popolo di cultura con una storia alle spalle veramente notevole, ma anche là purtroppo ci sono i delinquenti,questo non deve spaventarti la gente cattiva in genere, come credo che tu sappia frequenta sempre gli stessi posti, tu li devi evitare come credo tu già faccia in sicilia e come faccio io a torino.Invece per quanto riguarda l’università troverai compagni affabili e professori molto preparati che gioveranno sicuramente al raggiungimento del tuo sogno. Per quanto invece ti hanno riferito sul pagamento degli esami posso dirti che non è vero e comunque esiste un arma in mano agli studenti che nel caso si sentissero in qualche modo danneggiati possono richiedere l’esame con la commissione e non con il professore esattamente come in italia auguri

  456. Passa il tempo ma mi pare che la confusione sia sempre molta! Da una parte quelli che cercano di spaventare,anche con facili ironie che rasentano in alcuni casi il razzismo,coloro che vogliono o hanno intrapreso spinti dal fatto di aver cercato di entrare in odontoiatria in italia per molti anni senza riuscirvi l’avventura di frequentare una università romena.E dall’altra coloro che hanno creduto in questa scelta e la difendono.C’è da fare una riflessione ogni volta che uno si presenta ai test di ammissione e poi non riesce a passarlo deve aspettare un anno per poter ritentare e questo si tramuta nella perdita di un anno di vita e non solo di vita professionale; su questo credo che siamo tutti daccordo.Volutamente non parlo di coloro che vogliono fare i furbetti di loro si occuperà la legge e credetemi le maglie sono molto strette non si passa!!!scusatemi la parentesi.Partendo da un presupposto che il numero chiuso all’universita è ANTICOSTITUZIONALE art.4 è altresi vero che la motivazione che è stata addotta per giustificarlo ha del vero:l’impossibilità di poter dare a tutti un sufficente preparazione per carenza di mezzi ci ha portato a una scelta difficile,ma necessaria che è quella di instaurare il numero chiuso,dando così la possibilità a un numero limitato di studenti più meritevoli di frequentare questo corso di laurea ecc, ecc,ecc. praticamente meglio pochi che nessuno!!!
    Credo che sia chiaro questo punto,ribadisco: visto che l’università non ha sufficienti fondi per tutti taglia la possibilità a molti di frequentare il corso di odontoiatria, anche se ciò è incostituzionale.
    Ne deriva per cui che ogni anno ci siano a disposizione un numero limitato di posti.
    Questo porta a scelte obbligate per chi ha la sfortuna di non rientrare nel numero dei prescelti ( coloro che hanno passato l’esame di ammissione) o aspettare un anno per poter ritentare o scegliere strade alternative attraverso università straniere, tra cui università rumene.
    Adesso parliamo delle università rumene: per accedere all’università rumena bisogna possedere il diploma di maturità o per i non italiani un diploma equivalente, bisogna poi avere un attestato di conoscenza della lingua rumena.
    L’Università di odontoiatria rumena è di 6 anni con obbligo di frequenza, alla fine dei 6 anni si da un esame ( esame di licenza) che è equivalente del nostro esame di abilitazione per cui dopo ci si può iscrivere all’albo dei dentisti rumeno e professare nel territorio rumeno.
    Su questo vorrei soffermarmi: la legge istituita dopo l’entrata della Romania e della Bulgaria nella cee prevede che prima che un laureato possa trasferirsi in un altro paese debba professare per almeno 3 anni nello stesso stato dove ha frequentato gli studi.
    Semplificando la direttiva dice che in pratica l’università rumena o bulgara (visto che questa norma è stata creata dopo l’adesione alla cee)
    non danno una sufficiente preparazione per cui i laureati hanno bisogno di 3 anni di pratica!
    La mia considerazione è visto che tutti i cittadini dell’Europa sono paritari il fatto di considerare i cittadini rumeni o bulgari delle cavie su cui questi medici facciano esperienza mi sembra sicuramente razzista.
    A parer mio o non si da alle università in questione la possibilità di abilitare alla professione (considerando inadeguate queste strutture) oppure se queste strutture sono considerate (E LO SONO) come sufficiente a preparare un medico alla professione e alla cura dei pazienti non si capisce allora il senso di questa restrizione e il perchè.
    L’unica cosa che mi viene in mente è che in contrasto con la libera circolazione, punto fondamentale dei trattati europei, si sia messa in maniera truffaldina (senza cioè sentire il parere dei diretti interessati che sono gli studenti) una norma che difendesse gli interessi dell’albo e dei suoi isscritti a scapito di altri interessi che sono gli interessi dei pazienti che di fronte ad una maggiore concorrenza sicuramente avranno benefici da un punto di vista sanitario, qualitativo ed economico.
    Questo è il mio pensiero per poter cambiare questa iniqua norma l’unica possibilità è quella di rivolgersi alle autorità giuridiche della Comunità Europea, per cui invito tutto coloro che la pensano come me di attivarsi e far conoscere questa verità. Il secondo passo sarà poi fare un documento comune con tutte le firme per dar peso a questa protesta.
    Aspettando una vostra risposta di adesione vi saluto sperando di essere stato chiaro.

  457. mi chiamo jolanda, ho 41 anni e vivo in sicilia. Da quando avevo 8 anni ho la vocazioen per fare il medico, ma oltre ad essere stata obbligata a fare una scuola per maestre, al momento di andare all’università mi è stato detto chiaramente di no. Ora sono all’università in scienze erboristiche e spero tanto ancora dopo 30 anni di diventare medico. Purtroppo in Italia ho difficoltà a superare il test di ammissione perchè sono ben 22 anni che ho finito il liceo e pur avendo studiato nei libri dell’alfatest e dell’edises, non riesco proprio a raggiungere il punteggio richiesto…. Ma non potevano lasciare le cose come stavano? e cioè a quando questi test di ammissione non esistevano e uno entrava in facoltà senza problemi… studiava e diventava un ottimo medico?
    Io sono disposta ad andare a Lubiana oppure in romania oppure in qualunque paese dove non ci sia il test di ammissione per entrare alla facoltà di medicina. Certo sarebbe meglio la romania perchè ha una lingua neolatina… ma se i rumeni di là sono come i rumeni di quà… allora sinceramente mi spaventerei a girare per la città…
    Ho saputo che i professori ti danno la materia solo se li paghi… è vero? se è così questa cosa mi deprime molto, perchè se vado … vado per studiare sul serio e non per pagare una laurea e diventare un pericolo pubblico per i miei pazienti…
    comunque vorrei sapere da voi qualcosa… perchè a questo punto pur volendo fare il medico… mi sento confusa su dove andare.

  458. QUANDO QUESTA FANTASTICA INVENZIONE PORTERA’ AD APRIRE ANCHE LA PROFESSIONE DEL NOTAIO… DEL FARMACISTA… ECC, PERCHE’ IN ITALIA SIAMO SEMPRE DIVISI IN DUE FILONI SOCIALI, CHI PUO’ TUTTO ED è SEMPRE BRAVO E CHI NON PUO’ NIENTE, SPERO CHE L’ESEMPIO DI QUESTA FALLA AL SISTEMA INIZI UN PROCESSO DI SVECCHIAMENTO CHE PORTERA’ A SCARDINARE I VECCHI PRINCIPI SECONDO CUI IL MERCATO DEVE ESSERE LIBERO, MA NON QUELLO CHE FACCIAMO NOI…PAROLA DI MONOPOLISTA.

  459. Per francesco:
    Hai ragione, un esempio io ho studiato farmacologia sul Katzung, un libro di 1000 pagine, dove ogni farmaco ha interazioni, farmacocinetica, farmacodinamica, principi attivi, ecc…..Dopo 6 mesi di studio (8 ore al giorno compresa la domenica) sono riuscito a comrenderne il 40% (scritto in Italiano),figurati studiarlo in rumeno, per ogni termine che non conosci devi guardare sul vocabolario,e collocarlo nel giusto contesto altrimenti non ha senso. Quanto ci mette un Italiano che conosce il rumeno a superarare un esame così? minimo 2 anni…..E’ tutta una FARSA e voi lo sapete benissimo..

  460. sono una studentessa al 3 anno di odontoiatria se qualcuno vuole spiegazioni consigli o vuole andare in romania x vedere l’universita’ basta che mi contattate…ciao ciao

  461. Allora anche io vorrei recarmi in romania per fare odontoiatria, ho letto molto attentamente la discussione e devo dire che c’è un grande imnestrone di ipotesi, fatti, opinioni esperienze ecc…
    Io nel mio piccolo ho trovato questo:

    http://www.esteri.it/MAE/IT/Politica_Estera/Cultura/Universita/Riconoscimento_titoli_studio/

    http://www.salute.gov.it/professioniSanitarie/paginaMenu.jsp?menu=riconoscimento&lingua=italiano

    http://www.salute.gov.it/professioniSanitarie/paginaInterna.jsp?id=101&menu=riconoscimento

    Quindi mi sembra che dubbi non ce ne siano; poi sicuramente una volta tornati in Italia tempo ce ne vorrà, non basterà certo portare tutti questi documenti e dopo un quarto d’ora bum ok apposto, sicuramente le istituzioni di competenza verificheranno tutto e poi regolarizzeranno la laurea romena spagnola ecc ecc;

    Il mio più grande dubbio sta nell’immaginare come sia possibile studiare una disciplina così difficile, scritta con un linguaggio scientifico con periodi e capoversi sicuramente molto complessi in romeno che per quanto possa essere una lingua (veramente) simile alla nostra è pur sempre una lingua che va saputa alla perfezione per poter studiare determinati concetti; quindi fossi in chi come me vuoe andare li non mi preoccuperei ne della equipollenza e simili ne dei soldi che parliamoci chiari, si devono avere per andare li e mantenersi, ma della lingua!!!!! Quanto ci mette un italiano partendo da zero ha padroneggiare la lingua rumena? Quanto per poter stare ad ascoltare il professore che parla e capirlo? Quanto per rispondere all’esame orale a una domanda trabocchetto o ad una domanda scomoda che necessita di una perfetta conoscenza linguistica per districarsi?
    Boh…questo è la mia unica preoccupazione…

  462. caro giulio ti sei rivolto ad un legale per la tua pratica?
    saluti giuseppe

  463. Nessuno discute la validità di Rumeni laureati in Università Statali.Noi discutiamo di Italiani odontotecnici (ABUSIVI)che frequentano Università private, dove tutti sanno che si comprano gli esami.Un Rumeno laureto, ha il diritto di lavorare in Italia, ma un Italiano, che si compra la Laurea (95%)non ha nessun diritto, perchè è a rischio la salute del paz…non ha competenze sui rischi di coagulopatie,patologie orali, interazioni farmacologiche, strutture anatomiche complesse e rischi connessi, igiene ecc….

  464. mia moglie è russa e si è laureata in odontoiatria in Russia vorrei sapere informazioni su come convalidare il titolo in Italia oppure continuare gli studi in Romania per poi convalidare il titolo

  465. e brava Rox, ma tu lo sai che solo agli italiani viene negato il riconoscimento?mica a voi rumeni,nel confronto degli italiani che studiano e frequentano con voi, vengono attivati un sacco di ostacoli (legali)?per non riconoscere il titolo.Ci sono persone che sentono minacciato il loro orticello?CERTO CHE ORMAI SIAMO NOI ITALIANI A ESSERE PENALIZZATI.trovami un italiano a cui e stata riconosciuta una laurea rumena.forse siamo noi diventati extracomunitari?sperimo che qualcuno si rivolga al parlamento europeo al piu presto.

  466. Rox ma il riconoscimento viene fatto anche per le facoltà private? io ho sentito di persone che si sono iscritti e poi hanno fatto il passaggio in italia senza problemi in alcune università……

  467. Ragazzi mi permetto di intervenire xchè qua si stanno dicendo molte ca….atte.Io sono rumena,odontoiatra rumena con la laurea molto riconosciuta in italia e mi permetto di dire al signor Giuseppe Ficarra che e un ignorante e non capisce niente della romania.Io mi son laureata a TG-Mures che e una universita statale,e la laurea e stata riconosciuta dallo stato italiano senza problemi.per quanto ne so io vengono riconosciuti i corsi di laurea iniziati non prima dell 2003,quindi finiti nell 2009.Per quanto riguarda i soldi, non so chi a sparato quella somma.NON e assolutamente vero.HO fatto 6 anni di universita senza pagare un soldo.Negli universita statali i piu bravi che occupano i primi posti al test di ammisione non pagano niente, invece gli altri pagano una somma intorno ai 1000-1500 euro al anno.E poi i riuniti sono nuovi e moderni, ci sono anche autoclavi, tengo a precisare, ce tutto. E in piu posso dire( visto che ho lavorato sia in romania che in italia quindi posso paragonare)che dal punto di vista prattico i studenti rumeni sono meglio preparati che quelli italiani che imparano solo teoria e non gli fanno fare nemmeno una pulizia dei denti durante l’universita. a Tg-Mures ci sono anche dei corsi in lingua inglese per studenti stranieri

  468. caro’ mi riferisco a chi dice che non c’ erano napoletani ladri . C’erano e come’ prendevano dai 300 alle 600 euro ad esame ,ed esami più importanti sono stati venduti anche a più di 1000 euro .L’ho vissuto io stesso, poi qualcuno mi ha fatto capire che non si poteva andare avanti cosi .

  469. Giulio..per fortuna un altro che ha i miei stessi problemi..qui non mi credono….la laurea rumena non entra nell’Albo dei medici…lo volete capire si o no???????????

  470. caro Piero ti sono grato per le notizie ,anche oggi ho ricevuto il secondo diniego da parte del ministero sempre con le stesse motivazioni non supportate da documentazione ma solo da illazioni Ma ,io dico, dopo 3 anni che mi sono laureato , iscritto lavoro in Romania senza nessun problema legalmente,perche il ministero non mi da una motivazione concreta per non riconoscermi il titolo?chedo troppo ? eppure ho 2 laure anche italiane ,ma siamo in europa oppure qualcuno ci gioca.Ti ringrazio

  471. Caro Franco, mi dispiace per te, ma dilla tutta la verita’, ti sei laureato in Romania quando la Romania non era in europa, Magari avrai anche impiegato sei anni come dici tu, ma sarai stato li 5 volte e non avrai aperto un libro. Io avrei fatto la stessa cosa del ministero della salute.. anzi di piu’…Non dire se non sai, io ho studiato in Romania, regolarmente, e dopo 4 anni ho avuto la fortuna di trasferirmi in Italia, con la riconoscenza di tutti gli esami sostenuti, pensi che se ci fossero stati dei problemi io sarei in Italia adesso? L’unica cosa da fare è essere piu’ umili, ed avere piu’ amore verso il prossimo, tutto questo sembra solo un’assurda lotta all’odio e alla cattiveria..Ma vi guardate un po in giro..tutti quei bambini che muoiono ogni giorno di fame o per guerre assurde?? Ecco, apriamo un forum su come essere utili a queste persone, e non con stupidi comizi che non portano a nulla.

  472. Si si e’ vero che non ti serve a niente la laurea rumena,….io ho studiato a Cluj nel 2007 mi sono laureato e da allora che lotto con l’albo ma niente…..! Ora faccio l’igienista perche’ avevo preso il diploma in Italia…(per fortuna..!) in un paesino del Veneto…dopo 6 anni di universita’ rumena…viaggi..soldi…sacrifici….e tanto tempo perso…! Vi giuro che e’ vero…mi sono laureato a Cluj che e’ una delle migliori universita’ della Romania…ma l’Albo non ne vuole sapere.! Dalle mie parti mi conoscono tutti potete informarvi…! Non andate li vi dicono che tutto e’ ok…ma quando tornate in Italia..Mamma mia..!

  473. Federica come posso contattarti dato che ho sentito un’agenzia e mi hanno sparato cifre assurde sei su facebook?

  474. Cari Ragazzi, ho letto e riletto tutti i vostri commenti sorprendendomi addirittura della prepotenza di qualcuno/a!!! Non starò qui a dilungarmi ma vorrei solo testimoniare quanto mi è accaduto, giusto per farsi un’idea + chiara e per rendersene conto…Mi sono laureato in Romania quando ancora voi eravate in fasce (7 anni fa), ho sostenuto gli esami in lingua (una baggianata in confronto all’Italia, dove nel frattempo mi sono laureato anche in Scienze Biologiche, dove vi posso assicurare che mi sono fatto un mazzo enorme) e per 7 anni ho lottato (inutilmente ed hanno ragione) con i vari ministeri e le istituzioni che non approvano tale schifo!!! Quest’anno dopo 7 tentativi sono finalmente arrivato nella rosa dei primi 10, che mi ha permesso di iscrivermi in tutta tranquillità e spero un giorno di poter svolgere (in Italia) il mestiere per cui ho studiato e per cui continuerò a studiare (essendo al 1° anno). Non lasciatevi ingannare dalla Romania, poichè ho solo buttato i miei soldi, e solo perchè potevo permettermelo. Auguro a chiunque di diventare odontoiatra, ma con i giusti mezzi e non prendendo in giro la gente…perchè anche a me allora fu detto quando la Romania entrò in CE che avrei potuto esercitare ma così non è stato. E ora a 46 anni suonati non vi consiglio di perdere tempo prezioso ma di studiare i test e basta. La tenacia e la costanza premia sempre anche se sono d’accordo con voi circa questi test, ma che vogliamo farci…è l’Italia! Auguri a tutti 🙂

  475. antonino non spno una ladra.sto molto bene economicamente ho 5 studi dentistici.non ho bisogno di rubere soldi alla gente.io ti posso far conoscere una persona rumena che ti puo aiutare a sbrigare tutti i documenti come li ha sbrigati a me.per il resto affitto casa notaio ti posso aiutare io,se sei veramente interessato me lo dici.io sono contentisssssssssssssssima di studiare in romania.fra 3 anni mi laureo e non mi sembra vero!!!!!

  476. CARO GIULIO LE INDAGINI SULLE LAURE FALSE IN ROMANIA A SEGUITO DELLA DENUNCIA FATTA DA MIRCEA IFRIM E’ TERMINATA A MAGGIO E CI SONO STATI DEI RINVII A GIUDIZIO E 5 ARCHIVIAZIONI PER NON AVER COMMESSO IL FATTO. POSSO DIRLO CON SICUREZZA PERCHE’ IO SONO UNO DEI 5. CIO’ NONOSTANTE IL MINISTERO CHE PRIMA ADDUCEVA COME UNICA MOTIVAZIONE IL FATTO CHE CI FOSSERO QUESTE INDAGINI IN UN SECONDO TEMPO ,VISTO LA SENTENZA, A SCRITTO DI UNA MOLTIDUNE DI ALTRE CRITICITA’ ADDIRITTURA RIDICOLE,PER CUI ORA SONO IN ATTESA DELLA SENTENZA DEL TAR SARA’ MIA CURA RIVELARE A TUTTI L’ESITO .PER QUELLI CHE SI PREOCCUPANO DELLA LINGUA POSSO SOLO DIRE CHE DOPO 7 ANNI DI STUDI IN ROMANIA SI E’ IN GRADO ANCHE DI PENSARE IN ROMENO. INDUBBIAMENTE IL COMPORTAMENTO DEL MINISTERO E’ STRANO SEMBREREBBE VOGLIA DIFENDERE ANCHE A COSTO DI PORSI FUORI DALLA LEGGE DEGLI INTERESSI OCCULTI SICURAMENTE DA’ DA PENSARE .CHIUNQUE VOGLIA FARE UNA AZIONE LEGALE NEI CONFRONTI DEL MINISTERO PUO CONTARE SULLA MIA APPROVAZIONE E ALLEANZA. SALUTI A TUTTI

  477. Federica tu quanto vuoi? 5000 euro per tradurmi i documenti?? a Timisoara me ne hanno chiesto solo 8000…! ad Arad 11000…a te bastano solo 10000 per tradurmi i documenti della segreteria??

  478. Federica se puoi aiutarmi te ne sarò eternamente grato….. come posso contattarti…..ciao

  479. ciao a tutti,sono una studentessa italiana ke studia in romania da 3 anni odontoiatria,e vi assicuro che e’ una univerrsita’ (la mia)come una universita’ italiana si studia regolare come in italia naturalmente in lingua rumena(che e’ facilissima) si impara subito si deve avere l’obbligo di frequenza ovviamente…la romania non e’ bellissima come l’italia ma non e’ bruta soprattutto per i ragazzi ci sono tanti divertimenti .se volete sapere qualcosa scrivetemi sono disposta ad aiutarvi ,anche a portarvi in romania aiutarvi a vedere l’universita’ sbrigare i documenti e iscrivervi.io sono contentissima di aver esaudito il mio desiderio!!!!!!ah..vi posso anche farvi vedere tutti i documenti (del ministero della salute) con scritto che la laurea in romania dopo del 2009 E’ VALIDA!!!!!!!!!!!

  480. ora mi permetto di dare una risposta concreta al sig. Busi…io ho frequentato la facoltà di medicina e chirurgia per 4 anni con il vecchio ordinamento(per fare il dentista si doveva frequentare la scuola di specializzazione dopo i 6 anni di corso),per vari problemi personali ho dovuto lasciare gli studi per molti anni,ma con l’intenzione di riprenderli al + presto e di raggiungere il sogno di poter fare il dentista.Be la soppressione delle scuole di specialità mi ha costretto a dover cambiare i piani e a tentare l’ingresso a odontoiatria(5 tentativi)andati a vuoto ovviamente e che mi hanno solo fatto perdere tempo prezioso visto che lavorando ed avendo famiglia a carico di tempo da perdere nn ne ho proprio.Mi ritrovo con un pugno di mosche in mano visto che essendo passati 11 anni dall’ultimo esame sostenuto ho avuto il decadimento dalla qualità di studente con l’aggravante finale del mio sogno professionale infranto(lavoro coi dentisti ,faccio il tecnico e t’assicuro molto spesso ne sò molto di più d’anatomia .fisiologia,malattie sistemiche etc etc dei signori odontoiatri.Perdona questo mio sfogo,ma trovo UMILIANTE per me essere giudicato idoneo o meno alla professione che vorrei praticare da un test a quiz,simile per ceerti versi alla schedina del superenalotto,perchè di questo si tratta.Con questo racconto di vita purtroppo vissuta mi chiedo:perchè io ,i miei figli.i miei amici,ed i loro figli,o tutti noi alla fine nn dobbiamo avere la possibilità di esercitare la professione dei nostri sogni,ma dobbiamo essere ridimensionati da un test?Se una persona nn è idoneaa fare il dentista o il medico o il farmacista,ci penserà la selezione naturale,nn arriverà alla laurea…nel 1987 anno della mia immatricolazione ,eravamo 1700,ne sono arivati 350,è naturale,nn serve intervenire a controllo,o a favore dellae professioni privilegiate…Lo studio è un diritto di tutti,perchè negarlo?Oltretutto è stato provato che il test d’ammisione è stato facilmente aggirabile da losche individui privi di scrupoli che si son fatt pagare profumatamente e probabilmente a scapito di qualcuno più meritevole,ed allora? cosa è cambiato? nulla…….il test è solo un pretesto per fare soldi,solo questo e basta…..termino facendoti i migliori auguri per un sano corso di studi pieno di soddisfazioni….

  481. vedo che come me molti hanno provato più volte ad entrare in italia a odonoiatria,io sono disposto a tutto pur di raggiungere lo scopo,anche al trasferimento in Romania,se qualcuno può darmi con urgenza delle dritte e informazioni utili avrà la mia RICONOSCENZA…grazie mille

  482. Prima di scivere certe cose ,meglio informarsi caro sig.Busi,vai all ordine che te lo spiegano ,un laureato in odonto non puo isciversi all albo dei medici per cui medico non e.e solo iscritto ad un ordine comune in cui ci sono 2 albi professionali:uno per i medici chirurghi e uno per gli odontoiatri.Altre cose magari utili non le scivero mai piu in futuro,non ne vale la pena ,purtroppo esistono persone che con il loro modo di esprimersi non meritano neanche una risposta.tempo perso,Auguri

  483. ah si si questa che il dentista non e’ medico poi e’ l’ultimo surrogato italiano..e che cosa e’..? un artigiano..? Un operatore sanitario? pero’ sta nello stesso albo dei medici…e quindi caro Nik dei cugini di campagna ..cosa e’ ?? dimmi dimmi tu che sei igienista ..chirurgo e maniscalco del regno di Spagna..!

  484. caro sig.Busi tu che ne sai di medicina ,ricordati che un laureato odontoiatra non puo fregiarsi di tale titolo , la laurea in odntoiatria non ti abilita a fare il medico e o frgiarsi di tale titolo.per quanto ne so vedo che i neolaureati in odonto italiani non sono poi piu preparati rispetto ai laureati odontoiatri europei,pertanto il sottoscritto laureato in medicina,laureato in igiene dentale e con professionalita in chirurgia maxillo facciale tutto in Italia ti consiglia ,da futuro collega?di rispettare deontologicamente ogni futuro professionista a prescindere da ogni tuo preconcetto.Ormai esiste la nostra Europa. Se esisteranno delle irregolarita formative sara compito delle autorita competenti a valutarne la sussistenza.Non ti agitare,certe cose inspiegabili sono avvenute e avvengono ancora anche da noi,o no?

  485. si si bla bla…. ma i romania gli esami si fanno con le fotocopie degli esami sotto il banco…poi il test di ingresso non esiste…ma volete confrontarlo davvero con un percorso Italiano? Fanno bene che non ve la legalizzano la laurea!! io conosco gente al quarto anno che non sa nemmeno dire ciao come ti chiami….in rumeno e poi..hanno fatto l’esame dianatomia..fisiologia…genetica addirittura………! e come hanno fatto questi se non conoscono la lingua?? (visto con i miei occhi..!) allora qualcosa non torna giusto..? Fanno bene quelli dell’Albo ne va di mezzo la qualita’ della professione.!Essere dentista non vuol dire fare il cavadenti..! Vuol dire fare il medico..!!!! Avere un linguaggio medico.! Avere nozioni importanti non solo della bocca..ma del sistema nervoso.circolatorio..conoscere le malattie sistemiche..! Conoscere le patologie lievi e gravi del corpo umano che possono in qualche maniera influire con il normale processo fisiologico dell’apparato odontostomatologico..! Questo vuol dire essere dentisti oggi…non e’ giusto mandare la gente da persone che vogliono solo il pezzo di carta e si sentono arrivate..! Io non sono d’accordo con quelli che dicono io sono bravo so lavorare..mi serve solo il pezzo di carta…no.!!!!!!!! bisogna anche studiare e li nonsi studia ..! Quindi non e’ comparabile nemmeno ipoteticamente al titolo italiano o francese o tedesco…non ne parliamo poi con la preparazione danese svedese o inglese che stanno 20 ani avanti persino di noi..! Anche io mi uniro’ al coro di persone che studiano in Italia e vedono ingiusto questo percorso..e poi si parla di Romania..anche in Spagna comprano gli esami ,ma li ci sono i figli dei miliardari..!

  486. caro francesco tu affermi solo un tuo pensiero ,non e vero che chi entra in italia poi sara un bravo odontoiatra e migliore di un laureato in romania solo perche non ha superato il test. non tutti la pensano come te ,bisogna poi confrontarci con il lavoro.in romania si studia come in italia e forse di piu (6 anni) .si cade sempre sui preconcetti, non mi dirai che i test di ammissione danno un giusto giudizio per entrare a odonto,meglio la iscrizione libera e poi saranno i prof.a valutare chi e piu idoneo a proseguire, non e come pensi tu che sia solo questione di soldi ,anzi…. e non scappiamo ,andiamo in un paese comunitario in cui ogni persona se ritiene ha la possibilita di soddisfare le proprie aspirazioni nel rispetto della legge EUROPEA.

  487. Ma dico io… sembrate i salvatori del mondo!! VOLETE FARE ODONTOIATRIA SOLO PER I SOLDI!!!!!! quale vocazione?! chi vuole curare carie e denti storti per vocazione?!? VI PIACCIONO I SOLDI!!!!!
    LA VOCAZIONE CE L’HANNO I RICERCATORI CHE LAVORANO E STUDIANO 10 ORE AL GIORNO CON 800 EURO AL MESE!!!!!!!!!!!!!!
    SCAPPATE IN ROMANIA!! E SPERO TANTO CHE NN VI PERMETTANO DI ESERCITARE IN ITALIA! ANCHE PERCHE’ NON SAREBBE GIUSTO PER CHI HA VINTO IL CONCORSO DI AMMISSIONE! STUDIATE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  488. carissimi vedrete che ha ragione giorgio.e proprio cosi il ministero salute e cao sono intenzionati a non riconoscere i titoli conseguiti in romania e hanno avuto una autorizzazione a non riconoscere i titoli finche dureranno le indagini partite nel 2008 per i fatti di oradea e dalle dennce prof. ifrim.pertanto anche se presenterete domanda di riconoscimento anche dopo i 3 anni di esperinza lavorativa in loco .pertanto non si sa quando finiranno le indagini o le faranno durare ..per il riconoscimento dei titoli agli italiani sara dura (vedrete)parlo per esperienza provata.bisogna unirsi per informare le autorita europee su questi fatti messi in atto dall italia per avare tempi certi per il riconoscimento..

  489. Spero con tutto il cuore che non ci sia nessun riconoscimento per le lauree rumene, anche perchè non e possibile distinguere un percorso regolare da uno irregolare (es. odontotecnici che si comprano gli esami…), quindi lucia tornate pure a casa e studia per il test come tutti, alcune persone sono passata dopo 6 volte, queste meritano di diventare dentisti, noi voi che cercate la strada più facile. Sarete persone che anche professionalmente cercerete la strada più facile a discapito della salute del paziente.

  490. Ragazzi non vi sprecate a parlare di cose banali e scontate. io sono al secondo anno di odontoiatria in romania e per ora tutto regolare, si frequenta normalmente, si sostengono gli esami in ligua, esattamente una normale università come quelle di odontoiatria che ci sono in italia.Basta con le buffonate del tipo spaccarsi per passare il test, la strada è la più facile, è tutto un falso, è normale che se una persona che vuole fare l’odontoiatra e lo farebbe anche meglio di tanti, e non riesce a passare il test, trovi una strada diversa pur di realizzare ciò che vuole. Non è sempre vero che uno che si prepari ai test riesca a superarli visto il numero praticamente blindato, ma è anche vero che aver passato un test che richede una cultura onniscente non presuppone che tutte le poche persone che entrano siano poi futuri bravi odontoiatri a differenza magari di altri che restano fuori, come può essere vero anche il contrario.Il numero chiuso per me è un’obbrobrio per il semplice fatto che la selezione sarebbe poi naturale perchè la vita lo imporrebbe ma la possibilità andrebbe data a tutti. Secondo non è vero che andare in romania e non spaccarsi per passare i test sia la strada più facile perchè la maggior parte delle persone che sono qui non solo si sono spaccati per passare i test senza averne avuto la fortuna, perchè con 20 posti solo di qll si tratta, ma in più devono affrontare per sei anni le difficoltà che si possono avere in un paese estero sia economiche che logistiche pur di non rinunciare a ciò che vorrebbero fare. Sarei pazza a dirti che sono contenta di studiare in romania o in spagna o in qualunque altro posto, è normale credo che preferirei studiare a casa mia, ma se non è possibile uno si adatta. Sicuramente mi accontento di sapere di aver avuto questa possibilità che mi permette di IMPARARE, esattamente come avrei fatto in italia,e di prepararmi a quello che vorrei sia il mio mestiere nella consapevolezza che tutto è regolare, che sto studiando in comunità europea e che qualsiasi esame mi faranno sostenere per essere abilitato in italia, nessuno mi potrà dire che io ho fatto un percorso diverso da quello di quei pochi fortunati che hanno studiato in italia. Cmq ragazzi se volete maggiori informazioni su cm iscrivervi o altro perchè come me ci credete, sarò felice di aiutarvi. Non è giusto che ognuno non possa sciegliere il suo futuro liberamente!!!!

  491. Volevo segnalare che il 15 Settembre a Bruxelles: una “task force” italiana capitanata dal presidente CAO Renzo, e composta da delegati della CAO, del ministero della Salute e dell’Università e Politiche Comunitarie, ha incontrato i commissari europei competenti per la materia e il Commissario europeo alla Salute e alle Politiche dei consumatori, John Dalli, per discutere e trovare varie soluzioni defitivamente questo problema; cio’ che intende fare il ministero italiano e gli organi competenti e agire a livello europeo per attuare misure severe e restrittive per il riconoscimento professionale dei titoli sanitari, si prevedono tra qualche tempo importanti novità … vi terro’ aggiornati..
    Giorgio

  492. Ma insomma non lo capiscono..la laurea la prendi…ma all’albo non ti iscrivi…..e osi’ difficile da capire…………….????????? Che te ne fai ?? Non puoi lavorare…!!!! Non capisco perche’ alcuni si ostinano..!

  493. Ciao ragazzi.

    I don’t write well but I understand and speak italian. I have finished 6 years of dental medicine here and if you like,I can give you some information about the sistem from Romania and the universities here.
    Ciao.

  494. E’ valida ipoteticamente…Ma poi quando finisci per icriverti all’Albo e’ un casino…devi fare altri 3 anni li…e dimostrarlo…poi ritornare al ministero a Roma dopo 10 anni di studi e soldi “tanti” e sperare che accettino il tutto..! Ma e’ molto difficile…!Poi io dico la verita’…..chi dice che non ci sono problemi vuol dire che non sa….io sono stato in Romania ed al ministero e potete informarvi facilmente personalmente e vedere che ho ragione..!

  495. scusate.io ancora non ho capito. la laurea in medicina conseguita in Romania qui in italia non è valida?
    e poi da qualcuno che è lì e che studia medicina vorrei sapere se la qualità dello studio è buona e è in grado di permetterti di abilitarti in italia?

  496. Equipollenza? Ma quale equipollenza…devi fare 3 anni di praticantato li in Romania..dopo 6 anni di universita’…in tutto 9-10 anni se vuoi iscriverti all’albo in Italia..e’ la regola…! Io ho parlato al Ministero…E non e’ sicuro che ti va tutto bene…lascia perdere le chiacchere..!

  497. Ragazzi state attenti sono solo fregature la Laurea dovete prenderla in Italia no in Romania se no si perdono soldi ,tempo e fregature come sono stato fregato io ci sono passato prima di voi e ancora oggi ne pago le conseguenze.

  498. salve ragazzi….sapreste dirmi una volta ke ho conseguito la laurea in romania dovrò fare l’esame di stato?in italia o sempre li?poi x l’equipollenza ? grazie

  499. le non convalide dei titoli per noi vengono motivate con la scusa che ci sono ancora indagini in corso in romania per i fatti successi a oradea nel 2008.da quanto ne so le indagini ad arad si sono concluse con un nulla di fatto in quanto il percorso formativo dell unico laureato in odontoiatria nel 2007 rra avvenuto legalmente.se ci sono stati dei fatti illegali commessi solo da alcuni italiani mica ne possiamo noi pagarne le conseguenze.ma le lauree conseguite dai romeni sono tutte conseguite in modo legale?equelle dei greci ecc..

  500. da 20 ani conosco la situazione a romania,la ci sono diventati medici dal mezzo mondo solo dalla grecia sono migliaia,i dentisti

  501. esiste un accordo cao ministero ordini medici per bloccare riconoscimenti titoli rumeni.le pratiche saranno lunghe e ci saranno molti ricorsi al tar,mentre i dentisti rumeni non hanno nessun problema al riconoscimento del titolo.la loro laurea viene considerata piu di quella acquisita regolarmente da un italiano, io ne so quqlcosa….sentite un po il ministero dottoressa egle parisi..ormai e il tempo di reagire a tutte le false illazioni atte a non concedere il riconoscimento del titolo di odontoiatra.solo uniti nella legalita si possono sconfiggere queste discriminazioni quasi sempre fondate nel nulla auguri..,

  502. Non puo’ lavorare tua moglie se ha la laurea brasiliana….Fanno problemi per le lauree spagnole o rumene…figuriamoci per gli extracomunitari…fagli fare il test a settembre sono sei anni e poi puo’ fare la dentiosta in Italia..!

  503. E’ normale il Brasile non fa parte dela comunita’ europea..gia’ fanno un sacco di storie per le lauree europee figuriamoci per quelle brasiliane…
    Guarda hai fatto la scoperta dellacqua calda come si dice a Napoli da me..!

  504. mia moglie di nazionalità brasiliana ha conseguito REGOLARMENTE… il corso di odontoiatria in brasile laureandosi a dicembre del 2009. il ministero della salute italiano non riconosce la sua laurea. che devo dire!! a questo punto viva la Romania…… come dceva totò “ho detto tutto” questa è l’italia…

  505. Guarda devi dare circa 6000 euro ad un tipo che ti iscrive e poi 2500 euro di tasse in un anno piu’ affitto e spese varie diciamo 25000-30000 euro in un anno che per 6 anni piu’ spese aeree fanno circa200000 euro e diventi dentista in Romania pero’…poi devi passare dal ministero in Italia e li comincia un altro calvario….!

  506. Ciao Francesco che info sai darmi su arad?! vorrei sapere piu o meno come funziona cosa dovrei fare e quanto costerebbe. grazie

  507. Quale sorpresa caro Mauro..? Ma secondo te e’ cosi’ tutto belle e facile? Come scusa..in Italia fanno tante storie e tu vai in Romania e te ne torni laureato cosi’ semplicemente..? Ma dai ti dico io come stanno le cose…dunque..la laurea e’ valida se ti laurei li..ma il riconoscimento viene fatto in Italia poi..giusto..? ed al ministero che non sono stupidi analizzano tutto..curriculum vitae..esami..frequenze…biglietti aerei…contratti d’affitto..ricevute delle tasse..e poi ostacolo quasi insormontabile la lingua…ma imparata bene…non tipo ciao come ti chiami…ma bene..con verbi traduzioni…e mi pare pure giusto se tu dici d’essere laureato in medicina dovresti conoscere la lingua come l’Ave Maria giusto?? sei un dottore…come hai fatto altrimenti..? Cari ragazzi chi vi parla e’ una persona che ci sta dentro in queste cose..io non ci guadagno niente..anche perche’ il mio lavoro non mi da ‘ nessun pensiero..anzi… Il problema e’ che molti ragazzi credono che le coe siano tanto semplici ma non lo sono in realta’ credetemi..poi sicuramente se parlate con gente che sta la o che ne ha fatto un business vi dira’ di stare tranquilli ..ma non e’ cosi’–….!

  508. Per chi desidera informazioni su arad mi contatti vi sapro dire con esattezza tutto.Sono studente

  509. Certo i percorsi specifici ci sono per controllare ma con i soldi tutto “merge”…si dice in Romania..! Poi vediamo questi signorini come parlano e che dimostrano al ministero dopo sei anni di viaggi di piacere in Romania…! Che bella sorpresa li attende..! Ah ah ah ah ahahaa…..!!!

  510. Cmq le regole europee devono essere rispettate. Io spero che le persone over 30 odontotecnici che studiano in Romania vengano controllate attraverso percorsi specifici atti a dimostrare le frequenze gli esami svolti e i famosi 3 anni di pratica dopo la laurea.

  511. Con l’espulsione dei ROM dalla Francia si capisce quanto l’Europa odia i rumeni e le sue etnie..difficilmente accetteranno un laureato rumeno in Italia..!

  512. leggo che si parla solo di universitate…ma del settore dei laboratori odontotecnici qualcuno sa qualcosa in merito?

  513. per Gianmarco,
    come puoi pretendere di poter studiare in lingua inglese in romania!!! cerca invece, se hai davvero intenzione di andare a studiare lì, di farti prepare da una professoressa di lingua madre,poichè il primo esame che sosterrai sarà proprio quello di lingua!!! se hai la possibilità parti, sei ancora uno dei pochi interessati a fisioterapia per cui per quanto riguarda il trasferimento dalla Romania non avresti nessun tipo di problema…
    inoltre non è affatto vero che arad e timisoara non valgono nulla. quando fra 4, 5,6 anni ci sarà qualche laureato italiano in romania intenzionato a ritornare in italia, nessuno darà importanza al singolo ateneo, si generalizzerà, verra definita “laurea firmata ROMANIA”!!!! per cui SECONDO ME un ‘università vale l’altra. Io posso consigliarvi quela di arad, non per pubblicizzarla poiche se andate a consultare il sito o andate voi stessi di persona è una delle poiche che possiede il certificato che garantisce il riconoscimento a livello europeo. SA AVETI NOROC SI GRIJA DE VOI!!!

  514. x nuccio hey anke io andrò a arad all’università parto i primi di settembre x fare quei test di ammissione cmq se t và c teniamo in contatto c’ercami su facebook amedeo lateano c si sente

  515. Vorrei informazioni su università a Bucarest in FISIOTERAPIA è possibile farla in lingua inglese, se qualcuno ne è al corrente mi può informare

    grazie

  516. ti posso consigliare Università di Cluj Napoca(Arad e Timisoara -non so nulla)SUCCES!

  517. Salve colleghi(odontotecnici) e futuri Doctors…ho letto un pò le conversazioni e direi che la cosa è abbastanza controversa nel senso che non si capisce quale sia la verità(tanti pareri discordi). La domanda mi viene spontanea: Perchè criminalizzare una laurea estera di un paese della comunità europea e relativi corsisti(per lo più di età over 30) e non si approfondisce il motivo per cui ci sia questo flusso migratorio di odontotecnici con la vocazione da dentista in tarda età?
    Io penso che i motivi siano risaputi ma ovviati dalla “casta medica” che vuol preservare il potere.
    Al di la di tutto,esercitando la professione di odontotecnico da 5 anni(ho 24 anni) sono incuriosito dall’ipotesi di poter esercitare la mia professione in Romania.
    Parto da una premessa…la Romania non mi è nuova in quanto conosco abbastanza Arad perchè ci sono stato(ma per viaggio di piacere avendo amici romeni la), Timisoara molto meno.
    Spero che qualcuno di voi mi sappia dare delle delucidazioni riguardo il settore dell’odontotecnica in Romania, ho Arad e Timisoara come preferenze. Multumesc 🙂

  518. Caro Ettore e’ normale che non metto il vero nome perche’ tu sei veramente Ettore Muti..? Io non metto i miei dati cosi’ per caso su internet..comunque abusivo io non sono di certo forse abusivo sarai tu con la tua laurea di cinque anni in odontoiatria italiana..mentre in tutta europa sono sei..e poi iscrivono gli odontoiatri nell’albo con i medici chirurghi che fanno 6 anni, piu’ spesso e volentieri 3 di specializzazione..! Caro Ettore guarda a 360 gradi non fare il solito italiano bigotto e megalomane..!

  519. Ma la lingua si deve conoscere come si fa a studiare medicina in rumeno ..ma sono pazzi..affidiamo la salute a gente che non studia li….!Poi io non conosco dentisti rumeni in Italia che ci vanno a fare questi in Romania..Ettore ma lasciali perdere…tanto la laurea non verra’ convalidata chi glila da l’equipollenza ….non si puo’ comparare il piano di studi italiano con quello rumeno..ma scherziamo..una volta finito potranno lavorare solo in Romania in Italia non metteranno mai piede vedrai..! Non possono…!

  520. Caro Ettore che metti il tuo vero nome e cognome ..dici tu..! Io le informazioni le do giuste..!forse sarai bene informato per qello che riguarda la tua progredita e civilizzata Italia…Per quanto riguarda questa equipollenza che mi suona tanto di razzista e snob..ti ricordo che e’ l’Italia lo stato abusivo che ha laureato fino al 2009 gente con 5 anni di corso mettendola nello stesso albo dei medici chirurghi che ci mettono 6 anni per laurearsi e poi devono fare la specializzazione…In Romania sono 6 gli anni e sono in regola con tutta la comunita’ europea….Inoltre quANDO FINISCI SAI FARE QUALCOSA perche’ fai pratica su cadaveri..nei laboratori costruisci le protesi..in estate si fa la pratica de vara si chiama…e dal terzo si sta in ospedale a fare estrazioni e devitalizzazioni a tutto spiano….Non e’ come in Italia che c’e’ tanto bla bla e poi quando finiscono non sanno prendere nemmeno un impronta…Non fare tanto il fanatico con questi nomi Iso..Aio..e bla bla ..Poi il tuo amico che studia in Spagna ….Per quanto riguarda le universita’ accreditate hai ragione sono poche quelle serie per esempio Jasi..Oradea…Craiova sono da scartare perche’ navigano in brutte acque…Io sono d’accordo con te che la professione dell’odontoiatra va fatta con sani principi e professionalita’..infatti questi signori che vanno in Romania tipo 5 giorni in un mese avranno di sicuro problemi perche’ alla fine il ministero chiedera’ contratti d’affitto..biglietti aerei….presenze all’universita’..e nessuno potra’ aiutarli perche’ i biglietti sono registrati dalle agenzie e non dai mafiosi che gestiscono le truffe negli atenei…e li casca l’asino..IO HAI RAGIONE NON SONO STRADIVARI E NEMMENO PAGANINI..ma conosco bene la situazione li… molti avranno un titolo non valido per tanti problemi ed avranno speso soldi e denaro inutilmente,…io ci vado spesso vedrai che non ci sara’ questa orda barbarica dall’Est ma non dire che non sono informato perche’ ti sbagli..!

  521. Dimenticavo.

    In quanto membro dell’AISO (Associazione Italiana Studenti di Odontoiatria) vi informo che se avete intenzione di laurearvi all’estero è molto meglio per voi andare in Spagna piuttosto che in Romania.

    Il vostro problema sarà quello di ottenere l’equipollenza con la laurea italiana. In Italia ogni laurea viene vagliata al Ministero e se non viene riscontrata l’equipollenza (cioè l’equivalenza) con lo stesso titolo conseguito in Italia vi troverete con nulla in mano perchè sarete sì laureati ma NON abilitati a svolgere la professione sul territorio italiano.

    Nel caso della laurea in Odontoiatria l’equipollenza è riconosciuta sulla base dei programmi d’esame, della frequenza obbligatoria, dell’ammissione al corso di laurea tramite test di ammissione e quindi numero ad accesso programmato. Tutto ciò in Romania non si trova. La Romania ha intenzione di modificare le proprie regolamentazioni in materia per mettersi al pari con quanto stabilito dalle normative europee ma per ora non è stato fatto nulla.

    La commissione ministeriale richiede ai laureati in Romania di fare il test di ammissione che viene sostenuto annualmente dai candidati che vogliono entrare a Odontoiatria e, se questi viene superato, gli esami complementari per ottenere una laurea in Odontoiatria che sia valida in Italia. Quindi da come potete capire il test d’ammissione vi toccherà farlo.

    Spesso le università rumene non sono riconosciute dal Ministero quindi vi consiglio caldamente di rivolgervi a quelle spagnole, più costose si, ma a norma dal punto di vista legale nella maggioranza dei casi.

    All’Università di Chieti c’è almeno uno studente italiano (anche di una certa età, odontotecnico) che si è laureato in Romania e ha dovuto fare il test d’ammissione: è riuscito a superarlo e attualmente è uno studente che si trova al mio stesso anno di corso. Sebbene si trovi indietro con gli esami e con le firme di frequenza riuscirà a prendere la laurea italiana.

    C’è invece uno studente italiano figlio di dentista che si trova in Spagna. Paga molto e non sa come gli andranno le cose ma non si lamenta perchè mal che vada potrà comunque esercitare la sua professione in Spagna.

  522. @Pier Giorgio Stradivari e altri altri “falsi” utenti

    Lei è un abusivo o un utente con un nome falso.

    Non esiste alcun odontoiatra o medico dentista di nome Pier Giorgio Stradivari iscritto nell’Albo dei Dentisti Italiani o uno stesso dentista che abbia studi a Napoli, Firenze a Catania. Se non è d’accordo con quello che dico la pregherei di rispondere citando i suoi dati reali. In questo caso sarei felice di essere confutato.

    Questo blog è pieno di utenti falsi e mi sono accorto (dal modo di scrivere di taluni personaggi) che spesso si tratta delle stesse persone che commentano utilizzando nomi diversi. Smettetela di riempire questa pagina di false notizie o di notizie che avete letto in giro su forum o altri blog.

    Sono uno studente di odontoiatria e protesi dentaria presso l’Università di Chieti. Per quanto io possa essere in disaccordo sull’andare a studiare in Romania (dato che io ce l’ho fatta ad entrare all’università in Italia e non vedo di buon occhio chi cerca di superare le proprie incapacità andando a studiare all’estero) mi infastidisce che si faccia molta disinformazione.

  523. Mi dispiace tanto per Giorgio, e se non sbaglio la pseudo universita’ S.tommaso, ha sede a Parma?? e il titolare è di Parma?? Quindi non solo napoletani disonesti, ma anche del nord, accipicchia, è proprio vero,, ogni mondo è paese.

  524. Io 3 anni fa sono andato con la san Tommaso..chiedete un po’ in giro…la san tommaso universita’ popolare…mi hanno chiesto 10000 euro sono andato la ad Arad… sono stato tre mesi..e poi ho saputo che non ero nemmeno iscritto alluniversita’..chiedevo sempre il libretto universitario e mi dicevano..stai tranquillo stai tranquillo insomma alla fine mi sono alterato un po’..e mi hanno detto che si erano iscitti in molti e che io non ero rientrato nella quota e che con 5000 euro altri avrebbero potuto corrompere qualcuno in alto..insomma non sapevo che fare ..chi denunciare..dove andare alla fine questa san Tomaso e’ fallita..e’ stata denunciata…il capo dice che vive a Cuba con un sacco di soldi…ed io sono tornato in Italia a fare l’odontotecnico..se non credete collegatevi su google e vedete un po’ di che parlo universita’ popolsre san tommaso d’Aquino…e’ tutto scritto perche’ la mia e’ una storia vera e non vorrei che qualcuno rimanga deluso come me..! Comunque un consiglio in Spagna e’ diverso dicono… ma ci vogliono molti molti soldi…tantissimi e roba da miliardari li..!

  525. Io so che molte facolta’ dell’Est tipo Timisoara,Cluj,Brasov,Arad, non sono accreditate in Italia conosco due furbetti..uno di Napoli ed uno di Treviso che sono andati al ministero con due lauree rumene …non avevano niente in regola perche’ frequentavano 6 giorni al mese..gli hanno chiesto biglietti aerei..ricevute degli affitti..e c’era una madrelingua e non sapevano parlare prorpio il rumeno..che figuraccia e quanti soldi hanno buttato…si parla di 200000 euro e sono rimasti con un pugno di mosche…poverini..ma forse e’ quello che meritano i furbetti come loro ed il problema e’ che ce ne sono tanti come loro che vanno in Romania 6-7 giorni al mese…vorrei avvisarli ma loro credono che io parlo cosi’ per invidia..ma che invidia devo avere io che sono gia’ odontoiatra da 7 anni…??avranno una brutta sorpresa…Quelli che stanno in Spagna stanno un po’ meglio..frequentao…imarano un po’ la lingua,…ritornano raramente in Itlia e sono meglio integrati anche perche’ Madrid e’ una bella citta’ ricca ed elegante..ma quanti soldi spendono…mamma mia…! cifre esorbitanti alla fine dei sei anni la laurrea gli sara’ costata praticamente quanto una Ferrari nuova…piu’ una mercedes..diciamo 250000 euro e non e’ detto che vada tutto liscio come l’olio al ministero dopo i sei anni..!

  526. Caro Oreste forse sei geloso che molti diventeranno dentisti come te….E’ finito il tempo dei baroni quando molti sognavano e pochi mangiavano..! Ora siamo nella comunita’ europea…la Spagna…la Romania…la Svazia…la Francia…sono paesi membri di una comunita’…come funziona negli stati uniti d’America e nella grande madre Russia…! Comunita’ vuol dire che tutti siamo uguali..e che non c’e’ una razza arioana ed una bastarda..! Quindi tu sei in fine della tua carriera..io sono agli inizi..ma ti posso garantire che guadagno piu’ di mio padre che lavorava nel 1980 e nel 1990…altro che finita la professione e’ in fervento..!Grazia alla comunita’ europea sono dentista pure io come gli italiani laureati in Italia…
    Ho tre studi..uno a Napoli..uno a Firenze ed uno a Catania…Mi sposto con una BMW M5 e non sono proprio in crisi…quindi smettila di mettere allarmismi perche’ il dentista guadagna bene e non ha certo preblemi di concorrenza se e’ preparato e furbo..!

  527. Rimango ogni volta sconcertato, quanto leggo quante persone vogliono frequentare odontoiatria sia in Italia che all’estero… ragazzi ma veramente siete così increduli, ma in che mondo vivete??.. non vi rendete conto che la professione di odontoiatria è ormai finita, molti ancora pensano che questo sia un lavoro che permette di guadagnare bene, io dico che voi siete totalmente ignari di cosa vi aspetta, è che nessuno mi venga a fare la morale, perchè sono nel campo da quando questa professione aveva ancora una certa dignità e valore è cioè prima che voi ragazzotti nasceste. Ricordate che un mestiere è considerato profittevole, prestigio e conveniente quando sono in pochi a farlo, vedi per esempio il Notatio..
    Io vi dico che se tenete presente che all’estero ci sono piu’ di 700 italiani studenti tra le varie univ. in Spagna e almeno altri 500 italiani in Romania, e a questo si aggiunge poi l’abusivismo odontoiatrico , il turismo dentale all’estero e in ultimo i centri dentali low cost italiani (vedi vital dent, caredent ect..) vi lascio immaginare a voi cosa è diventata ormai questa professione.. Io non so se sono i vostri genitori o chi che vi consigliano di fare questa professione, probabilmente perchè nella loro “inconsapevolezza” e non facendo parte del settore sono ignari di tutto. Io credo che risieda in un fatto di mentalità, perchè in Italia esiste ancora la Leggenda del dentista come una professione d’oro; Io vi consiglio di pensarci bene, perchè il gioco ormai non vale piu’ la candela, per rendervi conto della deprorevole situazione vi basterà digitare su google la parole dentista è come per magia vi appariranno migliaia di siti di dentisti, di tutti i tipi, c’è solo l’imbarazzo della scelta.. avete capito bene, migliaia di dentisti che si fanno concorrenza tra di loro, un libero mercato che non guarda in faccia a nessuno.
    L’altro giorno discutevo con un mio collega riguardo a cio’ e concordavamo entrambi sul fatto che se i nostri figli avessero voluto fare questa professione, li avremmo assolutamente sconsigliati, i tempi cambiano e anche le professioni devono adattarsi ai tempi.

    Penso soltanto che oggi, rispetto a 10 anni fa che i biglietti degli aerei costano 40 euro al max per l’europa dell’est , quindi andarsi a fare i denti all’estero ormai è diventata una cosa normale… viviamo nell’epoca nella globalizzazione, è questo ha portato come tutte le cose enormi vantaggi e svantaggi.
    Io che sono ormai vicino alla fine della mia carriera, non posso dispensarmi dal darvi qualche utile dritta a voi giovani ragazzi che pieni di incredule speranze e magari di consigli datovi da persone ancora piu’ inconsapevoli di voi, che non conoscono questa professione e l’hanno vista sempre dall’esterno,
    I centri low cost sono lì che vi attendono, accorrete in tanti, faranno a gara per sfruttarvi e rendervi schiavi di un mercato che ormai pensa soltanto al profitto , circondato da una spietata concorrenza e libero mercato. Questa professione ormai ha perso dignità, è non merita più di essere presa in considerazione.
    Ah dimenticavo di dirvi che voi in quanto operatori facenti parte operatori del settore sanitario, avrete un sacco di obblighi che lo Stato di costringerà a rispettare, La massa, purtroppo come sempre, si dispensa al massimo a fare quello che fanno gli altri, cioè ad imitare, ed ecco proprio nel momento in cui si creano delle opportunità, vengono meno i presupposti per quell’opportunità. Ma cosa puo’ saperne un ragazzotto di questa professione, dovrebbe incominciare dall’incontrario per capirne almeno qualcosa.
    Comunque la mia voleva soltanto essere una utile riflessione, ho voluto soltanto raccontarvi la pura realtà, quella che nessuno o pochi vi dicono, quella che scoprirete soltanto dopo una carriera universitaria di sacrifici e soldi che avrete sottratto inultilmente alla vostre speranze di avere un futuro migliore.

  528. Certo che la cattiveria degli esseri umani è atroce, a dire di napoletani ladri, a parlare di camorra addirittura dietro le universita’ ad Arad,,ma mi domando: questi signori che scrivono cio’ con quale criterio dicono cose sosi gravi? E poi riguardo ai costi, che sciocchezze, ho frequentato per tre anni l’universita’ di Arad, pagando solo le tasse, e l’anno scorso, mi sono trasferito in Italia, con il riconoscimento di tutti gli esami da me sostenuti, per i tre anni ho pagato circa 6000 euro l’anno, ma erano comprensivi di tasse aerei e casa. Non penso sinceramente che in Italia, o Spagna si paghi meno.. Vivete con meno invidia e cattiveria, e vivrete senz’altro meglio…«Abbiamo imparato a volare come gli uccelli, a nuotare come i pesci, ma non abbiamo imparato l’arte di vivere come fratelli.»

    Martin Luther King

  529. Ciao a tutti! Io sono interessato a fare odontoiatria in Spagna! Ma secondo voi sono ancora in tempo per iscrivermi nell’anno 2010/2011? Chi è già in Spagna mi può dare delucidazioni su come devo fare o dove trovare informazioni? Vorrei anche sapere se c’è test di ammissione, e se c’è sapete più o meno quanti posti ci sono rispetto alle domande?
    Grazie mille

  530. CARO MAURO CHIUNQUE SPERI DI ANDARE IN ROMANIA A COMPRARE UNA LAUREA PARTE GIA’ CON IL PIEDE SBAGLIATO IN ROMANIA SI DEVE ANDARE PER STUDIARE E SEGUIRE I CORSI !!!! CHIUNQUE CREDE DI ESSERE PIU’ FURBO DEGLI ALTRI VERRA’ SCOPERTO, QUANDO CHIEDERETE IL RICONOSCIMENTO IN ITALIA VERRETE RIVOLTATI COME CALZINI. LE COSE FATELE DA VOI.NON DELEGATE NESSUNO. ANDATE ALL’UNIVERSITA’ SCELTA ,CONTROLLATE IL GRADO DI AFFIDABILITA’ OTTENUTO DALL ARACIS .ANDATE IN SEGRETERIA E CHIDETE LI, VI FORNIRANNO TUTTE LE INFORMAZIONI DEL CASO.QUELLE SONO INFORMAZIONI ATTENDIBILI.IL COSTO DI UN APPARTAMENTO IN AFFITTO VARIA DAI 200-600 EURO DIPENDE DALLA CITTA .PRENDETE APPARTAMENTI VICINO ALL’UNIVERSITA RISPARMIERETE IN TAXI.SE POSSIBILE DIVIDETE L’APPARTAMENTO CON ALTRI STUDENTI.I COSTI PER IL VITTO SONO SOVRAPPONIBILI A QUELLI ITALIANI.LE DISCOTECHE I LOCALI NOTTURNI A PARER MIO NON SONO DA CONTEGGIARE IN QUANTO è UNA SCELTA PROPRIA .I CORSI COMINCIANO AL MATTINO PRESTO PER CUI CHI SI ABBANDONA TROPPO FREQUENTEMENTE AI DIVERTIMENTI TROVERA SICURAMENTE DIFFICILE SEGUIRLI.NON DIMENTICATE CHE NEL CASO DECIDESTE DI SEGUIRE LA STRADA RUMENA DOVETE PRENDERE LA RESIDENZA ALL’AIRE BUONA FORTUNA SE AVETE ANCORA DELLE DOMANDE FATEMELE. E SE VOLETE UN CONSIGLIO FATE UN GIRO ANCHE ALL’UNIVERSITA’DI CRAIOVA HA AVUTO DALL’ARACIS IL GRADO DI AFFIDABILITA’ ALTISSIMO E LA CITTA’ NON è CARA COME ALTRI CENTRI UNIVERSITARI E IL CORPO INSEGNANTI è DI PRIMO ORDINE

  531. Mauro, penso che dopo 3 anni 30000 non sono neanche un terzo…! garantito….se rimani tutti i giorni a casa e mangi pane ed acqua forse rientri nei 45-500000 in tre anni ma se vivi….taxi,discoteche,locali,tasse,affitti,e “mance…….”,aerei…non ti bastano 90000 euro in tre anni…!

  532. Io conosco uno che dopo 3 anni che andava a comprare la laurea (parole sue) in Romania si è ritirato al 3° anno.Primo anno ad Arad,secondo un’altra città e 3 anno a cluj.Spesa 30,000 euro.

  533. IO NON CREDO CHE TU SAPPIA NULLA E COMUNQUE A CRAIOVA NON SI FANNO PORCHERIE PER LE ALTRE UNIVERSITA NON LO SO MA SONO SICURO DI NO DEL RESTO E’ FACILE DA CONTROLLARE QUALI SONO LE UNIVERSITA AFFIDABILI. IN QUANTO AI RIUNITI DEL 1945 IO TI RIPETO CHE E’ UNA BALLA. VISTO CHE DICI DI STARE 300 GIORNI L’ANNO IN ROMANIA DI AVER FREQUENTATO L’UNIVERSITA ETC.ETC. PERCHE’ NON MI DAI IL TUO RECAPITO TEL. RUMENO COSI VISTO CHE ANCHE IO SONO SPESSO IN ROMANIA MI PUOI MOSTRARE QUESTI RIUNITI OPPURE DARMI LA TUA ISCRIZIONE ALL’ALBO RUMENO. A DIMENTICAVO SI SCRIVE TARGU MURES

  534. Piero io so bene tutto..piu’ di te..! Lo so che sono sei anni e so pure le porcherie che fanno a Craiova e Jasi e non dire cavolate che usano i riuniti non di 30 anni fa,ma della seconda guerra mondiale i Ritter in acciaio del 1945 li ho visti ad Arad ed a Timisoara..Stai parlando con uno che sta 300 giorni l’anno in Romania non credere che parlo per parlare..Conosco bene la Romania e le universita’ di Oradea ..Jasi..Craiova..Arad..Timisoara…Tergu mures…etc..etc..

  535. VEDO CHE CONTINUA AD ESSERCI MOLTA CONFUSIONE. SIA BEN CHIARO A TUTTI CHE ANDARE A FREQUENTARE ODONTOIATRIA IN ROMANIA SIGNIFICA SEGUIRE I CORSI E SOSTENERE GLI ESAMI COME IN TUTTE LE UNIVERSITA DEL MONDO. IL VANTAGGIO E’CHE NON C’E’ PER IL MOMENTO L’ESAME DI AMMISSIONE,LO SVANTAGGIO E’ CHE BISOGNA IMPARARE IL RUMENO E SOSTENERE L’ESAME DI CONOSCENZA DELLA LINGUA.DOPO DI CHE FINITO IL CICLO DI STUDI SI HANNO LE POSSIBILITA CHE HO GIA SCRITTO.QUESTO SOLO PER QUELLI CHE VOGLIONO FARE UN CICLO DI STUDI REGOLARE PER I FURBETTI NON C’E’ POSTO.PER GIUSEPPE FICARA NON CAPISCO PERCHE’ HAI PERSO SOLO 5 ANNI QUANDO IL CICLO DI STUDI IN ODONTOIATRIA IN ROMANIA E’ DI 6 ANNI HAI SBAGLIATO PAESE? CHE POI IN ROMANIA SIANO INDIETRO 30 ANNI E’ FALSO SAREBBE BENE PRIMA DI PARLARE SAPERE!!! TRA LE UNIVERSITA CONSIGLIO CRAIOVA .

  536. Io odontoiatri rumeni che lavorano in Italia non ne conosco….ma non possono convalidare gli esami e’ logico utilizzano i riuniti del 1970 ancora li ed le autoclavi non sanno nemmeno cosa sono…come possono comparare i titoli..? Ma andate in Spagna,Germania,Francia..paesi civili e moderni….! I paesi dellEst stanno 30 anni dietro garantito…! Non diventerete mai dentisti in Italia se vi laureate li questo e’ sicuro come la morte..! Quando tornano con quella cartuscella in Italia al ministero inorridiscono quando la vedono..! Garantito ne so qualcosa cambiate strada ve lo consiglio io ….che ho perso 5 anni a Bucarest e tanti tanti sodi e non posso lavorare in Italia pur avendo la laurea rumena..! Penso di aprire un Cabinet stomatologic cosi’ si chiama li a Jasi dove vanno molti europei a curarsi i denti a quattro soldi..!

  537. io parto lunedì per arad… se potete aiutarmi datemi più notizie possibili!!!!

    come si fa a superare il test rumeno?????????

  538. Gerardo hai ragione..! Sai quante povere persone sono li..? Stanno perdendo tanti soldi e tempo importante..! Il problema e’ che ci sono troppo cose contorte li..! Per il riconoscimento dovrebbe essere tutto regolare perche’ la comunita’ europea e bla bla bla..Ma in realta’ quando torni in Italia con quella carta straccia quelli del ministero analizzano tutto:frequenze,anni regolari,biglietti d’aereo e poi se conosci la lingua e tante tante altre cose…! Io conosco un ragazzo che nel 2007 frequentava il corso di igiene dentale a Roma e nel 2009 si e’ presentato al Ministero della salute con una laurea in odontoiatria pres a Bucarest allora quelli del ministero Hanno portato una madre lingua rumena e questo poveretto non sapeva nemmeno dire ciao come ti chiami…poi hanno visto il curriculum vitae e questo era iscritto ad Oradea,Timisoara,Cluj…aveva 3-4 iscrizioni..insomma un casino alla fine lo hanno cacciato dalla sala quasi a calci in c…… e che figuraccia..! Allora sai quanti ce ne saranno altri che faranno questa magra figura..? Dopo tanti soldi e tempo sprecato…Non ne vale la pena dai…Andate in Spagna con quel titolo difficilmente vi faranno storie..!

  539. TROVARE SCORCIATOIE PER DIVENTARE ODONTOIATRI NON è UNA SOLUZIONE….STUDIARE IN ROMANIA è SOLO UNA FARSA…INOLTRE LA LAUREA NON è DETTO CHE VENGA RICONOSCIUTA,FIN ORA NON C’è NESSUN CASO DI PSEUDO DENTISTA ABILITATO IN ITALIA!

  540. Andate in Spagna…. In Romania e’ tutto falso…..Arad poi e’ una gara a chi chiede di piu’ avrete quel titolo falso alla fine dei 6 anni ed avrete speso circa 200000 euro….! Garantito io cnosco tutti li dalla segreteria ai Napoletani……….!