ringraziamenti tesi laurea

I ringraziamenti della tesi di laurea dovranno essere raccolti nelle prime pagine del tuo lavoro e saranno certamente letti da tutte le persone che avranno in mano la tua tesi a partire dal giorno della presentazione.

Hai 2 diverse possibilità e strategie per non rischiare di dimenticare nessuno:

  • inserire nei ringraziamenti della tesi di laurea solamente coloro che hanno fornito un contributo reale nella realizzazione del tuo lavoro, senza l’aiuto dei quali il tuo elaborato non sarebbe risultato della stessa qualità scientifica
  • includere anche coloro che ti hanno sostenuto psicologicamente ed economicamente durante il tuo percorso di studi

Nel primo caso certamente dovrai includere il tuo relatore, che comunque sarà la prima persona che apparirà nei ringraziamenti e, se ti ha effettivamente aiutato, anche il correlatore. Inoltre è bene inserire tutte le persone che in un modo o nell’altro hanno fornito un contributo scientifico per il tuo lavoro: non solo altri docenti, ma anche tecnici o colleghi studenti che ti hanno aiutato a risolvere un problema o ti hanno dato un consiglio utile per scrivere la tesi.

Non dimenticare poi di citare le persone o gli enti che ti hanno fornito materiale utile per la tua ricerca (libri, foto, informazioni etc.). In generale, nel dubbio, è meglio inserire qualcuno piuttosto che escluderlo; in futuro potresti dover inviargli la tua tesi quando cercherai lavoro

Nel secondo caso oltre ad inserire nei ringraziamenti della tesi di laurea le persone già indicate in precedenza potrai, in un capoverso successivo, ricordare i tuoi familiari ed in generale tutti coloro con i quali ti senti legato da un vincolo affettivo e che ti hanno accompagnato durante tutto il percorso dalla laurea di primo livello (che quando hai iniziato tu si chiamava laurea breve o laurea triennale) fino alla laurea magistrale (ex laurea specialistica). Ricordati, in questo caso, che basterà il loro nome, non sono persone con le quali devi essere formale!

Se, dopo aver realizzato i ringraziamenti della tesi di laurea ti accorgerai di aver scritto circa una pagina (non esagerare, altrimenti per chi li leggerà risulteranno noiosi) potrai dedicargli uno specifico paragrafo che inserirai all’inizio della tua tesi, prima dell’introduzione e che apparirà anche nell’indice. Altrimenti, se avrai scritto poche righe, potrai optare per inserire i ringraziamenti della tesi di laurea in calce all’introduzione utilizzando un carattere corsivo.

Riportiamo qui di seguito un esempio di poche righe che puoi utilizzare come base per realizzare i tuoi ringraziamenti della tesi di laurea:

“Desidero innanzitutto ringraziare il Professor… per i preziosi insegnamenti durante i due anni di laurea magistrale e le per le numerose ore dedicate alla mia tesi. Inoltre, ringrazio sentitamente il Dr… ed il Dr… che sono stati sempre disponibili a dirimere i miei dubbi durante la stesura di questo lavoro. Intendo poi ringraziare l’Ambasciata…, sottolineando la particolare disponibilità del Dr…, e l’Istituto… per avermi fornito testi e dati indispensabili per la realizzazione della tesi. Inoltre, vorrei esprimere la mia sincera gratitudine al Dr… ed ai miei compagni di corso, in particolare Andrea, Giuseppe e Chiara per i numerosi consigli durante la ricerca. Infine, ho desiderio di ringraziare con affetto i miei genitori per il sostegno ed il grande aiuto che mi hanno dato ed in particolare… per essermi stato vicino ogni momento durante questo anno di lavoro.”