Nelli Scilabra studentessa assessore regione sicilia

La nuova Giunta della Regione Sicilia comprenderà anche una studentessa universitaria, la ventinovenne Nelli Scilabra, che sarà assessore all’Istruzione e formazione. “Sono Rosario Crocetta, vieni subito a Palazzo d’Orleans, devo parlarti”, queste le parole che la Scilabra ha sentito quando ha risposto al suo cellulare, appena finita la lezione di Procedura civile alla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Palermo. La studentessa ventinovenne (“me la sono presa comoda, ma la politica porta via tempo e ora mi mancano cinque materie”, ha spiegato) raggiunge il neo governatore della Regione Sicilia alla sede di presidenza e, con sua grande sorpresa, si ritrova davanti il decreto di nomina ad assessore.

Nelli Scilabra succede a Mario Centorrino (ordinario di Politica economica presso la Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Messina), che durante il governo Lombardo è stato duramente osteggiato dagli studenti, tra i quali c’era la stessa Scilabra. Cresciuta nel piccolo centro di Burgio (AG), la studentessa ha iniziato da giovanissima la sua militanza nei DS per poi confluire nel PD. Dopo essersi diplomata al liceo scientifico di Sciacca, si è trasferita a Palermo dove ha fondato l’associazione ContrariaMente ed è diventata presidente della Rete Universitaria del Mediterraneo (RUM). Due anni fa, da membro del Senato accademico, è stata a capo del movimento studentesco sceso in piazza contro la riforma Gelmini e proprio in questi giorni sta prendendo parte ai lavori di revisione dello Statuto dell’ateneo che quella riforma ha reso necessario.

Crocetta ha presentato la neo assessore Scilabra nel corso di una conferenza stampa a Palazzo d’Orleans durante la quale ha annunciato i nomi di altri tre membri del nuovo esecutivo della Regione Sicilia (tra i quali il professor Antonino Zichichi). A salutarla tanti amici e colleghi dell’ateneo palermitano ai quali Nelli Scilabra ha garantito che “l’assessorato diventerà la casa dei giovani“.

“La proteggerò come una figlia” ha promesso il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta. “Siamo davanti a una vera rivoluzione. Nessuno credeva possibile che una giovane studentessa potesse occupare questo ruolo perché – ha spiegato il neo Presidente della Regione – in Sicilia i giovani sono stati tenuti ai margini, tutt’al più inseriti come tirocinanti in attesa di trovare un posto stabile nella pubblica amministrazione”. La conoscenza tra i due risale a quando Crocetta era sindaco di Gela e il loro rapporto si è molto rafforzato nel corso della scorsa campagna elettorale per le Europee, tuttavia l’ormai assessore Nelli Scilabra non si aspettava la nomina ed è ben conscia del difficile lavoro che ha davanti.

Viste le premesse, per i giovani si preannuncia una stagione che li vedrà protagonisti del cambiamento in questa nuova stagione politica della Regione, come ha assicurato loro anche lo stesso Crocetta attraverso una lettera aperta.