Fiat car sharing gratuito universita

Fiat coinvolge otto atenei italiani in un’iniziativa a favore della mobilità e dell’ambiente grazie al progetto “Fiat likes U“, avviato dal gruppo torinese in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, che si rivolgerà a 280mila studenti dal 18 settembre 2012 al 15 dicembre 2013.

L’idea nasce dalla consapevolezza di come l’utilizzo dell’automobile sia sempre più condizionato da considerazioni di tipo economico e ambientale, cui i giovani, in particolare, sono sensibili e che costituiscono le basi per la mobilità sostenibile del futuro. Su queste premesse è nato il progetto di car sharing proposto da Fiat, la partecipazione al quale è totalmente gratuita e caratterizzata da molti interessanti incentivi.

 

Fiat mette a disposizione quattro automobili – due nuove Panda e due Fiat 500L – presso otto università italiane nei seguenti periodi:

Le automobili saranno a disposizione degli studenti 7 giorni su 7, per turni di 24 ore (48 nel weekend): per prenotarle è sufficiente recarsi sul sito della Fiat e compilare l’apposito modulo, dopodiché sarà possibile ritirare l’automobile direttamente presso l’ateneo, dove dovrà essere riconsegnata. Grazie ad apposite convenzioni, sarà possibile transitare con i veicoli anche nelle aree a traffico limitato e parcheggiare gratuitamente.

Ogni università partecipante avrà uno studente coordinatore del progetto di car sharing: anche per candidarsi a questo ruolo di “Fiat Ambassador”, che prevede un corso di formazione preliminare e una retribuzione di 2.000 euro – nonché, per il migliore, un’automobile Fiat in comodato d’uso gratuito per tre mesi – è sufficiente recarsi sul sito Fiat e inoltrare la richiesta.

Sono in palio anche 8 borse di studio – una per ateneo – da 5.000 euro, per le migliori tesi dedicate al Fiat Group Automobiles. Il laureato con la votazione migliore in ogni università potrà inoltre svolgere uno stage presso l’azienda torinese. Sarà poi possibile usufruire di particolari sconti per l’acquisto di un’auto Fiat: un’agevolazione basata, tra gli altri criteri, anche sul merito accademico. Infine, designer, ingegneri e manager Fiat terrano una lectio magistralis in ogni ateneo partecipante.

Un’interessante iniziativa, quindi, per unire formazione e marketing in modo utile e innovativo, che va a vantaggio di tutti coloro che vi partecipano e aiuta a prendere coscienza di quelle questioni ambientali ed economiche che hanno oggi assoluta rilevanza in ogni ambito di vita.