esame stato psicologia

Superare l’esame di stato in psicologia è il requisito essenziale per l’iscrizione all’albo degli psicologi e per l’esercizio della professione.

La riforma del d.p.r 328/2001 ha istituito due sezioni dell’albo, la sezione A (psicologo) e la sezione B (psicologo junior).

Per accedere ad entrambe è necessario il superamento di un esame di stato che assume caratteristiche leggermente diverse. L’iscrizione nella sezione B avviene con l’annotazione della specifica attività professionale, in coerenza con il percorso formativo.

 

Possono partecipare all’esame di stato in psicologia nella sezione A (psicologo) coloro che sono in possesso di una laurea magistrale (specialistica) nella Classe 58/S – Psicologia e inoltre di un tirocinio annuale (=40 cfu). L’esame di stato in psicologia per la sezione B (psicologo junior) è invece rivolto a coloro che sono in possesso di laurea di primo livello (triennale) nella Classe 34 – Scienze e tecniche psicologiche e inoltre un tirocinio pratico della durata di sei mesi (=20 cfu).

Per quanto riguarda la sezione A, l’esame di stato in psicologia consiste in tre prove scritte e una orale. L’esame di stato per psicologo junior, invece, prevede una prova scritta in meno e una prova pratica.

Prove scritte

Sezione A

La prima prova scritta dell’esame di stato in psicologia riguarda i seguenti argomenti: aspetti teorici e applicativi avanzati della psicologia; progettazione di interventi complessi su casi individuali, in ambito sociale o di grandi organizzazioni, con riferimento alle problematiche della valutazione e dello sviluppo delle potenzialità personali.

La seconda prova scritta verte invece sulla progettazione di interventi complessi con riferimento alle problematiche della valutazione dello sviluppo delle potenzialità dei gruppi, sulla prevenzione del disagio psicologico, sull’assistenza e sul sostegno psicologico, sulla riabilitazione e la promozione della salute psicologica.

La terza prova scritta ha, infine, un carattere applicativo, concernente la discussione di un caso relativo ad un progetto di intervento su individui ovvero in strutture complesse.

Sezione B

La prima prova scritta dell’esame di stato in psicologia per la sezione B verte sulla conoscenza di base delle discipline psicologiche e dei metodi di indagine e di intervento.

La seconda prova scritta riguarda discipline e metodi caratterizzanti il settore.

La prova pratica, infine, sarà incentrata sulla definizione e articolazione di uno specifico intervento professionale all’interno di un progetto proposto dalla commissione.

Prova orale

Per entrambe le sezioni la prova orale dell’esame di stato in psicologia consiste nella discussione sugli argomenti della prova scritta e su questioni teorico-pratiche relative all’attività svolta durante il tirocinio professionale, nonché su aspetti di legislazione e deontologia professionale.