ingegnere

L’esame di stato di ingegneria ha subito, come altri esami di stato, delle profonde modifiche a seguito del D.p.r. 328/2001. Tale decreto ha, infatti, istituito che l’albo degli ingegneri fosse diviso in una sezione A (ingegnere) e una sezione B (ingegnere junior), a seconda che il candidato all’esame di stato di ingegneria sia in possesso di una laurea magistrale (o specialistica) o di una laurea di primo livello (laurea triennale).

Ciascuna sezione è a sua volta suddivisa in tre settori:

  • civile e ambientale
  • industriale
  • dell’informazione

 

L’iscrizione a un settore piuttosto che a un altro dipende dal tipo di laurea posseduto. In particolare valgono le seguenti corrispondenze che potete trovare alla fine dell’articolo. L’esame di stato di ingegneria si svolge in quattro prove di cui due scritte, una orale e una pratica.

Prove scritte

La prima prova scritta dell’esame di stato di ingegneria, della durata di 4 ore, è relativa alle materie caratterizzanti il settore per il quale è richiesta l’iscrizione. Essa consiste nello svolgimento di un tema su di un argomento di carattere generale che riguarda diversi aspetti del settore.

La seconda prova scritta, della durata di 4 ore, è relativa alle materie caratterizzanti la classe di laurea specialistica (o ambito disciplinare per la Sezione B). Anche in questo caso, consiste nello svolgimento di un tema che riguarda i diversi aspetti di una classe di laurea specialistica (o ambito disciplinare).

Prova orale

La prova orale dell’esame di stato di ingegneria riguarda le materie oggetto delle prove scritte e tende ad accertare le conoscenze del candidato anche nell’ambito della legislazione e della deontologia professionale.

Prova pratica

La prova pratica di progettazione, della durata di 8 ore, è relativa alle materie caratterizzanti la classe di laurea specialistica (o ambito disciplinare per la Sezione B). Essa consiste nella realizzazione di un progetto.

Per la sessione 2009 vige ancora la proroga per cui chi è in possesso di una laurea a ciclo unico vecchio ordinamento può svolgere l’esame di stato di ingegneria secondo l’ordinamento precedente al D.P.R 328/2001.

In particolare, questi ultimi hanno diritto di optare per tutti e tre i settori in cui è attualmente diviso l’albo. Per loro, l’esame di stato di ingegneria sarà formato da una prova scritta della durata di 8 ore e da una prova orale.

Classi di lauree per rispettivi settori dell’albo degli ingegneri

Settore civile e ambientale:

(SEZ.A):

  • Classe 4/S – Architettura e ingegneria edile – corso di laurea corrispondente alla Direttiva 85/384/CEE ;
  • Classe 28/S – Ingegneria civile;
  • Classe 38/S – Ingegneria per l’ambiente e per il territorio;

(SEZ.B):

  • Classe 4 – Scienze dell’architettura e dell’ingegneria edile;
  • Classe 8 – Ingegneria civile e ambientale;

Settore industriale:

(SEZ.A)

  • Classe 25/S – Ingegneria aerospaziale e astronautica;
  • Classe 26/S – Ingegneria biomedica;
  • Classe 27/S – Ingegneria chimica;
  • Classe 29/S – Ingegneria dell’automazione;
  • Classe 31/S – Ingegneria elettrica;
  • Classe 33/S – Ingegneria energetica e nucleare;
  • Classe 34/S – Ingegneria gestionale;
  • Classe 36/S – Ingegneria meccanica;
  • Classe 37/S – Ingegneria navale;
  • Classe 61/S – Scienza e ingegneria dei materiali;

(SEZ.B)

  • Classe 10 – Ingegneria industriale

Settore dell’informazione:

(SEZ. A)

  • Classe 23/S – Informatica;
  • Classe 26/S – Ingegneria biomedica;
  • Classe 29/S – Ingegneria dell’automazione;
  • Classe 30/S – Ingegneria delle telecomunicazioni;
  • Classe 32/S – Ingegneria elettronica;
  • Classe 34/S – Ingegneria gestionale;
  • Classe 35/S – Ingegneria informatica.

(SEZ. B)

  • Classe 9 – Ingegneria dell’informazione;
  • Classe 26- Scienze e tecnologie informatiche.