asta codino yamaha valentino rossi

asta codino yamaha valentino rossi

Scade il 5 aprile alle ore 11.00 il termine ultimo per aggiudicarsi il codino Yamaha di Valentino Rossi messo all’asta per aiutare l’Abruzzo nella ricostruzione post-terremoto.

L’idea è dell’associazione ecologista Legambiente che insieme all’Università dell’Aquila si occuperà a fine asta di utilizzare i proventi per allestire un “laboratorio mobile” che sia utile alla gestione delle emergenze geo-sismiche.

Il cimelio donato da Valentino Rossi, per molti fan ormai un vero e proprio feticcio, è quello della Yamaha YZR-M1 con cui il campione del mondo gareggiò in Quatar proprio nell’aprile 2009, lo stesso mese in cui il terribile sisma colpì l’Abruzzo. Già allora, Valentino Rossi decise di dedicare la sua performance alle popolazioni colpite dal terremoto facendo scrivere sul codino della sua moto le parole “Forza Abruzzo”.

Ora, a un anno dalla tragedia, il campione dona l’oggetto diventato di culto affinché venga realizzato un laboratorio insieme agli studenti dell’Aquila per gestire l’emergenza attraverso le più avanzate tecniche di gestione territoriale per l’individuazione dei punti sismici sensibili.

“Ci auguriamo che gli appassionati di moto e i tantissimi fan di Valentino – dice la direttrice di Legambiente Rossella Muroni – partecipino numerosi a questa sfida di solidarietà che vuole essere una spinta per l’Abruzzo a risollevarsi puntando sui giovani e gli studenti e su una migliore prevenzione che si potrà fare anche grazie a questo laboratorio”.

L’asta di solidarietà di quello che è stato definito “un pezzo di storia della Moto Gp” e che comprende in realtà due pezzi –  il codone sinistro e il codone destro della moto – fino ad oggi è stata condotta dal sito di Legambiente forzaabruzzo.it, ma nei prossimi giorni continuerà su e-Bay, il portale di compravendita online famoso in tutto il mondo. Una decisione che gli ideatori dell’iniziativa hanno spiegato come il modo migliore per dare il massimo della visibilità all’evento.