iran arresti studenti

iran arresti studenti

Secondo quanto diffuso dal sito d’opposizione iraniano “Rahesabz”, nelle ultime settimane sarebbero stati 180 gli arresti seguiti alle proteste antigovernative del 26 e 27 dicembre.

Tra questi, ci sarebbero esponenti politici, giornalisti e anche 94 studenti, la maggior parte dei quali fermati dalle forze dell’ordine nella città di Mashhad.

Continua dunque la repressione dell’opposizione che dopo le proteste antigovernative di fine dicembre ha causato feriti e morti anche tra i giovani studenti iraniani. Durante gli scontri sono stati circa 8 i decessi, e centinaia i feriti.

La repressione che è stata pubblicamente condannata dalla comunità internazionale come violenta e ingiustificata, ha ricevuto anche la critica dei docenti di Teheran che in una lettera hanno chiesto all’ayatollah di porre fine alle violenze contro gli studenti.

Inoltre, secondo quanto diffuso dalle agenzie, ieri la televisione di Stato iraniana avrebbe annunciato il divieto per tutti i cittadini di mettersi in contatto con organizzazioni e media internazionali tra cui anche la BBC e lo Human Rights Watch.