Home News Ricerca universitaria Sistema immunitario più forte grazie ai tatuaggi. Ma occorre farne più d’uno

Sistema immunitario più forte grazie ai tatuaggi. Ma occorre farne più d’uno

0

L’avreste mai detto che i tatuaggi rafforzano il sistema immunitario? Sappiate che secondo un team di ricercatori dell’University of Alabama è proprio così: i disegni permanenti con i quali molti decidono di adornare il proprio corpo nasconderebbero questo particolare potere. Lo studio che lo dimostra è stato pubblicato dall’America Journal of Human Biology ed evidenzia come i tattoo, causando dei traumi alla pelle, siano capaci di rendere l’organismo meno soggetto a infiltrazioni patogene. Ma attenzione, uno solo non basta.

 

La ricerca si basa sull’analisi dei livelli di immunoglobulina A di ventinove individui prima e dopo aver fatto dei tatuaggi. Le immunoglobuline A (IgA) sono un genere di anticorpi sintetizzati dai linfociti B e prodotti principalmente a livello del tessuto linfoide associato alle mucose degli apparati digerente e respiratorio, ossia i due principali “ingressi” di cui i microbi si servono per penetrare nell’organismo. La loro importanza è dunque fondamentale nella difesa del corpo dagli attacchi esterni. Ebbene, stando alle rilevazioni degli scienziati americani, in chi è al suo primo tatuaggio il livello di IgA si abbassa, ma in coloro che ne hanno più d’uno il livello di questi preziosi anticorpi si innalza, rendendo il fisico più pronto a lottare contro le aggressioni, in maniera simile a ciò che avviene con le vaccinazioni.

Ma perché accade ciò? La spiegazione è nello stress che i tatuaggi apportano al corpo. L’operazione che compie il tatuatore per disegnare sulla pelle, infatti, non è del tutto indolore e prevede che la cute stessa sia lesa, sebbene in forma non grave. Questo per l’organismo rappresenta una fonte di “affaticamento”, che man mano esso si abitua ad affrontare e a superare, aumentando la risposta immunitaria. Insomma, alla lunga i tatuaggi rafforzerebbero il corpo.

Questo, però, a patto che siano eseguiti da personale specializzato, che rispetti tutte le norme igienico sanitarie previste per scongiurare il rischio che, invece di rafforzare il sistema immunitario, facendo un tatuaggio si possano contrarre malattie pericolose come l’epatite o andare incontro a gravi infezioni.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento qui
Inserisci il tuo nome qui