Home News Tecnologia La Sapienza offrirà corsi gratuiti online. È il primo ateneo italiano ad...

La Sapienza offrirà corsi gratuiti online. È il primo ateneo italiano ad aderire a Coursera

8

Adesso in Coursera si parlerà anche l’italiano, grazie all’Università “La Sapienza” di Roma, il primo ateneo del nostro Paese ad aderire al consorzio che offre corsi gratuiti online aperti a chiunque desideri parteciparvi. Lo spin-off accademico promosso da due docenti dell’Università di Stanford, Daphne Koller e Andrew Ng, è attivo dall’aprile 2012 e da allora ha raccolto quasi tre milioni di iscritti in tutto il mondo.

Il successo di Coursera e dei cosiddetti massive open online courses” (MOOC) sembra inarrestabile. I corsi gratuiti online attraggono studenti da tutto il mondo, in particolare dai cosiddetti BRICS (Brasile, Russia, India e Cina), e tra i seguaci di questo innovativo tipo di formazione a distanza c’erano già due gruppi di studenti italiani, ma finora nessun ateneo del nostro Paese era ancora entrato nel consorzio.

Sulla piattaforma di Coursera è possibile seguire in maniera totalmente libera lezioni di moltissime discipline in inglese, francese, spagnolo, cinese  e presto, grazie all’Università “La Sapienza”, anche in italiano. Il consorzio riunisce attualmente 62 atenei, alcuni dei quali sono ai vertici delle classifiche mondiali, come Princeton, Stanford, l’Ecole Polytechnique e la Technische Universität München. La partecipazione al progetto Coursera consentirà all’università capitolina di dare risalto a livello internazionale ad alcune delle sue numerose eccellenze.

L’Università “La Sapienza” offrirà tre corsi gratuiti online, due in inglese e uno in italiano, che saranno fruibili a partire dal prossimo autunno. I due corsi in inglese, dal titolo “Early Renaissance Architecture in Italy: from Alberti to Bramante” e “Recovering the Humankind Past and Saving the Universal Heritage”, saranno curati rispettivamente dal prof. Francesco Paolo Fiore e dal prof. Paolo Matthiae. Quello in italiano, invece, riguarderà la fisica (la sua denominazione sarà “La visione del mondo della relatività e della meccanica quantistica”) e sarà tenuto dal prof. Carlo Cosmelli. Come accade per tutti gli altri corsi gratuiti online proposti da Coursera, oltre a seguire le videolezioni gli utenti avranno la possibilità di interagire tra di loro e con i professori attraverso un forum.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

8 Commenti

    • Purtroppo no. Coursera è una piattaforma internazionale, da qui l’uso esclusivo ed estensivo della lingua inglese.

  1. Salve
    piacere volevo sapere informazioni ;
    quale il sito della Sapienza per consultare che tipi di corsi universitari gratis a distanza che avete citato voi ?……..

  2. Il corso del prof. Cosmelli è finito a maggio 2014. L’iscrizione si fa sul sito Coursera ed è gratuita.
    E’ previsto un secondo corso per il prossimo anno, 2015. Il corso è comunque ancora fruibile sul sito, si possono scaricare le lezioni e le slides ma non è più possibile fare gli esami, che sono disponibili in modalità off e non rilasciano i crediti per ottenere l’attestato (che comunque non ha valore legale in Italia); non è invece più possibile accedere al forum per lo scambio di informazioni, suggerimenti e pareri. Io ho seguito il corso, bellissimo, utilissimo, non solo per la tipologia di insegnamento, molto simile alle lezioni universitarie (impegno di qualche ora durante la settimana, quiz settimanali di ripasso del modulo in oggetto ed esame finale) ma anche per personale interesse; ci sono altri bellissimi corsi di quasi tutte le materie, compresi ottimi corsi, quasi tutti in inglese (per ora) di meccanica quantistica, chimica quantistica e matematica quantistica, solo per rimanere in tema. Personalmente considero l’esperienza dei MOOC utilissima ed interessantissima.

  3. Sarei molto interessato al corso del prof.Cosmelli sulla meccanica quantistica, trovo questa iniziativa interessante e stimolante, spero di riuscire ad accedere facilmente e poter così approfondire qualche cosa che mi intriga. Auguri per l’iniziativa Aldo Orrù