video figuraccia laurea

Il giorno della propria laurea, si sa, è una di quelle occasioni in cui chiunque tiene a ben figurare davanti agli occhi di docenti, parenti e amici. Ma l’euforia per il traguardo ormai in vista dopo anni di lezioni, notti insonni ed esami può giocare brutti scherzi, come allo studente in questo video. Ammettiamolo: chi di noi non teme (o ha temuto) di fare una figuraccia il “grande giorno”?

Certo, i timori di papere alla propria laurea riguardano di solito vuoti di memoria e balbettii nel discutere la propria tesi davanti alla commissione, oppure si può aver paura di una domanda inaspettata. Non sono in molti, invece, a temere di capitombolare sotto gli occhi di tutti, come è successo allo studente americano protagonista di questo video. La cui figuraccia è resa ancora più terribile dal fatto che la caduta non sia stata accidentale, ma l’esito infausto di un tentativo di festeggiare il traguardo raggiunto con un salto acrobatico. Tanto che il contributo filmato, comparso sul sito LiveLeak, ha un nome piuttosto eloquente: How Not to Celebrate Graduation, ovvero come non festeggiare la laurea.

Il filmato che documenta la figuraccia è brevissimo – dura solo pochi secondi – ma esilarante. In toga rossa e cappello, i laureati della Davenport University (USA) stanno sfilando sul palco per stringere la mano ai professori e ritirare la tanto sudata pergamena. Insomma, la giornata della gloria accademica sta volgendo al meglio, e certamente alcuni di loro stanno già pensando a come passare le meritate vacanze di fine università, quando entra in scena lui. Che saluta i docenti con un ampio sorriso e, appena dopo che la speaker scandisce il suo nome – Keaton Taylor Briggs – guarda fuori campo, probabilmente al gruppo di amici e parenti che sta assistendo alla cerimonia e decide di improvvisarsi ginnasta. Cadendo, però, disastrosamente.

Così, le urla di acclamazione si tramutano in un unisono “ohhhh”, e tutti si voltano. Il particolare più gustoso? Gli sguardi, quanto meno sconfortati, dei professori, che forse, a ripensarci, la laurea non gliela darebbero più. Quando si dice “un momento che non si dimenticherà mai”. Per chi ancora deve affrontare il giorno fatidico e teme di non essere all’altezza, coraggio: sarà difficile riuscire a fare una figura peggiore di questa.