Tag: israele

bambino piange a lezione professore lo calma

Studentessa porta bambino a lezione. Quando il piccolo scoppia a piangere, lo calma il professore

Dimenticatevi gli austeri cattedratici a cui magari siete abituati: Sydney Engelberg è un professore completamente diverso. Uno che, se in aula c'è un bambino che piange, invece di andare su tutte le furie per l'interruzione, lo prende in braccio e lo calma. Sembra incredibile, ma è successo davvero... (continua...)
masticare chewing-gum fa venire mal di testa

Masticare chewing-gum fa venire il mal di testa: lo svela una ricerca israeliana

Attenzione all'abitudine di masticare chewing-gum: stando a una ricerca condotta da alcuni ricercatori dell'Università di Tel Aviv, infatti, questo continuo movimento della bocca potrebbe far venir il mal di testa. Ciò perché l'incessante "apri-chiudi" andrebbe a stressare l'articolazione... (continua...)
i telefonini aumentano il rischio cancro

Uno studio condotto dall’Università di Tel Aviv rivela: “I telefonini aumentano il rischio di ammalarsi di cancro”

A confermare l'ipotesi che l'uso dei telefonini può avere effetti nocivi sulla nostra salute aumentando il rischio di ammalarsi di cancro, arriva un nuovo studio dell'Università di Tel Aviv Sackler, coordinato dal dottor Yaniv Hamzany. Con questa ricerca, in particolare, si è cercato di trovare indizi di una possibile potenzialità cancerogena... (continua...)
ricerca svela motivi che fanno mentire

Sotto pressione si mente di più, se si è tranquilli si ricorre alle bugie solo se si ha un motivo

Quali motivi si nascondono dietro le bugie? Le persone tenderebbero a mentire o a essere disoneste quando sono sotto pressione perché, in quei momenti, l'istinto favorirebbe quei comportamenti che fanno prevalere i propri tornaconti personali. A scoprirlo sono stati i ricercatori dell'Università di Amsterdam (Paesi... (continua...)
Lo studente giapponese Koji Yamashiro

Israele non rinnova il visto a un ricercatore giapponese. “Potrebbe mettere radici”

Koji Yamashiro vive da 8 anni in Israele, studia il pensiero ebraico, parla fluentemente la lingua dei rabbini, eppure il mancato rinnovo del visto potrebbe presto costringerlo ad abbandonare i propri studi e a lasciare il Paese, dove ha conseguito la laurea triennale e specialistica all'Università Ebraica di Gerusalemme. Il governo... (continua...)