scontri iran 12 giugno 2010

studenti iran professore ucciso

Il professore rimasto ucciso nell’attentato del 12 gennaio era un sostenitore dell’Onda Verde, il movimento iraniano di opposizione al governo che ha visto negli ultimi mesi la mobilitazione massiccia da parte degli studenti universitari iraniani.

Secondo le agenzie, a dichiararlo in un comunicato diffuso ieri sera sarebbero stati proprio gli studenti della facoltà di fisica dell’Università di Teheran, dove il docente insegnava.

Nel comunicato degli studenti, diffuso da un sito web d’opposizione, si affermerebbe anche che il professore Masoud Mohammadi, che insegnava fisica all’Università di Teheran, non era coinvolto nel programma nucleare iraniano, come invece era stato diffuso il giorno dell’attentato.

Le ipotesi sui responsabili dell’attentato sono ancora discordanti, sulla vicenda stanno cercando di far luce i media internazionali e i siti internet d’opposizione iraniani.