Ciak

Dalle aule universitarie al set di uno spot televisivo. In molte università straniere gli studenti si improvvisano attori e cantanti per promuovere i loro atenei attraverso filmati “fai da te”. In America si chiamano lip dub, noi li definiremmo video promozionali autoprodotti. E alcuni atenei italiani stanno già seguendo il trend. È il caso di Palermo, dove trenta studenti del secondo anno del corso di laurea specialistica in Comunicazione d’impresa e pubblicità hanno partecipato alla realizzazione di due spot video per promuovere le iscrizioni all’ateneo.

I ragazzi sono stati coinvolti in tutte le fasi della loro produzione, dall’ideazione alle riprese fino al montaggio. Responsabile del progetto è Gianfranco Marrone, delegato del rettore per la comunicazione istituzionale e sociale, e consulente il tutor di regia è Sergio Cannella, regista palermitano di fiction e spot. Le riprese video si sono svolte a Palermo, al Foro Italico e nella casa di uno studente. Ma in realtà i ragazzi coinvolti sono stati molti di più: tanti iscritti all’ateneo palermitano si sono infatti prestati per fare le comparse.

Ma di cosa “parlano” i due spot? Uno ha un taglio introspettivo ed emozionale e vede protagonista uno studente che ripercorre la sua vita e le sue passioni attraverso foto e ritagli di giornale, puntando l’accento sull’orgoglio di essere studente dell’Università siciliana. Il secondo, ”Gangs of Palermo”, racconta lo scontro tra due giovani bande rivali e sottolinea, con ironia, come la cultura sia l’alternativa alla violenza.

Saranno i navigatori del sito www.unipa.it, che sceglieranno quale dei due diventerà lo spot della campagna di iscrizioni dell’Ateneo. Lo spot prescelto sara’ diffuso sul web nei principali siti di settore nei mesi di luglio e agosto, fino alla scadenza delle iscrizioni, il 25 agosto.