oxbridge

Rimane difficile pensare a un nuovo competitor di Oxbridge, una università così prestigiosa e all’avanguardia da superare il noto binomio Cambridge-Oxford. L’unione del “marchio” di fabbrica dei campus inglesi è utilizzata spesso quando ci si riferisce ai due colossi universitari, e il termine deriva in parte dalle numerose caratteristiche che le due università hanno in comune.

Con oltre 750 anni di storia, Cambridge e Oxford sono infatti due delle più antiche università d’Inghilterra e fino al XIX secolo sono state le uniche università del Paese. Entrambe inoltre, hanno costruito un sistema di college similare, in cui l’università segue le fila di una “cooperativa” di singoli college.

Ora a Londra un “dream team”, una vera e propria “squadra da favola” di famosi accademici ha fondato una nuova super-università – ovviamente privata – che si ripromette di competere con Oxbridge e perfino superarla come qualità dell’istruzione.

New College of the Humanities, questo il nome della nuova istituzione, per indicare il settore privilegiato in cui opererà, ovvero le scienze umanistiche. La sede principale sarà a Bloomsbury, zona molto nota per la presenza del British Museum e del circolo letterario di Virginia Woolf.

Il dream team è già all’opera per aprire le iscrizioni a metà del 2012, e come è prevedibile accoglierà quasi esclusivamente studenti facoltosi, non per i requisiti richiesti esplicitamente, ma per le rette stellari che applica: 18.000 sterline l’anno di iscrizione (circa 22.000 euro), il doppio della retta attuale per le università inglesi, aumentate dalla riforma fino a 9.000 sterline.

Nel prestigioso ateneo, finanziato esclusivamente da fondi privati, anche i docenti e lo staff saranno a “cinque stelle“, e riceverà uno stipendio maggiorato del 25 per cento in più rispetto alla media dei salari accademici. Nomi illustri tra gli accademici, tra cui figurano il filosofo A.C. Grayling, il biologo Richard Dawkins, lo storico Niall Ferguson e il poeta Christipher Ricks.