Berlusconi visita eCampus

Berlusconi visita eCampus

Nei piani del Governo l’abolizione del valore legale del diploma di laurea non c’è. A dirlo il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, intervenuto ieri durante la visita all’ateneo telematico eCampus – a Novedrate, in provincia di Como – che ha raggiunto con il suo elicottero. Il premier ha tenuto il suo discorso agli studenti dell’università telematica, in un’aula rimasta blindata ai giornalisti. Le notizie che circolano in queste ore sulle dichiarazioni del premier sono quindi un resoconto degli studenti presenti che sono state poi riprese e diffuse dalle agenzie di stampa.

Proprio gli studenti di eCampus sarebbero stati rassicurati dal presidente sul fatto che la proposta del Pdl relativa all’abolizione del valore legale della laurea non troverà seguito, perché il Governo intende mantenere il valore legale per i diplomi di laurea in Italia.

Le altre parole di Berlusconi sarebbero state rivolte alle belle ragazze dell’ateneo telematico definite “belle e con la laurea”, un’ eccezione rispetto alle veline “belle e senza cervello”. Battute sarcastiche del premier sarebbero poi state indirizzate a Rosy Bindi e Di Pietro.

Francesco Polidori, presidente della fondazione e-Campus, ha illustrato poi al premier l’offerta formativa della telematica. Secondo quanto riportato in una nota dallo stesso ateneo, il premier si sarebbe anche complimentato perché “offre l’opportunità di formarsi anche a chi lavora e deve mantenersi”.

La visita di Berlusconi all’ateneo telematico eCampus non è stata vista di buon occhio dagli studenti degli altri atenei e  dall’università pubblica in generale. Nel momento di massima mobilitazione del mondo dell’università e della ricerca pubbliche contro la riforma in esame, la scelta del premier di far visita proprio a un ateneo lontano dalla protesta e dai tagli finanziari è stato visto come un volontario segno di disattenzione verso le condizioni dell’Istruzione superiore italiana.