Notte europea dei ricercatori 2017

Ogni anno per una sera la scienza esce dai laboratori, dai centri di ricerca e dalle università per incontrare il grande pubblico. Quest’anno l’appuntamento è fissato per venerdì 29 settembre, giorno nel quale si svolgerà la Notte europea dei ricercatori 2017. Gli eventi disseminati tra i vari paesi del Vecchio continente saranno oltre 200 e l’Italia parteciperà con 6 differenti progetti, che coinvolgeranno diverse città. Giunta alla dodicesima edizione, la manifestazione promossa dalla Commissione europea ha l’obiettivo di avvicinare i cittadini alla ricerca e ai suoi protagonisti in modo informale e divertente, attraverso spettacoli, eventi dimostrativi, workshop, visite guidate e altre iniziative divulgative.

Come già l’anno passato, in Toscana la Notte europea dei ricercatori 2017 interesserà numerose località. I principali centri di ricerca e gli atenei della regione hanno collaborato alla realizzazione del progetto BRIGHT, che interesserà Arezzo, Calci, Firenze, Grosseto, Lucca, Pisa, Poggibonsi, Pontedera, Portoferraio, Prato, Siena e Viareggio. Le porte dei laboratori si apriranno per accogliere i cittadini e i ricercatori scenderanno nelle piazze e nelle strade dei centri storici per incontrare la gente.

In Piemonte e Valle d’Aosta in occasione della Notte europea dei ricercatori 2017 tornerà il progetto CLOSER, che coinvolgerà Alessandria, Aosta, Asti, Biella, Cuneo, Torino e Verbania. L’obiettivo delle iniziative che animeranno la serata del 29 settembre è quella di coinvolgere i cittadini nella progettazione di un futuro sostenibile. A Bolzano, invece, sarà il progetto LUNA a permettere di visitare 14 location, tra laboratori e centri di ricerca, che apriranno le porte per coinvolgere giovani, adulti, anziani e bambini in oltre 100 attività differenti, che vanno dagli esperimenti, alle dimostrazioni e alle discussioni.

In occasione della Notte europea dei ricercatori 2017 tornerà anche il progetto Made in Science, che prevede una serie di eventi nelle città di Bari, Cagliari, Carbonia, Cassino, Catania, Cave, Cosenza, Ferrara, Frascati, Frosinone, Gorga, Isnello, Lecce, Milano, Monte Porzio Catone, Napoli, Palermo, Parma, Pavia, Roma, Sassari, Trieste e Viterbo. Ancona, L’Aquila, Cascina, Palermo e Perugia, invece, ospiteranno le iniziative del progetto SHARPER, nell’ambito del quale tornerà anche lo spettacolare “Light City Dress”, che vestirà le facciate di edifici simbolo delle città con luci e graphic design.

Il progetto per la Notte europea dei ricercatori 2017 in Emilia Romagna, infine, interesserà Bologna, Cesena, Forlì, Ravenna e Rimini. SOCIETY prevede, tra gli altri appuntamenti, anche una sorta di speed dating tra cittadini e ricercatori, nel corso del quale gli studiosi potranno incontrare persone di ogni età e rispondere faccia a faccia alle loro domande.