Test ammissione universita

L’Università di Verona accoglie già le iscrizioni delle nuove matricole. Fino al 12 aprile è possibile iscriversi al test di ammissione primaverile della facoltà di Economia, fissato per il prossimo 20 aprile.

La novità dell’accesso programmato ai due corsi di laurea triennale, Economia aziendale ed Economia e commercio, è stata introdotta lo scorso anno accademico: l’ateneo scaligero ha abbracciato così la stessa linea di altri atenei del nordest – Trento, Padova e Venezia – che hanno limitato gli ingressi già dal 2009.

Il test si svolgerà contemporaneamente nelle sedi di Verona, Trento, Padova e Venezia; i posti disponibili destinati alle sedi di Verona e Vicenza sono in totale 920 – distribuiti equamente tra i due corsi triennali – e in questa prima data ne sarà assegnato il 60 per cento, mentre il restante 40 per cento è riservato alla seconda data del test che si terrà ad agosto.

Dall’Università di Verona fanno sapere che gli studenti avranno a disposizione per la prova un tempo limite di 80 minuti in cui dovranno rispondere a 80 quesiti di logica, matematica, lingua straniera e cultura generale. I risultati saranno pubblicati il 3 maggio e gli studenti che rientreranno in graduatoria potranno prenotarsi gratuitamente per l’immatricolazione entro l’8 maggio. La scadenza per l’iscrizione effettiva si protrae invece fino al 24 agosto, stesso giorno del test estivo.

Il preside di Facoltà, Francesco Rossi, ha spiegato il motivo di una iscrizione così anticipata: l’intento è quello di responsabilizzare gli studenti e le loro famiglie nella scelta degli studi universitari. “In molte realtà, nazioni, cui spesso ci riferiamo, la selezione degli accessi si è già chiusa a gennaio, se non prima. In Italia, la Bocconi, per esempio, da anni ha adottato questa modalità” ha aggiunto Rossi.

L’obiettivo dei test di ammissione anticipati è dunque che la scelta sia consapevole e ragionata e che arrivi alla fine di un processo di maturazione formativa attivato per tempo dagli istituti superiori stessi in collaborazione con l’università, anziché essere una scelta frettolosa di fine agosto.