Differenze di genere

Le università milanesi si uniscono per dar vita al primo centro interuniversitario per la ricerca in “Culture di genere“. Si tratta di un vero e proprio laboratorio, a disposizione di studiosi e cittadini, dove raccogliere e analizzare le informazioni sui processi di mutamento che investono le culture di genere, con particolare riferimento agli stereotipi e ai pregiudizi, in questa fase storica particolarmente penalizzanti per le donne.

Il progetto per la realizzazione del centro interuniversitario, che verrà presentato l’8 marzo presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca, coinvolge gli atenei milanesi pubblici, l’Università degli Studi di Milano-Bicocca, l’Università degli Studi di Milano, il Politecnico, gli atenei privati, Bocconi, Cattolica e Iulm e le associazioni Amiche di Abcd e Donne in Quota.

“Stiamo collettivamente vivendo una fase di grande trasformazione non solo dei ruoli sociali di genere ma anche delle culture di genere – dice Carmen Leccardi, delegata del rettore dell’Università Bicocca per le pari opportunità –. Cambiano infatti i modi in cui uomini e donne sono socialmente rappresentati, e si modificano, in parallelo, le modalità con cui essi si vivono e si relazionano gli uni agli altri. I media vecchi e nuovi, insieme all’industria culturale, giocano ovviamente un ruolo essenziale nel riformulare queste culture. Molti dei nuovi stereotipi di genere, estremamente penalizzanti nei confronti delle donne, vanno tuttavia legati proprio alla centralità odierna di queste agenzie nella costruzione dell’immaginario culturale”.

Il centro interuniversitario milanese per la ricerca in “Culture di genere” nasce proprio con l’obiettivo di esplorare queste trasformazioni, mettendo a disposizione dell’opinione pubblica, oltre che degli studiosi, informazioni, analisi, e anche proposte finalizzate alla lotta contro stereotipi e pregiudizi che impediscono l’effettiva comprensione delle nuove dinamiche di relazione fra i generi nelle società del ventunesimo secolo.

E sempre nel giorno in cui si festeggiano le donne, all’interno del campus della Bicocca verrà intitolata proprio al genere femminile la piazza “Difesa per le donne” per ricordare tutte coloro che in questi anni sono state vittime di violenza e per sottolineare che il rispetto e l’uguaglianza tra generi è un valore fondante della società civile.