erasmus1

Gli studenti Erasmus dell’Università di Padova parteciperanno al progetto di volontariato Social Erasmus dell’associazione Esn di Padova – Erasmus social network che accoglie circa 400 studenti europei ogni semestre – e puliranno un parco del quartiere Arcella, oltre a dedicarsi ad altre attività in programma, come la giornata per la donazione del sangue.

Sono cinquanta studenti provenienti da tutta Europa per studiare a Padova che dedicheranno il loro tempo, in modo del tutto gratutito, alle iniziative organizzate dall’associazione dal 4 al 12 maggio, tra cui la pulizia del parco ma anche il Free Hugs – la distribuzione vera e propria di abbracci gratis in giro per la città -, la donazione di sangue e la presentazione degli studenti Erasmus dei loro Paesi di provenienza e delle loro culture ai ragazzi degli istituti superiori.

L’intento del progetto Social Erasmus – nato in Polonia nel 2008 – è infatti quello di accorciare le distanze tra tradizioni e costumi dei diversi Paesi europei, superando così inutili stereotipi che creano, senza reali motivi, barriere socio-culturali. Il progetto dunque permette agli studenti che stanno trascorrendo il periodo di studio in una università straniera di fare volontariato nella comunità locale, venendo a contatto così con una cultura e un sistema formativo diversi da quelli propri, con il risultato di creare una rete internazionali di giovani pronti a scambiarsi racconti ed esperienze.

“Sono contenta del grande lavoro fatto dai volontari dell’associazione: siamo tra le 7 sezioni italiane su 45 che hanno presentato un progetto di Social Erasmus approvato a livello internazionale – ha commentato la coordinatrice locale del progetto Emanuela Sartori, certa inoltre che gli studenti Erasmus siano soddisfatti ed entusiasti del modo in cui sono stati coinvolti.

Anche Elena Cecchin, presidente dell’associazione Esn, ha confermato la buona riuscita dell’inizativa sia per chi riceve i benefici delle diverse attività di volontariato svolto sia per chi le svolge. “È una grande occasione per gli studenti Erasmus qui a Padova – ha spiegato Elena – partecipando a queste attività possono arricchire il loro bagaglio culturale e sentirsi più attivi nella vita cittadina”.