Simone Ruffini

Due nuotatori italiani, Simone Ruffini e Rachele Bruni, si sono aggiudicati le prime due medaglie d’oro delle Universiadi inaugurate ieri a Shenzhen, in Cina. Il primo oro è arrivato grazie all’ottima prestazione nella 10 chilometri di fondo del nuotatore classe 1989, nativo di Tolentino (Mc) e specializzato nella distanza dei 5 km in linea e a cronometro.

Nella Baia delle Sette stelle Simone Ruffini ha fatto segnare un tempo di 1h58’00″747, dietro a lui con 2’2″612 di distacco il russo Kirill Abrosimov e a 2’04″801 il giapponese Yasunari Hirai. Matteo Alberico, l’altro nuotatore italiano impegnato nella competizione si è piazzato al 15esimo posto con oltre sette minuti di distacco dal vincitore.

In rosa l’altro oro italiano giunto dalle acque dalla Baia di Shenzhen, dove nella stessa disciplina di Ruffini, fondo 10 chilometri, a tagliare per prima il traguardo è stata Rachele Bruni, con il tempo di 2h06’49″314. La seconda medaglia d’oro azzurra dei Giochi universitari cinesi è nata a Firenze vent’anni fa e nuota con i colori dell’esercito italiano.

Argento per la tedesca Nadine Reichert giunta dopo 39″905. Terza l’altra atleta della nazionale italiana nuoto di fondo in competizione a Shenzhen, Alice Franco, astigiana classe 1989, che ha chiuso con un ritardo di 1’53″458. La gara è iniziata alla 8,15 locali, le 2,15 ora italiana.