Universiade 2011 Shenzen

Italia-Thailandia 2-0, con doppietta di Pasquale Iadaresta, ex attaccante dell’Aquila, e ottima prestazione del capitano Ciro Oreste Sirignano, laureando in giurisprudenza e difensore del Chieti. Un esordio migliore del previsto, per la rappresentativa italiana, alle Universiadi che si aprono ufficialmente oggi a a Shenzhen, la megalopoli motore economico della Repubblica Popolare Cinese.

Per la nazionale universitaria di calcio, medaglia d’argento nelle ultime quattro edizioni, il prossimo appuntamento è domenica 14 contro l’Uruguay, mentre prima della cerimonia d’apertura prevista per oggi scenderanno in vasca contro l’Ungheria le atlete della pallanuoto. Fino al 23 agosto rappresentative universitarie da tutto il mondo si confronteranno in 24 discipline: dagli scacchi all’aerobica, nuovi entrati, fino agli sport più tradizionali.

Cuore delle Universiadi e della cerimonia inaugurale a basso impatto ambientale è lo Shenzhen Bay Stadium (nella foto), dove arriverà una fiaccola virtuale e nel rispetto della sostenibilità non saranno esplosi fuochi d’artificio. Huang Guoqiang, portavoce del comitato organizzatore, promette che questa di Shenzhen sarà l’Universiade dei record: dal numero di discipline presenti al numero di medaglie d’oro che saranno assegnate, ben 306. Da primato anche il numero di persone giunte in Cina per partecipare ai giochi: 7.865 atleti che aggiungendo i relativi staff diventano 11.901 persone provenienti da 152 paesi e regioni.

L’Italia, che ha ben tre città candidate a ospitare i giochi del 2019, è sbarcata in Cina con una folta e motivata rappresentativa. Per questa 26esima edizione dei Giochi olimpici universitari gli azzurri degli sport di squadra saranno impegnati nella pallavolo femminile, pallanuoto femminile e maschile, e nel calcio. Folta la rappresentativa dell’atletica leggera, 22 atleti selezionati, quattordici uomini e otto donne.

Un altro team da battere è sicuramente quello del tiro a volo: 14 elementi, accompagnati dal ct Luciano Giovannetti e dal capodelegazione Gianluigi Gualini, che hanno ricevuto anche una telefonata di “in bocca al lupo” dal ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini. I tiratori azzurri hanno ottenuto alle Universiadi di Bangkok del 2007 tre ori e un argento, mentre nel 2010 hanno concluso con tre medaglie d’oro, tre d’argento e quattro di bronzo i mondiali universitari di Breslavia.