Regione Toscana

Regione Toscana

Ampliare il numero di studenti universitari che usufruiranno dei benefici economici stabiliti dal diritto allo studio universitario. È questo il principale aspetto di novità deciso dalla Giunta della Regione Toscana per i propri studenti universitari a partire dall’anno accademico 2009/2010, ormai alle porte.

Tre i punti centrali della decisione assunta dalla Regione Toscana: il primo è relativo agli indicatori economici, con l’innalzamento della soglie di reddito Isee (Indicatore situazione economica) per poter usufruire a borse di studio e alloggi, portata da 15 mila a 17 mila euro annui (da 19 a 20 mila per gli studenti disabili).

La soglia dell’Ispe (Indicatore situazione patrimoniale) invece, secondo la decisione della giunta toscana, passa da 28 a 30 mila, da 30 a 31 mila invece per gli studenti disabili.

Il secondo parametro invece istituisce semplificazioni per ottenere il sostegno all’affitto per gli studenti che, avendo ottenuto un posto non possono però avere alloggio nelle residenze universitarie per via dell’indisponibilità delle strutture.

Terza e ultima novità è quella di poter avere ottenere in modo facilitato un prestito fiduciario dalle banche per un mater universitario.

L’Azienda regionale per il diritto allo studio universitario ha pubblicato il bando per borse di studio e alloggi: i termini per consegnare la domanda scadono il 15 settembre, mentre la data ultima di consegna è il 16 novembre 2009 per coloro che sono iscritti alle scuole di specializzazione e ai dottorati.

Possono fare domanda tutti gli studenti in possesso dei requisiti richiesti, di merito e di reddito (i bandi sono reperibili su (www.dsu.fi.it, www.dsu.pi.it, www.dsu.si.it).