test per studiare rapporto proprietario-cane

I cani sono sempre più presenti nelle case degli italiani. Per questo motivo, alcuni ricercatori del Dipartimento di Scienze veterinarie e sanità pubblica (Divet) dell’Università degli Studi di Milano hanno deciso di lanciare un test on line per approfondire la qualità dell’interazione tra il proprietario e il proprio animale domestico, concentrandosi sulla scelta di vivere con un amico a quattro zampe e sui fattori che possono influenzarla. Si chiama “ProCane” e si trova all’indirizzo www.divet.unimi.it.

Il test lanciato dall’Università degli Studi di Milano per scoprire i segreti del rapporto proprietario-cane è aperto a chiunque conviva con almeno un amico a quattro zampe. Più precisamente, deve essere compilato dal familiare maggiorenne che abbia deciso di aprire la porta di casa all’animale, assumendosene tutta la responsabilità. Nel caso di più cani, deve essere completato un questionario per ciascuno di essi. Ciò che importa, al fine di avere dei risultati il più possibile attendibili, è che si risponda con estrema sincerità a tutte le domande. I dati rimarranno anonimi e verranno trattati nel rispetto della legge sulla privacy.

Gli amici a quattro zampe sono piuttosto amati nel nostro Paese, ma – secondo i dati più recenti riportati dal Rapporto Eurispes 2014 – nell’ultimo anno la presenza di animali nelle case degli italiani ha subito una diminuzione pari a circa il 16 per cento. Nel dettaglio, la percentuale di chi possiede almeno un animale domestico è del 39,4 per cento, contro il 55,3 per cento registrato nel 2013 e il 41,2 per cento del 2012. Nonostante risulti essere più costoso e impegnativo, il cane detiene il primato rispetto al gatto: i padroni di cani sono il 53,7 per cento contro il 45,8 per cento di coloro che, invece, possiedono un gatto.

Il motivo per cui si è registrato questo calo di presenze di animali domestici è da ricondursi a diversi fattori. Senz’altro la crisi economica che stiamo attraversando ormai da qualche tempo ha giocato un ruolo fondamentale, si aggiungono una routine quotidiana sempre più frenetica e l’adozione di uno stile di vita sempre più incompatibile con quello di un quattro zampe. Ed è partendo proprio da questo scenario che il gruppo di ricercatori dell’Università degli Studi di Milano, guidato da Federica Pirrone, ha deciso di lanciare questo test on line per analizzare meglio il rapporto proprietario-cane e scoprire quali sono le sue caratteristiche e i fattori che le condizionano.