spot elettorale giocano a pallone in università sospensione

spot elettorale giocano a pallone in università sospensione

Quasi per “par-condicio”, rischiano la sospensione. Due ragazzi di “Comunione e Liberazione” hanno girato lo spot elettorale in vista delle elezioni del CNSU che si concluderanno oggi, in cui giocano a pallone nei locali della Statale di Milano.

Lo scorso anno per una partita di pallone in cortile due studenti del collettivo anarchico erano stati sospesi dagli studi.

Non è ancora noto l’esito della decisione del Rettore Enrico Decleva, tuttavia il rischio per i due studenti iscritti alle liste Obiettivo Studenti, è di 6 mesi di sospensione dall’attività didattica.

L’accusa, mossa da Alessandra Brambati, senatrice accademica per Sinistra universitaria ” punta sul fatto che “non risulta siano stati autorizzati a giocare in ateneo, ed è giusto che nei loro confronti si prendano provvedimenti”.

Il video girato alla Statale di Milano, ritrae Matteo Sogaro, candidato alle elezioni del Consiglio nazionale degli studenti, mentre si diletta in passaggi e colpi di testa, nei corridoi dell’università, poi corredato dall’invito “Vota Soga”.

Secondo il regolamento dell’università, gli studenti potrebbero essere sospesi fino a sei mesi: i due ragazzi di un movimento anarchico lo scorso anno erano stati puniti con un periodo di assenza forzata da lezioni ed esami rispettivamente di uno e tre mesi. “Non mi risulta che l’iniziativa fosse autorizzata  –  ha dichiarato il prorettore vicario della Statale, Dario Casati –  e ovviamente il regolamento disciplinare si applica a tutti gli studenti nello stesso modo. Mi auguro che la febbre elettorale passi con la chiusura delle urne”.