Cappella universitaria

Settanta giovani, la settimana scorsa, hanno fatto irruzione nella cappella del campus Somosaguas della Università Complutense di Madrid. Una volta all’interno, hanno letto le loro critiche alla chiesa cattolica e hanno insultato i sacerdoti. Dopo un quarto d’ora l’azione si è conclusa con alcuni manifestanti che, seminudi, sono saliti sull’altare, come confermato dal cappellano.

La asociación Contrapoder (associazione Contropotere) della facoltà di Scienze politiche della Ucm, ha riconosciuto di essere l’autore dell’assalto, definita come una “performance simbolica e non violenta”.

A seguito dell’episodio, che risale al 10 aprile scorso, sono stati quattro arresti (già rilasciati), una denuncia penale ai danni degli assaltatori e ulteriori controlli da parte della polizia che non esclude ulteriori arresti. Al di fuori delle conseguenze giuridiche il successo dell’azione è insindacabile. I manifestanti sono riusciti nel loro intento, quello di aprire il dibattito sulla presenza della religione cattolica nelle università private.

Ad oggi le cappelle sono presenti in dodici università pubbliche a Madrid, Castilla y Leon, Andalusia, Valencia, Isole Canarie, Asturie e di Navarra e una dozzina di atenei pubblici offrono servizi religiosi: Barcellona, Salamanca, Valladolid, Siviglia, Alicante, Navarra , La Laguna, Oviedo, Complutense, Autónoma de Madrid, Madrid Juan Carlos Politecnico e King.

Più di 150 insegnanti e professori universitari provenienti da tutta la Spagna hanno firmato un documento che chiede la chiusura “degli oratori d’ateneo” e hanno denunciato i privilegi della chiesa all’interno del sistema accademico. Per contro, i sostenitori di questi spazi si aggrappano alla libertà di culto. A questo proposito, la Conferenza dei rettori spagnoli ha richiesto che gli atenei possano scegliere in autonomia cosa fare con le loro cappelle.

Nel frattempo, il giro di vite su questi luoghi di culto è stato assecondato dagli studenti di Barcellona e Valencia nelle ultime settimane. La crociata laica accademica è cominciata.