previsioni meteo ferragosto 2010

previsioni meteo ferragosto 2010

Dall’ombrellone all’ombrello. Niente sole e caldo per questo ferragosto 2010 che si prevede più freddo del solito e piovoso. Niente di così strano, dato che le statistiche confermano che ogni 5-6 anni circa a ferragosto c’è maltempo e che l’ultima pioggia ferragostina sarebbe stata nel 2005. A confermarlo sono le previsioni per ferragosto 2010 gli esperti dell’Osservatorio Geofisico dell’Università di Modena e Reggio Emilia che spiegano che proprio nel weekend ci sarà una sorta di sospensione anticipata dell’estate con un abbassamento delle temperature medie e un intensificarsi delle precipitazioni.

Insomma, in molte città d’Italia non si potranno fare escursioni e grigliate all’aperto a causa delle piogge e delle “severe rinfrescate” previste. In particolare, le temperature non andranno oltre i 25-27 gradi. Piogge e acquazzoni sono previste soprattutto per il pomeriggio di sabato 14 agosto, mentre il giorno di ferragosto sarà variabile e fresco. Seguiranno perturbazioni fino a metà della prossima settimana.

“Artefice del peggioramento – spiega Luca Lombroso, meteorologo dell’Osservatorio Geofisico dell’Università di Modena – un fronte freddo, mosso dall’azione di una depressione presente sul Mare del Nord, che contribuirà a portare aria fredda polare marittima fin sul Mediterraneo centro-settentrionale”. Niente di sorprendente in realtà, se confrontato con il ferragosto più freddo e piovoso degli ultimi 180 anni, che secondo l’Osservatorio fu nel 1881 e riportò una minima di 12°C, o con il più caldo nel 1888 con una massima di 35.4°C.

Insomma, tutto sommato quello in arrivo si prospetta un ferragosto nella norma, l’unico dato per cui stare in allerta, sottolinea Lombroso sono i “numerosi segnali che il sistema climatico in crisi ci lancia, dall’ondata di caldo in Russia alle alluvioni in India e Pakistan fino ai collassi glaciali in Groenlandia”, ancora una volta l’Osservatorio invita a fare il possibile per limitare i danni su un ecosistema a rischio.